Martedì, 04 Ottobre 2022

 

OTTAVI DI FINALE / RITORNO – Le reti di Conte nel primo tempo e di Syll nella ripresa certificano il passaggio del turno. I granata sbancano Asseminello 1-2

 


 

Il Torino Under 15 non si fa ammorbidire dal risultato favorevole del primo round. La squadra di mister Antonio La Rocca si impone sul Cagliari anche nel match di ritorno e approda dritta ai quarti di finale dei playoff scudetto. Ad Asseminello termina 1-2 una sfida che vede i granata al comando già all’intervallo, grazie al terzo gol nel doppio confronto di uno scatenato Gioele Conte. Nel secondo tempo, sul più tre di vantaggio per i granata (l’andata si era conclusa 4-2 in favore dei torelli), il Cagliari mette a segno il gol della momentanea parità con Tuveri, dopo undici giri di lancette della ripresa. Tocca dunque a Syll sei minuti più tardi mettere a segno il gol che vale il successo in Sardegna e l’ipoteca sulla qualificazione.

 

 

OTTAVI DI FINALE / ANDATA – Per i bianconeri in gol Merola nella ripresa, in risposta al gol bolognese di Mazzetti

 


 

Termina in parità il primo round dell’ottavo di finale che mette a confronto la Juventus Under 15 e il Bologna. I bianconeri riescono ad acciuffare l’1-1 finale, dopo aver chiuso la prima frazione in svantaggio. Ad aprire le marcature ci ha pensato Mazzetti al 32’. La reazione bianconera giunge al 16’ della ripresa con il gol di Stefano Merola, decisivo per il risultato di 1-1 che rende tutto ancora aperto in vista del ritorno in programma mercoledì 18 maggio.

 

JUVENTUS-BOLOGNA 1-1
RETI: pt 32’ Mazzetti (B), st 16’ Merola (J)

 

 

QUARTI DI FINALE – L’Acqui tocca la doppia cifra nel match con il San Secondo. Arona e Collegno si disfano di Mirafiori e Gattinara. La Bruinese ha la meglio sull’Alba ai calci di rigore

 


 

Al via i playoff di Under 18 regionale con i primi verdetti. L’Acqui raggiunge le semifinali con una prova di grande autorità: 10-0 sul San Secondo, con protagonisti Morganti, Costa Pisani e Crescentini autori tutti e tre di una doppietta personale. Passa al turno successivo anche l’Arona, vittorioso 3-1 sul Mirafiori. Cavazza apre le marcature per i padroni di casa. Maggio pareggia per gli ospiti, ma ci pensano Negri e Peschechera a garantire all’Arona l’accesso alla final four. Ricca di pathos il match che ha messo a confronto Bruinese e Alba. Non sono bastati i tempi regolamentari per decidere chi dovesse continuare il cammino playoff. 2-2 con i gol di Ballarin e Selvaggio per la Bruinese, Casetta e Campestre per l’Alba. Il verdetto è stato affidato ai calci di rigore, in cui è riuscita a prevalere la Bruinese per 5-4. Programma dei quarti che si chiude con la vittoria di misura del Collegno Paradiso con il Gattinara: 1-0 a firma di Guastella.

ACQUI-SAN SECONDO 10-0
RETI: pt 3’ Morganti, pt 9’ Costa Pisani, pt 11’ rig. Cadario, pt 17’ Costa Pisani, pt 43’ Morganti, st 12’ Martino F., st 20’ Bortoletto, st 27’, st 37’ Crescentini, st 44’ Parisio
ARONA-MIRAFIORI 3-1
RETI: pt 6’ Cavazza (A), pt 22’ Maggio (M), pt 34’ Negri (A), st 1’ Peschechera (A)
BRUINESE-ALBA 7-6 d.c.r (2-2 tr)
RETI: Ballarin, Selvaggio (B), Casetta, Campestre (A)
Sequenza rigori:
Musso (B): gol
Turkaj (A): gol
Vazzano (B): gol
Lazhovski (A): sbagliato
Disantis (B): gol
Casetta (A): sbagliato
Delpiano (B): sbagliato
Foggetti (A): sbagliato
Caroppo (B): sbagliato
Di Gianmaria (A): gol
Petruzzo (B): gol
Lleshi (A): gol
Albanese (B): gol
Agliaro (A): sbagliato
COLLEGNO PARADISO-GATTINARA 1-0
RETI: Guastella
 

 

 

30^ GIORNATA – K.o. contro l’ultima in classifica per i ragazzi di Asta, che chiudono al quinto posto a 52 punti. All’orizzonte i playoff scudetto

 


 

Il Torino Under 18 conclude la stagione regolare con una pesante sconfitta interna. La squadra di Asta capitola 0-3 tra le mura amiche contro l’Ascoli fanalino di coda del torneo. Accade tutto in nove minuti, nell’ultimo quarto d’ora del secondo tempo. Al 75’ Gennari apre le marcature. Graziano trova il bis cinque minuti più tardi, poi tocca Marcello all’84’ siglare la rete del definitivo 0-3. La squadra di Asta conclude il girone al quinto posto a quota 52 punti. La stagione non finisce qui: i granata saranno impegnati nei playoff scudetto.

 

TORINO-ASCOLI 0-3
RETI: st 30’ Gennari, st 35’ Graziano, st 39’ Di Marcello

 

 

OTTAVI DI FINALE / Ritorno – Rimonta completata dopo appena dieci minuti con la doppietta di Cavallotti. A certificare il passaggio del turno, i centri di Ricotti e Haratau

 


 

 

​​​​​​​E’ grande ribaltone quello andato quest’oggi all’Ardissone di Vercelli. La Pro Vercelli Under 17 riscatta il k.o. per 2-1 della gara di andata, con un 4-1 che gli consente di approdare ai quarti di finale. La Pro si porta in situazione di vantaggio dopo appena dieci minuti, grazie alla doppietta messa a segno da Cavallotti. Ci pensa poi Ricotti nel finale di prima frazione a trovare la rete del momentaneo 3-0. Nella ripresa il Modena tira fuori gli artigli con il timbro di Lisanti, ma a dire l’ultima parola è ancora la squadra di Melchiori con il 4-1 della mezz’ora della seconda frazione a firma di Haratau.

 

PRO VERCELLI-MODENA 4-1
RETI: pt 3’, pt 10’ Cavallotti (P), pt 36’ Ricotti (P), st 20’ Lisanti (M), st 29’ Haratau (P)

 

 

34^ GIORNATA – K.o. indolore dei granata in Salento, sconfitti 2-1 dalla doppietta di Daka. Due gol anche per Chibozo nella manita dei bianconeri sugli emiliani

 


 

Toro e Juve chiudono la loro regular season su onde contrastanti. I granata, a salvezza raggiunta, cadono nella passerella di Lecce 2-1, mentre la Juve si mantiene viva in vista dei playoff, trovando la via del gol in cinque occasioni contro la Spal. Il Torino di fronte al Lecce, che al contrario dei granata era ancora in lotta per non retrocedere. La prima frazione in Salento si chiude a reti bianche poi nella ripresa arrivano i gol che regalano tre punti pesanti ai giallorossi, tutti a firma di Daka. L’ala dei padroni di casa prima batte Milan con un colpo di testa al 7’ e dieci minuti più tardi appoggia in rete tutto solo il pallone offertogli da Nizet. Reti decisive per i leccesi, che scampano al doppio confronto playout. Nel finale c’è anche spazio per l’ultimo gol del Toro in una stagione conclusa al dodicesimo posto in classifica a quota 43 punti. Timbro a firma di Dellavalle con un tiro di potenza che fredda il portiere avversario. La regular season della Juventus si conclude invece su tutt’altri toni, al quinto posto (valevole per la postseason) a 57 punti. La formazione di Andrea Bonatti si disfa tra le mura amiche della Spal col risultato di 5-2. Ad aprire le marcature sono gli ospiti al 10’ con Wilke, poi è dominio Juve dalla seconda metà della prima frazione. Doppietta per Chibozo tra il 36’ e il secondo minuto di recupero del primo tempo: il pdimo a conclusione di una ripartenza, il secondo con un tocco di punta letale per l’estremo difensore spallino. A rendere più corposo il tabellino ci pensa Bonetti al 66’ al culmine di una ripartenza condotta da Rouhi e Mulazzi. In contropiede anche il gol del poker di Cerri a dieci dalla fine, mentre la ciliegina sulla torta, dopo il secondo gol della Spal a firma di Fiori, la mette Mbangula a uno dalla fine per il 5-2 finale che regala buone sensazioni ai bianconeri in vista dei playoff Scudetto.

 

 

 
LECCE-TORINO 2-1

​​​​​​​RETI: st 7’, st 17’ Daka (L), st 35’ Dellavalle (T)
JUVENTUS-SPAL 5-2
RETI: pt 10’ Wilke (S), pt 36’, pt 47’ Chibozo (J), st 21’ Bonetti (J), st 35’ Cerri (J), st 39’ Fiori (S), st 44’ Mbangula (J)


 

OTTAVI DI FINALE / ANDATA – L’espulsione di Nobile del primo tempo mette la partita in discesa per i granata, in gol in due occasioni con Audinis nel primo tempo e il rigore di Rossi a inizio ripresa. La squadra di Panzanaro non molla e, caricata sulle spalle da Finocchiaro, ribalta tutto in una decina di minuti. Doppietta per il dieci bianconero, a cui si aggiungono i timbri di Boufandar, Pugno e Nuti


E’ una vittoria di grande carattere per la Juventus di Piero Panzanaro. I bianconeri in inferiorità numerica da metà primo tempo, fanno il bello e cattivo tempo nella ripresa. Dal doppio svantaggio, riescono non solo a ribaltare il risultato, ma molto probabilmente mettono in cassaforte anche il passaggio del turno con il 2-5 finale. Partita fin dai primi minuti accesissima sotto il sole cocente del Cit Turin. E’ la Juventus a gestire i ritmi, impostando dal basso con i suoi centrali e trovandosi a palleggiare con continuità nella trequarti avversaria. Il Toro mostra un atteggiamento attendista, volto a colpire i rivali in ripartenza. Al 21’ la partita trova il suo potenziale punto di non ritorno. Sull’out mancino di attacco per il Torino, Nobile stende un giocatore avversario da dietro. Un intervento pericoloso e scellerato, che gli costa il rosso diretto. Panzanaro è costretto a correre ai ripari inserendo Meringolo al posto di Bliboc. La gara diventa incandescente. La Juventus reagisce in fretta con una ripartenza condotta da Pugno sulla fascia sinistra. Il suo tocco verso l’area di rigore verso Ngana Valdes è impreciso e Bellocci può raccogliere in presa. Bella trama sempre dei bianconeri. Finocchiaro viene servito a sinistra. Controlla, si muove dentro il campo, finché con un tocco filtrante che taglia due difensori granata serve Crapisto in area di rigore. Il bianconero calcia col destro, ma è tutto facile per Bellocci che blocca. Il Toro si fa vedere al 35’ con Dimitri. Il sette granata accelera la falcata da sinistra. Porta palla, si accentra e scocca il destro. Attento Piras nella deviazione in angolo. Corner battuto da destra. Si accende un parapiglia in area di rigore, da cui ha la meglio Audinis che, a centimetri dalla linea di porta, appoggia in rete per l’1-0 Toro. La seconda frazione ricomincia con un episodio subito favorevole alla squadra di Semioli. L’arbitro fischia un penalty dopo appena tre giri di lancette. Sul dischetto si presenta il capitano Rossi. Rincorsa per il mancino. Conclusione che spiazza il portiere, che vale il 2-0 Toro. Da quel momento la gara si snatura totalmente. La risposta bianconera è immediata. Contropiede gestito da Finocchiaro. Il 10 bianconero serve Pugno in area di rigore, ma il compagno non trova il varco per la conclusione. Sulla palla vagante è Finocchiaro a concludere e insaccare il gol del meno uno. Sei minuti più tardi il clamoroso pareggio dei bianconeri, sempre con Finocchiaro. Il subentrato Ventre lavora alla grande sull’out di destra. Mette al centro per il compagno che con freddezza trova nuovamente la via del gol. Il 10 bianconero non è ancor sazio, quando Pugno lavora spalle alla porta nell’area piccola. Appoggia per Finocchiaro che cerca il piazzato di destro, ma il portiere questa volta si distende e mette in corner. Proprio dall’azione successiva arriva la rimonta. In soli otto folli minuti i bianconeri mettono la testa avanti. Questa volta cambia il marcatore, con Boufandar che in area di rigore, trova il colpo di biliardo rasoterra che fa carambolare il pallone sul palo per poi varcare la linea di porta. Le emozioni non finiscono qui. Il Toro è scosso dal ritorno dei bianconeri e la squadra di Panzanaro gioca sul velluto. Da una ripartenza, Ventre trova un altro assist vincente per Pugno. Al 9, piazzato in ottima posizione, basta soltanto appoggiare col destro per il timbro del poker. Juve ingordq al 68’ con una punizione dal limite battuta da Scienza. Il suo mancino è ben piazzato, ma si va a stampare sul palo alla destra del portiere. Pokerissimo che si materializza due minuti più tardi, con il gol frutto di un buon inserimento in area di Nuti, che si ritrova il pallone da pochi passi e infilza per la quinta volta i granata. Il triplice fischio certifica un bottino non da poco per i bianconeri per gestire il ritorno in programma mercoledì 18 maggio.


TORINO-JUVENTUS 2-5
RETI: pt 35’ Audinis (T), st 4’ rig.
Rossi (T), st 6’, st 12’ Finocchiaro (J), st 14’ Boufandar (J), st 17’ Pugno (J), st 30’ Nuti (J)
TORINO: Bellocci, Muratore, Desole (st 29’ Ponghetti), Rossi, Sardo, Audinis, Dimitri, Armocida (st 1’ Csank), Magnino (st 8’ Rota), Di Paolo, Alfano (st 26’ Gasti). A disp. Ribero, Vagnati, Gasti, Ponghetti, Carbone, Kalala, Sacco, Rota, Csank. All. Semioli
JUVENTUS: Piras, Balzano (st 1’ Ventre), Giorgi, Scarpetta, Boufandar, Nobile, Ngana Valdes (st 19’ Scienza), Crapisto, Pugno, Finocchiaro (st 24’ Nuti), Biliboc (pt 24’ Meringolo). A disp. Cabella, Ventre, Nisci, Pagnucco, Meringolo, De Salvo, Scienza, Nuti, Grosso. All. P

 

29^ GIORNATA – I ragazzi di Martignoni ne fanno 7 alla Lavagnese, 6 i valdostani nell’impegno di Sanremo. Il Bra sbanca Saluzzo e condanna la squadra di Grippo a rimanere fuori dai playoff. Stesso destino del Gozzano, che quest’oggi ha incassato 9 reti

 


 

Penultimo turno di verdetti nel Girone A di Juniores Nazionale. Il Bra ottiene tre punti che gli permettono di raggiungere il Chieri al secondo posto a quota 60, ma che allo stesso tempo estromettono il Saluzzo dalla corsa ai playoff. Decisivo il gol di Desquale nello 0-1 finale, che sa di occasione sprecata per i ragazzi di Grippo, alla luce del pari esterno del Vado a Imperia. A prendersi la scena nella 29^ giornata sono le vittorie roboanti di Derthona e Pont Donnaz Hone Arnad. I primi vincono le mura amiche 7-0 contro la Lavagnese. Akouah apre e chiude le marcature, nel mezzo la rete di Demartini nel frazione iniziale più i timbri di Abbà, l’autogol di Dondero, Casagrande e Di Pasqua. La squadra di Cuc fa invece la voce grossa lontano da casa nel 2-6 che gli permette di sbancare Sanremo. Doppiette di Yoccoz e Fimiano, Cuc e Florio a completare il tabellino. Vince fuori casa anche l’Asti. Alla squadra di mister Frenna basta un gol di Francia nel finale per ottenere tre punti in casa della Pro Vercelli. A completare le partite del Girone A, il pareggio nello scontro al vertice Sestri Levante-Chieri (1-1) e quello pirotecnico tra Casale e RG Ticino: rimonta che vale il vantaggio al termine della prima frazione per la squadra di Luongo, nella ripresa Grassi per l’RG ristabilisce la parità, Aimaro per il nuovo più uno casalese, tocca infine a Cedoloni firmare il gol del 3-3 finale al terzo minuto di recupero. Passando al Girone B, arrivano soltanto sconfitte per le piemontesi. C’è chi va k.o. di misura come il Borgosesia nell’1-2 con il Crema e chi invece fa i conti con vere e propria debacle come Novara e Gozzano. Gli azzurri subiscono quattro gol dall’Alcione Milano, con la sola marcatura di Brucoli a render meno amaro il passivo. Pomeriggio da incubo invece per il Gozzano, che esce sconfitto 9-2 dalla trasferta con la Casatese, dicendo ufficialmente addio alla zona playoff nel peggior modo possibile. 

 

GIRONE A
CASALE-RG TICINO 3-3
RETI: pt 8’ Burlone (R), pt 15’ Dispenza (C), pt 21’ Di Carlo (C), st 14’ Grassi (R), st 25’ Aimaro (C), st 48’ Cedoloni (R)
FOSSANO-LIGORNA 1-3
RETI: pt 42’ Giobergia (F)
HSL DERTHONA-LAVAGNESE 7-0
RETI: pt 25’ Akouah, pt 41’ Demartini, st 1’ Abbà, st 6’ aut. Dondero, st 24’ Casagrande, st 40’ Di Pasqua, st 43’ Akouah,
PRO VERCELLI-ASTI 0-1
RETI: st 37’ Francia
SALUZZO-BRA 0-1
RETI: Depasquale
SANREMESE-PDHAE 2-6
RETI: 2 Yoccoz, 2 Fimiano, Cuc, Florio (P)
SESTRI LEVANTE-CHIERI 1-1
RETI: Modesti (C)

Imperia-Vado 1-1

GIRONE B
ALCIONE MILANO-NOVARA 4-1
RETI: Brucoli
BORGOSESIA-CREMA 1-2
RETI: st 11’ Boschi (B)
CASATESE-GOZZANO 9-2
RETI: Disisto, Molinari (G)

Caronnese-Vis Nova Giussano 2-0
Castellanzese-Folgore Caratese 1-0
Legnano-Arconatese 1-4
Leon-Città di Varese 2-2
Sangiuliano City-Fanfulla 1-0


 

 

OTTAVI DI FINALE / ANDATA – Dopo lo svantaggio iniziale, tocca a Conte (doppietta), Casadei e Tatarevic mettere il punto sulla vittoria dei ragazzi di La Rocca. Ritorno in programma martedì ore 14.30

 


 

 

Il Torino Under 15 si aggiudica il match di andata degli ottavi di finale con il Cagliari. Al Cit Turin termina 2-4 una gara che ha visto i granata rincorrere i sardi, quando al 28’ Malfitano sigla il momentaneo vantaggio ospite. Tocca poi a Conte con una doppietta a cavallo tra prima e seconda frazione ribaltare il risultato in favore del Toro. Casadei al 27’ della ripresa trova il tris per la formazione di La Rocca. Malfitano firma la sua doppietta personale quattro minuti più tardi per il meno uno dei rossoblù, ma è Tatarevic nel finale a ristabilire i gradi di separazione tra le due compagini. Il triplice fischio certifica il 4-2 finale. I granata si presenteranno in Sardegna martedì 17 maggio, per il match di ritorno, avanti di due reti.

 

 

TORINO-CAGLIARI 4-2
RETI: pt 28’ Malfitano (C), pt 33’, st 12’ Conte (T), st 27’ Casadei (T), st 31’ Malfitano (C), st 34’ Tatarevic (T)

 

MERCATO JUVENTUS - Dopo tre stagioni in bianconero, l'attaccante classe 2006 indosserà la maglia dei bavaresi. Ad attenderlo un contratto triennale da professionista e maglia numero 9 


La Juventus saluta Manuel Pisano. Il talento classe 2006, cresciuto nelle formazioni torinesi Barracuda e Pozzomaina, a luglio si accaserà in Germania, al Bayern di Monaco. Tre stagioni in maglia bianconera per il ragazzo in precedenza strappato alle sirene del Milan, con cui sostenne qualche provino e giocò un torneo invernale. Annate di grande formazione sia sotto l’aspetto tecnico che fisico, tanto che il suo nome ricorre spesso tra i convocati delle nazionali giovanili. Anche da sotto leva, come avverrà a maggio con la partecipazione all’Europeo Under 17 insieme agli azzurri di Bernardo Corradi. In questa stagione ha giocato perlopiù con l’Under 16 bianconera, sotto la guida di mister Piero Panzanaro, con cui ha messo in mostra grande vena realizzativa con 6 reti, maturate nella prima parte della stagione. Pisano poi ha fatto spola tra l’Under 16 e l’Under 17 di Francesco Pedone. Per gli impegni con la nazionale sarà assente nelle gare degli ottavi di entrambe le formazioni bianconere, ma non è detto che verrà risparmiato nel caso in cui i percorso playoff di Under 16 e 17 dovessero prolungarsi. Poi da luglio volterà pagina, in Baviera, dove resterà per i prossimi tre anni.

​​​​​​​Il comunicato del Bayern:

 

“L’FC Bayern ha ingaggiato il nazionale italiano U17 Manuel Pisano per le proprie squadre giovanili. In estate il 16enne si trasferirà dalle giovanili dei campioni d’Italia della Juventus Torino all’FC Bayern Campus, dove ha firmato un contratto a lungo termine. Il nuovo centravanti di FCB-Juniors indosserà la maglia numero nove della prossima stagione”