Mercoledì, 24 Aprile 2024

SERIE A e B - Anghelè e Marino decidono la stracittadina nel campionato Under 17. La Juve si impone anche con le U15 e U16 a La Spezia. Ok Toro U15 e U16 nelle trasferte contro i grigi 


Domenica da incorniciare per le formazioni giovanili della Juventus. I bianconeri vincono in tutte le tre categorie e tra i successi spicca quello esterno dell’Under 17 nel derby con il Torino. Una gara che la squadra di Pedone ha guidato fin dal 7’ della prima frazione con il gol di Anghelè. Ci ha pensato poi Marino a stendere definitivamente i granata con la rete giunta alla mezz’ora della ripresa. Ottime vittorie anche di Under 15 e 16 a La Spezia. I più grandi, guidati in panchina da Panzanaro, si impongono con il risultato di 1-3. La rete del finale di match di Piccinin si aggiunge a quelle della prima frazione di Pugno e Ngana Valdes. Tris anche dell’Under 15 di Benesperi: decisivo Russo con una doppietta più il gol di Verde. Il Torino trova risposte positive nei due derby piemontesi con l’Alessandria in Under 16 e 15. 0-2 firmato Raballo e Scarfiello per i ragazzi di Semioli, mentre Syll e Spadoni incidono nella vittoria della banda La Rocca per 1-2. Inutile il gol grigio di Baha. La domenica da dimenticare dell’Alessandria si completa con un altro k.o. casalingo. L’Under 17 subisce la quarta sconfitta del suo campionato per mano dell’Empoli: nello 0-2 finale decisivi gol di Vallarelli e Ofoma. 

Under 17 Serie A e B – 11^ giornata 
GIRONE A 
ALESSANDRIA-EMPOLI 0-2 
RETI: pt 18’ Vallarelli, st 46’ Ofoma 
TORINO-JUVENTUS 0-2
RETI: pt 7’ Anghelè, st 30’ Marino

Bologna-Pisa 4-0
Parma-Cremonese 0-2
Sampdoria-Fiorentina 1-2
Sassuolo-Genoa 0-2

Under 16 Serie A e B – 8^ giornata 
GIRONE A 
ALESSANDRIA-TORINO 0-2 
RETI: st 10’ Raballo, st 19’ Scarfiello 
SPEZIA-JUVENTUS 1-3
RETI: pt 2’ Pugno (J), pt 9’ Fontanarosa (S), pt 30’ Ngana Valdes (J), st 30’ Monteverde (S), st 44’ Piccinin (J)

Cremonese-Cagliari 1-3
Genoa-Sampdoria 3-1
Monza-Como 0-0

Under 15 Serie A e B – 8^ giornata 
GIRONE A
ALESSANDRIA-TORINO 1-2
RETI: pt 20’ Syll (T), pt 36’ Spadoni (T), st 32’ Baha (A)
SPEZIA-JUVENTUS 0-3 
RETI: pt 13’ Russo, pt 21’ Verde, st 14’ Russo

Cremonese-Cagliari 1-2
Genoa-Sampdoria 1-1 
Monza-Como 1-1 

10^ GIORNATA – Il Chieri respira altissima classifica dopo il successo esterno nello scontro diretto col Bra. Vittorie esterne di Fossano, sulle ali di uno scatenato Giobergia, e PDHAE. Novara corsaro a Carate Brianza e primo successo stagionale del Borgosesia


La doppietta di Messina rallenta la corsa della capolista Sestri Levante, che pareggia 3-3 contro la Pro Vercelli. Oltre al 10, per le bianche casacche in gol anche Romano. Dietro troviamo il Vado che ha rifilato un pesante poker al Casale di Luongo, mentre si ferma il Bra nel match di alta classifica con il Chieri. Successo per 0-1 dei ragazzi di Viola che porta la firma di Ruscello. Grandi notizie arrivano anche da Fossano e PDHAE, entrambe vittoriose in questo turno per 0-3. I ragazzi di Boscarino ritrovano i tre punti nella trasferta di Imperia con un super Giobergia, autore di una tripletta. I valdostani sbancano invece Lavagna grazie alla doppietta di Melis e alla rete di Fimiano. Sconfitta di misura per l’RG Ticino, mentre finiscono 1-1 Asti-Sanremese e HSL Derthona-Saluzzo. Nel Girone B, Scariano, Brucoli e Piccinelli regalano un’importante successo esterno al Novara in casa della Folgore Caratese. Tre punti anche per il Borgosesia. I primi della stagione per il fanalino di coda, che si affida a Diongue e Boschi per imporsi 2-1 sul Legnano. K.o. casalingo invece per il Gozzano contro il Sangiuliano City. 

GIRONE A 
ASTI-SANREMESE 1-1 
RETI: Mainetti (A), Gaglioti (S)
BRA-CHIERI 0-1
RETI: Ruscello 
HSL DERTHONA-SALUZZO 1-1 
RETI: Chiellini (H), Andrioli (S)
IMPERIA-FOSSANO 0-3 
RETI: pt 8’, st 27’, st 32’ Giobergia
LAVAGNESE-PDHAE 0-3 
RETI: 2 Melis, Fimiano (H)
LIGORNA-RG TICINO 1-0
RETI: st 13’ Francesia
PRO VERCELLI-SESTRI LEVANTE 3-3 
RETI: pt 10’ Romano (P), pt 12’ Franchi (S), pt 30’ Messina (P), pt 44’ Risso (S), st 26’ Ricelli (S), st 45’ Messina (P)
VADO-CASALE 4-2 
RETI: 3 Freccero, Turone (V), 

GIRONE B 
BORGOSESIA-LEGNANO 2-1 
RETI: Diongue, Boschi (B)
FOLGORE CARATESE-NOVARA 1-3 
RETI: aut. De Dona (F), Scariano, Brucoli, Piccinelli (N)
GOZZANO-SANGIULIANO CITY 1-2 
RETI: Kouadio (G), Begteschi, Terzi (S)

Arconatese-Vis Nova Giussano 3-1
Casatese-Alcione Milano 0-1 
Città di Varese-Fanfulla 5-0 
Crema-Caronnese 0-1 
Leon-Castellanzese 1-2 


 

PRO VERCELLI – Vittorie importanti in chiave classifica per Under 17 e 15 sul campo della Fiorenzuola. 1-1 il finale tra l’Under 16 e il Lecco 


La Pro Vercelli ottiene grandi risultati dalle trasferte di Under 17 e Under 15 con il Fiorenzuola. I più grandi calano il tris sia nel nei confini del match che per quanto riguarda il numero di vittorie consecutive che gli permette di conquistare la seconda piazza del Girone A. Lo 0-3 dei ragazzi di Melchiori matura tutto nel secondo tempo. Apre le marcature Testa al 54’, poi rese più corpose da Coppola al 58’e da Carassiti al 77’. Tocca invece le cinque affermazioni in campionato l’Under 15 di Riccardo Leardi. I suoi vincono 0-2 grazie alla rete di Megna nel primo tempo e al penalty trasformato nella ripresa da Caporale. L’unica semi-delusa è la Pro Vercelli Under 16, che si fa bloccare sul pari tra le mura amiche con il Lecco. Casazza sigla la rete che permette ai suoi di chiudere la prima frazione in vantaggio. Il lecchese Locati risponde nel secondo tempo con il gol che vale l’1-1 finale. 

Under 17 Serie C – 8^ giornata 
FIORENZUOLA-PRO VERCELLI 0-3
RETI: st 9’ Testa, st 13’ Coppola, st 32’ Carassiti

Giana Erminio-Virtus Entella 5-0
Lecco-Seregno 5-2
Pro Sesto-Piacenza (Rinviata a data da destinarsi) 
Renate-Pro Patria 1-2 

Under 16 Serie C – 6^ giornata 
PRO VERCELLI-LECCO 1-1
RETI: pt 9’ Casazza (P), st 17’ Locati (L)

Pro Patria-Pro Sesto 0-3
Seregno-Renate 5-2

Under 15 Serie C – 8^ giornata 
GIRONE A
FIORENZUOLA-PRO VERCELLI 0-2
RETI: pt 23’ Megna, st 34’ rig. Caporale 
 

Giana Erminio-Virtus Entella 1-1
Lecco-Seregno 5-0 
Pro Sesto-Piacenza 0-2 
Renate-Pro Patria 1-0

11^ GIORNATA – I ragazzi di Coppitelli possono fare un sospiro di sollievo. Il Cagliari spreca tre chances clamorose per portarsi a casa i tre punti in una gara bloccata, terminata senza reti


Il Torino di Federico Coppitelli ottiene il primo pareggio interno della stagione. Contro il Cagliari, i granata non vanno oltre lo 0-0, in una gara che non ha lasciato molto spazio a occasioni nitide. Questo discorso vale almeno per i padroni di casa, perché i rossoblù hanno sciupato, dalla metà della ripresa in poi, veramente l’impossibile. La prima squadra a prendere il controllo del match è il Cagliari, poi con lo scorrere delle lancette la partita si sposta nella metà campo sarda, in cui i granata hanno imposto il loro gioco. La prima grande occasione arriva all’11’ con la palla in profondità per Akhalaia che in area calcia col destro addosso al portiere avversario. Il forcing del Toro è incessante e rischia di sviluppare ai suoi frutti al 21’. Cross dal fondo di Baeten in area, dove Akhalaia fa da sponda mettendo fuori per La Marca che controlla di petto e col destro colpisce la parte alta della traversa. Il Toro spinge, ma senza creare grandi pericoli. Il Cagliari deve fare i conti con due uscite premature dal campo per infortunio, ma nel finale ritorna ad essere pericolosa. Al 41’ Cavuoti, dopo essersi esibito in uno slalom, la passa tra due difensori al più avanzato Yanken che si ritrova a pochi passi da Milan che sulla conclusione risponde presente. Il Cagliari guadagna poi calcio d’angolo, che a sua volta innesca una ripartenza del Torino. Baeten riceve un lancio, porta avanti la palla in velocità e tutto solo arriva davanti al portiere. La sua conclusione termina di poco fuori e sa tanto di occasione sprecata. Il secondo tempo comincia su ritmi più alti. Il Cagliari si fa subito pericoloso con Tramoni che serve il taglio di Kourfalidis che calcia, ma è parata facile per Milan. Akhalaia risponde subito dopo con un sinistro che esce a fil di palo. Al 55’ Savini si coordina splendidamente col mancino con la palla che finisce a qualche centimetro dal palo alla destra del portiere. Il Toro fatica sempre di più a impensierire la difesa dei sardi che, al contrario, hanno molto da recriminare. Al 59’ Tramoni mette al centro una palla rasoterra che attraversa tutto lo specchio della porta sino ai piedi di Vinciguerra, il quale tutto solo spara clamorosamente fuori. Per i rossoblù la lista dei rimpianti non finisce qui. Vinciguerra cerca di riscattarsi con un destro a giro che per poco non batte Milan e va a stamparsi sulla traversa. Sul tap-in si fionda Tramoni, ma viene ostacolato da Milan che gli chiude lo specchio e così spara altissimo. È dominio Cagliari, non sfruttato però dai sardi. Un’altra occasione sprecata giunge al minuto 83. Tramoni crea il panico sulla fascia destra, giunge in area e mette al centro per Kourfalidis. Il compagno controlla col sinistro e con l’altro piede non trova la porta da pochi passi. 

TORINO-CAGLIARI 0-0
TORINO: Milan; Dellavalle, Anton, Reali (st 43′ Amadori), Angori; Lindkvist, Di Marco (st 14′ Zanetti), Savini; Baeten (st 21′ Rosa), Akhalaia (st 21′ Caccavo), La Marca (st 21′ Antolini). A disp. Vismara, Fiorenza, Pagani, Gyimah, Sassi, Giorcelli, Azizi. All. Coppitelli.
CAGLIARI: D’Aniello; Zallu (pt 25′ Sulis), Obert, Palomba, Astrand; Kourfalidis, Cavuoti (st 31′ Schirru), Conti (pt 29′ Carboni); Desogus, Tramoni, Yanken (st 1′ Vinciguerra). A disp. Lolic, Iovu, Masala, Caddeo, Vitale, Pulina, Secci. All. Concas.

10^ GIORNATA – La Pro incassa nel secondo tempo un pesante poker, che certifica la quarta sconfitta interna del campionato. In gol, per i ragazzi di Gardano, Ferrari e Lofrano


Il girone di ritorno si apre per la Pro Vercelli come si è concluso quello d’andata: con una sconfitta casalinga. I ragazzi di Gardano capitolano per la quarta volta tra le mura amiche. Un trend preoccupante, se ci si aggiungono i problemi di una difesa che oggi incassa quattro reti dal Lecco. Il risultato finale di 2-4 matura tutto nel secondo tempo. Grazie alla doppietta di Berra e alle reti di Branzini e Repetto, gli ospiti si trovano al 35’ avanti di quattro reti. Alla Pro Vercelli non resta altro che siglare due reti inutili ai fini del risultato, ma che rendono meno pesante il passivo. In gol per le bianche casacche Ferrari all’ 86’ e Lofrano al 90’. La prossima uscita li vedrà impegnati in casa della Feralpisalò. 

GIRONE A 
PRO VERCELLI-LECCO 2-4 
RETI: st 11’ Repetto (L), st 22’ Berra (L), st 31’ Branzini (L), st 35’ Berra (L), st 41’ Ferrari (P), st 45’ Lofrano (P)

Legnano-Albinoleffe 1-2 
Padova-Feralpisalò 3-0 
Südtirol-Pro Sesto 0-0 
Riposa: Modena 
 

11^ GIORNATA – Protagonisti Pellegrini e Cordaro con il gol e la parata su rigore che valgono i tre punti


Sono servite undici giornate all’Alessandria per festeggiare la prima vittoria in campionato. In una fredda giornata di dicembre, i grigi possono segnare la data odierna come quella designata per un nuovo inizio, per dare un senso a una stagione fin qui da dimenticare. Sul campo della Reggiana è bastata la rete di Pellegrini all’11’ del secondo tempo per imporsi, appunto, con il definitivo 0-1. Un successo maturato comunque col brivido. Al 90’ gli emiliani hanno avuto la possibilità di rimettersi in parità con un’occasione dagli undici metri. Miracoloso Cordaro a negargli la gioia extremis e a regalarne, invece, una gigantesca ai suoi e al mister Matteo Abbatte. Ora tocca ai grigi trovare la continuità, già dall’ostica sfida del prossimo turno contro l’Udinese.

GIRONE A
REGGIANA-ALESSANDRIA 0-1
RETI: st 11’ Pellegrini (A)

Cittadella-Brescia 1-2
Monza-Parma 1-1
Udinese-Cremonese (giovedì ore 14.30)
Venezia-L.R. Vicenza 5-0
Virtus Entella-Pordenone 1-0
Riposa: Como
 

11^ GIORNATA – La squadra di Andrea Bonatti si fa raggiungere al 90’ da un gol di Sakho, dopo aver sbloccato il risultato a metà ripresa con Mbangula. Un altro pareggio per i bianconeri, a secco di vittorie in campionato dal 6 novembre


Che illusione per la Juventus! I tre punti d’oro che avrebbero permesso ai bianconeri di portarsi momentaneamente in seconda piazza, vengono spazzati via dalla rete in extremis di Sakho per il risultato finale di 1-1. Inutile il gol del momentaneo vantaggio siglato da Mbangula, subentrato nel primo tempo all’infortunato Turco. La trama dei primi minuti di gioco si estende per tutta la frazione iniziale. La Juventus, visto il più alto tasso tecnico, manovra secondo il credo dell’allenatore. Le iniziative bianconere si scontrano però con la compattezza in fase difensiva e l’aggressività nel recupero palla dei padroni di casa. Non manca battaglia a centrocampo. Le palle in profondità per Cerri e Turco rappresentano una soluzione interessante per superare l’incessante pressing del Pescara. La prima occasione del match è di marca biancoazzurra. Al 19’ Turicchia si fa scippare il pallone da Delle Monache che si propone in solitaria, saltando la difesa bianconera e spostandosi sulla sinistra per poi concludere senza inquadrare lo specchio difeso da Scaglia. Due minuti più tardi giungono pessime notizie dal lato juventino. Turco deve abbandonare il campo per via delle complicazioni dovute a uno scontro con il portiere abruzzese Lucatelli, lanciatosi in una rivedibile uscita. Al suo posto entra Mbangula, che diventa un fattore sulla fascia destra. Al 27’ Cerri porta palla, allarga per il belga che, a sua volta, serve l’accorrente Savona al limite dell’area. Il terzino calcia a incrociare, con il pallone che esce di poco a lato. La Juventus chiude in avanti la prima frazione. Ancora sono le transizioni una forma di pericolo in una gara bloccata. Al 39’ Iling ruba palla all’altezza del cerchio di centrocampo a Colarelli. La sfera termina tra i piedi di Bonetti che serve sulla corsa Cerri, il quale scatta col pallone tra i piedi per poi incrociare col destro. Pallone fuori di pochissimo. L’attaccante, oggi ex della partita, diventa difensore aggiunto nei primi istanti di ripresa. Al 47’ Chibozo riceve in profondità sulla sinistra e si accentra. Al posto di calciare serve Iling che conclude verso la porta pescarese, ma a dirgli di no è Cerri che si intromette col corpo sulla traiettoria. La Juventus è in crescita, gioca in ampiezza sfruttando le corsie di Turicchia e Savona, ma non impensierisce i padroni di casa. Al 66’ una transizione gestita alla grande dai bianconeri, inverte però il trend negativo. Il pescarese Salvatore sbatte contro la difesa bianconera. Possesso per Bonetti, che col contagiri serve lo scatto di Mbangula. L’uscita scellerata di Lucatelli aiuta il belga, il quale dribbla il portiere per poi spingere in rete il gol del vantaggio ospite. Alla Juve tocca difendersi, perché il Pescara non molla e si rende pericoloso in particolare nei calci da fermo. Al 74’ i biancoazzurri guadagnano una punizione a destra da cui viene scodellato in area un pallone morbido che Mehic corregge con una perfetta girata di testa verso la porta di Scaglia. I bianconeri vengono fortunosamente salvati dalla traversa. Nei minuti finali, non andrà altrettanto bene. Situazione fotocopia, con un altro calcio da fermo sulla fascia destra. Il portiere bianconero esce in maniera folle e Sakho lo punisce anticipandolo di testa. È il gol beffa che vale il risultato finale di 1-1.

PESCARA-JUVENTUS 1-1 
RETI: st 21’ Mbangula (J), st 45’ Sakho (P)
PESCARA: Lucatelli; Staver, Sakho, Palmentieri, Colazzilli; Colarelli (st 25’ Mehic D.), Kuqi (st 35’ Scipione), Caliò (st 8’ Mehic A.); Delle Monache, Blanuta, Salvatore (st 25’ Sayari). A disp. Servalli, Postiglione, Madonna, Dieye, Mandrone, Scipioni, Galfano, Stampella. All. Iervese
JUVENTUS: Scaglia; Savona, Dellavalle, Nzouango, Turicchia; Chibozo (st 33’ Strijdonck), Omic, Bonetti (st 33’ Doratiotto), Iling (st 40’ Rouhi); Turco (pt 20′ Mbangula), Cerri (st 40’ Citi). A disp. Senko, Ratti, Mulazzi, Solberg, Ledonne, Sekularac, Maressa. All. Bonatti

OTTAVI DI FINALE – I bianconeri proseguono il loro cammino in Coppa con la vittoria di misura contro la Lazio: decisiva la rete di Cerri nel primo tempo. Al Toro non bastano Rosa e Akhalaia a evitare l’eliminazione per mano della Sampdoria 


Il percorso a braccetto delle torinesi in Coppa Italia si interrompe sul nascere. Cerri regala alla Juventus il pass per i quarti e  lascia piantato  il Torino che incappa in una sconfitta nei tempi supplementari sul campo della Samp. La Juventus si impone per 1-0 sulla Lazio, con il gol dell’attaccante romano che permette ai suoi di chiudere avanti già al termine della prima frazione. Al minuto 16 Chibozo impensierisce il portiere biancoceleste Furlanetto, che calcola male la respinta e in pratica fornisce un assist a Cerri per il gol che vale il passaggio del turno. La gara ha vissuto sino al triplice fischio lampi che potevano rendere saldo oppure ribaltare il risultato . La Lazio ha più volte impensierito i padroni di casa con il talento indiscutibile del leader tecnico Luka Romero, prelevato quest’estate dal Mallorca per ordine di Maurizio Sarri. Lo spagnolo va vicino al gol della parità a due minuti dal vantaggio bianconero, colpendo il palo da dentro l’area di rigore. Chibozo fa anch’esso parte di quella categoria di giocatori dal futuro promettente e al 28’, dopo aver propiziato il vantaggio, cerca di mettersi in proprio con il suo cavallo di battaglia. Si esercita in un dribbling per poi calciare e colpire la traversa. I due si prendono la scena e si ergono a spine nel fianco delle rispettive difese da scardinare. La Lazio non ha però nel finale la forza di restare in partita e così è la Juve ad andare vicina al gol con Mbangula che si iscrive alla lista dei giocatori con un conto aperto con i legni. Non c’è però da disperarsi perché il triplice fischio è benevolo con i bianconeri, che prima di approdare in semifinale dovranno fare i conti con l’altra, molto meno abbordabile, squadra della capitale: la Roma capolista di Alberto De Rossi. Possibilità nemmeno da tenere in conto per il Torino. I granata vanno k.o. per 3-2 nei tempi supplementari, dopo aver recuperato due svantaggi durante i novanta minuti di gioco. La strada per i ragazzi di Coppitelli si dimostra in salita fin dalla prima frazione. Al 20’ Bontempi fredda con una conclusione a botta sicura Vismara e permette ai blucerchiati di chiudere avanti nel punteggio dopo i primi 45’. Alla ripresa il Toro acciuffa il pari con Rosa dopo venti minuti di gioco, che è bravo a ribadire in rete il cross da sinistra di Angori. Dopo una decina di minuti i torelli sono però chiamati nuovamente all’inseguimento per via del gol del parziale 2-1 di Di Stefano che insacca dopo aver precedentemente colpito il palo. La sforzo si matura però dopo tre minuti nella rete del 2-2. Akhalaia è lesto ad approfittare della respinta del portiere doriano sul tiro di Garbett con il tap-in che vale la nuova parità. Al triplice fischio la situazione rimane in stallo, così fino all’8’ dei tempi supplementari quando Malagrida raccoglie la palla allontanata dall’area granata per poi calciare e battere Vismara per il gol che condanna il Toro all’eliminazione agli ottavi di Coppa Italia. 
JUVENTUS-LAZIO 1-0 
RETI: pt 16’ Cerri

SAMPDORIA-TORINO 3-2 
RETI: pt 16’ Bontempi (S), st 20’ Rosa (T), st 32’ Di Stefano (S), st 35’ Akhalaia (T), 8’ pts Malagrida (S)

Atalanta-Cagliari 3-2 
Empoli-Ascoli 4-1 
Fiorentina-Milan 4-3 
Inter-Sassuolo 0-1 
Roma-Cosenza 2-0 
Spal-Verona 3-2 
 

10^ GIORNATA – Nel Girone A Arona e Strambinese scappano dalle inseguitrici. Undici reti consentono al Giavenocoazze di riprendersi la testa della classifica del Girone B, dove spicca la goleada del Mirafiori nel derby. Nel Girone C la capolista Bruinese e il Villafranca a valanga sugli avversari odierni. L’Acqui si unisce al gruppo delle cannibali e fortifica il suo primo posto nel Girone D, in cui l’Academy Canale non è da meno con le 7 reti inflitte al Bergamasco


Arona e Strambinese danno il via a una mini fuga. Le capolista del Girone A hanno guadagnato altri tre punti fondamentali per continuare a guardare la classifica dall’alto delle prime due posizioni. L’Arona si è aggiudicata lo scontro diretto con il Gattinara, infliggendo agli avversari odierni quattro reti frutto delle doppiette di Faso e Cavazza. Successo casalingo anche per la Strambinese sul Bulè Bellinzago. Gozzano con due reti e Gargano mettono la propria firma sul risultato finale di 3-1. Nelle restanti gare sono maturati soltanto pareggi. A reti bianche tra Torinese e Quincinetto Tavagnasco, mentre termina 2-2 Barcanova-Lucento (doppietta di Zappavigna per i padroni di casa) e 3-3 lo spettacolare match tra Carrara 90 e Torri Biellesi. Nel Girone B il Giavenocoazze approfitta del turno di riposo del Collegno Paradiso per riappropriarsi della vetta. La capolista si rivela spietata, imponendosi con l’Aviglianese per 11-0. Sul tabellino spiccano la tripletta di Ruffinatto e le doppiette di Lopriore e Ruschena. Non si risparmia nemmeno il Mirafiori nel derby con l’F.c. Mirafiori. Sette gradi di separazione, dovuti alle doppiette di Maggio e Andorno. Successo per 2-1 tra le mura amiche del Crocetta sull’Accademia Pertusa. Rispondo invece fuori casa Cenisia e Pro Collegno sbarazzandosi di Borgata Cit Turin (0-3) e Barracuda (2-3). Finisce a reti bianche Beiborg-Don Bosco Rivoli. Otto reti per la Bruinese capolista del Girone C. Nona vittoria consecutiva ai danni dell’Infernotto con tanto di poker personale di Mantovan. Non sono da meno Solera e Mardedi che ne fanno rispettivamente 5 e 4 nella vittoria del Villafranca per 11-0 sul fanalino di coda Onnisport. San Secondo e Carrù Magliano corsare in casa di Pinasca (1-3) e San Benigno (1-4), mentre Azzurra e Atletico Racconigi vincono tra le mura amiche contro Sportinsieme Piobesi (4-2) e Piossasco (4-3). L’Acqui continua la sua fuga in testa al Girone D e lo fa in grande stile realizzando sette reti nel match esterno contro l’Atletico Fraschetta. Sette anche i centri con cui l’Academy Canale si sbarazza del Bergamasco con protagonisti Perego e Sabiti, entrambi autori di una doppietta. L’Alba ottiene tre punti casalinghi contro il Monferrato: 2-1 propiziato dai gol di Negro e Campestre. Vincono fuori casa Alessandria Lions e Pro Villafranca rispettivamente contro Duomo Chieri (0-1) e Turricola Terruggia (1-2).



GIRONE A
ARONA-GATTINARA 4-1
RETI: pt 5’ Faso (A), pt 10’, st 9’ Cavazza (A), st 26’ Faso (A), st 37’ El Moutawakkil (G)
BARCANOVA-LUCENTO 2-2
RETI: 2 Zappavigna (B), Ussia, Cabiaglia (L)
CARRARA 90-TORRI BIELLESI 3-3
RETI: 2 Barbanera, Ramy (C), Palma, Bassotto, Farasin (T)
STRAMBINESE-BULÈ BELLINZAGO 3-1
RETI: 2 Gozzano, Gargano (S), Giubertoni (B)
TORINESE-QUINCINETTO TAVAGNASCO 0-0
Riposa: G.A.R. Rebaudengo

GIRONE B
BARRACUDA-PRO COLLEGNO 2-3
RETI: Marrese, Signorelli (B)
BEIBORG-DON BOSCO RIVOLI 0-0
BORGATA CIT TURIN-CENISIA 0-3

RETI: 2 Simon, Billetto
CROCETTA-ACCADEMIA PERTUSA 2-1
RETI: Puglisi, Armitano (C), Di Nanni (A)
GIAVENOCOAZZE-AVIGLIANESE 11-0
RETI: pt 10’, pt 19’, pt 28’ Ruffinatto, pt 40’ Usseglio, st 3’ Carrus, st 8’, st 15’ Ruschena, st 20’ Lopriore, st 25’ Prelato, st 32’ Lopriore, st 35’ Fusero
MIRAFIORI-F.C. MIRAFIORI 7-0
RETI: pt 38’ Brodella, pt 43’, pt 45’ Maggio, st 30’ Rizzo, st 34’, st 39’ Andorno, t 40’ Zavarone
Riposa: Collegno Paradiso

GIRONE C
ATLETICO RACCONIGI-PIOSSASCO 4-2
RETI: 3 Piacenza, Preka (A), Scollo, Longo (P)
AZZURRA-SPORTINSIEME PIOBESI 4-3
RETI: 2 Nadi, Bessone, Mare, 3 Dainotti
INFERNOTTO-BRUINESE 0-8
RETI: pt 5’, pt 9’ Mantovan, pt 28’ Lo Nobile, st 8’, st 11’ Mantovan, st 13’ Selvaggio, st 27’ Mantovan, st 31’ Cimino
PINASCA-SAN SECONDO 1-3
RETI: Pellegrino (P), Ronconi, Solari, Grimaldi (S)
SAN BENIGNO-CARRÙ MAGLIANO 1-4
RETI: Correndo (S), 2 Boetti, rig. Pechenino, Peirone (C)
VILLAFRANCA-ONNISPORT 11-0
RETI: 5 Solera, 4 Mardedi, Banchio, Cuniberti

GIRONE D
ALBA-MONFERRATO 2-1
RETI: Negro, Campestre (A), Falzone (M)
ARQUATESE-VALENZANA 1-1
RETI: Leonardi (A),
ATLETICO FRASCHETTA-ACQUI 1-7
RETI: Hanos (AT), 2 Ruci, Garello, Sciutto, Contrafatto, De Alexandris, Parisio (AC)
BERGAMASCO-ACADEMY CANALE 0-7
RETI: 2 Perego, 2 Sabiti, Fasan, Campo, Dragan
DUOMO CHIERI-ALESSANDRIA LIONS 0-1
RETI: Segalini
TURRICOLA TERRUGGIA-PRO VILLAFRANCA 1-2
RETI: Borcea, Girotto (P)
 

10^ GIORNATA – Le reti di Ansah e Azizi vengono rese vane dalla doppietta dell’empolese Panicucci. Il risultato finale di 2-2 costringe i ragazzi di Asta al primo pari della stagione


Il Torino di Antonino Asta ottiene il primo pareggio della stagione. I granata vengono raggiunti due volte dagli Empoli, dopo essere passati in vantaggio in altrettante occasioni con le reti di Ansah e Azizi. Panicucci è l’ostacolo principale per i padroni di casa che, per via della sua doppietta, devono accontentarsi del 2-2 finale. I momenti salienti del match avvengono tutti nella prima frazione. Al 7’ Ansah sigla il quinto gol del suo torneo che vale il parziale 1-0. Panicucci ristabilisce la parità al 18’, ma dura appena tre minuti a causa del gol di Azizi che riporta il Toro avanti. Lo scoppiettante primo tempo regala ancora emozioni e così Panicucci si incarica di segnare il gol del nuovo pareggio empolese che, allo stesso tempo, vale anche il risultato definitivo di 2-2. Il Toro si avvicina virtualmente a cinque punti dalla vetta occupata dalla Roma, ma si fa scavalcare dalla Spal in seconda posizione con attenzione particolare ai recuperi che interesseranno Inter e Fiorentina. 

TORINO-EMPOLI 2-2 
RETI: pt 7’ Ansah (T), pt 18’ Panicucci (E), pt 21’ Azizi (T), pt 35’ Panicucci (E)

Atalanta-Roma (Rinviata a data da destinarsi) 
Bologna-Lazio (Rinviata a data da destinarsi) 
Fiorentina-Genoa (Rinviata a data da destinarsi) 
Hellas Verona-Spal 1-3 
Inter-Milan (Rinviata a data da destinarsi) 
Sampdoria-Parma 1-3 
Sassuolo-Ascoli 3-0