Sabato, 20 Luglio 2024

PANCHINE - L’ex Asti prende l’Under 17, ha due titoli regionali in bacheca il nuovo allenatore dell’Under 16. Gli altri allenatori sono Gigi Tona (Under 19), Giovanni Colonna (Under 15) e Matteo Cisternino (Under 14). Rientra il direttore tecnico Giorgio Bravo


Anche il San Domenico Savio (che ha “abbandonato” il Canelli e si è associato all’Asti, clicca qui per i dettagli) ha definito l’organigramma tecnico del Settore giovanile, orchestrato dal direttore sportivo Maurizio Dadone e dal direttore tecnico Giorgio Bravo, tornato in pista dopo una stagione ai box: tutte le squadre giocheranno nei campionati regionali.

A parte Gigi Tona, confermato alla guida dell’Under 19, si tratta di un organigramma completamente rinnovato, di cui non faranno parte i vari Giancarlo Schierano, Daniele Barbera (andato allo Sca Asti), Gianni Gamba (passato ai cugini dell’Asti) e Alessandro Calaciura (tentato da una nuova avventura nei dilettanti). Ma le soluzioni trovate non sono certo da meno, a cominciare da Franco Moretti, ex calciatore professionista che allena da una ventina d’anni, un’autentica istituzione nell’astigiano: con la sua esperienza, guiderà l’Under 17.

Il vero colpaccio è però per l’Under 16. La squadra classe 2006 è stata affidata a Fabio Marino, nelle ultime due stagioni al Carignano, ma con un curriculum davvero invidiabile nelle migliori società del torinese: Lascaris (con titolo regionale con i Giovanissimi fascia B nella stagione 2005/2006), la Gabetto dei tempi d’oro (secondo titolo, l’anno dopo con i Giovanissimi), Collegno Paradiso, Don Bosco Nichelino con vittoria del campionato di Promozione.

“Con Moretti e Marino abbiamo affidato le due squadre Allievi ad allenatori capaci e di grande esperienza - spiega Giorgio Bravo - mentre per le due annate di Giovanissimi abbiamo scelto profili giovani e di prospettiva”. Si tratta di Giovanni Colonna (era il secondo di Tona in Juniores) che prende l’Under 15, e di Matteo Cisternino, che tiene il gruppo classe 2008 e sale con la sua squadra dagli Esordienti all’Under 14.

MERCATO - L’attaccante del Lucento, che piaceva anche a Juventus e Atalanta, ha firmato ieri con la società granata: giocherà in Under 15 nazionale


Ha provato all’Atalanta, piaceva alla Juventus, ma alla fine è il Torino ad aggiudicarsi il prospetto più interessante del panorama regionale classe 2007: Gioele Conte.

Bomber del Lucento, società in cui milita da tre anni, dopo essere cresciuto nel Lascaris, Conte è un giocatore devastante a livello fisico, dotato di buon passo, notevole tecnica e un senso del gol innato, ma ha anche grossi margini di miglioramento. Gioca di punta ma può esprimersi in diverse zone di campo dalla trequarti in su, non solo come centravanti.

Con i 2007 segna un paio di gol a partita, ma è capace di fare la differenza anche con i 2006: Conte ha tutte le carte in regole per imporsi anche in un contesto difficile come quello professionistico.

PANCHINE - Il responsabile del Settore giovanile Mauro Burbello ha definito lo staff tecnico, con Alessandro Redento in Under 16 e Leonardo Errante in Under 14


La società dell’Asti (che ha instaurato una profonda collaborazione con il San Domenico Savio, visto che entrambe le società sono controllate da Bruno Scavino) ha definito lo staff tecnico del Settore giovanile in vista della stagione 2021/2020, sotto la direzione del responsabile Mauro Burbello.

L’unica panchina già ufficializzata era quella dell’Under 19, che si affaccia al campionato nazionale, affidata a Gianni Frenna. Per tutte le altre squadre sono state scelte “soluzioni interne”, con cambi di ruolo per allenatori che già erano all’interno dell’organigramma dei Galletti. Alla guida dell’Under 17 è stato promosso Marco Farello, che nella scorsa stagione aveva i 2007. L’Under 16 è stata affidata ad Alessandro Redento, che era già in società per quanto non avesse la responsabilità diretta di una squadra. Salto in alto anche per Matteo Sinani, che passa dai Pulcini 2011 all’Under 15. Nuovo ruolo anche per Leonardo Errante, che passa dai 2006 ai 2008 nella categoria Under 14. Entra nell’organigramma dell’attività di base anche Gianni Gamba, ex Canelli SDS, come istruttore dell’attività di base.

PANCHINE - Si definisce lo staff tecnico delle due società, con due matricole differenti ma un’unica gestione. A Giaveno ci sono Antonio Dragone per l’Under 18 e Mario Vituliano per l’Under 17


Uno dopo l’altro vanno al loro posto altri tasselli della nuova società nata tra Bruinese e GiavenoCoazze (che mantengono le due matricole, in quanto i due Settori giovanili rimarranno ancora separati, mentre sarà unica la Scuola calcio denominata B.G.H., ovvero “Bruinese-Giaveno Hub”).

È stata assegnata l’unica panchina ancora vacante alla Bruinese, quella dell’Under 18: il nuovo allenatore è Tony Pasciuti, che vanta una lunga carriera tra Canavese, Orbassano, Rivoli, Aosta, Saluzzo e Bra, con tante stagioni nei campionati nazionali, e ancora Vanchiglia, Barcanova, Bacigalupo e Bsr Grugliasco. Ricordiamo gli altri allenatori: Marcello Marina in Under 17, Beppe Carpignano in Under 16, Fabio Tessarin in Under 15 e Federico Locci in Under 14.

Per quanto riguarda il GiavenoCoazze, saranno tre le squadre del Settore giovanile, almeno per ora, visto che i gruppi 2007 e 2008 sono ancora in fase di costruzione: l’Under 18, alla cui guida è stato confermato Antonio Dragone; l’Under 17, affidata a Mario Vituliano; e l’Under 16, che parteciperà al campionato regionale con la guida tecnica di Cristian Cogno, già designano per questa categoria nella scorsa stagione.

PANCHINE - Il presidente Simone Loria allenerà in prima persona Under 19 e Under 16, mentre dell’Under 14 si occuperà, almeno per ora, il direttore sportivo Michele Onorato. A livello societario, saltato l’accordo con La Pianese


Il Mercadante va avanti per la sua strada: è saltata la trattativa per la fusione con La Pianese, un accordo che avrebbe unito una Prima squadra ambiziosa ma senza Settore giovanile, con un Settore giovanile in grande crescita ma senza Prima squadra. In teoria i due pezzi si sarebbero incastrati perfettamente, ma sta di fatto che la società del presidente “factotum” Simone Loria continua da solo.

Il direttore sportivo Michele Onorato è quindi al lavoro per la definizione delle giovanili in vista della stagione 2021/2022, a partire dagli allenatori. L’esperienza straordinaria di Simone Loria sarà dedicata a due squadre, Under 19 e Under 16. Sulla panchina dell’Under 17, che giocherà nei regionali, siederà Angelo Cavadore, ex Accademia Real Torino, mentre alla guida dell’altro gruppo iscritto ai regionali, l’Under 15, è confermato Sandro Morreale. Dell’Under 14 si occuperà, almeno per ora, direttamente il direttore sportivo Michele Onorato.

SOCIETA' E PANCHINE - Decisi gli allenatori delle categorie regionali: Francesco Pace in Under 19, Ettore Girolami in Under 17, Alessio Gherlone in Under 16, Roberto Tavola in Under 15 ed Enrico Belli in Under 14


Il Cit Turin è come sempre un laboratorio di idee, come il suo vulcanico presidente Angelo Frau. Il nuovo progetto che riguarda il Settore giovanile è un “polo unico tra Cit Turin, Borgata e Rapid Torino. Al Cit Turin - spiega Frau - abbiamo tutte le squadre dell’agonistica iscritte ai campionati regionali, mentre le altre due società, che comunque hanno organici di squadre pressoché al completo, possono continuare a fare formazione nei campionati provinciali. Per dirigere questa operazione è entrato in società Daniele Capello, che per tante stagioni è stato direttore sportivo del Moretta, siamo stati insieme delegati assembleari”.

Lo staff dirigenziale del Cit Turin è completato da Alessandro Garau, che continuerà a gestire il settore dei dilettanti, Marcello Boccali, che torna come responsabile della Scuola calcio e lavorerà di concerto con il direttore tecnico Franco Contratto, e Fulvio Frisullo nel femminile.

Novità invece nella società satellite del Borgata Cit Turin: si è dimesso il presidente Andrea Chinnici, dopo 25 anni al fianco di Angelo Frau (che non si nasconde: “mi manca tantissimo, soprattutto a livello umano”), al suo posto in carica c’è un altro fedelissimo come Paolo Sopetto.

Capitolo allenatori, sempre per quanto riguarda le squadre regionali del Cit Turin. Sulla panchina della Juniores è stato confermato Francesco Pace, così come Ettore Girolami rimane nella categoria Under 17, passando così dal gruppo del 2004 a quello del 2005. Alessio Gherlone invece va avanti con la squadra del 2006, salendo con loro in Under 16. Per l’Under 15 c’è l’esperienza di Roberto Tavola, ex giocatore professionista anche con la maglia della Juve, che nella scorsa stagione allenava al Borgata. Confermato infine Enrico Belli alla guida dei 2008, che accompagnerà nel passaggio dagli Esordienti all’attività agonistica dell’Under 14.

PANCHINE - I nuovi allenatori arrivano da Virtus Vercelli e Livorno Ferraris. Rimangono il direttore sportivo Roberto Cavalli in Under 19 e Stefano Cadoni in Under 16


Ci sono tante novità nello staff tecnico della Crescentinese, che presenterà ai nastri di partenza della prossima stagione tutte le squadre del Settore giovanile qualificate ai campionati regionali. Novità dovute agli addii di Michele Marinaccio, che prenderà un anno sabbatico per scelta personale, Davide Baroni, che è andato alla Virtus Vercelli, e Davide Berardi, che ha fondato sua società di Calcio a 5.

Il direttore sportivo Roberto Cavalli (che è anche l’allenatore dell’Under 19, con Cornel Marteddu come aiuto) si è rimboccato le maniche e ha trovato una serie di soluzioni di ottimo livello. Proprio dalla Virtus Vercelli arriva il nuovo allenatore dell’Under 17, Edoardo Finati, insieme al suo secondo Dario Caravaglia. Stefano Cadoni e il suo vice Antonio Landolfi, ormai punti fermi della società, passano dal gruppo del 2005 a quello del 2006, nella categoria Under 16. Altro volto nuovo è Diego Brusa, in arrivo dal Livorno Ferraris, insieme al suo aiuto Mauro Lupano, per l’Under 14. L’unico punto di domanda riguarda l’Under 15, dove la rosa è ancora in fase di allestimento e l’allenatore verrà scelto di conseguenza.

PANCHINA - L’ex Ardor San Francesco, già a Rivarolo in passato, sostituisce Marco Moro, che si è accasato all’Ivrea


Neanche il tempo di “perdere” Marco Moro, che è passato all’Ivrea dopo essere già stato annunciato come allenatore dell’Under 14 della Rivarolese, che la società del presidente Josè Surace, con un’operazione di mercato gestita dal direttore sportivo Fabrizio Gallo, ha trovato la soluzione giusta: Renato Beltrani. Tecnico esperto, che nella scorsa stagione era all’Ardor San Francesco ma in passato era già stato alla Rivarolese, Beltrani seguirà l’Under 14 nel campionato regionale, coadiuvato da Alessandro Marotta.

Ricordiamo gli altri allenatori del Settore giovanile: Patrik Reolfi in Under 19, Massimo Scalone in Under 17, la coppia composta da Fabrizio Gallo e Christian Sinato (ex Orizzonti Alicese) in Under 16, Walter Madaschi in Under 15.

PANCHINE - Nello staff tecnico definito dal direttore generale Alessandro Provenzano e dal direttore sportivo Giuseppe Fiorenza, l’altra novità è Danilo Cena in Under 17. Confermati Michele Sblano e Manuel Talentino in Under 15


Ci sono tre volti nuovi nell’organigramma tecnico del Settore giovanile dell’Ivrea, che il direttore generale Alessandro Provenzano e il direttore sportivo Giuseppe Fiorenza hanno strutturato in vista della stagione sportiva 2021/2022.

Danilo Cena, in arrivo dall’Alicese Orizzonti, è il nuovo allenatore dell’Under 17, mentre sulla panchina dell’Under 16 siederà Roberto Camuso (insieme al preparatore atletico Gianni Pancani), in questa stagione in forza alla Rivarolese. Arriva dalla Rivarolese (dove era già stato confermato con i 2008) anche Marco Moro, che prende la stessa annata nella categoria Under 14. Confermati invece Michele Sblano e Manuel Talentino in Under 15. Tanti arrivi che compensano le altrettanto pesanti partenze, come quelle di Domenico Castellano e Andrea Angeli in direzione PDHAE.

SOCIETA’ E PANCHINE - Gli ex orange alleneranno Under 17 e Under 16, mentre per l’Under 15 arriva Luca Cusano e l’Under 14 è affidata a Davide Piotto. Il nuovo presidente è Michele Patané, ma Giuseppe Stanca e Jean-Pierre Calliera rimangono nel direttivo


Tante, tantissime novità al PDHAE (la società valdostana che riunisce in una sigla Pont Donnaz, Hone Arnad ed Evancon) a partire dal cambio del presidente: Michele Patané è il nuovo numero uno, ma è un passaggio di consegne nel segno della continuità, visto che Giuseppe Stanca e Jean-Pierre Calliera, ultimi due presidenti del club, rimangono in società e nel direttivo.

Anche a livello tecnico c’è grande fermento, visto la permanenza in serie D che ha alzato l’asticella anche a livello di Settore giovanile, dove Pino Pernice è stato confermato come responsabile. Per quanto riguarda la Juniores nazionale la novità è che “non faremo più la squadra a Torino, come quest’anno, ma la faremo qui il Valle, per dare un’opportunità importante ai ragazzi del territorio” spiega Pernice, che si augura “di continuare la collaborazione con Lorenzo Verduci, che quest’anno ha fatto un lavoro prezioso con la Juniores”. Come allenatore deve ancora sciogliere le ultime riserve Gianni Cuc, quest’anno secondo di Cretaz in Prima squadra e allenatore dei 2008.

Per quanto riguarda le annate dell’agonistica, due squadre partecipano ai campionati regionali (2007 e 2008), mentre per le altre due “abbiamo fatto domanda di ripescaggio”. Per le due squadre che avranno l’obiettivo di vincere i campionati provinciale arrivano nuovi allenatori direttamente dall’Ivrea: Domenico Castellano per l’Under 17 e Andrea Angeli per l’Under 16. Altra novità sulla panchina dell’Under 15, con Luca Cusano che arriva direttamente dalla Prima squadra dell’Aosta 511. L’unico confermato in società è Davide Piotto, che passa dai 2004 ai 2008, nella categoria Under 14. Tra gli allenatori della scorsa stagione, nuova collocazione per Filippo Amato (aveva l’Under 16), che ricomincia dagli Esordienti 2009; cambiano invece aria Filippo D’Aprile, già annunciato dal Quincinetto Tavagnasco, e Yves D’Herin.