Sabato, 15 Giugno 2024
Matteo Curreri

Matteo Curreri

VERONESE AL TORINO UNDER 17 – L’ex tecnico del Parma Primavera è chiamato a variare in fretta la traiettoria della stagione dei suoi nuovi giocatori. La gara con l’Alessandria è già alle porte


Il Torino Under 17 volta pagina in fretta. Non che in precedenza se ne sia scritta una immemorabile, vista la breve durata del sodalizio tra il club di Via dell’Arcivescovado e il mister Attila Malfatti. Le dimissioni dell’ex tecnico sono giunte infatti dopo un bottino non certo entusiasmante. Manca ancora la vittoria ancora ai torelli, ora impegnati a togliersi di dosso le scorie dell’ultima settimana già dal prossimo appuntamento con l’Alessandria. Sulla panchina granata siederà un nuovo allenatore. Si tratta del classe ’76 Marco Veronese, la scorsa stagione alla guida della Primavera del Parma. Si tratta di una new entry nell’ambiente granata. Una firma che smentisce così la vociferata possibilità di una soluzione interna. Veronese oltre all’esperienza emiliana, ha già occupato posizioni professionali di tutto rispetto nel mondo del calcio. Anche a stretto contatto con figure non indifferenti al mondo granata, come Gianni De Biasi, con cui ha stretto un solido rapporto di fiducia, tanto da seguirlo da assistente nel fortunato cammino dell’Albania prima, e nella tappa spagnola all’Alaves poi. Il granata, dunque, non sarà di certo pane nuovo per i denti del nuovo tecnico, il cui compito d’ora in poi è quello di infondere nuovi insegnamenti ai suoi ragazzi per sfuggire alle tenaglie della crisi di risultati.  

DIMISSIONI MALFATTI – Il tecnico pagherebbe un inizio di stagione poco entusiasmante, dettato da tanti rimpianti e nessuna vittoria in cinque incontri disputati


I risultati negativi fin qui maturati dall’Under 17, potrebbero portare alle dimissioni dell’allenatore Attila Malfatti. Una notizia  nell’aria, alla luce di un deludente penultimo posto, dovuto ai soli due punti conquistati in cinque uscite. Fin qui i granata non sono infatti riusciti a ottenere alcuna vittoria. Soltanto i due pareggi contro Sampdoria e Bologna, hanno permesso ai ragazzi di Malfatti di muovere a passo lento la classifica. La sconfitta subita ieri in rimonta in casa del Parma, potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso. La decisione potrebbe essere stata presa successivamente all’incontro con il responsabile del settore giovanile Ruggero Ludergnani, nel quale il tecnico aveva manifestato di non voler più proseguire il rapporto con la compagine granata. 

4^ GIORNATA – Vittoria di misura per la capolista del Girone A, dove il Torri Biellesi ne rifila 11 al S.Giacomo. Nel Girone B sorridono Crocetta e Collegno Paradiso, goleade di Bruinese, Carrù e Pinasca nel C. Vincono di misura Lions e Arquatese e a valanga Alba e Acqui nel Girone D


Siamo giunti al quarto turno del campionato Allievi Under 18 regionale. Il Gattinara si conferma capolista del Girone A, grazie a una vittoria di misura firmata Boccardo, nello scontro diretto per la vetta contro il Carrara 90. Dietro si ferma l’Arona, sconfitta dal Quincinetto per 3-0, che a sua volta li raggiunge in classifica a quota 9. Successo per 3-0 con reti di Yon, Gnorra e Giugler. Più staccata 7 c’è la Strambinese, capace di imporsi sul campo della Torinese per 1-3. Decisivi i gol di Monte, Bradokhu e Caiola. Goleada del Torri Biellesi sul sempre più fanalino di coda San Giacomo: 11-0, frutto delle 4 reti di Ciocchetti e delle doppiette di Palma e Marazzato. Termina 2-2 Lucento-Bulè Bellinzago. I gol dei padroni di casa di Capola e Fatihi, rispondono a quelli degli ospiti di Raucci e Giubertoni. Una rete per parte tra Barcanova e G.A.R. Rebaudengo.
Nel girone B la capolista Accademia Pertusa guadagna un punto sul campo della Pro Collegno. Altri due pareggi nei match Don Bosco Rivoli-Cenisia (1-1) e Mirafiori-Giavenocoazze (0-0). Continua la marcia del Collegno Paradiso che rifila un poker esterno all’F.C. Mirafiori. Doppietta di Mema, a cui si aggiungono le reti di Tigiani e Capizzi. Rinviata Borgata Cit Turin-Aviglianese.
Cinque squadre al comando del Girone C. Si unisce al gruppo di testa l’Atletico Racconigi, capace di sconfiggere in trasferta il Villafranca 2-3 grazie ai gol di Piacenza, Angaramo e Zahir. Bruinese a raffica contro l’Azzurra (7-0 con poker personale di Mantovani) così come il Pinasca sul Piobesi (6-1 finale). Chiude il quintetto di testa il San Secondo, che vince a tavolino contro il Piossasco. Dietro il Carrù ne fa 9 all’Onnisport con tripletta di Lubatti e doppietta di Raviolo. L’Infernotto batte il San Benigno 2-0. Continua la corsa inarrestabile di Lions e Arquatese nel Girone D. Le due compagini sono ancora a punteggio pieno a 12 punti. I primi vincono di misura per 3-2 sulla Pro Villafranca. In gol Locastro e Lombardo e anche fortunati per via di un autogol causato dagli avversari. Basta una rete di Masti invece all’Arquatese per imporsi tra le mura amiche sul Bergamasco. Dietro la coppia perfetta, c’è l’Acqui a quota 10, oggi protagonista di una “manita” sul Duomo Chieri. In gol Morganti, Cadario, Ruci, Indovina e Piccardo. Si diverte anche l’Alba, che rifila 9 reti al Turricola Terruggia. Da sottolineare le doppiette di Cabella, Casetta e Lazhovsky. Il rigore di Albertin al 93’ regala i tre punti al Monferrato contro l’Academy Canale, mentre la Valenzana conquista la prima vittoria battendo 3-2 l’Atletico Fraschetta.


GIRONE A
BARCANOVA-G.A.R. REBAUDENGO 1-1
RETI: Gioia (B), Marangoni (R)
CARRARA 90-GATTINARA 0-1
RETI: Boccardo
LUCENTO-BULÈ  BELLINZAGO 2-2
RETI: Capola, Fatihi (L), Raucci, Giubertoni (B)
QUINCINETTO-ARONA 3-0
RETI: Yon, Gnorra, Giugler
TORINESE-STRAMBINESE 1-3
RETI: Monte, Bradokhu, Caiola (S), Gioia (T)
TORRI BIELLESI-S.GIACOMO 11-0
RETI: 4 Chiocchetti, 2 Palma, 2 Marazzato, Saia, Bassotto, Festini

GIRONE B
BEIBORG-CROCETTA 0-1
RETI: 90’ Armitano (C)
BORGATA CIT TURIN – AVIGLIANESE (Rinviata a data da destinarsi)
DON BOSCO RIVOLI-CENISIA 1-1
RETI: Bellone (C), D’Amato (D)
F.C. MIRAFIORI-COLLEGNO PARADISO 0-4
RETI: 2 Mema, Tigiani, Capizzi
MIRAFIORI-GIAVENOCOAZZE 0-0
PRO COLLEGNO-ACCADEMIA PERTUSA 1-1

RETI: Polito (AP)

GIRONE C
BRUINESE-AZZURRA 7-0
RETI: pt 10’, pt 32’, st 8’, st 25’ Mantovan, pt 18’ Delpaino, pt 29’ Selvaggio, st 45’ Lo Nobile
INFERNOTTO-S.BENIGNO 2-0
RETI: 2 Bonansone
ONNISPORT-CARRÙ 0-9
RETI: 2 Raviolo, 3 Lubatti, Marengo, Prisacariu, Darsma,Ouakki
PINASCA-SPORTINSIEME PIOBESI 6-1
RETI: Stardero (S)
S. SECONDO-PIOSSASCO 3-0 (a tavolino)
VILLAFRANCA-A.RACCONIGI 2-3

RETI: Piacenza, Angaramo, Zahir (R)

GIRONE D
ALBA-TURRICOLA TERRUGGIA 9-1
RETI: 2 Cabella, Adriano, 2 Casetta, Carpegna, Negro, 2 Lazhovsky (A)
ALESSANDRIA LIONS-PRO VILLAFRANCA 3-2
RETI: Locastro, autorete, Lombardo (L), Visconti, Giretto(V)
ARQUATESE-BERGAMASCO 1-0
RETI: Masti
DUOMO CHIERI-ACQUI 0-5
RETI: Morganti, Cadario, Ruci, Indovina, Piccardo
MONFERRATO-ACADEMY CANALE 1-0
RETI: st 48’ rig. Albertin (M)
VALENZANA-A.FRASCHETTA 3-2
RETI: Testera, Picardi, Matteo (V)

SERIE A/B – Il centrocampista granata firma con una doppietta la vittoria sul campo della Sampdoria. Giornata amara per le piemontesi in U17. Tris di Piccinin nella vittoria della Juve U16 sul Genoa. Sorridono in U15 bianconeri e Alessandria. Rinviate le gare del Toro U16 e U15


Vittoria sofferta, da Toro, quella dell’Under 18 di Antonino Asta sul terreno di gioco della Sampdoria. La prima della stagione lontana dalla Mole, maturata in situazione di inferiorità numerica, per via dell’espulsione di Caccavo dopo pochi minuti dal fischio iniziale. I torelli non hanno però utilizzato l’evidente difficoltà come alibi, così Aaron Ciammaglichellia si è caricato i suoi sulle spalle con una doppietta che vale i tre punti. Beffata ancora una volta l’Under 17 granata. I ragazzi di Attila Malfatti, passano in vantaggio a Parma con il secondo consecutivo del nuovo arrivato Krulich, chiudendo il primo tempo sullo 0-1. Nel secondo tempo escono fuori i ducali che la ribaltano con le reti di Postiglioni al 63’ e Rouiched all’80’. Non va meglio ai pari età di Juventus e Alessandria, entrambe sconfitte in casa per 2-3. I bianconeri soccombono sotto i colpi di un Genoa guidato da Sarpa, autore di una doppietta. Inutili le reti di Vacca e Ghirardello. I grigi vengono invece rimontati dal Bologna, dopo aver sbloccato il risultato intorno alla mezz’ora con Cappai. La doppietta di Torino e la rete di Balleello, spingono i tre punti verso l’Emilia. Nel campionato Under 16 la Juventus sbeffeggia il Genoa con una goleada: 0-6, con tripletta di Piccinin a cui si aggiungono i gol di Pugno, Billiboc e Pisano. Vittoria di misura dei bianconeri in Under 15, maturata grazie al gol di Russo nel primo tempo. Nelle sfide tra Alessandria e Spezia, pareggio per 1-1 in Under 16. Accade tutto nella prima frazione; Gusberti risponde al gol spezzino di De Lucia. Nel match di Under 15 si impongono invece i grigi per 2-1, con i gol di Merlo e Biglia. Rinviate le gare del Torino in U16 e U15.

UNDER 18 SERIE A/B – 4^ giornata
SAMPDORIA-TORINO 0-2
RETI: 2 Ciammaglichella

UNDER 17 SERIE A/B - 6^ giornata 
ALESSANDRIA-BOLOGNA 2-3
RETI: pt 29’ Cappai (A), pt 32’ Torino (B), pt 40’ Balleello (B), st 18’ Torino (B), st 25’ Gerarca (A)
JUVENTUS-GENOA 2-3
RETI: pt 40’ Arboscello (G), st 12’ Vacca (J), st 23’, st 26’ Sarpa (G), st 44’ Ghirardello (J)
PARMA-TORINO 2-1
RETI: pt 8’ Krulich (T),  st 18’ Postiglioni (P), st 35’ Rouiched (P)

UNDER 16 SERIE A/B – 3^giornata
ALESSANDRIA-SPEZIA 1-1
RETI: pt 11’ De Lucia (S), pt 40’ Gusberti (A)
GENOA-JUVENTUS 0-6
RETI: pt, pt, st Piccinin, pt Pugno, st Biliboc, st Pisano

UNDER 15 SERIE A/B – 3^ giornata
ALESSANDRIA-SPEZIA 2-1
RETI: pt 16’ Bordoni (S), st 22’ Merlo (A), st 28’ Biglia (A)
GENOA-JUVENTUS 0-1
RETI: pt Russo
 

3^ GIORNATA – La squadra di Carena è seconda in solitaria dietro i liguri. Passo indietro per Chieri e Casale. Il Novara è l’unica nota positiva tra le piemontesi nel Girone B


Terzo turno del campionato Juniores Nazionale, con il Bra secondo nel Girone A. I ragazzi di Carena ottengono il secondo successo consecutivo ai danni del Vado. Risultato di 2-0 firmato Bardo e Di Federico, che li porta ad essere gli unici in grado di stare dietro a minima distanza dal Sestri Levante capolista a punteggio pieno. I liguri danno una bella lezione al Casale, che subisce per 0-4 la prima sconfitta della stagione. Gioisce nuovamente la Pro Vercelli, capace di sbancare il campo del Chieri di misura grazie al gol di Leon. Stop per i padroni di casa, finora sempre vittoriosi nelle due uscite. K.o. ancora l’Asti in una gara spettacolare contro il Ligorna: 5-3 per i liguri, che rendono vani i gol astigiani di Ravetta, Bellocco e Carlone. Si toglie invece la prima soddisfazione del suo campionato l’R.G. Ticino sull’HSL Derthona. Vittoria per 3-1, frutto della doppietta di Tafa e del gol di Cedoloni. Cade per la seconda volta consecutiva il Saluzzo sul campo della Sanremese, mentre nel match domenicale che completa il terzo turno arriva un pareggio per 2-2 tra PDHA e Fossano: i valdostani Melis e Proment, rispondono alle due reti ospiti di Giobergia e Parisi. Nel girone B il Gozzano capitola sotto i colpi dell’Arconatese per 2-0 e non va di certo meglio a un Borgosesia sconfitto 4-1 dal Varese. Gioisce il Novara per la prima volta in stagione. Gli azzurri battono la Casatese 2-1 con gol di Iannucci e Brucoli.


GIRONE A
BRA-VADO 2-0
RETI: Bardo, Di Federico
CASALE-SESTRI LEVANTE 0-4
CHIERI-PRO VERCELLI 0-1

RETI: Leon
LIGORNA-ASTI 5-3
RETI: Ravetta, Bellocco, Carlone (A)
PDHA-FOSSANO  2-2
RETI: Melis, Proment (P), Giobergia, Parisi (F)
RG TICINO-HSL DERTHONA 3-1
RETI: 2 Tafa, Cedoloni (T), Creazzo (D)
SANREMESE-SALUZZO 2-0

Lavagnese-Imperia 3-0

GIRONE  B
ARCONATESE-GOZZANO 2-0
CITTÀ DI VARESE-BORGOSESIA 4-1

RETI: Diongue (B)
NOVARA-CASATESE 2-1
RETI: Iannucci, Brucoli (N)

Caronnese-Alcione Milano 1-2
Fanfulla-Legnano 1-1
Folgore Caratese-Crema 3-2
Sangiuliano City-Castellanzese
Vis Nova Giussano-Leon 3-3
 

PRO VERCELLI U15 e 17 – Contro il Lecco si sblocca l’Under 17 di Stefano Melchiori con un successo di misura, mentre l’Under 15 pareggia rispondendo ai gol dei padroni di casa con due rigori


Le formazioni Under 15 e 17 della Pro Vercelli impegnate questa domenica nel terzo turno di campionato. Di fronte alla bianche casacche il Lecco padrone di casa e il bottino della trasferta lombarda delle due compagini si può considerare positivo. L’Under 17 ottiene il primo successo della stagione. Vittoria di misura per i ragazzi di Melchiori, a cui è bastata la sola rete siglata da Rezzaro al 21’ della prima frazione per ottenere i tre punti. Ronzier decisivo su penalty invece per le sorti dell’Under 15 di Leardi. Le bianche casacche vanno sotto due volte tra primo e secondo tempo, ma entrambe le volte ci pensa il rigorista vercellese a ristabilire la situazione di parità con i centri del 36’ e del definitivo 2-2 al minuto 65. Nel prossimo turno le due squadre se la vedranno con il Piacenza.

UNDER 15 SERIE C – 3^ GIORNATA
GIRONE A
LECCO-PRO VERCELLI 2-2
RETI: pt 24’ Purita (L), st 1’ rig. Ronzier (P), st 22’ (L), st 30’ rig. Ronzier (P)

UNDER 17 SERIE C – 3^ GIORNATA
GIRONE A
LECCO-PRO VERCELLI 0-1
RETI: pt 21’ Rezzaro

4^ GIORNATA – Zoma al 92’ gela le bianche casacche di mister Gardano, alla seconda sconfitta della stagione


Passo indietro beffardo per la Pro Vercelli. Non solo i ragazzi di Gardano capitolano tra le mura amiche contro l’Albinoleffe, ma il k.o. arriva nei minuti di recupero. Gli ospiti si presentano al “Piola” di Vercelli da primi in classifica del Girone A e anche da favoriti. Nel corso del match c’è però ampio equilibrio tra le parti. Il risultato, anche grazie alle parate del portiere vercellese Samarxhi, rimane in bilico sino al 92’, quando l’Albinoleffe colpisce. Il gol è però un mezzo regalo delle bianche casacche. Brutto errore di Macanthony che mette l’attaccante dei lombardi Zoma a tu per tu con il portiere per poi depositare in rete. Si tratta della seconda sconfitta stagionale della Pro Vercelli, che rimane a quota 4 punti in classifica.

PRO VERCELLI-ALBINOLEFFE 0-1
RETI: st 47’ Zoma

5^ GIORNATA – Cinque sconfitte su cinque e una difesa da incubo evidenziano un inizio di stagione a dir poco negativo: serve assolutamente un cambio di rotta repentino


La sosta non è servita a schiarire le idee in casa Alessandria. Il k.o. maturato contro il L.R. Vicenza, porta il numero delle sconfitte consecutive a cinque, così come le reti subite dai grigi ad opera dei biancorossi. Il dominio dei padroni di casa è stato totale. Senza diritto di replica per tutti i 90’. Dopo soli 4 giri di lancette si è consumato il gol dell’1-0 firmato Alessio. Il primo tempo si è poi chiuso sul 3-0, per via delle reti di Favero al 29’ e Spiller al minuto 33. Nella ripresa nessuna traccia di reazione da parte degli ospiti. Il Lane sigla altre due reti. Giacobbo trova il gol dopo 9 minuti, mentre Alessio certifica la doppietta personale al 69’. Sul tabellino c’è spazio anche per il più classico dei gol della bandiera di marca alessandrina, messo a segno da Barisone al terzo minuto di recupero. Prime cinque gare del campionato dei grigi a dir poco da dimenticare. Soltanto sconfitte finora e ciò non può che rendere ancora più complicato il lavoro di mister Matteo Abbate, impegnato ad aggiustare gli ingranaggi di una difesa che finora ha subito ben 22 reti.

L.R. VICENZA-ALESSANDRIA 5-1
RETI: pt 4’ Alessio (V), pt 29’ Favero (V), pt 33’ Spiller (V), st 9’ Giacobbo (V), st 24’ Alessio (V), st 48’ Barisone (A)

5^ GIORNATA – Terzo successo consecutivo per i ragazzi di Bonatti tra campionato e Youth League, rammarico in casa granata per un pari che sa tanto di occasione sprecata. Non basta la doppietta di Zanetti a sconfiggere il Genoa.


Il gol di Locatelli nel derby dei grandi, il pari subito all’ultimo dal Bologna nella gara di recupero dell’Under 17. Il finale di match si rivela beffardo anche per il Torino Primavera. In casa del Genoa, la banda Coppitelli si fa acciuffare al 90’, dal gol del 2-2 firmato Besaggio. La gara tra Grifone e i granata si caratterizza nelle prime battute per diversi errori e imprecisioni prodotte da entrambe la parti. Gli ospiti pressano alto al fine di mettere in difficoltà i difensori genoani, che a loro volta si affidano a lanci lunghi per sfruttare la profondità dettata dagli attaccanti. È il Genoa a prendere le redini del gioco e ad avvicinarsi maggiormente al gol che sblocca il risultato. Al 14’ è infatti la traversa a graziare i granata su un colpo di testa di Bolcano, bravo ad anticipare la retroguardia avversaria sul primo palo sull’angolo battuto a sinistra da Besaggio. Sliding doors al 18’ con il Genoa di nuovo vicino al vantaggio. Un’ottima transizione si traduce in un contropiede gestito da Besaggio che vede tutto solo Bamba e lo serve. L’attaccante genoano cerca il palo più lontano, senza però inquadrare lo specchio. Sul ribaltamento di fronte il Toro sblocca clamorosamente il risultato. Tutto merito di Stenio Zanetti che da sinistra entra in area, dialoga in maniera fortuita con Di Marco e a due passi dalla linea di porta, beffa l’estremo difensore rossoblù sul suo palo con un “puntone” da calcetto, magari non irresistibile nell’estetica ma efficace. Il gol non può che dare maggiore convinzione ai ragazzi di Coppitelli. Il Genoa comunque non demorde, ma nel momento di maggiore pericolosità dei padroni di casa, il Toro si avvicina al raddoppio. I meriti vanno totalmente attribuiti a Rosa, che raccoglie in area una rimessa laterale, tunnel a un difensore avversaria e tira verso il palo del portiere che si salva deviando sul legno alla sua sinistra.

Nel secondo tempo il Torino deve fare i conti con un Genoa più pimpante e pericoloso. Dopo soli tre giri di lancette Boci chiama Milan ad un intervento prodigioso sul primo palo, per via di un tiro potentissimo indirizzato all’incrocio dei pali. Il Grifone spinge sulla fascia sinistra e proprio da lì giunge il meritato gol del pari. Merito della progressione di Accornero che mette al centro un cross rasoterra su cui Milan sembra in apparenza bloccare e fare suo il pallone, ma invece la sfera si perde nella terra di nessuno. Besaggi, posizionato nei paraggi, deve soltanto appoggiare in rete. Il Toro, scosso, prova a reagire, nonostante il ritmo di una gara giocata ai mille all’ora da entrambe le squadre si abbassi. È infatti un fulmine a ciel sereno il gol del nuovo vantaggio granata, che matura al minuto 77’. Tutto nasce da una rimessa laterale battuta sulla fascia mancina della metà campo genoana. Un rimpallo favorisce il controllo con il sinistro di Zanetti, che se la sposta poi sul destro, si accentra e spara un bolide da fuori area che trafigge l’estremo difensore lanciatosi in un tuffo disperato. Un grande gol che conferma l’ottima prestazione del brasiliano in prestito dal Cruzeiro, impreziosita da una doppietta. La gara non può far altro che riaccendersi. È un continuo ribaltamento di fronte, dai risultati piuttosto sterili. Trama corretta fino al 90’, quando il direttore di gara indica il dischetto per fallo di mano di Giorcelli. Si presenta Besaggio che non sbaglia e batte per la seconda volta Milan. L’estremo difensore dei granata rischia poi di subire in un insperato gol della rimonta genoana, ma è bravo a deviare in angolo prima del triplice fischio che certifica il primo pari della stagione dei granata.

Fase finale di match più dolce invece per la Juventus di Andrea Bonatti. Vittoria di misura firmata Bayron Strijdonck al 90’, in una gara che ha visto i  bianconeri rischiare più volte di capitolare. La prima frazione del match è improntata maggiormente sullo studio. La Samp fa la partita, mentre i padroni di casa preferiscono sfruttare le transizioni. La Juventus traballa in difesa e al 21’ i blucerchiati rischiano di approfittare delle sbavature del reparto. Occasione per Di Stefano che viene servito in area con una palla verticale dalla metà campo di Paoletti; calcia ma Senko è bravo a chiudergli lo specchio. L’attaccante doriano si ritrova ancora la palla tra i piedi e prova a dribblare l’estremo difensore, che resiste ancora arpionandogli il pallone. La sfera gli scappa tra le mani e ancora Di Stefano è pronto a impattare, ma il suo tiro finisce alto. Che spavento! Intorno alla mezz’ora cresce l’impatto della Juventus sulla partita. È però ancora la Samp a concludere più volte verso la porta, senza suscitare particolari preoccupazioni a Senko.

Alla ripresa i bianconeri entrano in campo con un altro piglio. Maressa ha due occasioni clamorose, su cui entrambe le volte risulta fin troppo tenero, privo di killer instinct. Al 47’ Bonetti lo serve sul secondo palo, lui anticipa l’uscita del portiere, ma a dirgli di no è il legno che colpisce in pieno. Al 64’ invece viene lanciato a tu per tu con Esposito e a vincere il duello è ancora l’estremo difensore doriano. Un minuto più tardi deve poi ancora superarsi su una conclusione al volo di Turco, che lo costringe a tuffarsi e a deviare in corner. Dominio Juve, manca soltanto il gol. Il calcio è però materia a sé. Conta la qualità, non la quantità. Ecco che al minuto 74’ l’arbitro indica il dischetto per un fallo (avvenuto fuori area) di Hasa su Leonardi. La Samp ha così la possibilità per fare lo scherzetto ai bianconeri. Di Stefano contro Senko. A spuntarla è il portiere ungherese, che indovina la traiettoria ed è poi subito reattivo sulla respinta. I blucerchiati, nonostante l’errore su penalty, ne hanno di più. Così Senko deve ancora farsi trovare pronto al minuto 79 su un’azione personale di Leonardi che approfitta di una difesa bianconera fin troppo soft per entrare in area e calciare: il portiere si oppone a un altro rigore in movimento. Parate che valgono la vittoria, che matura grazie a una mossa di Bonatti. Al minuto 86 Turco lascia il campo a Strijdonck. L’olandese si fa trovare pronto qualche minuto più tardi quando, su un rinvio di Senko, Galante viene anticipato da un difensore blucerchiato che involontariamente serve il neo entrato, il queale si allarga e anticipa con il mancino l’uscita di Esposito. Palla in rete e abbraccio di tutta la panchina. È fatta! La Juventus inanella la terza vittoria consecutiva tra campionato e Youth League.

GENOA-TORINO 2-2
RETI: pt 18’ Zanetti (T), st 17’ Besaggio (G), st 32’ Zanetti (T), st 46’ rig. Besaggio (G)
GENOA: Mitrovic, Boci, Marcandalli (st 42’ Bornosuzov), Gjini, Bolcano, Magliocca (st 22’ Dellepiane), Sadiku, Palella (st 42’ Biaggi), Accornero, Besaggio, Bamba (st 29’ Sahli). A disp. Corci, Ascioti, Cagia, Le Mura, Ghigliotti, Boiga, Parodi. All. Chiappino
TORINO: Milan, Pagani (st 1’ Dellavalle), Savini, Anton, Di Marco (st 38’ Giorcelli), Baeten (st 22’ Akhalaia), Garbett (st 1’ Maugeri) Angori, Reali, Rosa (st 29’ La Marca), Zanetti, Toledo. A disp. Vismara, Amadori, Barbieri, Chiarlone, Lindkvist, Antolini, Caccavo. All. Coppitelli

JUVENTUS-SAMPDORIA 1-0
RETI: st 45’ Strijdonck
JUVENTUS: Senko; Savona, Fiumanò (st 1’ Dellavalle), Nzouango, Mulazzi; Maressa, Omic, Turicchia (st 31’ Iling); Bonetti (st 13’ Galante); Turco (st 41’Strijdonck), Hasa (st 31’ Sekularac). A disp. Scaglia, Citi, Rouhi, Doratiotto, Cerri, Ledonne, Mbangula. All. Bonatti
SAMPDORIA: Esposito; Mane, Aquino, Bonfanti; Migliardi, Paoletti, Bontempi (st 18’ Chilafi), Somma (st 33’ Bianchi); Pozzato, Di Stefano (st 43’ Montevago), Polli (st 18’ Leonardi). A disp. Tantalocchi, Samotti, Napoli, Dolcini, Perego, Porcu, Lia, Poli. All. Tufano

MERCATO TORINO U17 – Due nuovi colpi volti a rinforzare il reparto offensivo del gruppo di Attila Malfatti. Già buone impressioni per il ceco, in gol all’esordio col Bologna


Un quadro perfetto, sporcato dalla malignità (sportiva, ci mancherebbe) del calcio. Così si può riassumere l’esordio del nuovo attaccante del Torino Under 17 Matous Krulich. Il ceco proveniente dallo Sparta Praga ha per oltre mezz’ora indossato i panni dell’eroe di giornata. Sua infatti la rete che ha permesso ai granata di rimontare il Bologna e di godere momentaneamente dei primi tre punti della stagione. Così però non è andata. Il felsineo Diop ha agito da vero e proprio guastafeste, siglando la rete del pari, nei pressi dello scadere di tempo. Doccia fredda per i ragazzi di Attila Malfatti. Oltre a questo, emerge la sensazione di aver in qualche modo intaccato un esordio da incorniciare. È andata così, ci sarà tempo per rifarsi e per gioire insieme ai nuovi compagni. Il suo è infatti un acquisto lampo, che si aggiunge a una lunga lista di firme messe a segno dal ds Ruggero Ludergnani. Si tratta di una prima punta classe 2005 di belle speranze, nel giro della nazionale under 17 della Repubblica Ceca. L’inizio è già promettente. Come si dice: “Chi ben comincia…”. Non è invece a disposizione di mister Malfatti, Alexandru Cupac, anch’esso giunto all’ombra della Mole nelle ultime ore. Per lui si dovrà infatti attendere il transfer Fifa e, per questo motivo, dovrà stare per qualche settimana ai box. Un altro rinforzo per l’attacco. Reparto da cui evidentemente ci si attendeva qualcosa in più, in questa fase embrionale di stagione. Il suo ruolo è quello di centravanti, che già ha interpretato con successo nell’esperienza al Craiova e nelle convocazioni con la nazionale Under 17 romena. Si tratta chiaramente di una scommessa, ma Ludergnani ha già ampiamente dimostrato di convivere serenamente col rischio. Se poi riescono ad ambientarsi fin da subito alla grande, come Krulich, beh la strada non può che essere in discesa.