Giovedì, 25 Luglio 2024

26^ GIORNATA – Il doppio vantaggio granata a firma Gabellini e Gaj viene reso vano da quattro reti dei padroni di casa. Nel finale ci pensano Perciun e Jarre a garantire almeno un punto alla squadra di Asta


Una gara pirotecnica quella tra Monza e Torino, conclusasi col risultato di 4-4. Per i granata la situazione poteva complicarsi più del previsto. Con il punto conquistato la squadra di Asta resta terza a quota 45, senza però accorciare la distanza con la Spal seconda (ora a più tre e impegnata lunedì con l’Inter capolista) e con il Milan quarto che si avvicina a una sola lunghezza. Il Toro parte alla grande nel match odierno. Gabellini dopo cinque minuti sblocca la situazione, poi tocca a Gaj raddoppiare al 12’, dando così l’apparenza di una sfida in discesa per la formazione ospite. Il Monza resta invece inchiodato alla partita e al 32’ trova la rete firmata da Martins che gli consente di chiudere la prima frazione con un solo gol di svantaggio. Nella ripresa bastano sette giri di lancette ai padroni di casa per pareggiare i conti con Strada e al quarto d’ora completano la rimonta grazie al timbro di El Haddad. La rete di Thiane alla mezz’ora pare sigillare una volta per tutte l’incontro, ma il Toro non molla e nel finale riesce a rimettersi in piedi. Perciun trova la rete del meno uno a quattro dalla fine, mentre ci pensa Jarre allo scadere a spingere in porta il gol del definitivo 4-4 che sa tanto di pericolo scampato per i granata. Il Toro prenderà parte all’ultima chiamata della regular season domenica 28 maggio nel match casalingo con l’Atalanta sesta in classifica.

 

MONZA-TORINO 4-4
RETI: pt 5’ Gabellini (T), pt 12’ Gaj (T), pt 32’ Martins (M), st 7’ Strada (M), st 15’ El Haddad (M), st 32’ Thiane (M), st 41’ Perciun (T), st 45’ Jarre (T)

QUARTI DI FINALE / RITORNO – La formazione di Mero subisce dodici reti nel doppio confronto con i cesenati. Inutile la rete messa a segno nella ripresa da Caporale


All’andata quattro, oggi addirittura otto le reti incassate dalla Pro Vercelli nel doppio confronto col Cesena. La formazione di Gianluca Mero esce dai playoff triturata persino eccessivamente dai romagnoli, presentatisi quest’oggi vantando tre reti a favore. Eppure, non c’è stata pietà. Il risultato finale dice 8-1 in favore del Cesena, avanti all’undicesimo con Bertaccini. Liverani raddoppia alla mezz’ora con Sanaj a firmare il tris allo scadere della prima frazione. La Pro Vercelli trova una rete velleitaria al minuto 4 con Caporale che non arresta la voglia di gol dei padroni di casa. Lantignotti al 5’ cala il poker. Si iscrive al tabellino Magnani al 23’, prima della celebrazione di Bertaccini che al 26’ firma la doppietta e dieci minuti più tardi la terza rete personale, intervallata dal settimo centro a cura di Teleku. Ben dodici reti subite tra andata e ritorno per la Pro Vercelli, che prima di questo nefasto doppio appuntamento si era piazzata seconda nella regular season ed eliminato il Pordenone agli ottavi.



CESENA-PRO VERCELLI 8-1
RETI: pt 11’ Bertaccini (C), pt 29’ Liverani (C), pt 39’ Sanaj (C), st 4’ Caporale (P), st 5’ Lantignotti (C), st 23’ Magnani (C), st 26’ Bertaccini (C), st 33’ Teleku (C), st 36’ Bertaccini (C)

QUARTI DI FINALE / ANDATA – Samb sigla la rete del vantaggio bianconero, ma sono i giallorossi ad avere la meglio grazie alle firme del tandem Vella-Darboe. Ritorno in salita per la squadra di Benesperi


Comincia col piede sbagliato il doppio confronto valevole per i quarti di finale scudetto per la Juventus. I bianconeri, dopo aver eliminato Torino e Lazio, quest’oggi si sono scontrati con la Roma, reduce a sua volta dal passaggio del turno agli ottavi con il Frosinone. Il risultato odierno si rivela favorevole ai capitolini, ritrovatisi sotto per poi in fretta pareggiare e ribaltare la situazione per l-2 finale. E’ infatti la Juventus a mettere per prima la freccia dopo 28 minuti di gioco con il suo mattatore. Per Demba Sall Samb è infatti la terza rete nelle ultime tre. Ma il suo apporto non è sufficiente ai ragazzi di Benesperi per presentarsi al ritorno di domenica prossima con i favori del vantaggio. Dopo due minuti dal vantaggio bianconero, la Roma pareggia con Vella. E non finisce qui perché i giallorossi riescono addirittura a chiudere la prima frazione nel miglior scenario possibile con il centro del 34’ di Darboe. Risultato che regge fino al triplice fischio e chiede così alla Juventus uno sforzo ulteriore per accedere alle semifinali.

 

JUVENTUS-ROMA 1-2
RETI: pt 28’ Samb (J), pt 30’ Vella (R), pt 34’ Darboe (R)

33^ GIORNATA – Non basta la rete dello svedese alla formazione di Scurto per fare bottino pieno. I padroni di casa reagiscono nella ripresa con Corazza. Un errore per parte dagli undici metri: Weidmann per i granata, Raimondi per i felsinei


Il Torino conquista un punto nel match lontano da casa col Bologna. 1-1 il risultato dopo il triplice fischio che segna il secondo pareggio consecutivo lontano da casa e il sesto risultato utile complessivo. Poco male per i granata, momentaneamente a due lunghezze dal Lecce capolista e saldamente in seconda piazza. Un match iniziato sotto i migliori propositi per la formazione di Giuseppe Scurto. Dopo due minuti di gioco l’arbitro si ritrova costretto a indicare il dischetto in favore degli ospiti. Peccato Weidmann sciupi l’opportunità, anche per via dell’intuizione vincente del portiere felsineo. Il Toro rimanda così l’appuntamento col vantaggio al 19’. Parte tutto dai piedi di Dell’Aquila che da corner serve Njie pronto a svettare di testa per lo 0-1 granata. Momento di partita che fomenta il Bologna con qualche conclusione che non impegna più di tanto Passador, il quale al termine della prima frazione si ritrova chiamato al duello con Raimondo. Il direttore di gara delibera infatti per un altro calcio di rigore per un fallo di mano di Dembele. Il Toro riesce però a scamparla. Raimondo calcia altissimo e conferma il vantaggio del Torino al termine dei primi 45’. Nella ripresa è il Bologna a prendere le redini del gioco e arriva anche l’1-1 al 63’. Corazza viene imbeccato in un confronto a tu per tu con Passador, riuscendo ad avere la meglio sul portiere granata con una conclusione che va ad infilarsi sotto la traversa. Il Torino si abbassa, rischia facendosi più volte salvare da Passador, ma al termine dell’incontro riesce comunque a strappare un punto importante. Nel prossimo turno e ultimo turno in programma sabato 27 maggio il Torino cercherà di difendere il secondo posto nello scontro casalingo con l’Empoli nono in classifica.

BOLOGNA-TORINO 1-1
RETI: pt 19’ Njie (T), st 18’ Corazza (B)  

32^ GIORNATA – I bianconeri grazie alla rete messa a segno da Mulazzi nel primo tempo vanno a più sei dai ciociari e si ritrovano vicini alla qualificazione alla post season


La Juventus Primavera fa suoi i tre punti sul terreno del Frosinone, in un vero e proprio scontro diretto per quanto riguarda la conquista di slot disponibile per la zona playoff. Lo 0-1 odierno, a meno di enormi sconvolgimenti, consegnerebbe ai bianconeri la post season. Si tratta del quarto successo nelle ultime sei uscite dei ragazzi di Montero, a dimostrazione di un buon periodo di forma maturato proprio in occasione dello sprint finale. Il successo di Frosinone è frutto della rete di Gabriele Mulazzi, giunta al minuto 27. Da una rimessa laterale battuta da Turco, l’esterno bianconero indovina il tocco morbido che batte il portiere avversario. Nella ripresa Turco colpisce il palo su potenziale assist di Yildiz. L’ex Bayern mette al centro per il compagno che arriva in scivolata: il suo tiro si spegne sul legno. Va vicino al raddoppio anche Nonge, lanciato a rete di fronte al portiere. Il sinistro del centrocampista non incide. Il Frosinone non morde e la Juventus riesce lo stesso a far suoi i tre punti. Ora la classifica dice Juventus quinta a 53 punti con la formazione ciociara prima squadra fuori dalla zona playoff a quota 47 quando restano due giornata al termine della regular season.

 

 

FROSINONE-JUVENTUS 0-1
RETI: pt 27’ Mulazzi

32^ GIORNATA – Il successo per 2-0 dei granata sui friulani, consente alla squadra di Giuseppe Scurto di mantenere la posizione e avvicinarsi alla prima piazza. Nel prossimo turno è in programma la trasferta di Bologna


Il Torino di Giuseppe Scurto ritrova i tre punti nella gara della penultima giornata con l’Udinese. Un successo che consente ai granata di mantenere la seconda piazza, avvicinandosi anche al Lecce capolista. Il Toro riesce a mettere l’incontro sui suoi binari dopo venti minuti di gioco. Savva protagonista, come da consuetudine di quest’ultimo scorcio di stagione. Nasce tutto da Weidmann, il quale conduce palla fino al limite dell’area per poi allargare sul versante destro d’attacco dove è piazzato Dembele. Cross al centro del terzino per Savva che deve soltanto spingere in rete un cioccolatino soltanto da scartare. La gara si accende inevitabilmente, con i granata che non riescono a sfruttare due importanti occasioni con Weidmann e Caccavo. Nonostante ciò, il Torino chiude la prima frazione avanti di una lunghezza. Alla formazione di Scurto manca però il colpo del k.o., il gol della sicurezza. Il mister ex Roma inserisce nuove forze fresche, come un ispirato Giacomo Corona. L’attaccante palermitano, dopo aver garantito ai suoi un punto all’ultimo respiro nella trasferta con la Sampdoria, trova a cinque minuti dalla fine la rete del raddoppio e 2-0 definitivo. E’ lui a ricevere palla al limite dell’area, calciare e infilare così il portiere friulano Di Bartolo. Nel prossimo turno, il penultimo della regular season, il Torino farà visita al Bologna.



TORINO-UDINESE 2-0
RETI: pt 20’ Savva, st 40’ Corona

OTTAVI DI FINALE / RITORNO – Badarau e Samb coronano una qualificazione già in discesa dal match di andata. Inutile la rete della Lazio di Zangari


La Juventus Under 15 si qualifica ai quarti di finale dei playoff scudetto. Dopo il successo di 1-0 dell’andata firmato Samb, anche al ritorno i bianconeri riescono ad avere la meglio sulla Lazio col risultato di 1-2. Un altro gol di Samb al 25’ e la precedente rete di Badarau del 18’ consentono alla formazione di Marcello Benesperi di chiudere il discorso già ben prima dell’intervallo. Il risultato finale di 1-2 è frutto anche dell’inutile rete laziale di Zangari al 33’.



LAZIO-JUVENTUS 1-2
RETI: pt 18’ Badarau (J), pt 25’ Samb (J), pt 33’ Zangari (L)

OTTAVI UNDER 16/15 – Una giornata da dimenticare per quanto riguarda Pro Vercelli e Alessandria. La Pro U16 va k.o. 1-4 nell’andata degli ottavi, mentre per la formazione di Vegliato non è bastato il successo dell’andata: l’Albinoleffe vince 1-3 e vola ai quarti


Peggio di così non poteva cominciare la doppia sfida degli ottavi di finale per quanto riguarda la Pro Vercelli contrapposta al Cesena. La squadra di Mero, di fronte al proprio pubblico, incassa un pesante k.o. per 1-4 che rischia di compromettere seriamente le possibilità di qualificazione ai quarti. Una gara nelle prime battute equlibrata. Bertaccini trova il primo vantaggio romagnolo all’8’, con il vercellese Caporale a rispondere dopo quattro giri di lancette. Si tratta dell’unico sussulto della Pro, perché dalla mezz’ora in poi è il Cesena a mettere con veemenza le mani sull’incontro. Lantignotti al 32’ trova il nuovo vantaggio, poi tocca a Sanaj realizzare nel recupero della prima frazione il gol che consente agli ospiti di recarsi all’intervallo in vantaggio di 1-3. Nella ripresa Bertaccini certifica la doppietta personale e l’1-4 finale che rende il tutto pericolosamente in salita per la Pro Vercelli in vista del ritorno.
Saluta definitivamente il sogno scudetto l’Alessandria Under 15, nonostante il primo round avesse indicato tutt’altri auspici. Lo 0-1 dell’andata in favore dei grigi viene calpestato dalla furia dell’Albinoleffe che, in meno di mezz’ora, guidava col risultato di 0-3. Di Sancarlo trova la via del gol dopo tre minuti ed è lui stesso a chiudere i giochi al 25’, successivamente al bis firmato Lione del 7’. Inutile la rete di Di Franza siglata nella ripresa, in cui avviene anche l’espulsione di Laforè. Il computo dice 2-3 in favore dei seriani e così la formazione di Vegliato deve dire addio al sogno di arrivare fino in fondo.  

Under 16 Serie C – Ottavi di finale – Andata
PRO VERCELLI-CESENA 1-4
RETI: pt 8’ Bertaccini (C), pt 12’ Caporale (P), pt 32’ Lantignotti (C), pt 42’ Sanaj (C), st 17’ Bertaccini (C)

Under 15 Serie C – Ottavi di finale – Ritorno
ALESSANDRIA-ALBINOLEFFE 1-3
RETI: pt 3’ Di Sancarlo (ALB), pt 7’ Lione (ALB), pt 25’ Di Sancarlo (ALB), st 35’ Di Franza (ALE)

 

25^ GIORNATA – Decidono Gabellini e Acar nella ripresa. I granata di Asta si trovano ora a meno quattro dal secondo posto occupato dalla Spal


Serviva una reazione al Torino Under 18 dopo il pesante passivo di 4-0 subito contro l’Inter e la squadra di Asta ha presto risposto. Il risultato odierno dell’incontro con il Venezia recita 2-0 in favore dei granata per la quattordicesima vittoria stagionale. Il Toro si trova ora in terza piazza con una distanza ridottasi a quattro punti dal secondo posto occupato dalla Spal, oggi k.o. 1-2 con il Verona. Un successo quello sui lagunari maturato nella ripresa. A sbloccare ci pensa Gabellini dopo due minuti dal rientro in campo. Completa Acar a metà secondo tempo. A due giornate dalla fine la formazione di Asta dovrà prima fare i conti con la trasferta in casa del Monza penultimo e infine il match tra le mura amiche con l’Atalanta.

 

TORINO-VENEZIA 2-0
RETI: st 2’ Gabellini, st 24’ Acar

30^ GIORNATA – K.o. indolore per i grigi dopo aver certificato la permanenza nella categoria. Illusorio il vantaggio di Pozzan, i grigiorossi trascinati da Gabbiani conquistano i tre punti


L’Alessandria conclude la stagione con la sedicesima sconfitta del suo campionato. La formazione di Fulvio Fiorin, di fronte al proprio pubblico, capitola sotto i colpi della Cremonese. Per entrambe le squadre si trattava di una passerella. I grigi, ottenuta la salvezza, subiscono un k.o. indolore per 1-3. Una gara cominciata sotto auspici differenti. Sono infatti i padroni di casa a trovare per primi la via del gol con Pozzan al 22’, ma la reazione della Cremonese non si fa attendere e alla mezz’ora si ristabilisce la parità. Stuckler sigla la rete del momentaneo 1-1. Nella ripresa l’Alessandria va in blackout nei primi otto minuti, ovvero il tempo che impiega Gabbiani per mettere a segno due marcature che valgono il sorpasso e l’allungo definitivo per l’1-3 certificato dal triplice fischio. L’Alessandria chiude così la stagione con 30 punti in altrettante uscite, che valgono l’undicesima posizione.

 

 

ALESSANDRIA-CREMONESE 1-3
RETI: pt 22’ Pozzan (A), pt 31’ Stuckler (C), st 3’, st 8’ Gabbiani (C)