Sabato, 20 Luglio 2024
Mercoledì, 28 Aprile 2021 13:02

Primavera 1 – Toro, è buio pesto: l’Empoli cala il poker e condanna i granata all’ottava sconfitta consecutiva

Scritto da
Torino-Empoli 0-4: ottava sconfitta consecutiva per i granata Torino-Empoli 0-4: ottava sconfitta consecutiva per i granata

RECUPERO 13^ GIORNATA – Un Toro mai in partita cade ancora sotto i colpi degli avversari di turno. Questa volta tocca all’Empoli approfittare del momento no dei granata. I gol di Belardinelli e Lipari e la doppietta di Klimavicius decretano lo 0-4 finale. 


Gara che scotta quest’oggi per il Torino, in occasione del recupero della 13^ giornata di campionato. I granata vogliono invertire il trend negativo di 7 k.o. consecutivi e conquistare i primi punti del Coppitelli-bis. Di fronte a loro un Empoli galvanizzato dal poker rifilato alla Fiorentina nel derby dello scorso turno. I toscani stanno chiaramente meglio e ciò appare evidente fin dalle battute iniziali. Gli azzurri non si fanno pregare a conficcare le proprie bandiere nella metà campo avversaria. Agiscono in un pressing costante che manda in apprensione la retroguardia granata, schierata con il baricentro basso. I padroni di casa nei minuti iniziali costruiscono da destra, da dove arriva un cross invitante per Continella che stoppa con il petto per poi aggiustarsi il pallone sul mancino e calciare fra le braccia di Hvalic. All’8’ l’Empoli certifica il dominio del gioco portandosi avanti con Belardinelli: Cambiaso dalla fascia sinistra alza un traversone particolarmente invitante verso l’area di rigore dove il compagno empolese, posizionato ai ridossi della linea di porta, deve soltanto spingere in rete. Inizio dunque in salita per il Torino. L’Empoli ha poi nell’azione successiva la possibilità di raddoppiare con Lipari che dopo aver raccolto palla supera come birilli i difensori granata per poi penetrare in area e calciare verso lo specchio, con il suo tiro che scorre di poco fuori alla destra di Girelli. Suicidio Toro al 23’: Greco disconosce in una frazione di secondo gli insegnamenti di scuola calcio con un passaggio orizzontale che l’Empoli intercetta sulla trequarti campo; dopo un breve batti e ribatti la il pallone arriva tra i piedi di Klimavicius che di destro insacca alle spalle di Girelli. Toro sotto di due reti. L’atteggiamento dei ragazzi di Coppitelli non sembra far trasparire una particolare voglia di rivalsa. La troppa difficoltà a manovrare e il poco coraggio, si traducono in lanci alla cieca verso le due isolate punte che mai come oggi appaiono così staccate dal corpo squadra. L’Empoli è superiore in ogni zona del campo. Si distende in ampiezza, prediligendo l’attacco sul lato mancino dove Cambiaso si propone con i suoi tagli e le sgroppate che mandano in tilt la passiva difesa granata. Coppitelli alla mezz’ora boccia la prestazione di Gyimah e lo richiama in panchina per inserire al suo posto Lovaglio. Cambia poco. Ci si proietta dunque negli spogliatoi con il Toro sotto di due reti e in grave difficoltà. Il ritorno sul terreno di gioco presenta modifiche per quanto riguarda la formazione granata (Todisco al posto di Portanova e La Marca per Cancello), bensì sono pari a zero quelle legate alla trama del match. L’Empoli ha la partita in pugno e solletica ai quasi inesistenti accenni di reazione del Torino. Al 51’ Baldanzi calcia da posizione defilata con il mancino e per questa volta si fa trovare pronto Girelli. Evento premonitore del gol del tris empolese al 53’ sempre con Klimavicius: rimessa laterale da sinistra verso l’area a servire Lipari che, pur perdendo l’equilibrio, protegge la sfera per poi servire Klimavicius che calcia al volo e firma la doppietta personale. Situazione drammatica per il Torino. Il tono del match dei granata si fa triste, a maggior ragione quando il Toro ottiene il possesso del pallone. Quello dei granata è un attacco fantasma, non pervenuto. Al 65’ doppia chance per il poker empolese. Prima Lipari, a tu per tu con Girelli, si fa murare dal disperato intervento in scivolata di Todisco, poi un tiro sulla ribattuta termina alto. Tre minuti più tardi è il momento anche di assistere a una conclusione granata da parte di La Marca che costringe Hvalic a distendersi e concedere un angolo ovviamente non sfruttato. L’Empoli invece è ingordo è all’82’ cala il poker con Lipari. L’attaccante viene imbucato attraverso un corridoio lasciato dalla difesa granata, si sposta il pallone sul destro e dal limite dell’area insacca a giro sul secondo palo, nonostante la deviazione del povero Girelli. La partita come naturale che sia si avvia verso il tramonto. C’è ancora spazio per qualche sirena empolese, come il tiro di Ekong del minuto 89 sventato da Girelli sulla linea di porta. L’arbitro non concede il recupero e fischia tre volte. Il Toro fa un netto passo indietro almeno sulla prestazione rispetto alla gara persa sabato con l’Atalanta. Oggi la squadra di Coppitelli oggettivamente non è mai scesa in campo. C’è ancora speranza per il torello?


TORINO-EMPOLI 0-4
RETI: pt 8’ Belardinelli, pt 23’, st 8’ Klimavicius, st 37’ Lipari
TORINO: Girelli, Portanova (st 1’ Todisco), Greco, Spina, Tesio, Celesia, Gyimah (pt 33’ Lovaglio), Savini, Vianni, Continella (st 22’ Larotonda), Cancello (st 1’ La Marca). A disp. Sava, Aceto, Nagy, Foschi, Kryeziu, Fimognari, Fiorenza, Favale. All. Coppitelli
EMPOLI: Hvalic, Donati, Cambiaso, Asllani, Viti, Pezzola, Lipari (st 41’ Brkic), Belardinelli, Klimavicius (st 26’ Ekong), Baldanzi (st 35’ Lombardi), Degli Innocenti (st 35’ Fazzini). A disp. Biagini, Morelli, Rossi, Rizza, Siniega, Martini, Simic, Bozhanaj. All. Buscè

Letto 1924 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta