Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Domenica, 11 Settembre 2022 17:49

Primavera 1 – La Juve pareggia a Verona e il Toro giocherà il derby da capolista

Scritto da
Dell'Aquila e Njie: i due marcatori del Torino Dell'Aquila e Njie: i due marcatori del Torino

5^ GIORNATA – I bianconeri si salvano in casa dell’Hellas grazie a un autogol, dopo essere andati sotto per via di una leggerezza di Daffara. I granata riescono invece a fare bottino pieno, nonostante lo svantaggio all’intervallo. Nella ripresa Dell’Aquila e Njie danno la vetta ai ragazzi di Scurto


Serviva una riposta alla Juventus di Paolo Montero per riscattare il pesante k.o. di metà settimana con il Paris Saint-Germain. Vincere, d’altro canto, avrebbe consentito ai bianconeri di dare continuità al trittico di successi consecutivi che gli avevano permesso di portarsi in testa alla classifica. Così non è andata e si sono dovuti accontentare del secondo 1-1 della stagione, maturato anche in questo caso lontano dalle mura amiche. A frenare i ragazzi di Montero ci ha pensato il Verona, che fino al match andato in scena nella giornata di ieri aveva perso una volta e pareggiato tre. Gli scaligeri hanno dato fede a questa tendenza a dividersi a metà la posta in palio. Eppure, i primi a trovare la via del gol sono stati proprio i padroni di casa, con la partecipazione della formazione avversaria, in particolare di Daffara. L’estremo difensore bianconero perde palla al limite dell’area e per rimediare è costretto a stendere Bragantini, quando già aveva varcato la soglia che costringe l’arbitro a fischiare il penalty, trasformato poi dallo stesso attaccante dell’Hellas. I padroni di casa trovano anche il raddoppio su punizione con Florio, ma il direttore di gara annulla per la posizione irregolare di un giocatore scaligero, che avrebbe ostacolato l’intervento di Daffara. Juve graziata e aiutata anche un po’ dal fato, quando al 32’ del secondo tempo trova il pari definitivo. Galante si rende protagonista di un’ottima azione personale, che fa fuori gran parte della diversa avversaria. Da sinistra mette un cross al centro per Hasa, su cui però arriva in anticipo El Wafi che sfortunato insacca il pallone nella propria porta. Non bastano sei minuti di recupero alla Juventus per portare a casa il bottino pieno. Tre giorni di relax, prima dell’incontro di Youth League con il Benfica che precede un derby della Mole dalle grandi aspettative.

Siamo su altri registri invece quando si va a trattare del weekend del Torino Primavera. I granata, reduci dal pareggio esterno in casa della Roma, fanno i loro i tre punti nell’appuntamento che li ha messi di fronte al Cesena. Una vittoria col brivido per la formazione di Giuseppe Scurto, sotto di una rete all’intervallo. Il Torino ha diverse opportunità per sbloccare l’incontro, ma a passare per primi avanti sono i romagnoli al minuto 38. Dellavalle perde palla sulla propria trequarti campo e il Cesena ha modo di impensierire in più occasioni Passador. Il portiere si supera, non può far nulla sulla sforbiciata di Carlini, che completa il suo corso in rete. Questo match lo vince Scurto con le sostituzioni. Manda in campo Dell’Aquila che, come accaduto molto spesso in questo primo scorcio di stagione, si rivela un fattore non da poco. Il suo è un capolavoro di balistica. L’ex Spal al 56’ calcia addirittura da metà campo e scavalca il portiere avversario Galassi, reo di essere uscito avventatamente dai pali. Dalla panchina giunge anche il timbro del sorpasso. Scurto manda in campo Njie all’82’ e dopo due minuti è proprio a lui trovare la rete che decide l’incontro. L’attaccante granata anticipa tutti sul primo palo su un cross dalla sinistra e di testa corregge la traiettoria in porta per il 2-1 definitivo. Al triplice fischio i granata si ritrovano così più in alto di tutti. Capolista solitaria a quota 12 punti.

HELLAS VERONA-JUVENTUS 1-1
RETI: st 14’ Bragantini (V), st 32’ aut. El Wafi (J)
HELLAS VERONA: Boseggia; Signorini, Sulemana (st 9’ Riahi), Calabrese, Florio, Bernardi, Camara (st 40’ Matyjewicz), Joselito, Cazzadori (st 28’ Cisse), Ebengue (st 9’El Wafi), Bragantini (st 40’ Patanè). A disp: Ravasio, Toniolo, Piantedosi, Schirone, Larsen, Scalco, Zejnullahu, Agbonifo. All. Bocchetti. 
JUVENTUS: Daffara; Domanico (st 23’ S.Turco), Dellavalle, Citi, Moruzzi; Doratiotto, Nonge (st 34’ Ripani); Hasa, Strijdonck (st 9’ Mbangula), Galante (st 34’ Yildiz); Mancini (st 23’ N.Turco). A disp: Scaglia, Vinarcik, Valdesi, Rouhi, Huijsen, Anghele, Pisapia, Morelo, Maressa. All. Montero. 

TORINO-CESENA 2-1
RETI: pt 38′ Carlini (C); st 11′ Dell’Aquila (T); st 39′ Njie (T)
TORINO: Passador, N’Guessan, D’Agostino, Gineitis (st 8’ Weidmann), Caccavo (st 8’ Dell’Aquila), Ansah (st 37’ Njie), Jurgens, Antolini (st 27’ Rettore), Dellavalle, Dembele, Ruszel ( st 1’ Ruiz). A disp. Hennaux, Brezzo, Gaj, Wade, Corona, Dalla Vecchia, Savva, Marchioro. All.Scurto
CESENA: Galassi, David, Lilli, Ferretti, Suliani, Carlini, Pieraccini (st 25’ Lo Guidice), Lepri, Spatari (st 41’ Amadori), Sette, Ferrara. A disp. Veliaj, Elefante, Bernardi, Rossi, Ghinelli, Guidi, Gessaroli, Liburdi, Sartini. All. Ceccarelli

 

Letto 755 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta