Lunedì, 06 Febbraio 2023
Sabato, 08 Ottobre 2022 14:59

Primavera 1 – Juve, due gol splendidi di Yildiz e Mbangula e il colpo finale di Turco sigillano la vetta: Samp sconfitta 3-1

Scritto da
Juventus Primavera Juventus Primavera Juventus Fc Youth

7^ GIORNATA – Un altro timbro del turco-tedesco, l’invenzione del belga e la ciliegina sulla torta del gol del capocannoniere regalano i tre punti alla formazione di Montero che mantiene la testa della classifica e si prepara al meglio alla trasferta europea col Maccabi Haifa


La Juventus tiene fede a un inizio di stagione coi fiocchi conquistando un altro successo, quest’oggi ai danni della Sampdoria. 3-1 in favore della formazione di Paolo Montero, a firma di Yildiz nel primo tempo più Mbangula ad inizio ripresa e Turco a risultato già acquisito. Al 91’ la rete utile soltanto alle statistiche del sampdoriano Ivanovic.  I bianconeri riescono così a mantenere il primo posto della graduatoria a quota 17 e il miglior attacco con 21 reti in 7 incontri. I primi minuti del match sono di marca sampdoriana. I genovesi fanno loro il possesso e in fase difensiva adottano una pressione alta sulla costruzione avversaria. In più la squadra di Tufano è in grado di creare pericoli. Al 3’ Nonge entra in maniera scomposta e regala una punizione agli ospiti. Sul pallone Bianchi che dall’out di destra va verso la porta. Il suo tiro è centrale e Scaglia è attento a smanacciare fuori dall’area di rigore. Tre minuti più tardi un’occasione decisamente più succulenta sui piedi di Montevago. Il 9 doriano viene servito in verticale. A tu per tu con Scaglia, l’estremo difensore in uscita riesce a chiudergli lo specchio sulla conclusione rasoterra.
Dopo qualche spavento è la Juventus a prendere le redini del gioco. La Samp rimane in partita in un’interpretazione dell’incontro fondata su rapide ripartenze. Lo scenario però è intercambiabile, con la Juventus che è veloce nel trasformare le azioni da difensive a offensive cercando l’esplosività di Strijdonck coadiuvato da una serie di invenzioni dai piedi di Yildiz. Al 16’ è proprio il turco-tedesco a cambiare il risultato: azione in orizzontale dei bianconeri, palla all’ex Bayern che dal mancino se la sposta sul destro e scarica un tiro potente rasoterra che va ad infilarsi in rete.
Emozioni non stop, la Juventus dopo il nuovo calcio d’inizio ha subito l’occasione per il raddoppio. La difesa doriana in affanno in costruzione. Mancini va a contrastare il portiere. Strijdonck, anch’esso in pressione, si ritrova il pallone tra i piedi. A porta sguarnita perde il tempo per concludere e quando si decide è troppo tardi con la retroguardia doriana che riesce a murarlo mantenendo il risultato. Al 21’ l’occasione arriva per Nonge. Ancora Yildiz protagonista col tacco che libera il belga per la conclusione dal limite che si spegne sopra la traversa.
La Juventus continua a insistere sia sulle corsie che centralmente dove è ancora il turco-tedesco a far la differenza. La Samp non resta sicuramente a guardare. Alla mezz’ora i doriani si riaccendono offensivamente, prima con un tiro a giro di destro da fuori area di Pozzato che conclude la sua corsa di poco oltre l’incrocio dei pali, poi con Ivanovic al 35’. Cross da destra di Savio, l’incornata di Ivanovic sul secondo palo che gli permette di battere Scaglia ma non il legno che gli nega la gioia del gol del pari. Juve graziata, che cerca di scrollarsi fin da subito lo spavento nel capovolgimento di fronte che conduce alla conclusione dal limite di Mbangula, dopo il servizio centrale di Doratiotto. Il belga calcia col destro, traiettoria che termina di poco sopra la traversa.
Resta tutto in bilico e la Samp ha di nuovo la possibilità di riaprire il discorso. Ancora Montevago con un’autostrada di fronte a lui e stesso esito. Ripartenza doriana in un tre contro due difensori bianconeri. Ivanovic porta palla e serve il numero 9 doriano sulla corsa che si avvicina all’area e scarica un diagonale che non centra lo specchio. Mani nei capelli per l’ennesima occasione sprecata. La Samp non si abbate e alimenta il forcing. A un minuto dal duplice fischio doppia occasione per gli ospiti. Ivanovic rifinisce questa volta per Savio che da pochi passi si ritrova la palla del pareggio, ma è ancora la retroguardia bianconera e Scaglia sul secondo tentativo a proteggere il vantaggio che si amplia per tutto il durare dell’intervallo.

La Juventus comincia il secondo tempo in maniera aggressiva, intenta a chiudere il prima possibile il discorso partita. Cinque minuti per la prima occasione volta a rinvigorire il vantaggio bianconero. Rapida ripartenza impacchettata da Mbangula per Yildiz. Il turco-tedesco arriva a tu per tu col portiere. Un tocco in più gli fa però perdere il tempo per la conclusione. In extremis prova a scavalcare il portiere con uno scavetto, ma Tantalocchi non si fa superare e spedisce in corner. Prologo del raddoppio che matura al 52’. Mbangula si ritrova il pallone al limite dell’area. Si inventa una magia con un tiro a giro di destro la cui traiettoria scende per infilarsi all’incrocio dei pali.
Col risultato vicino ad essere in cassaforte, la gara invece di abbassare i toni si riaccende. Le squadre si allungano e la Samp cerca di approfittare di qualche sbandata difensiva della Juventus. Al 63’ ci prova Ivanovic con un diagonale mancino, che per sua sfortuna finisce lontano dal secondo palo. La Samp aumenta la pressione, senza però creare veri problemi a Scaglia. I padroni di casa riescono a mantenere il doppio vantaggio e al 77’ trovano anche la ciliegina sulla torta col subentrato Nicolò Turco. Tiro da fuori area di Nonge col destro. Tantalocchi risponde in maniera non perfetta e per il capocannoniere del torneo è un gioco da ragazzi spingere il tap-in vincente per il 3-0. Nel finale la rete della bandiera della Sampdoria a firma Ivanovic. Cross da sinistra sul secondo palo per la sponda al centro a servire il serbo che incorna in rete al minuto 91.

JUVENTUS-SAMPDORIA 3-1
RETI: pt 15’ Yildiz (J), st 7’ Mbangula (J), st 32’ N. Turco (J), st 46’ Ivanovic (S)
JUVENTUS: Scaglia; Valdesi, Huijsen, Citi, Turco S. (st 19’ Rouhi); Mbangula, Nonge (st 33’ Ledonne), Doratiotto, Strijdonck (st 1’ Hasa); Yildiz (st 9’Anghelè), Mancini (st 18’ Turco).  A disp. Vinarcik, Daffara, Dellavalle, Domanico, Ripani, Morleo, Maressa. All. Montero. 
SAMPDORIA: Tantalocchi, Villa (st 32’ Conti), Cecchini, Pozzato (st 19’ Leonardi), Paoletti, Montevago (st 19’ Ntanda-Lukisa), Miettinen (st 19’ Pellizzaro), Bianchi, Ivanovic, Savio, Uberti (st 10’ Chilafi).  A disp. Zorzi, Scardigno, Muratori, Polli, Caruana, Marocco, Peretti. All. Tufano. 

Letto 779 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta