Sabato, 10 Dicembre 2022

IL PUNTO SULLA 4^ GIORNATA - Grande rimonta del Borgosesia, ma l'incontro più pazzo della giornata è tra Busca e Bruinese. Il Quincinetto Tavagnasco si insinua tra le grandi Lascaris e Pro Eureka, che mostrano un gran bel calcio. Che ingresso in campo nella Rivarolese, ma in casa Rosta non è da meno Trogu.
 


GIRONE A

Tante belle gare in questa quarta di campionato, a partire dalle nette affermazioni delle due battistrada, larghe, ma giunte non senza problemi.
L'Union Novara disputa un grandissimo primo tempo al cospetto del Città di Baveno, ma al primo errore viene punita e da lì capitola, con anche la sfortuna di subire due autoreti.
Il Verbania similmente parte fortissimo con la Biellese andando avanti, viene ribaltato in pochi minuti, ma regge l'urto della marea bianconera e disputa un resto di parziale tignoso. Fino al black-out di tre minuti tra 43' e 45' che costa tre reti e la sostanziale fine dell'incontro.

Niente trio in vetta, perché da Cossato arriva la bomba di giornata, con il Turricola Terruggia che senza timori di sorta sta facendo faville e va a sbancare un campo ostico con Valerioti e la doppietta di Corona. Per la squadra di Nardiello ora trasferta a Biella senza nulla da perdere, i ragazzi di Nardiello non vogliono smettere di stupire.
Ne approfitta lo Sparta Novara, che tiene il passo disponendo agevolmente del fanalino Strambinese mandando in rete 7 giocatori diversi, mentre subito dietro si fanno sotto RG Ticino e Casale, entrambe corsare rispettivamente su Accademia Borgomanero e Ivrea. Da segnalare la bellissima rete del 2-0 per i nero stellati, con una pregevole sforbiciata di Trombini, ben pescato dalla punizione di Qanaj.
Chiude l'unico pari di giornata, l'abbastanza sorprendente 2-2 tra Volpiano Pianese e Borgosesia. Un punto preziosissimo per i granata, bravissimi a recuperare da 2-0 sotto, tenere botta e veder poi salire in cattedra l'estremo difensore Autorello, capace di sventare il rigore del possibile 3-2.

GIRONE B

Nessuno a punteggio pieno e trio di imbattute al vertice.
Nel big match di giornata Lascaris e Pro Eureka si spartiscono la posta. Bianconeri che si mordono le mani per l'occasione mancata, essendo stati in vantaggio per tutta la gara e venendo ripresi all'ultimo respiro da Baan su azione d'angolo. Per gli ospiti comunque un punto meritatissimo, alla luce del grande incontro disputato e alla fine il risultato è stato corretto.
Si fa sotto quindi il Quincinetto Tavagnasco, che travolge il fanalino Torinese e ora potrà preparare la grande sfida alla Pro Eureka di domenica con il morale a mille. Il tecnico Contiero però mantiene la calma e fissa gli obbiettivi: "Un primo mese di calcio passato bene. Non dobbiamo dimenticare che abbiamo avuto sei nuovi innesti, abbiamo due ragazzi del 2007 titolari, quindi si, sicuramente stiamo lavorando bene. C'è stata nei ragazzi una maturazione umana, che poi li ha portati di conseguenza ad una maturazione calcistica, stiamo bene, c'è allegria, i ragazzi sono felici, è un buon momento. Noi cerchiamo di continuare sul nostro percorso, c'è ovviamente la volontà di fare sempre meglio, ma non abbiamo l'assillo di puntare in alto. L'obbiettivo che potrebbe venire non deve distoglierci dall'obbiettivo che ci siamo prefissati, che è quello di far maturare sempre più i nostri giocatori. Il prossimo weekend abbiamo una gara tosta, ma cerchiamo sempre di considerare tutte le gare allo stesso modo. Non bisogna guardare il nome dell'avversario, ma scendere in campo ogni volta concentrati, mettendo intensità e attenzione ogni volta che si scende in campo. Non facendo così ogni gara risulta difficile, nel campionato Allievi Regionali è così che funziona, ogni squadra può metterti in difficoltà. Le ambizioni di classifica contano relativamente, quello che chiedo sempre è che tutti si mettano a disposizione, che abbiano voglia di impegnarsi e lavorare seriamente, cercando di applicarsi al massimo per rendere le idee che gli trasmettiamo. Più avanti faremo i conti con i risultati, a fine stagione faremo le valutazioni su dove saremo arrivati, ma in un campionato giovanile dev'essere la crescita dei giocatori il punto focale".

Si attarda di 3 punti invece il Vanchiglia, sorpreso dal PDHA Evançon in un finale incandescente. I valdostani confermano ulteriormente quanto possano stupire in questa stagione e quanto le squadre di vertice dovranno guardarsi da loro lungo tutto il corso dell'anno. Oggi tanti applausi dalla dirigenza a dei ragazzi che ci hanno messo il cuore, trascinati da Jacopo Florio, autore delle due reti che hanno garantito la vittoria, la seconda in pieno recupero dopo ben due espulsi, uno per parte.
Ben tre le cinquine di giornata, da un lato quella del Rosta sul VDA Charvensod, con Trogu man of the match con una tripletta. Dall'altra la Rivarolese, che espugna Cenisia dopo un incontro mozzafiato. Battaglia con una doppietta trascina i suoi, ma il Cenisia tiene botta, vede gli avversari fallire un rigore e riesce ad impattare. Dalla panchina  allora il tecnico Scalone tira fuori il jolly Teodor Tassone, che si scatena e segna tre reti e decide l'incontro.
Molto più netta la vittoria dell'Alpignano, che travolge il Lucento con tanto di manita e clean sheet. Da sottolineare i complimenti rivolti dalla società alpignanese alla giovane direttrice di gara, autrice di un ottimo arbitraggio.
Chidue la giornata il pari tra Spazio Talent Soccer e BSR Grugliasco, incontro equilibrato e ben giocato da entrambe. Alla fine pari giusto, con l'estremo difensore Cadili che si supera in diverse occasioni, mentre gli ospiti prendono campo a lungo andare e nel finale centrano un clamoroso palo con Arva.

GIRONE C

E' la giornata di Amadio e Sadrija, che spiccano con un poker ciascuno nelle rotonde vittorie di Chisola e Cuneo Olmo su Salice e Caraglio, ancora mestamente ferme a quota 0. In loro compagnia la Saviglianese, stesa da De Pasquale dopo un incontro combattuto, che alla fine sorride alla Cheraschese. La compagine di Scarzello proverà a replicare la grande stagione vissuta lo scorso anno, ma il tecnico è conscio di quanto ciò sarà difficile.
Tutti gli avversari dei nero bianco oro si sono fatti sentire in questo turno. Il Pinerolo con una rete per tempo ha avuto la meglio del Beiborg, che continua a dare buona mostra di se nonostante un calendario di fuoco per una neo promossa.
Il Bra e il Nichelino Hesperia invece hanno avuto la meglio nelle sfide più ostiche di giornata. Entrambe si sono affermate per 2-1 rispettivamente sul campo della Giovanile Centallo e in casa contro il Fossano. Ora per i giallo rossi il test più probante di tutti, domenica arriva il Chisola.

Chiudiamo con la partita della giornata, l'incredibile 5-4 con cui il Busca si è imposto sulla Bruinese. Gara folle, che ha sorriso ai padroni di casa, ma che ha messo in luce l'enorme cuore della Bruinese, che perso un uomo già al 10' del primo tempo si è poi trovata in 9 al 25' della ripresa. Nonostante questo la sconfitta è arrivata solo per un'autorete e poco ci mancava che i ragazzi di Esposito riuscissero a riprenderla.

GIRONE D

Nessun problema per le prima quattro della classe in questo quarto turno. Il Chieri stravince con il Moderna Mirafiori, in una gara in cui gli ospiti hanno limitato i danni nel primo parziale, chiuso due reti sotto, ma come nella scorsa gara, preso il terzo gol in apertura di parziale, hanno poi finito per essere travolti. Da rimarcare le triplette di Manfredi e Galvagno.
Senza patemi anche l'Acqui, che rifila un poker all'Alba Calcio. Per i ragazzi di Alba fine di un mese da incubo, con le migliori tre incontrate una dopo l'altra e ora finalmente spazio a scontri diretti più abbordabili. Si inizia con il più complicato però, domenica appuntamento per il derby con l'Albese.
Avanti tutta anche la Cbs, che ne fa 3 ad un comunque buon Moncalieri, mentra il Derthona strapazza il Canelli a domicilio.

Si regalano il primo sorriso Asti e Beppe Viola. I vice campioni regionali di Under 16 espugnano Alba con un 5-3 frutto di un secondo parziale dominante, dopo che il primo aveva visto gli avversari portarsi avanti. Il Beppe Viola invece lascia a secco il KL Pertusa e si gode la prima, meritata vittoria. Ora testa al Canelli per un altro scontro diretto.
La vittoria più rumorosa è quella del Bacigalupo, che reagisce da grande allo svantaggio e piega la Novese in rimonta. Primo parziale di marca ospite, ma nonostante la mole di occasioni creata i nero azzurri reggono. E nella ripresa tornano in campo più determinati, mettono alle corde gli avversari e con Santoro e Mazzetta si prendono i 3 punti, agganciando a quota 7 proprio i concorrenti odierni.

IL PUNTO SULLA 4^ GIORNATA - Ogni girone ha la sua coppia di reali. Splendono a suon di reti Leone, Nicolello e Diego Peluso. Prime vittorie per Casale e Juventus Domo, per Alba Calcio e Cit Turin coincidono con i primi punti.
 


GIRONE A

Il risultato più roboante arriva da Novara, dove lo Sparta affonda la Pro Eureka con una perentoria cinquina. Inizio di campionato molto positivo per i novaresi e la soddisfazione viene rimarcata dalle parole del dirigente Roberto Airoldi: "Allenatore nuovo, ben 9 innesti nuovi, ma la squadra si sta comportando molto bene e può migliorare ancora, settimana dopo settimana. In questo girone ci saranno quattro o cinque squadre che lotteranno fino all'ultimo per le posizioni di vertice, faremo di tutto per essere anche noi in quel gruppo".
Il secondo stop consecutivo non preoccupa troppo il tecnico della Pro Isaia: "Oggi siamo partiti bene, poi il calo è avvenuto soprattutto a livello mentale. Ero consapevole il grosso del lavoro sarebbe dovuto essere sulla testa e sul gruppo, c'è ancora da lavorare. Ma sono convinto della forza di questi ragazzi, è una squadra forte che saprà riprendersi e riusciremo a disputare una bella annata".

In vetta troviamo sempre appaiato il duo composto da Ivrea e Biellese, impostesi su Union Novara e Romagnano con risultati rotondi. Union ancora fermo a 0, nonostante la rete del momentaneo pari di Vuksani, vanificata prima dell'intervallo dalla pregevole punizione del capitano eporediese Poma. Il Romagnano invece cade sotto i colpi di uno scatenato Nicolello, autore di tre reti che lo portano a 7 in stagione. 
All'inseguimento troviamo due punti sotto il Volpiano Pianese, che piega a domicilio il Città di Baveno e ora prepara il terreno per la super sfida di sabato alla Biellese. Così come l'Accademia Borgomanero, in scioltezza sul Santhià, ma che dovrà ospitare l'Ivrea nel prossimo turno. Due gara per testare le ambizioni di queste quattro compagini.

Nelle retrovie invece primi squilli per Casale e Juventus Domo, che stravincono gli scontri diretti con Strambinese e Oleggio. La Juve Domo ha avuto bisogno della ripresa per dilagare, dopo un primo parziale chiuso sopra di una sola rete, mentre i nero stellati, dopo i tanti gol presi nonostante le buone prestazioni, si rifanno con un bel poker condito da clean sheet.

GIRONE B

Lascaris e Lucento dettano legge e con il medesimo risultato tengono la vetta. Dietro restano ad un incollatura le inseguitrici VDA Charvensod, Vanchiglia e Alpignano, tutte autrici di vittorie convincenti. Soprattutto l'Alpignano, che non lascia scampo al Borgaro Nobis stravincendo per 7-0. Giornata perfetta per i bianco azzurri e mister Campasso molto soddisfatto: "Oggi i ragazzi sono stati molto quadrati e concentrati. In un paio di occasioni abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma nel complesso ci siamo dimostrati più forti".
Vince ancora il Leinì, lasciando fermo a 0 il Venaria. Cervotti che aspettano il loro momento consci che arriverà, sapendo sarebbe stato un inizio difficile visto che la squadra è pressoché nuova.

I riflettori di giornata sono però tutti puntati su Pianezza-Ciriè e sulla giornata strepitosa del capitano ospite Diego Peluso. Incontro pazzesco, con i padroni di casa avanti, agguantati nella ripresa dal rigore di Peluso e subito avanti dopo pochi minuti. Ma in un finale di fuoco il capitano nero azzurro si regala altre due reti, al volo di sinistro e di testa, per una tripletta da favola, resa ancor più prestigiosa dal fatto che il giocatore è difensore centrale.
La vittoria non più che far felice Vincenzo Peluso, allenatore del Ciriè, che commenta questo primo, intenso, mese di calcio: "Sono stati 30 giorni di ambientamento. Siamo stati ripescati per giocare questi Regionali e la squadra è stata sistemata piuttosto in fretta. Tanti ragazzi se ne erano andati e abbiamo lavorato per abituare il gruppo alla categoria. Intensità, tecnica, preparazione fisica, non è la stessa dei Provinciali, per tanti sono aspetti nuovi, ma per fortuna l'ossatura della squadra è rimasta dall'anno scorso, credendo nel progetto e si stanno togliendo le loro soddisfazioni. Non eravamo accreditati per avere questi punti nelle prime giornate e forse ci manca qualcosa dalla prima gara, ma questo è il calcio, oggi da, oggi toglie. Abbiamo lavorato tanto a testa bassa e i ragazzi vanno ringraziati per l'umiltà con cui si sono messi a disposizione e per la voglia che hanno di imparare. Lo spogliatoio è unito, grazie anche all'impegno profuso dalla vecchia guardia per fare gruppo e questo al di là dei risultati sul campo è uno degli aspetti più importanti. Questo 3-2 oltre ai 3 punti ci dà tanta autostima, ci fa capire che possiamo fare risultato anche con squadre più forti, una partita che ci servirà in futuro, oltre che per le emozioni che ha dato. Per la tripletta di un difensore, per averla ripresa segnando due gol negli ultimi minuti, sensazioni davvero forti. E' stato un mese duro, ma continuando così potremo toglierci altre soddisfazioni".

GIRONE C

Restano a punteggio pieno Chisola e Giovanile Centallo dopo questa 4^ giornata. Affermazione del Chisola senza patemi in casa di un volenteroso Beiborg, ma per i padroni di casa sono altre le sfide importanti da vincere. Decisamente più tirata la vittoria del Centallo sul campo del Cuneo Olmo, avversario ostico che è stato capace di rispondere al gol lampo di Zabena con il solito Marchisio, salvo poi capitolare nel finale di gara. Affermazione di qualità per la squadra del tecnico Piergiacomo Mondino, attesa ora da un mese di fuoco che vede nell'ordine Bra e Caraglio in casa e Nichelino Hesperia e Saviglianese a domicilio. Nel frattempo l'allenatore commenta questo primo mese: "Stiamo lavorando bene settimana dopo settimana, il gruppo sta crescendo sia sul lato umano che tecnico. Che sia allenamento o partita percepisco la voglia dei ragazzi di andare al campo e divertirsi tutti insieme".
Proprio il Caraglio è la prima delle inseguitrici, dopo l'autorevole 4-3 con cui si è imposto sul campo del Bra. 3-0 sopra, poi 4-1, solo nel recupero arriva la 3^ rete per i giallo rossi, troppo tardi per sperare in una clamorosa rimonta. Terzo posto, 9 punti in quattro gare e un terminale offensivo come Caramia già a quota 6 reti in stagione, ma sono risultati che non sorprendono l'allenatore Francesco Raina: "Per le nostre caratteristiche siamo una squadra che prova a fare risultati con tutti. La vittoria con il Cuneo Olmo ci ha fatto capire che siamo sulla strada giusta. Dispiace per la sconfitta con il Beiborg, ma ci è stata utile, ci ha dato la scossa e siamo stati capaci di reagire nel modo giusto. Caramia è un ragazzo che gioca per la squadra e si impegna tantissimo, i suoi gol sono frutto del lavoro complessivo di tutti".

Dietro si blocca la Cheraschese, strapazzata malamente da un'Area Calcio in gran spolvero. Dopo la bella prestazione con il Chisola, una vittoria che certifica ulteriormente la bontà del gruppo guidato da Francesco Camisola.
Oggi si sorride ad Alba, con i primi punti conquistati dall'Alba Calcio a scapito della diretta concorrente Roretese. 4-2 che permette all'undici di casa di scavalcare gli avversari odierni e il Salice, impotente davanti ad un Pinerolo in cerca di riscatto e travolto 7-0. La squadra di Berg ora attesa dalla trasferta sul campo della Saviglianese, che rilancia le sue ambizioni con la seconda vittoria consecutiva, strappata sul campo del Nichelino Hesperia.

GIRONE D

Il quartetto di gironi si chiude con altre due squadre a braccetto in vetta.
La Sisport è un rullo compressore e travolge l'Asti 10-1, con Leone a fare la parte...del leone con un poker. La Cbs invece tiene il passo, imponendosi 3-1 sul campo di un Turricola Terruggia che si dimostra comunque squadra rognosa da affrontare.
Il big match di giornata era tra Novese e Chieri ed a spuntarla alla fine sono stati gli ospiti guidati da Marco Biancardi, che hanno decisamente messo da parte la sconfitta con la Sisport e sono pronti ad un campionato da protagonisti. I padroni di casa però non si disperano, nonostante l'amaro in bocca per la sconfitta, in una gara partita anche con il piede giusto visto il vantaggio di Delfitto. Ma la prestazione lascia ben sperare per il futuro e incontri con avversari come il Chieri, giocati per larghi tratti alla pari, dicono di una Novese che proverà a giocarsi le sue carte fino all'ultimo per le posizioni di vertice. Sabato altro test di livello, visto che andranno a giocare in casa Sisport.
Vola a 9 punti anche l'Acqui, alla terza vittoria consecutiva. Niente esaltazioni però, mister Bobbio sa che "Sicuramente un buon primo mese, ma Derthona a parte abbiamo affrontato tre squadre alla nostra portata. I ragazzi comunque sono stati bravi e in campo hanno sempre messo tutto".

Proprio il Derthona riprende la marcia piegando il KL Pertusa, che guida il gruppone di squadre a 3 punti. Gruppo a cui si unisce il Cit Turin, che si sblocca nella sfida alla diretta concorrente Asca, lasciandola a 0 così come il Beppe Viola. La squadra di Caldarella esce sconfitta dalla sfida con la Fortitudo, ma con scia polemica per un arbitraggio definito estremamente scadente e per cui ne hanno pagato le spese il giocatore Lo Voi e lo stesso mister Caldarella.
Per la Fortitudo comunque un inizio di stagione molto buono, con 7 punti a referto e il pareggio di prestigio con il Derthona della settimana scorsa. Non può che esserne soddisfatto Edoardo Cazzolla: "Un mese positivo, i ragazzi si allenano tutti con determinazione e voglia di crescere. Cerchiamo di guardare settimana per settimana, provando a migliorarci tutti insieme".

4^ GIORNATA - Vittorie da brividi per PDHA Evançon e Busca. Rimonta con rigore parato per il Borgosesia, mentre un grande Bacigalupo ribalta la Novese. Chisola, Chieri, Sparta Novara, Biellese e Quincinetto Tavagnasco fanno scorpacciata di gol. Importanti e tirate vittorie per RG Ticino, Bra e Nichelino Hesperia.
 


GIRONE A

ACCADEMIA BORGOMANERO-RG TICINO 1-2
RETI: pt 15' Eterno (T), 23' Shehu (T), st 36' Bacchetta (B)

BIELLESE-VERBANIA 7-1
RETI: pt 2' Amato (V), 6' Foglia Taverna, 17' Calefato, 43' e 45' Stella, 44' Ghedini, st 8' Mazzoni, 29' Velcani

CITTA' DI BAVENO-UNION NOVARA 4-0
RETI: pt 37' Pingitore, 42' o.g., st 5' Marzoli, 13' o.g.

CITTA' DI COSSATO-TURRICOLA TERRUGGIA 2-3
RETI: pt Valerioti, pt e st Corona (T); pt 45' Curatolo, st 26' Tomasoni (C)

IVREA-CASALE 0-2
RETI: st 35' Davin, 40' Trombini

SPARTA NOVARA-STRAMBINESE 7-0
RETI: pt 1' Baccin, 18' Martelli, 33' Rabozzi, 35' Fizzoti, 37' Fatone, st 23' Crivellari, 30' Candellone

VOLPIANO PIANESE-BORGOSESIA 2-2
RETI: pt 2' e 11' Lucca (V), 12' Marotti (B), 22' Piletta (B)
NOTE: st 23' Autoriello (B) para rigore a Romeo (V)

GIRONE B

SPAZIO TALENT SOCCER-BSR GRUGLIASCO 0-0

LASCARIS-PRO EUREKA 1-1
RETI: pt 2' Massaro (L), st 49' Baana (P)

LUCENTO-ALPIGNANO 0-5
RETI: Carnevale, Caforio, Aguiaro, 2 Leccese

PDHA EVANCON-VANCHIGLIA 2-1
RETI: pt 22' e st 53' Florio (P), 27' rig. Vitale (V)
ESPULSI: st 49' Pomella (V), 52' Perracca (P)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-TORINESE 7-1
RETI: pt 6' Tricerri, 38' e st 8' Vola, st 3' e 37' Giovanetto, 38' rig. Discepolo (T), 44' Adragna, 45' Gianola

CENISIA-RIVAROLESE 3-5
RETI: pt 9' e st 10' Battaglia (R), pt 12' Rizzato (C), 35' Dichiara (C), st 14' Chironna (C), 20', 35' e 40' Tassone (R)

ROSTA-VDA CHARVENSOD 5-2
RETI: pt 25' Pacuku (C), 34' Moletto, 40', st 12' e 20' Trogu, st 10' Cutano (C), 17' Nurisso
ESPULSO: st 16' Girardi (C)

GIRONE C

BUSCA-POLISPORTIVA BRUINESE 5-4
RETI: pt 2' rig. Becchio (PB), 5' Bernardi (BU), 20' e st 15' Chiapello (BU), pt 28' Arneodo (PB), 32' Pecchioli (PB), st 25' Griotti (B), 30' o.g. (BU), 43' Battaglia (PB)
ESPULSI: pt 10' Pomatto (PB), st 25' Giordan (PB)

CHERASCHESE-SAVIGLIANESE 1-0
RETE: De Pasquale

CHISOLA-SALICE 12-0
RETI: pt 6' Gironda, 10' Brun, 11' e st 4' Pastiu, pt 40' Giordano, st 16' Castellaro, 24', 31', 42' e 45' Amadio, 35' Miraglia, 47' Pauliuc

GIOVANILE CENTALLO-BRA 1-2
RETI: pt Cia (B), st Bergia (G), La Fleur (B)

NICHELINO HESPERIA-FOSSANO 2-1
RETI: pt 9' Marrese (N), 14' La Monica (N); Podio (F)

PINEROLO-BEIBORG 2-0
RETI: pt 19' Pepe, st 23' Laeglia

CUNEO OLMO-CARAGLIO 8-0
RETI: 4 Sadrija, Caraglio, Giordano, Maccario I, Maccario II

GIRONE D

CANELLI-SG DERTHONA 2-6 giocata 08/10
RETI: pt 5' Pernigotti (C), 20' e 25' Perez, st 18', Agosta, 30' Dellernia, 33' Lombardi, 44' Lovisolo (C), 47' Chifu

ACQUI-ALBA CALCIO 4-1
RETI: Filippini, Gillardo, Zunino, Magnani (AC); pt 40' Grimaldi (AL)

ALBESE-ASTI 3-5
RETI: pt 1' e st 7' rig. Paolin (AS), pt 33' rig. Scofienza (AL), 36' Franza (AL), 40' Novara (AL), st 8' Hoxha (AS), 11' Bo (AS), 21' Abela (AS)

BACIGALUPO-NOVESE 2-1
RETI: pt o.g. (N), st 30' Santoro (B), 40' Mazzetta (B)

CHIERI-MODERNA MIRAFIORI 9-0
RETI: pt 14', st 1' e 10' Manfredi, pt 28' Birtolo, st 17', 37' e 44' Galvagno, 32' Di Filippo, 40' Spinelli

KL PERTUSA-BEPPE VIOLA 1-3
RETI: pt 23' Catoggio, 36' Zunino, st 41' rig. Guido, 44' Del Mare (P)

CBS-MONCALIERI 1953 3-0
RETI: pt 35' e st 43' Achino, st 21' Barna
ESPULSO: st 49' Correale (M)

4^ GIORNATA - L'Ivrea non si ferma e resta a punteggio pieno, l'Accademia Borgomanero continua l'inseguimento. Alpignano e Pinerolo sette bellezze. Diego Peluso si scatena, si porta a casa il pallone e stende il Pianezza. Ottime vittorie esterne per la capolista Giovanile Centallo e per una buonissima Saviglianese. Vince ancora il Leinì. Prime meritatissime affermazioni per Casale e Juventus Domo.
 


GIRONE A

CASALE-STRAMBINESE 4-0
RETI: pt 18' Ferraris, 26' Micillo, 28' Bennardo, st 9' Zidan

IVREA-UNION NOVARA 4-1
RETI: pt 1' Magrì, 12' Vuksani (U), 33' Poma, st 21' e 28' Touti

SANTHIA'-ACCADEMIA BORGOMANERO 0-4
RETI: Lukiv, 2 Mattamma, Battaglia

JUVENTUS DOMO-OLEGGIO 5-0
RETI: pt 27' Brandini, st 6' Marcon, 8' Veia F., 13' Minazzi, 26' Adam

BIELLESE-ROMAGNANO 5-0
RETI: pt 33', 40' e st 15' Nicolello, st 29' Dettoma, 40' Di Francesco

SPARTA NOVARA-PRO EUREKA 5-2
RETI: Nardiello, Matera (P); pt 6' e 29' Crespi, 23' Albanese, 28' Barbero, 34' Prudinikov (S)

CITTA' DI BAVENO-VOLPIANO PIANESE 0-3
RETI: pt 20' Stefanelli, st 35' Frazzetta, 40' Peradotto

GIRONE B

ALPIGNANO-BORGARO NOBIS 7-0
RETI: Caci, Costa, Garrone, Zizzo, 2 Quarta, Candela

LEINI'-VENARIA 2-0
RETI: st 20' Napolitano, 30' Baltag

PIANEZZA-CIRIE' 2-3
RETI: pt 40' rig. Mereu (P), st 6' rig., 38' e 41' Peluso D. (C), 9' Vurchio (P)

PARADISO COLLEGNO-VDA CHARVENSOD 1-3
RETI: pt 4' Marcoz, 12' Centonze (P), 26' Riboni, st 9' Lahmadi

QUINCINETTO TAVAGNASCO-VANCHIGLIA 1-3
RETI: Shaker, 2 Grosso (V), Antonietti (Q)

LUCENTO-CENISIA 4-1
RETI: pt 20' Arfaoui, 21' Piazzolla, 28' Beatrici (C), st 31' e 45' Mossucca, 

LASCARIS-VIRTUS MERCADANTE 4-1
RETI: pt 11' Bosco, 24' Chiarello, 40' Di Matteo, st 39' Beggi (L); Garofalo R. (M)

GIRONE C

BRA-CARAGLIO 3-4
RETI: pt 19' Caramia (C), 29' Adamonis (C), 35' Renaudo (C), 40' e st 19' Sammouni (B), st 18' Rivero (C), 42' Valleriani (B)

CUNEO OLMO-GIOVANILE CENTALLO 1-2
RETI: pt 5' Zabena (G), rig. Marchisio T. (C), st 33' Bergia (G)

PINEROLO-SALICE 7-0
RETI: pt 9' Decolombi, 10' Salvatore, 17' De Marinis, 35' Salvai, st 3' Mulas, 24' Pandolfi, 27' Rivetti
NOTE: pt 14' Vendramini (P) para calcio di rigore, 27' Grisafi (P) fallisce calcio di rigore

BEIBORG-CHISOLA 0-5
RETI: pt 15' Tarucco, 18' e 22' Ferrazza, st 16' e 41' Fiore

NICHELINO HESPERIA-SAVIGLIANESE 2-4
RETI: st 7' e 24' Perrone (N); Olivero, Neri, Masino, Thioune (S)

ALBA CALCIO-RORETESE 4-2
RETI: Trinchero, Mazza, Asteggiano, Bussi (A); pt 16' Vaira M., st 17' Maccagno (R)

AREA CALCIO ALBA ROERO-CHERASCHESE 5-2
RETI: 2 Feraru, 2 Merca, Gili (A); Napoli, De Francesco (C)

GIRONE D

ACQUI-POZZOMAINA 3-1
RETI: Bologna, Anguilletti, Massa (A); Trabuio (P)

ASTI-SISPORT 1-10
RETI: pt 6', 14', 31' e st 5' Leone, pt 10' Lo, 12' rig. Ricordo (A), 17' Colletto, 33' e st 35' Rossetti, st 9' e 38' Molino, 

BEPPE VIOLA-FORTITUDO 2-4
RETI: pt 24' Marcenaro, 33' Zoia D., 38' Ceraulo (B), st 25' Martorelli, 38' Misul (B), 40' Guerrieri
ESPULSO: st 38' Lo Voi (B)

NOVESE-CHIERI 1-2
RETI: pt Delfitto (N), Bove (C), st Galvagno (C)

SG DERTHONA-KL PERTUSA 3-1
RETI: pt Marinelli 12' (P), 22' Torre, st 7' rig. Dalmazio, 38' Marzi (D)

TURRICOLA TERRUGGIA-CBS 1-3
RETI: pt 1' Buffon, 2' Aimetti, 29' Calderini (C); Tallarico (T)

CIT TURIN-ASCA 3-1
RETI: Dalla Molla, Danculea, Bassone (C), Arimburgo (A)

COMUNICATO UFFICIALE - Un turno più tranquillo per il Giudice Sportivo rispetto allo scorso, ma arrivano comunque dei ribaltoni. In Under 18 preannuncio di ricorso per la Fortitudo, sconfitta sul campo dell'Arquatese per 5-2. In Under 15 di Alessandria decisione che costa caro al Tiger Novi. Ancora diverse rinunce tra Regionali e Provinciali.
 


UNDER 17 REGIONALI

Fa doppietta di reclami accolti il Cuneo Olmo. Dopo l'Under 16 la scorsa settimana, il Giudice Sportive accoglie l'istanza dei cuneesi, riguardo la gara con il Nichelino Hesperia terminata 3-0 per i ragazzi di Bert. La società rosso blu punita per aver schierato il giocatore Emanuele Tullio, nonostante fosse in regime di squalifica e risultato modificato in 0-3 a tavolino.

PROVINCIALI

A Torino sono quattro i 3-0 a tavolino assegnati.
In Under 17 Real Orione Vallette-Pozzomaina, terminata 2-2, vede la vittoria del Pozzomaina, avendo il Real Orione schierato due giocatori non registrati e ancora sotto regime di svincolo.
In Under 15 vittoria a tavolino per Rosta e Pozzomaina e -1 in classifica a Go Sport Grugliasco e Real Orione Vallette per non essersi presentate all'incontro. Stessa sorte per il Barcanova in Under 14, assente nella sfida al Druentina.

A Cuneo Carrù Magliano Alpi protagonista. In Under 15 ritira la squadra, in Under 14 vittoria a tavolino sulla Pro Dronero, che alla prima giornata non si è presentata.

Due casi anche ad Alessandria.
In Under 17 ribaltato il risultato di Monferrato-Polisportiva Frugarolese, terminata 2-5. La vittoria va al Monferrato, avendo gli avversari schierato un giocatore posto sotto regime di squalifica.
Ma il caso più eclatante arriva in Under 15, con il Tiger Novi che nell'incontro con l'Europa Bevingros Eleven, sul risultato di 2-2, decide di lasciare il campo per protesta a seguito di un rigore assegnato agli avversari. La scelta del tecnico Alec Cristian Ciliberto porta alla perdita della gara, -1 in classifica e due mesi di squalifica per l'allenatore. Di seguito riportiamo il comunicato integrale.

Dal rapporto arbitrale si evince quanto la gara a margine sia stata decretata sospesa a seguito della decisione da parte della soc. TIGER NOVI di abbandonare il terreno di gioco. In particolare è emerso che, al 25’ del secondo tempo, a seguito della decisione dell'arbitro di assegnare un calcio di rigore a favore della società ospite, sul risultato di 2-2, l'allenatore della Soc. TIGER NOVI, tale identificato dalla Direttrice nella persona di CILIBERTO ALEC CRISTIAN, decideva, appunto, di ritirare la squadra dal campo "in segno di protesta". Da qui, la conseguente ed inevitabile decisione arbitrale di interrompere definitivamente la competizione. Va rammentato quanto sia obbligo, in capo a ciascuna società, di portare a termine la gara avviata ex art. 53 NOIF. Va ancora osservato, con particolare enfasi, l'importanza del ruolo del dirigente / allenatore, presente in panchina, che è chiamato non solo a rispettare le decisioni arbitrali, anche laddove le stesse non siano condivise, ma anche a farle comprendere ai propri giovani atleti in una logica educativa. Visti gli artt. 53 NOIF e l'art. 10 CGS, si assumono le seguenti decisioni:
- assegnazione della punizione sportiva della perdita della gara, nei confronti della Società Tiger Novi, che pertanto viene omologata con il seguente risultato: TIGER NOVI - EUROPA BEVINGROS ELEVEN 0-3
- penalizzazione di un punto in classifica a danno della Società TIGER NOVI

INTERVISTA - Il capitano del Salice si racconta e guida la sua squadra verso un campionato duro, ma da vivere fino all'ultimo secondo, forte di un gruppo unito fatto di compagni di lunga data.
 


In casa Salice c'è molto entusiasmo per questa avventura ai Regionali, conquistata sul campo la scorsa stagione, ma arrivata nella categoria Under 16 sol grazie alla rinuncia dell'Arona. Il gruppo guidato da Stefano Giachino non ha avuto modo di rinforzarsi, ma può contare sul grande affiatamento che lega i giocatori. Paolo Rabbia è capitano e anima di questa compagine e non è un caso che proprio il simbolo della squadra abbia sigliato la rete del 2-2 che alla seconda giornata ha garantito il pari con la Cheraschese, che è valso il primo punto in assoluto della società nei Regionali.

"Il gol è stata una grande emozione. Per tutti è stata una bella sorpresa avere la possibilità di disputare questo campionato, sappiamo sarà difficile, ma sono sicuro potremo crescere. La squadra ha ampi margini di miglioramento e possiamo contare su un gruppo molto unito e affiatato. Io sono qui da 10 anni e come me altri compagni, e qualcun altro è arrivato poco dopo, ci conosciamo da tanto, siamo amici. Il mio compito come capitano è cercare di far ambientare subito i nuovi e dare l'esempio in campo, incitando tutti a dare il meglio. Un aspetto che ci ha fatto piacere è stato essere inseriti nel girone con le squadre del cuneese, cosa che ci permette di evitare stancanti trasferte chilometriche".

Quali sono i tuoi compiti a livello tattico?
"Sono destro naturale, piazzato al centro del campo. La mia forza sta nei passaggi e nel recupero palla, una sorta di regista dinamico. Mi ispiro a Busquets. Personalmente devo migliorare in corsa e agilità, mentre a livello di squadra dobbiamo crescere nella difesa delle palle alte".

Tu come tanti avete subito la pandemia in un importante momento della vostra crescita, come la hai vissuta?
"E' stata dura naturalmente, ma non ho mai pensato di mollare. La passione per il calcio non è mai mancata, abbiamo cercato di tenerci attivi il più possibile. A livello fisico ho pagato qualcosa per via dell'inattività, ma appena è stato possibile ci siamo rimessi in moto, riprendendo a giocare nei campetti di zona. Abbiamo provato a farci trovare pronti per la ripartenza dello scorso anno".

In tanti anni al Salice c'è qualcuno che ha lasciato un impronta importante nella tua crescita?
"Ho avuto tanti buoni allenatori, ma quello che mi ha segnato maggiormente è stato Alessandro Paschetto nei due anni agli Esordienti. Il suo modo di allenare mi piaceva e mi ha trasmesso molto a livello di mentalità, di approccio alle gare".

Sognando il professionismo, dove ti piacerebbe giocare?
"Da tifoso naturalmente la Juventus sarebbe il massimo. Se invece dovessi dire una squadra estera, il Manchester City su tutte. Il calcio di Guardiola mi piace molto, sia come mentalità che come gioco".

Cambieresti qualcosa nel mondo del calcio giovanile?
"La regola sulle retrocessioni e promozioni non mi piaceva, premiando l'annata e non la squadra non era meritocratica. Per fortuna dal prossimo anno non sarà più così".

LA MARCATORI / 3^ GIORNATA - Con il duo dell'Acqui si fa largo anche la coppia della Giovanile Centallo, entrambi con doppietta. Idem Iamonte (Ivrea) e il regolarissimo Tagliaferri (Città di Baveno). Dehari (Bacigalupo) anche nella sconfitta non fa mancare il suo contributo. Villano (Chisola) fa tre su tre. Paolin (Asti) terzo lo scorso anno, entra in classifica. Primi gol per la Strambinese, ora tutte le squadre hanno mandato in rete almeno un elemento.
 


6 RETI: Gillardo (Acqui), Ricci (Novese), Lucca (Volpiano Pianese)

4 RETI: Zunino (Acqui), Dehari (Bacigalupo), Mazzoni, Stella (Biellese), Tagliaferri (Città di Baveno), Bergia, Guttero (Giovanile Centallo), Iamonte (Ivrea), Correale (Moncalieri), Pepe (Pinerolo)

3 RETI: Franza (Albese), Achino, Argento, De Luca, Pia (Cbs), Guida (Chieri), Villano (Chisola), Tomasoni (Città di Cossato), Berardo, Mondino (Fossano), Vanotti (Ivrea), Calabrese (Moncalieri), Valerioti (Turricola Terruggia), Vitale (Vanchiglia)

2 RETI: Bacchetta, Mura (Acc. Borgomanero), Luparelli (Acqui), Scofienza (Albese), Carnevale (Alpignano), Gariazzo F. (Biellese), Isgrò (Borgosesia), Calosso, Cia, Palaia (Bra), Cissè, Griotti (Busca), Maioglio A., Pirrotta (Casale), Celano (Cbs), Bustillo (Cenisia), Gerbore, Girardi (Charvensod), Canova, De Pasquale (Cheraschese), Manfredi (Chieri), Petrea, Simonetti (Chisola), Ceglia (Città di Baveno), Curatolo (Città di Cossato), Caraglio (Cuneo Olmo), Lo Re (Derthona), Cencig (Grugliasco), Chelotti (Ivrea), Adamo, Bisi (Lascaris), Almondo, Bertero, Novara (Lucento), Dell'Aquila, Stani (Nichelino Hesperia), Gaion, Hilal, Querim (Novese), Barria, Ciocchini, Florio J. (PDHA Evançon), Andreello (Pinerolo), Coda, Paradiso (Pro Eureka), Balzarotti, Iachi (Quincinetto Tavagnasco), Altomonte, Rondini (RG Ticino), Zucco (Rivarolese), Crivellari (Sparta Novara), Puleo (Spazio Talent Soccer), Corona (Turricola Terruggia), Ago (Union Novara), Marino (Verbania), Lista (Volpiano Pianese)

1 RETE: Bouaziz, Brusati, Federici, Stefano (Acc. Borgomanero), Fassino, Mustaccio (Alba Calcio), Balocco, Bonino, Mainerdo, Novara, Riverditi (Albese), Caforio, Serratore (Alpignano), Abela, Bo, Brenchio, Hoxha, Paolin (Asti), Cassina, Ferrero (Bacigalupo), Aloisi, Contini, Guarnieri, Vetrella (Beiborg), De Paoli, Limonciello (Beppe Viola), Biassoli, Bottone, Calefato, Chianese, Rota (Biellese), Marotti (Borgosesia), Brondino, Lorini, Mazzoni, Stojmenovski (Bra), Arneodo, Becchio (Bruinese), Laiolo, Pernigotti, Testa (Canelli), Dalmasso A. (Caraglio), Ceronetti, Davin, Trombini (Casale), Fucini, Massano, Uri (Cbs), Chironna, Rizzato (Cenisia), Apollaro, Bethaz, Cannata, Rassat (Charvensod), Delsanto, Dema, Derelitto, Kola, Nota (Cheraschese), Birtolo, Croce, Di Filippo, Fasone, Galvagno, Mancino (Chieri), Giordano, Mancini, Miraglia, Nirta, Pastiu, Sarkis, Vada (Chisola), Hilali, Lettig, Pingitore, Pirazzi, Salina (Città di Baveno), Ferri, Negm, Ragno (Città di Cossato), Giordano, Maccario II (Cuneo Olmo), Bellinaso, Chifu, Chiossa, Lombardi, Perez, Salierno, Santoro, Schiavone, Tocila (Derthona), Fofana, Giordano (Fossano), Boniello, Pellegrino, Zabena (Giovanile Centallo), Dello Monaco, Ruggiero (Grugliasco), Pesando (Ivrea), De Luca, Kingidila, Massaro, Rubini (Lascaris), Kolomiyets, Pardi (Lucento), Bruardi, Cambareri, Romano (Moderna Mirafiori), Floresta (Moncalieri), Cerbone, Marrese, Noviello (Nichelino Hesperia), Garlando (Novese), Perracca (PDHA Evançon), Alibrandi, Cravero, Hammad (Pertusa), Agu, Bonino, De Dominicis, Duarte, Giglio, Sconfienza (Pinerolo), Baana, Gallo, Tine, Tornello, Zanzone (Pro Eureka), Adragna, Suquet, Tricerri (Quincinetto Tavagnasco), Bizzaro, Colombo, De Lorenzis, Eterno, Lazzari, Shehu (RG Ticino), Battaglia, Ceresa (Rivarolese), Moine, Nurisso, Triolone (Rosta), Curti, Giaccardi A., Ravera S. (Salice), Chelarescu V., Ndoja (Saviglianese), Fizzotti, Martelli, Oronte, Perri, Rabozzi (Sparta Novara), Jeake, Tang, Zaccagnino (Spazio Talent Soccer), Martusciello, Molinatti (Strambinese), Lot (Torinese), Usardi (Turricola Terruggia), Elladori, Naldi (Union Novara), Lanzafame (Vanchiglia), Cara, Martinella, Riva (Verbania), Burnescu, Chiarandà, Nissen, Pomella (Vanchiglia), Giordano, Lazzaron (Volpiano Pianese)

LA MARCATORI / 3^ GIORNATA - Peradotto e Stefanelli cominciano a scaldarsi nel Volpiano Pianese. Che coppie per Lascaris, Paradiso Collegno e Bra. El Bentaoui tiene il passo. Balzo in avanti di Lo (Sisport). Entrano in classifica anche Strambinese e Asca (autogol alla prima giornata).
 


6 RETI: Barra (Giovanile Centallo)

5 RETI: El Bentaoui (Asti), Caramia (Caraglio), Marmo (Chisola), Taverna (Derthona), Faccia (Giovanile Centallo), Ierinò (Lascaris), Pittavino (Paradiso Collegno)

4 RETI: Nicolello (Biellese), Sammouni, Valleriani (Bra), Novo (Cheraschese), Dantonio (Ciriè), Touti (Ivrea), Chiarello (Lascaris), Grec (Paradiso Collegno), Nardiello (Pro Eureka), Lo (Sisport)

3 RETI: Antonioli (Acc. Borgomanero), Asteggiano (Alba Calcio), Di Monte (Borgaro Nobis), Aimetti (Cbs), Dalla Molla (Cit Turin), Smecca (Saviglianese), Crespi (Sparta Novara), Joine (Virtus Mercadante), Peradotto (Volpiano Pianese)

2 RETI: Boca (Acc. Borgomanero), Zizzo (Alpignano), Gili, Palazzo (Area Calcio), Xhambasi (Asti), Lo Voi (Beppe Viola), Bevilacqua, Calì, Caroli (Biellese), Ferraris (Casale), Buffon, Calderini, Gottero, Mennuti, Sarkis (Cbs), Garino (Caramia), Barbaro, Doro, Romeo (Cenisia), Bieller, Riboni (Charvensod), Ferrazza (Chisola), Marchisio T. (Cuneo Olmo), Zanellato (Fortitudo), Delfino, Zabena (Giovanile Centallo), Ardissone, Fadda (Ivrea), Brandini (Juventus Domo), Dimatteo, Tonello (Lascaris), Esposito (Lucento), Carvelli, Perrone (Nichelino Hesperia), Bagnasco, Ricciu (Novese), Spagnoli (Oleggio), El Bakri (Pertusa), Lupis, Mereu (Pianezza), Mulas (Pinerolo), Arbore (Santhià), Colletto, Leone (Sisport), Prudinikov (Sparta Novara), Santoro (Turricola Terruggia), Grosso (Vanchiglia), Spandre (Venaria), Stefanelli (Volpiano Pianese)

1 RETE: Battaglia, Cuzzolin, Festari, Savastano (Acc. Borgomanero), Betto, Gai (Acqui), Bussi, Trinchero (Alba Calcio), Caci, Candela, Costa, Garrone, Quarta, Sferruzzi (Alpignano), Battaglino, Cammarata, Casale, Giardino, Gjorgiev, Imarghiabe, Spellecchia (Area Calcio), Guerrieri (Asca), Ricordo, Zire (Asti), Di Mase, Drissi, Godino, Plateroti, Strippoli (Beiborg), Dettoma, Fioravanti, Gaida, Merella, Mosca, Velcani (Biellese), Di Benedetto, Latella, Tamburelli Al. (Borgaro Nobis), Gandino, Germanetti, Tonno (Bra), Beltramo, Renaudo (Caraglio), Bennardo, Boja, Pinto, Zidan (Casale), Burca, Massano, Mitini, Sindila (Cbs), Dalipi (Cenisia), Di Marco, Rassat (Charvensod), Canavese, Di Francesco, Petiti, Surra (Cheraschese), Galvagno, Hajji, Labardo, Mannarino, Melloni, Muscatello, Palumbo (Chieri), Luxardo, Tarucco (Chisola), Peluso D., Piccinni (Ciriè), Osoria (Cit Turin), Bonetti, De Giorgis, Vittone (Città di Baveno), Dalmazio, Marzi, Vay (Derthona), Butteri, Martorelli, Pongan (Fortitudo), Bergi, Fina, Re (Giovanile Centallo), Audisio, Diadoro, Tozzoli (Ivrea), Veia (Juventus Domo), Beggi (Lascaris), Attardo, Felletti, Fruttarolo, Militello (Leinì), Antoniu, Arfaoui, Basilio, Francioso, Melano, Piazzolla (Lucento), Burato, Cestari, Delfitto, Garberoglio, Pittaluga (Novese), Bottarini, Reggiani, Russo (Oleggio), Del Mare, Di Giacomo, Riina, Stivali (Pertusa), Zerbi (Pianezza), Demarinis, Pandolfi, Vinci (Pinerolo), Abbracciavento, Canuti, Pastore (Pozzomaina), Carcangiu, Costa, Gallo, Greco, Matera, Todesco, Ungaro (Pro Eureka), Mannino (Quincinetto Tavagnasco), Bottelli, Mora, Schena (Romagnano), Messa, Testa, Vaira M. (Roretese), Demichelis, Kila, Rabbia (Salice), Amorini, Kamberay, Critto, Sani (Santhià), Asanache, Garello, Neri (Saviglianese), Bledea, Ruggero, Sauna (Sisport), Albanese, Barbero, Caldarulo, De Paola, Gallo, Salvatore, Siciliano, Vandoni (Sparta Novara), Battaglia, Cesaretti (Strambinese), Farotto, Tallarico (Turricola Terruggia), Bellotti L. (Union Novara), Alikaj, Carnino, Mancone, Nisticò, Siclari, Vidili (Vanchiglia), Argiolas, Limongelli (Venaria), Coscino, Di Tanno (Virtus Mercadante), Brunazzo, Finetti, Massari (Volpiano Pianese)

IL PUNTO SULLA 3^ GIORNATA - Primo punto per l'Union Novara, conquistato in 10; si sbloccano anche BSR Grugliasco, Beppe Viola e Canelli. Per la prima vittoria RG Ticino, PDHA Evançon e Moncalieri fanno scorpacciata di gol. Beiborgo, Turricola Terruggia e Spazio Talent Soccer convincono anche nella sconfitta.
 


GIRONE A

Il trio al vertice resta tale, ma con esiti differenti. Il Città di Baveno non ha grossi problemi con il fanalino Strambinese e dilaga con punteggio tennistico. Rotonda anche la vittoria del Città di Cossato, con un Verbania che si è ben difeso nonostante il gol a freddo, ma la rete del 2-0 già nel primo tempo ha tagliato le gambe e la ripresa è stata agevolmente controllata dagli azzurro gialli. Decisamente più complicata l'affermazione della Biellese, che viene sorpresa dal Casale in apertura di gara ed impiega più di un tempo per trovare il bandolo della matassa. Bianconeri comunque consci della propria forza ed in 12' minuti ribaltano tutto tra 24' e 36' della ripresa.

La prima inseguitrice è l'Accademia Borgomanero, che espugna il campo del Turricola Terruggia non senza fatica, confermando come i ragazzi di Daniele Nardiello siano un bel gruppo tosto e difficile da affrontare per chiunque. Ora per loro una trasferta in casa del Città di Cossato che li metterà severamente alla prova
E dietro finisce senza vincitori il big match tra Volpiano Pianese e Sparta Novara. Sono i padroni di casa però a sorridere, visto che dopo un primo parziale da incubo, che li ha visti raccogliere il pallone in fondo al sacco per tre volte, nella ripresa reagiscono da campioni, trascinati da Riccardo Lucca, autore della seconda tripletta stagionale.
Non è l'unica rimonta di giornata, visto che l'Union Novara dimostra gran carattere e strappa il pari e quindi il primo punto stagionale, con l'Ivrea. La rete immediata di Naldi regala un primo tempo da 3 punti ai padroni di casa, ma nella ripresa escono gli eporediesi, grazie anche all'uomo in più, e prima la ribaltano, poi vengono ripresi ed infine con Iamonte sembrano poterla portare a casa. Ma proprio al 90' Ago trova l'insperato pari. La stagione sarà durissima, visto anche le tante defezioni avute, ma la voglia di lottare si è visto esserci.
Chiude la larghissima vittoria della RG Ticino, che conquista i primi 3 punti demolendo a domicilio il Borgosesia. Prime reti per bomber Altomonte, l'anno scorso arrivato a quota 19, mentre l'estremo difensore Valverde si toglie lo sfizio di sventare un calcio di rigore.

GIRONE B

Ben tre rimonte in giornata, con però solo una che è valsa i tre punti. E' del Vanchiglia, che tra le mura amiche ribalta un ottimo Alpignano. Ospiti anche sfortunati, ma i granata hanno sfruttato al meglio le loro chance e portato a casa la posta piena, restando così imbattuti e in scia del duo di testa. A Grugliasco è il Rosta a rovinare i piani dei padroni di casa, che con Cencig speravano di conquistare la prima vittoria stagionale, ma la rete di Nurisso ad inizio ripresa ha fissato il risultato. In ogni caso i ragazzi di Nudo si sbloccano e lo fanno al cospetto di un avversario che ha già dimostrato di essere tutto meno che semplice da affrontare.
La rimonta più clamorosa è però quella del VDA Charvensod. Con la rete di Novara al 25' del secondo tempo sembrava tutto apparecchiato per la seconda vittoria consecutiva dei ragazzi di Pierro, ma la reazione dei valdostani è stata rabbiosa e ha portato al 3 pari in soli 10'.

In vetta troviamo sempre il Lascaris (comodo 5-0 al fanalino Torinese nell'anticipo del sabato) e Pro Eureka, che suda invece le proverbiali sette camicie per imporsi su un buonissimo Spazio Talent Soccer. Domenica tutto pronto per la super sfida da giocarsi a Pianezza. Proverà ad approfittarne il Quincinetto Tavagnasco, che resta imbattuto e trionfa sul campo della Rivarolese, troppo imprecisa negli ultimi 11 metri, pur se con l'uomo in più per quasi tutto il secondo parziale.
Chiude la giornata il primo timbro del PDHA Evançon, che dopo due ottime prestazioni, ma senza frutto, dilaga con il Cenisia, dimostrando ancora di saper andare facilmente in porta.

GIRONE C

Stava per chiudersi un trittico di rimonte da 3-0 sotto in questa giornata, con il Fossano a sfiorare l'impresa. Ma il Bra non si è disunito e ha portato a casa la posta piena, con il tecnico Policaro soddisfatto, ma che rimarca: "Sopra 3-0 nel primo tempo siamo entrati in campo con un atteggiamento presuntuoso. Alla fine abbiamo vinto (all'ultimo minuto, con Cia) e penso meritatamente per quanto creato, visto che avremmo potuto chiuderla prima. Ho dei dubbi su tutti i rigori assegnati oggi, il nostro e i due loro. Alla fine bene così comunque".

In una giornata in cui spiccano le vittorie nette e senza appello di Pinerolo, Giovanile Centallo, Nichelino Hesperia e Cheraschese, a fare un figurone è il Beiborg, che tiene botta per larghi tratti dell'incontro al cospetto della corazzata Chisola. Nonostante la rete di Simonetti a soli 3' dal fischio d'inizio, i ragazzi di Anzoletti non hanno tremato e al 41' sono stati capaci di strappare il pareggio con Guarnieri. Nel secondo tempo per loro c'è anche spazio per del rammarico, visto che la rete di Sarkis è arrivata su un capovolgimento di fronte, dopo una ghiottissima occasione mancata da Ciobanu. E anche con Tuveri poco dopo. Ma sicuramente c'è soddisfazione per quanto fatto vedere al cospetto di un avversario di tale spessore.
Soddisfatta anche la Bruinese, che dopo il Pinerolo è capace di imporre il pari anche al Cuneo Olmo e ora, dopo tre gare difficilissime, avrà il primo scontro diretto con il Busca, che testerà le speranze di entrambe.

GIRONE D

Nel posticipo del lunedì il Chieri regola con autorevolezza l'Alba Calcio e resta incollato all'Acqui, che si mostra sempre più grande espugnando anche Asti. Mattatori come al solito Zunino e Gillardo, già a quota 4 e 6 reti, praticamente entrambi sono già a metà del totale realizzato lo scorso anno.
Perde l'occasione di restare a punteggio pieno l'Albese, che sul campo del Beppe Viola trova pane per i suoi denti e si vede imporre lo 0-0. Gara equilibrata e molto corretta e per i padroni di casa inizio vero e proprio del campionato, dopo le prime due giornate impossibili. Domenica importante scontro diretto sul campo del KL Pertusa, per trovare il primo sorriso stagionale. Sorriso trovato dal Canelli proprio sul KL Pertusa, grazie alle reti di Testa e Pernigotti.

Con due vittorie fotocopia Cbs e Moncalieri festeggiano una giornata da protagonisti. Il Moderna Mirafiori si impegna nel primo parziale e riesce a non sfigurare al cospetto della forte squadra di Renzi, chiudendo sotto di una sola rete grazie al rigore di Bruardi in chiusura. Ma alla ripresa rosso neri subito letali con Argento e i ragazzi di Francesco Di Monda capitolano. 
Fa festa quindi anche il Moncalieri, che si abbatte come un ciclone sul malcapitato Bacigalupo. Nel 7-2 finale il vero mattatore è capitan Correale, autore di un sontuoso poker.

Chiude la giornata il bel 2-2 tra SG Derthona e Novese, incontro sentito come si addice a un derby, giocato con intensità, ma mai sopra le righe. Padroni di casa avanti, ribaltone degli ospiti e finale contestato, con il rigore che regala il pari tirato all'ultimo respiro dal glaciale Salierno.

IL PUNTO SULLA 3^ GIORNATA - Si sbloccano Santhià, Strambinese, Ciriè, Saviglianese, Roretese e KL Pertusa. Spiccano le convincenti vittorie di Ivrea, Caraglio e Cheraschese. Il Casale e l'Area Calcio restano a secco, ma escono tra gli applausi.
 


GIRONE A

E' la giornata di Ivrea, Strambinese e Santhià.
Gli eporediesi fanno loro il big match di giornata sul campo della Pro Eureka, restando così a punteggio pieno al pari di una Biellese che va sempre più spedita. Le due battistrada potrebbero anche approfittare il prossimo weekend di un turno favorevole per allungare, prima di un 5° turno che le vedrà nuovamente mettere alla prova le loro qualità.
Per Strambinese e Santhià invece primi, importantissimi punti, contro due dirette concorrenti per la lotta salvezza. Nel Santhià si mette in luce Arbore con le reti che aprono e chiudono l'incontro, inframmezzate dal sigillo di Sani. Resta a secco l'Union Novara, che fatica terribilmente a segnare e ora avrà la proibitiva trasferta ad Ivrea che chiuderà questo primo, complicatissimo mese di campionato.
La Strambinese invece piega la Juventus Domo in un incontro molto equilibrato, come ammesso dallo stesso tecnico Pesce, ma l'allenatore potrà essere fiero della tigna mostrata dai suoi, capaci di andarla a vincere dopo aver subito la rete del pari ed essere rimasti in 10. Cesaretti croce e delizia, con la rete che apre l'incontro e nella ripresa il rosso che rischiava di compromettere la gara. Il 2-1 poi è figlio di un gran gol di Battaglia, con la palla piazzata sotto il sette alla sinistra del portiere.

Con l'Accademia Borgomanero che doma il Romagnano e lo Sparta Novara che regola agevolmente l'Oleggio, la partita che offre maggior spettacolo è quella tra Volpiano Pianese e Casale. I nerostellati dimostrano ancora di essere capaci di giocarsela anche con le più forti, e sotto 3-1 riportano caparbiamente il risultato sul tre pari. Ma come con la Biellese si mostrano fragili dietro e sotto i colpi di Peradotto e e Finetti capitolano poco dopo.

GIRONE B

Gironata vibrante questa terza del girone B. Nessuno a punteggio pieno, grazie a due colpi esterni di livello.
Il 4-3-3 del Vanchiglia capitola sotto i colpi del Lascaris, che va come un treno e impone la sua legge sul campo dei granata. Siclari ridà speranza nella ripresa, ma a quel punto si scatena Ierinò che con due reti mette in ghiaccio il risultato.
L'affermazione di giornata è però sicuramente del Leinì, che sbanca il fortino del VDA Charvensod grazie a Felletti e Attardo e si porta a casa la prima vittoria stagionale. Il mister Costantino Sponzilli esalta le qualità dei suoi, conscio del valore dei suoi ragazzi: "Le scorse due gare il risultato è stato bugiardo per quello che abbiamo fatto vedere. Oggi nonostante i problemi avuti, con alcuni cambi effettuati nel primo tempo per guai fisici, due ragazzi convalescenti non in perfetta forma, abbiamo offerto una grandissima prestazione".
4 punti per il Leinì, fermi a 6 i valdostani, scavalcati anche dal Lucento, che ha fatta sua la complessa sfida ad un buonissimo Pianezza. I rossoblù cercheranno il pronto riscatto con il Ciriè, ma i ragazzi di Vincenzo Peluso arriveranno galvanizzati dalla prima affermazione stagionale, un convincente 3-0 ai danni del Quincinetto Tavagnasco. Per la squadra di Yon ultimo posto da spartire con il Venaria, battuto da un Alpignano poco centrato in partenza. Nella pausa però mister Campasso scuote i suoi e nella ripresa arriva una prestazione decisamente più efficace.
Ci si diverte nelle ultime due sfide, con Cenisia e Borgaro Nobis a spartirsi la posta con un 3-3 ricco di emozioni; mentre il Paradiso Collegno ne rifila 5 alla Virtus Mercadante, con il duo Grec-Piattavino davvero scatenato a fare scorpacciata di reti. Prestazione clamorosa dell'estremo difensore Lucas Domenech, capace di sventare due rigori in quattro minuti, quando la gara doveva ancora accendersi e poteva prendere tutt'altra piega.

GIRONE C

Nessuna sorpresa di rilievo in questo turno, anche se spicca la nettissima affermazione del Caraglio sul Cuneo Olmo. Un 4-1 senza appello, apparecchiato dalle doppiette di Garino e Caramia, per quest'ultimo la seconda consecutiva.
L'Alba Calcio per la seconda gara di seguito subisce 8 reti e ora è in solitaria all'ultimo posto, visto che Saviglianese e Roretese hanno conquistato i primi punti stagionali. 3 per la squadra di Signorelli, che piega il Salice tra le mura amiche; 1 per quelli di Angelo Garau, che con una bella prestazione rimontano il Beiborg a domicilio, ma si mangiano le mani per aver sprecato la chance di vittoria calciando fuori un rigore ad un quarto d'ora dal triplice fischio.
Cheraschese e Chisola vincono, ma soprattutto i vinovesi hanno dovuto sudare sette camicie per avere la meglio dell'Area Calcio. Ospiti bravissimi nel primo tempo a mettere sotto scacco la corazzata di Fabio Moschini, con Casale che regala sogni di gloria mandando i suoi avanti all'intervallo. Nella pausa però i padroni di casa si riassestano e nella ripresa raddrizzano la gara in loro favore. Per l'Area Calcio comunque tanti applausi, con i complimenti che arrivano anche dal fronte avversario.

Chiude la rotonda vittoria del Bra, importante perché arriva all'indomani della decisione del giudice sportivo in merito alla gara con il Cuneo Olmo, persa a tavolino per aver schierato un ragazzo non in regola. Lo stesso tecnico Nordine Hallil commenta soddisfatto: "Abbiamo fatto un errore e l'abbiamo pagato giustamente. Ma sul campo abbiamo dato una risposta forte, si è visto un ottimo atteggiamento. Risultato importante certo, ma l'aspetto più rilevante e come stanno lavorando bene questi ragazzi, come stanno crescendo a livello tecnico e tattico. Stanno dimostrando di riuscire a portare al meglio in campo, quello che apprendono in settimana e devo fargli davvero i miei complimenti per come si impegnano ed imparano. Questo è quel che più conta e sono davvero soddisfatto di loro e di come stiamo lavorando".

GIRONE D

Ben tre cinquine in giornata, con KL Pertusa, Sisport e Chieri a prendersi i riflettori.
Importante la vittoria del Pertusa, perché contro un diretto avversario come il Cit Turin (al quale non basta Dalla Molla) e perché smuove la classifica dopo due gare sfortunate. Ma anche quella del Chieri vale doppio, dato che arriva dopo la dolorosa sconfitta con la Sisport e dopo una prima giornata in cui si era faticato a piegare il Pozzomaina. Ora si guarda con fiducia al prossimo turno, un test notevole sia per gli azzurri, sia per testare le aspirazioni di una lanciatissima Novese, vincitrice 4-1 in casa dell'Asca. Ai ragazzi di Angelo Liberati però servirà un approccio diverso da quello visto in questo weekend, con un inizio di gara preso troppo sotto gamba e gli avversari bravi ad approfittarne e passare avanti. Il rigore ad una manciata di minuti dalla fine del primo tempo ha messo il risultato in parità, ma per vincerla è servita la voglia dei subentrati Delfitto, Ricciu e Burato, risultati decisivi dopo il loro ingresso in campo.

Sopra troviamo anche la Cbs, che è andata a stravincere contro il fanalino Beppe Viola. Ma l'allenatore dei bianco azzurri Luigi Caldarella non è catastrofista e parla soprattutto di blocco mentale: "Il risultato potrebbe far pensare ad una partita a senso unico, in realtà abbiamo disputato un buon primo tempo, tenendo il campo e facendoci sentire. Il problema però è che contro squadre simili la squadra entra in campo già spaventata e questo è devastante, fai errori e concedi gol, come noi nella prima parte di gara. Poi nella ripresa purtroppo invece di reagire abbiamo preso subito una rete e a quel punto non c'eravamo più in campo. Peccato, ma comunque non avevamo molto da perdere".

Bene infine l'Acqui, con la seconda vittoria consecutiva in uno scontro diretto e sempre per 1-0, dimostrandosi squadra rognosa e tremendamente concreta. E' invece un buon punto quello della Fortitudo, capace di rimontare due volte il Derthona e reggere l'urto nel finale, dopo il pari dal dischetto (contestato dagli avversari) di Butteri.