Sabato, 10 Dicembre 2022

GIUDICE SPORTIVO - Giornata piuttosto tranquilla sia nei Regionali che nelle varie delegazioni provinciali.
 


UNDER 19 REGIONALI

Accolto il reclamo della Rivarolese, relativo alla gara disputata con il Lascaris valevole per la 7^ giornata del girone B e conclusa con il risultato di 6-1 per i bianconeri. Il Giudice Sportivo ha punito l'utilizzo di 6 fuori quota (4 partiti titolari e 2 subentrati nel corso dell'incontro, tutti nati dopo il 1 gennaio del 2003) da parte della compagine di Pianezza, quando il limite concesso è 4. Ha pertanto comminato lo 0-3 a tavolino in favore della Rivarolese.

Nel girone D invece, preannuncio di reclamo dell'Annonese, in riferimento alla gara valevole per l'8^ giornata Annonese-Castellazzo, terminata 3-1 per gli ospiti.


UNDER 17 REGIONALI

Per i fatti avvenuti al termine di PDHA Evançon-BSR Grugliasco, con situazioni accese tra le opposte tifoserie e tra tifosi e giocatori, comminata un'ammenda ad entrambe le squadre. Inoltre cala la scure delle squalifiche su alcuni giocatori del BSR Grugliasco. I due espulsi in gara Lucian Denis Arva e Alessandro Mirra, squalificati fino al 9/12/2022 rispettivamente con le seguenti motivazioni: "Espulso per somma di ammonizioni, a fine gara partecipava attivamente alla rissa scoppiata tra le due tifoserie, scavalcando la recinzione e spintonandosi e colpendosi con i sostenitori avversari" Arva; "Per condotta inqualificabile del giocatore che, dopo essere stato espulso per somma di ammonizioni, si rivolgeva nei confronti dell'arbitro con espressioni gravemente ingiuriose" Mirra.
Oltre a loro, fuori per lo stesso periodo Edoardo Marroni, perché "A fine gara partecipava attivamente alla rissa scoppiata tra le due tifoserie, scavalcando la recinzione e spintonandosi e colpendosi con i sostenitori avversari".

PROVINCIALI

Nessuna particolare criticità in tutti i campionati, oltre a diverse squalifiche a giocatori, allenatori o dirigenti per intemperanze di vario genere.
Le più pesanti a Torino per il Don Bosco Rivoli in Under 17, con tre dirigenti inibiti a svolgere qualsiasi attività: Luca Negro fino al 9/01/2023, Salvatore De Salvo e Renato Ricca fino al 9/12/2022.
La squalifica più lunga ha invece colpito il Bacigalupo in Under 16, dato che oltre ad un'ammenda pecuniaria il GS ha squalificato fino al 9/02/2023 il dirigente Massimo Donatiello, con la seguente motivazione "Allontanato dal campo per comportamento scorretto nei confronti dell'arbitro, a fine gara, insieme ad altri sostenitori e tesserati non identificati, attendeva il direttore di gara al parcheggio dove lo insultavano e minacciavano pesantemente".

LA MARCATORI / 8^ GIORNATA - Taverna in doppia cifra, si fanno sotto anche Nardiello, Gili, Caramia, Marmo, Faccia e Crespi. Giornata di triplette per Piccinni (Ciriè), Trinchero (Alba Calcio) e Valinotto (Pinerolo).
 


15 RETI: Touti (Ivrea)

12 RETI: Leone (Sisport)

11 RETI: Nicolello (Biellese)

10 RETI: Taverna (Derthona)

9 RETI: Nardiello (Pro Eureka)

8 RETI: Gili (Area Calcio), Sammouni (Bra), Caramia (Caraglio), Marmo (Chisola), Faccia (Giovanile Centallo), Chiarello, Ierinò (Lascaris), Crespi (Sparta Novara)

7 RETI: Barra (Giovanile Centallo), Beggi (Lascaris), Ricciu (Novese), Grec (Paradiso Collegno), Mereu (Pianezza), Peradotto (Volpiano Pianese)

6 RETI: Trinchero (Alba Calcio), Valleriani (Bra), Bennardo (Casale), Aimetti (Cbs), Novo (Cheraschese), Galvagno (Chieri), Ferrazza (Chisola), Brandini (Juventus Domo), Zerbi (Pianezza), Lo (Sisport), Prudnikov (Sparta Novara)

5 RETI: Asteggiano (Alba Calcio), El Bentaoui (Asti), Drissi (Beiborg), Dettoma (Biellese), Ferraris (Casale), Lahmadi (Charvensod), Canavese (Cheraschese), Dantonio, Piccinni (Cirè), Zabena (Giovanile Centallo), Perrone (Nichelino Hesperia), Bagnasco (Novese), Pittavino (Paradiso Collegno), Marinelli (Pertusa), Matera (Pro Eureka), Bottelli (Romagnano), Stefanelli (Volpiano Pianese)

4 RETI: Antonioli (Acc. Borgomanero), Bussi (Alba Calcio), Quarta, Zizzo (Alpignano), Di Monte (Borgaro Nobis), Buffon, Calderini (Cbs), Dalipi, Doro, Romeo (Cenisia), Di Francesco (Cheraschese), Peluso D. (Ciriè), Dalla Molla (Cit Turin), Ghibaudo, Marchisio T. (Cuneo Olmo), Dalmazio (Derthona), Fadda, Magrì (Ivrea), Di Matteo (Lascaris), Parisi (Lucento), El Bakri (Pertusa), Busico, Mulas, Salvatore (Pinerolo), Kila (Salice), Molino, Rossetti (Sisport), Farotto (Turricola Terruggia), Grosso (Vanchiglia), Spandre (Venaria), Massari (Volpiano Pianese)

3 RETI: Battaglia, Boca, Maddamma (Acc. Borgomanero), El Hlimi, Gai, Massa (Acqui), Candela (Alpignano), Feraru, Merca (Area Calcio), Ricordo (Asti), Ceraudo (Beppe Viola), Di Francesco, Fioravanti, Siviero (Biellese), Belliardo, Renaudo (Caraglio), Boja, Imeraj, Pinto (Casale), Sarkis, Sindila (Cbs), Bieller, Riboni (Charvensod), Giachino, Surra (Cheraschese), Bove (Chieri), Fiore, Lazzaro, Luxardo (Chisola), Ozella (Ciriè), Bonetti, De Giorgis, Zanoia (Città di Baveno), Butteri, Zanellato (Fortitudo), Ardissone, Dublino, Tozzoli (Ivrea), Didomenico, Minazzi (Juventus Domo), Maniscalco, Torti (Lascaris), Esposito, Mossucca (Lucento), Asembe (Nichelino Hesperia), Reggiani, Spagnoli (Oleggio), De Marinis, Decolombi, Valinotto (Pinerolo), Greci (Pro Eureka), Cagliero (Salice), Smecca (Saviglianese), Colletto, Ruggero (Sisport), Salvatore (Sparta Novara), Santoro, Tallarico (Turricola Terruggia), Argiolas (Venaria), El Fahim, Joine (Virtus Mercadante), Brunazzo (Volpiano Pianese)

2 RETI: Anguilletti (Acqui), Mazza (Alba Calcio), Ajmar, Caci, Costa, Garrone (Alpignano), Palazzo (Area Calcio), Mo, Xhambasi (Asti), Godino (Beiborg), Lo Voi (Beppe Viola), Bevilacqua, Bottone, Calì, Caroli, El Ackhaoui, Gaida, Mosca, Velcani (Biellese), Dine (Borgaro Nobis), Bottero, Gandino, Germanetti (Bra), Beltramo, Bianco, Garino, Gazzera (Caraglio), Zidan (Casale), Gottero, Mennuti (Cbs), Barbaro (Cenisia), Di Marco (Charvensod), Napoli, Petiti (Cheraschese), Hajji, Labardo, Melloni, Rosano (Chieri), Audiso, Tarucco (Chisola), Palamara (Città di Baveno), Marzi, Vay (Derthona), Martorelli (Fortitudo), Bergia, Delfino (Giovanile Centallo), Veia F. (Juventus Domo), Matta, Tonello (Lascaris), Dimiceli (Leinì), Arfaoui, Piazzolla (Lucento), Carvelli (Nichelino Hesperia), Burato, Delfitto (Novese), Centonze (Paradiso Collegno), Del Mare, Riina, Sollo (Pertusa), Lupis (Pianezza), Pandolfi, Rivetti, Salvai (Pinerolo), Pastore (Pozzomaina), Carcangiu (Pro Eureka), Antonietti, Mannino (Quincinetto Tavagnasco), Schena (Romagnano), Rambaudo, Vaira M. (Roretese), Fantini, Rabbia (Salice), Arbore (Santhià), Asanache, Neri, Olivero, Thioune (Saviglianese), Daghino (Sisport), Albanese, Barbero, Caldarulo, De Paola (Sparta Novara), Milani (Strambinese), Cotoia (Turricola Terruggia), Bellotti Lo. (Union Novara), Alickaj (Vanchiglia), Papurello (Venaria), Garofalo R. (Virtus Mercadante), Faye, Finetti, Frazzetta, Galluzzo, Gambetti (Volpiano Pianese)

1 RETE: Cuzzolin, Festari, Lukiv, Milanesi, Savastano (Acc. Borgomanero), Betto, Biglia, Bologna (Acqui), Lupi (Alba Calcio), Brancato, Mapelli, Sferruzzi (Alpignano), Battaglino, Cammarata, Casale, Giardino, Gjorgiev, Imarghiabe, Spellecchia (Area Calcio), Arimburgo, Armano, Ferrucci, Fracchia, Guerrieri (Asca), Tachovski, Zire (Asti), Bellantoni, Di Mase, Plateroti, Pomini, Savarise, Strippoli (Beiborg), Cileone, Lacava, Misul (Beppe Viola), Merella, Pagliara (Biellese), Di Benedetto, Latella, Tamburelli Al., Zitoli (Borgaro Nobis), Tonno (Bra), Adamonis, Chialva, Risso, Rivero (Caraglio), Boccaleri, Micillo (Casale), Burca, Massano, Mitini (Cbs), Beatrici (Cenisia), Marcoz, Pozza, Rassat (Charvensod), Verde, Verri (Cheraschese), Andrione, Giglio, Mannarino, Muscatello, Palumbo (Chieri), Di Gioia, Giambertone (Chisola), Cinardo, Musarra, Sapetti (Ciriè), Bassone, Danculea, Osoria (Cit Turin), Piana, Vittone, Vola (Città di Baveno), Boi, Caffa, Rota, Sigaudo (Cuneo Olmo), Loria, Torre (Derthona), Guerrieri, Marcenaro, Pongan, Zoia D. (Fortitudo), Delle Curti, Fina, Re (Giovanile Centallo), Audisio, Diadoro, Faccin, Mitola, Poma (Ivrea), Adam, Binda, Boschetti, Ghezza, Marcon, Veia S., Veiz, Zuccari (Juventus Domo), Bosco (Lascaris), Attardo, Baltag, Bellone, Dimase, Felletti, Fruttarolo, Militello, Napolitano, Sola (Leinì), Amuzu, Antoniu, Basilio, Francioso, Melano, Panaccione (Lucento), Cestari, Garberoglio, Pittaluga, Riccabone (Novese), Bottarini, Cotugno, Russo (Oleggio), Di Giacomo, Lazzarone, Marretta, Stivali (Pertusa), De Carlo, Vurchio (Pianezza), Gironi, Ienopoli, Pau, Vinci (Pinerolo), Abbracciavento, Canuti, Chiesa, Trabuio (Pozzomaina), Avveniente, Costa, Gallo, Pace, Todesco, Ungaro (Pro Eureka), Ardissone, Castello, Giacalone (Quincinetto Tavagnasco), Mora, Nilo (Romagnano), Cerviello, Maccagno, Messa, Testa (Roretese), Demichelis, Piccardoni (Salice), Amorini, Kamberay, Critto, Sani (Santhià), Garello, Grosso, Isoardi, Masino, Mondino (Saviglianese), Bledea, Raco, Sauna, Scarpellino (Sisport), Bellini, Eugaseki, Ferrari, Gallo, Siciliano, Tambornini, Vandoni (Sparta Novara), Battaglia, Cesaretti, Di Benedetto, Pollono (Strambinese), Moscardo (Turricola Terruggia), Abbane, Vuksani (Union Novara), Carnino, De Luca, Mancone, Nisticò, Shaker, Siclari, Vidili (Vanchiglia), Limongelli, Procida, Tomiato (Venaria), Aranda, Coscino, Di Tanno, Garofalo J. (Virtus Mercadante), Menniti (Volpiano Pianese)

IL PUNTO SULL'8^ GIORNATA - Alpignano e Beppe Viola crescono nella sconfitta.Per Strambinese, Quincinetto Tavagnasco, Salice e Pozzomaina 3 punti preziosi.
 


GIRONE A

L'incontro di cartello tra Sparta Novara ed Ivrea non ha deluso le attese ed è venuto fuori un 3-3 pirotecnico e ricco di pathos. Touti porta sul 2-0 gli eporediesi, ma Crespi e Prudnikov la riagguantano prima della ripresa. Gilardi si supera in diverse occasioni, ancora Crespi in apertura di secondo tempo dal dischetto manda i novaresi sul 3-2, e complici anche le espulsioni di Faccin e Toscano sembra potersi concretizzare il colpaccio, con tanto di prima sconfitta per la capolista. Ma guai a sottovalutare questo Ivrea, che con grinta strappa il pari a tre minuti dalla fine grazie a Dublino.
Un punto prezioso guadagnato, che però permette alla Biellese di riprendersi momentaneamente la vetta in solitaria e al Volpiano Pianese di concretizzare l'aggancio a 20 punti.
Per i bianconeri ottima prova di forza contro la Pro Eureka e nel 5-2 finale c'è spazio per il ritorno al gol di Nicolello, rientrato dopo due giornate di squalifica. Ancor più in scioltezza la squadra di Uranio, travolto l'Oleggio 7-1.
Avanti senza problemi anche il Casale (5-2 e sorpasso sull'Accademia Borgomanero) e il Città di Baveno (6-0 su un Union Novara che regge un tempo). Entrambe a 13 lunghezze, rosicchiano due punti sul 4° posto, provando a rimanere incollate il più possibile al treno per le fasi finali.
Stravince anche la Juventus Domo, travolto il Santhià 6-0 e classifica che va delineandosi, con le posizioni dalla 10^ alla 14^ che saranno verosimilmente quelle coinvolte per la lotta per non retrocedere. 
L'unica vittoria tirata è quella della Strambinese, che si porta a casa il secondo successo stagionale avendo la meglio del Romagnano per 2-1 e portandosi a 6 punti come gli avversari. Ora altro scontro diretto con l'Oleggio, per cercare di mettere altro margine sulle ultime tre posizioni.

GIRONE B

Giornata ricca di pareggi, che non stravolgono la classifica, ma raccontano partite accese e divertenti.
Vanchiglia-Cenisia quella con il finale più incredibile. I granata vanno avanti in apertura di gara con De Luca, sembrano portarla a casa, ma Dalipi agguanta il pari nel finale. Il tempo di riassestarsi che il Vanchiglia usufruisce di un calcio di rigore, Carnino tira sulla traversa e i padroni di casa lamentano che la palla ha attraversato la linea di porta, ma l'arbitro non è dello stesso avviso. Quasi sulla sirena poi espulso Botti e squadre che si dividono la posta.
Resta appaiato al Vanchiglia a 13 punti il VDA Charvensod, che prova a fare lo scherzetto al Lucento, ma dopo il vantaggio di Lahmadi il pari arriva con Mossucca già nel primo tempo e il risultato tiene fino alla fine.
Ottima reazione del Leinì, che dopo le sentenze del Giudice Sportivo della scorsa settimana, ritrovandosi senza quattro elementi più il mister, dà prova di grande carattere bloccando sul 1-1 il Paradiso Collegno, a cui non basta Grec e restando così nel terzetto a quota 11. Con loro il Pianezza, che rimonta due volte il Venaria in una sfida molto interessante. Per i cervotti un segnale di continuità dopo la vittoria nello scorso turno, ma ora la trasferta in casa del Lucento sarà durissima.
Chi approfitta di tutti questi pareggio sono Ciriè, Quincinetto Tavagnasco e Lascaris.
I ragazzi di Peluso travolgono 7-1 la Virtus Mercadante e provano ad aggiustare la differenza reti. Non prendono però margine sul terzultimo posto proprio in virtù del 2-1 con cui il Quincinetto Tavagnasco si impone sul Borgaro Nobis, affermazione importante per tenere la classifica corta.
Infine nel posticipo del lunedì il derby va al Lascaris e bianconeri che si prendono due punti di margine sul secondo posto. Il tecnico dell'Alpignano Alessandro Campasso commenta così: "Prima parte di gara dove non siamo stati in campo e loro ci hanno fatto ammattire. Nonostate questo siamo passati in vantaggio e nel resto della gara ce la siamo giocata, creando anche qualche palla gol interessante. Dobbiamo ancora crescere sotto tutti gli aspetti, dovremmo giocare più partite come questa".

GIRONE C

Impossibile non partire dalla gara di Alba, dove i padroni di casa dell'Alba Calcio e il Pinerolo hanno dato vita ad un incontro che probabilmente farebbe felice il tecnico Zeman. Difese allegre, ma certamente lo spettacolo non è mancato, per un 8-8 finale davvero clamoroso. Ospiti che partono forte mostrando subito i gradi e vista la differenza di classifica il 3-1 segnato al 15' sembra presagire esiti funesti per i padroni di casa. La reazione dell'Alba è però da grande squadra, prima con il 3 pari, poi nonostante il 3-4 non si abbatte e in un finale di parziale pirotecnico va in rete altre tre volte. 6-4 incredibile, ma impossibile non vedere una risposta del Pinerolo, che si concretizza nel secondo tempo con quattro reti nell'arco di un quarto d'ora. Una mazzata che avrebbe buttato giù tutti, ma non quest'Alba, che ha ancora la forza di recuperarla con Mattia Trinchero, uno dei suoi uomini simbolo di questa incredibile giornata, autore di tre reti. Punto preziosissimo per gli albesi, che non smuoverà la classifica, ma può dare molta fiducia in prospettiva futura, visto l'avversario con cui è stato conquistato.
Nelle zone nobili, il Chisola prosegue la sua marcia senza patemi. Con il Nichelino Hesperia basta una rete per tempo per restare a punteggio pieno e tenere il 2° posoto a 5 punti di distanza. Piazza occupata dal Caraglio, che travolge 7-2 la Roretese e approfitta del colpaccio della Saviglianese, che costringe la Giovanile Centallo al secondo stop consecutivo. Chiuso il primo posto, ci sarà da lottare per tre posizioni per la conquista delle fasi finali e nella corsa è presente anche la Cheraschese, che espugna Bra e agguanta il Pinerolo a 14 punti.
Entrambe vanno a +2 sul Cuneo Olmo, che è costretto a subire il ritorno del Salice, scatenato dopo l'arrivo del nuovo tecnico Paolo Borgna e capace in rimonta di conquistare la prima vittoria esterna stagionale, la seconda consecutiva. Uscendo così per la prima volta dalle secche delle ultime tre posizioni, scavalcando il Nichelino Hesperia e preparandosi alla sfida ad un Bra distante solo un punto.
Chiude la giornata l'unico pari di giornata, il 2-2 tra Beiborg e Area Calcio. Ospiti che possono sicuramente essere più soddisfatti, visto che dopo il 2-0 subito nel primo parziale sono stati capaci di riprenderla nella ripresa. Beiborg in ogni caso che si conferma squadra scomoda da affrontare, a cui manca forse solo un po' di cinismo in più per essere in posizioni di classifica più tranquille. Nessuno nella categoria ha più pareggi a referto della compagine di Addesi, ben 5 fino a questo momento.

GIRONE D

Vincono tutte le migliori, con andamento diverso però.
Partiamo dall'ultima gara disputata, il posticipo del lunedì tra Beppe Viola e Sisport. Gli ospiti vincono e rimangono a punteggio pieno, ma che fatica contro la 13^ in classifica. I ragazzi di Caldarella disputano un incontro mostruoso al cospetto della corazzata Sisport, vanno in vantaggio, subiscono il ritorno degli avversari e alla fine del primo tempo sono sul 1-2. Non cedono a livello mentale e al 10' della ripresa impattano, salvo poi cadere poco dopo per il definitivo 3-2. Nonostante la sconfitta una prestazione che non può che far felice il tecnico Luigi Caldarella: "La migliore partita della stagione, atteggiamento perfetto. Li abbiamo messi davvero in difficoltà, retto al loro ritorno dopo il nostro 1-0 e anche dopo il loro vantaggio. Loro sono una squadra di marziani, ma noi non abbiamo mai smesso di giocare la palla. Dopo il 2-3 ci abbiamo provato nel finale riversandoci nella loro area, ma non siamo riusciti a pareggiare. Sono in ogni caso molto soddisfatto, spero il nostro campionato cominci da qui".
Esito simile per la Cbs, che fatica eccome ad avere la meglio del KL Pertusa. Decisiva la rete di Buffon a metà ripresa, ma i rossoneri ringraziano la buona sorte, visto che poco prima El Bakri aveva calciato sulla traversa un calcio di rigore.
Anche la Novese non brilla sul campo del Cit Turin, ma anche in una delle sue versioni meno performanti riesce a portare a casa la vittoria grazie alla doppietta di Ricciu e stare quindi incollata al gruppo delle migliori. 18 punti come il Chieri, con gli azzurri che invece non hanno avuto problemi con il pur volenteroso Turricola Terruggia, travolto 5-0 tra le mura amiche. Ora per il Chieri test Acqui, che stende il fanalino Asca per 6-0 e andrà in casa della squadra di Biancardi senza nulla da perdere.
Una rete per tempo sancisce il pari tra Derthona e Asti, al padrone di casa Taverna risponde Mo. Ma il protagonista è l'estremo difensore del Derthona Bruno, capace di neutralizzare il calcio di rigore di El Bentaoui.
Torna infine a vincere il Pozzomaina, 2-0 in casa della Fortitudo per 3 punti che mancavano dalla 2^ giornata. A regalare la vittoria Pastore e Chiesa, in un incontro tutto di marca ospite, con anche il rigore calciato fuori da Canuti e il rosso nel finale per Roma.

LA MARCATORI / 8^ GIORNATA - Doppiette decisive per Cencig (BSR Grugliasco), Linciano (Nichelino Hesperia) e Dehari (Bacigalupo). In vetta tutto calmo, avanzano di una rete Lucca, Achino e Bergia.
 


12 RETI: Lucca (Volpiano Pianese)

10 RETI: Gillardo (Acqui)

9 RETI: Paolin (Asti), Achino (Cbs), Vitale (Vanchiglia)

8 RETI: Manfredi (Chieri), Bergia (Giovanile Centallo), Coda (Pro Eureka), Fedele (Volpiano Pianese)

7 RETI: De Luca (Cbs), Caraglio (Cuneo Olmo), Pepe (Pinerolo), Corona (Turricola Terruggia)

6 RETI: Bacchetta (Acc. Borgomanero), Zunino (Acqui), Dehari (Bacigalupo), Stella (Biellese), De Pasquale (Cheraschese), Di Filippo (Chieri), Tomasoni (Città di Cossato), Iamonte, Chelotti (Ivrea), Ricci (Novese), Elladori (Union Novara), Lista (Volpiano Pianese)

5 RETI: Luparelli (Acqui), Franza, Lebbiati (Albese), Hoxha (Asti), Foglia Taverna, Mazzoni (Biellese), Cia (Bra), Arneodo (Bruinese), Chiapello (Busca), Maioglio A. (Casale), Girardi (Charvensod), Canova (Cheraschese), Galvagno (Chieri), Pingitore, Tagliaferri (Città di Baveno), Sadrija (Cuneo Olmo), Mondino (Fossano), Cencig (Grugliasco), Correale (Moncalieri), Florio J. (PDHA Evançon), Colombo, Rondini (RG Ticino), Battaglia (Rivarolese), Nurisso (Rosta), Martelli (Sparta Novara)

4 RETI: Brusati (Acc. Borgomanero), Fassino (Alba Calcio), Carnevale, Serratore (Alpignano), Fakir, Manicone, Saretti (Asti), Mariotti (Borgosesia), Griotti (Busca), Celano, Pia (Cbs), Nota (Cheraschese), Amadio (Chisola), Curatolo (Città di Cossato), Lombardi (Derthona), Fofana (Fossano), Guttero (Giovanile Centallo), Vanotti (Ivrea), La Monica, Linciano (Nichelino Hesperia), Barria, Ciocchini (PDHA Evançon), Alibrandi (Pertusa), Paradiso (Pro Eureka), Adragna, Suquet (Quincinetto Tavagnasco), Altomonte (RG Ticino), Moine, Trogu (Rosta), Fizzotti (Sparta Novara), Valerioti (Turricola Terruggia), Nissen (Vanchiglia)

3 RETI: Filippini (Acqui), Novara, Scofienza (Albese), Abela (Asti), Calefato, Chianese (Biellese), Borsa, Isgrò (Borgosesia), Pernigotti (Canelli), Ceronetti, Davin, Trombini (Casale), Argento (Cbs), Di Chiara (Cenisia), Cannatà, Davisod, Gerbore (Charvensod), Dema R. (Cheraschese), Ferrante, Guida (Chieri), Miraglia, Pastiu, Sarkis, Simonetti, Villano (Chisola), Giordano, Maccario I, Maccario II (Cuneo Olmo), Agosta, Lo Re, Perez, Salierno (Derthona), Berardo (Fossano), Adamo, Bisi, De Luca, Massaro (Lascaris), Bertero (Lucento), Calabrese (Moncalieri), Dell'Aquila, Marrese (Nichelino Hesperia), Gaion (Novese), De Dominicis (Pinerolo), Tassone, Zucco (Rivarolese), Ndoja (Saviglianese), Crivellari, Rabozzi (Sparta Novara), Puleo, Zaccagnino (Spazio Talent Soccer), Lot (Torinese), Ago (Union Novara), Marino, Riva (Verbania), Ponzano, Vargas (Volpiano Pianese)

2 RETI: Mura, Stefanuto (Acc. Borgomanero), Gallo R., Magnani (Acqui), Bonino, Mainerdo, Pronzati (Albese), Caforio, Guidi (Alpignano), Bo, Brenchio (Asti), Ferrero (Bacigalupo), Rigotti (Beiborg), Gotro, Limonciello (Beppe Viola), Bottone, Gariazzo F., Nicolello (Biellese), Calosso, Palaia (Bra), Becchio, Simonelli (Bruinese), Bernardi, Cissè (Busca), Laiolo (Canelli), Dalmasso A., Hysa (Caraglio), Pirrotta, Rhedi (Casale), Urlovas (Cbs), Bustillo, Chironna, Rizzato (Cenisia), Rosset (Charvensod), Derelitto, Kola (Cheraschese), Birtolo, Croce, Mancino (Chieri), Brun, Giordano, Gironda, Pauliuc, Petrea, Vada (Chisola), Ceglia, Hilali (Città di Baveno), Negm (Città di Cossato), Chifu (Derthona), Niba (Fossano), Boniello (Giovanile Centallo), Ruggiero (Grugliasco), Pesando (Ivrea), Almondo, Novara (Lucento), Cambareri, Pregnolato (Moderna Mirafiori), Cerbone, Noviello, Stani (Nichelino Hesperia), Garlando, Hilal, Meminaj, Querim (Novese), Agu, Andreello, Pussetto (Pinerolo), Baana, Cotroneo, Gallo, Tine (Pro Eureka), Balzarotti, Giovanetto, Iachi, Tricerri, Vola (Quincinetto Tavagnasco), Eterno, Fracassi, Shehu (RG Ticino), Ferraro, Fiorenza, Tonino (Rivarolese), Moletto (Rosta), Ravera (Salice), Calabrese, Chelarescu V. (Saviglianese), Baccin, Fatone (Sparta Novara), Di Lorenzo, Jeake (Spazio Talent Soccer), Gega (Turricola Terruggia), Lenzi (Union Novara), Burnescu, Chiarandà, Kacari, Romano (Vanchiglia), Giardino (Volpiano Pianese)

1 RETE: Battaglia, Bianchi, Bouaziz, Federici (Acc. Borgomanero), Bona (Acqui), Cane, Carrino, Grimaldi, Mustaccio, Stabile (Alba Calcio), Balocco, Niang, Riverditi (Albese), Baschirotto, Leccese (Alpignano), Bresciani, Guza (Asti), Badenchini, Cassina, Doria, Ferrari, Giannini, Mazzetta, Santoro, Siliato (Bacigalupo), Aloisi, Bilel, Caputo, Contini, Guarnieri, Vetrella (Beiborg), Aboelala, Catoggi, De Paoli, Grasso, Guido A., Zunino (Beppe Viola), Biassoli, Fabiole, Gariazzo M., Ghedini, Guglielminotti, Rota, Velcani (Biellese), Bonda, Della Valle, Piletta (Borgosesia), Brondino, La Fleur, Lorini, Mazzoni, Savu, Stojmenovski (Bra), Battaglia, Pecchioli, Pizzuto (Bruinese), El Mouaatamid, Lovisolo, Testa (Canelli), Bianco, Ntongo (Caraglio), Beatrice, Bennardo, Maioglio F., Mazzucco (Casale), Barna, Fucini, La Sana, Massano (Cbs), Apollaro, Bethaz, Cutano, Pacuku (Charvensod), Delsanto (Cheraschese), Carbone, Cavuoto, Fasone, Rizzo, Spinelli (Chieri), Castellaro, Mancini, Meriacre, Nirta (Chisola), Bignoli, Castrigno, Lettig, Marzoli, Pirazzi, Salina (Città di Baveno), Barbotti, De Mitri, Ferri, Ragno (Città di Cossato), Bellinaso, Chiossa, Cutrano, Dellernia, Santoro, Schiavone, Tocila (Derthona), Alfieri, Giordano, Guerra, Marku, Podio, Virai (Fossano), Beshku, Pellegrino, Zabena (Giovanile Centallo), Dello Monaco, Viro (Grugliasco), Brizzi, Mordenti, Osmani (Ivrea), Kingidila, Obase, Rubini (Lascaris), Kolomiyets, Pardi (Lucento), Bruardi, Bruera, Chentaufi, Medina, Romano (Moderna Mirafiori), Floresta, Grivetto, Merkaj, Saracco (Moncalieri), Pagliuca, Unkponmwan (Nichelino Hesperia), Perracca (PDHA Evançon), Cravero, Del Mare, Hammad, Moreira, Vetri (Pertusa), Bonino, Duarte, Giglio, Laeglia, Sconfienza (Pinerolo), Bruni, Garetto, Tornello, Tortorella, Zanzone (Pro Eureka), Colombo, Gianola (Quincinetto Tavagnasco), Bizzaro, De Lorenzis, Lazzari (RG Ticino), Bauma, Ceresa (Rivarolese), Parola, Triolone (Rosta), Calosso, Curti, Giaccardi A., Petrucci, Rabbia (Salice), Caratelli, Monge (Saviglianese), Brustia, Candellone, Locatelli, Oronte, Perri, Prudnikov (Sparta Novara), Amo, Monday, Tang (Spazio Talent Soccer), Martusciello, Molinatti, Regruto (Strambinese), Discepolo, Novaresio, Rolle (Torinese), Montiglio, Usardi (Turricola Terruggia), Naldi, Ortogni, Scaglia (Union Novara), Lanzafame, Pomella, Schiavuzzi (Vanchiglia), Amato, Cara, Guazzoni, Martinella (Verbania), Alba, Imbergamo, Iorio, Lazzaron, Romeo (Volpiano Pianese)

IL PUNTO SULL'8^ GIORNATA - Prima vittoria per il nuovo Casale di Nicola Petrucci. A Chisola e Chieri le sfide d'alta quota. Che giornata per Lebbiati dell'Albese. Benissimo l'Asti, per Rosta e Moncalieri 3 punti sulla sirena. Super rimonta del Bacigalupo.
 


GIRONE A

Cade ancora il Città di Baveno e perde così l'imbattibilità casalinga. A gioire è la RG Ticino grazie ai soliti Colombo e Rondini, saliti a 5 reti in stagione. Squadra in crescita, che stacca ulteriormente le ultime tre posizioni e tiene nel mirino le prime quattro. La squadra di Mersini invece perde la vetta in favore della Biellese e si vede sorpassata e affiancata rispettivamente da Volpiano Pianese e Sparta Novara.
La Biellese quindi resta prima in solitaria avendo la meglio del Città di Cossato. Da segnalare per i bianconeri la seconda rete consecutiva del bomber dei 2007 Edoardo Nicolello. Il Volpiano Pianese invece affossa un Verbania ancora alla ricerca del nuovo tecnico e oggi capace di reggere solo per un tempo, dove per altro sul 1-0 ha reclamato un calcio di rigore. Ma la solidità e la forza offensiva dei padroni di casa sono state messe in mostra mirabilmente e alla fine è arrivato un pesante 6-0. Per i campioni del Super Oscar ora sfida interessante con la sorpresa Turricola Terruggia, che non è però riuscita ad opporsi allo Sparta Novara nonostante un eccellente primo tempo. Per i novaresi arrivano i complimenti del tecnico avversario Daniele Nardiello, per quanto mostrato in campo: "Ci abbiamo provato e nel primo tempo meritavamo molto di più, ma loro sono una squadra davvero fortissima, quadrata e che gioca con la giusta cattiveria".
Avanza l'Ivrea, che dopo il terzo gol rifilato all'Accademia Borgomanero rimane in 10 per mezz'ora, ma non trema e mantiene la porta inviolata. Risale prepotentemente anche il Borgosesia, alla terza affermazione consecutiva e vittoriosa sul campo di un Union Novara che ha giocato una partita d'attacco, ma è stata punita da due disattenzioni. Nella ripresa eccesso di nervosismo per i ragazzi di Lizza, che finiscono l'incontro in 9.
Infine prima vittoria per il nuovo Casale di Nicola Petrucci, che non ha problemi a regolare il fanalino Strambinese dilagando 7-0 a domicilio. Ora una sfida tutta da vivere contro l'Union Novara, le due squadra sono separate da soli 3 punti.

GIRONE B

Ben cinque vittorie esterne in questo turno di campionato, la più esaltante è quella del BSR Grugliasco.
I biancorossi ancora fermi a 0 venivano dal pesante 2-0 contro la diretta concorrente Cenisia e non era concesso fallire ancora, la vittoria del PDHA Evançon avrebbe permesso ai valdostani di prendersi ulteriore margine sulle ultime posizioni. Ne è venuto fuori un incontro al cardiopalma già nel primo tempo, con le reti di Alessio Cencig in apertura e nel recupero a dare fiducia ai suoi, intervallate però dal momentaneo pari di Ciocchini. Nella ripresa la posta in gioco si fa sentire e i padroni di casa reagiscono con la rete del pari di Barria. Il finale sembra favorire i montjouvins, visto anche il rosso comminato al grugliaschese Arva, ma all'ultimo respiro, su un calcio d'angolo, l'estremo difensore di casa non trattiene la palla, Ruggiero si avventa lesto e ribadisce in rete. C'è ancora tempo per il secondo rosso per gli ospiti, ma alla fine il risultato tiene e la squadra di Nudo tira una boccata d'ossigeno, piazzandosi in 11^ posizione e portandosi a -2 dagli avversari odierni. Nota stonata alcune intemperanze sugli spalti dopo il triplice fischi, con le due dirigenze che compatte hanno cercato di sedare gli animi, rammaricandosi per fatti che non hanno assolutamente riguardato i ragazzi in campo e rimarcardo l'assoluto rispetto presente tra le due squadre.

Guardando in alto, vince la Pro Eureka, che parte fortissimo contro la Rivarolese andando sul 3-0, salvo nella ripresa subire il caparbio ritorno degli avversari che vanno vicino all'impresa, ma trovano la rete solo due volte con Tonino e Franza. Affermazione sentita per i ragazzi di Settimo, che giocano con il lutto al braccio per la tragica scomparsa del ventenne Alessio Rebotti, fratello del compagno di squadra Andrea. Questa vittoria è anche e soprattutto per lui.

Perde due punti dalla capolista il Lascaris, che sbatte contro il muro del Lucento per uno 0-0 preziosissimo per la squadra di Pierro. In ogni caso prestazione sontuosa della difesa bianconera, che non rischia praticamente nulla, concedendo appena tre occasioni e solo su palla inattiva.
Tiene il passo il Rosta, con una vittoria da brividi sul campo dello Spazio Talent Soccer. Succede tutto nel secondo tempo, con botta e risposta tra Nurisso al 4' e Money che trova il pari al 10' dal dischetto. Ad undici minuti dalla fine Chirico lascia i suoi in 10, il Rosta si riversa in avanti e all'ultimo respiro del recupero trova il gol vittoria con Moine, con gli avversari che per la frustrazione restano in 9 uomini.
Subito dietro appaiate Vanchiglia e Quincinetto Tavagnasco. I granata non lasciano scampo con un 6-1 griffato dalla doppietta di Nissen e dalla tripletta di Vitale; il Quincinetto vince una gara tutt'altro che banale con l'Alpignano, grazie ad una rete per tempo. Mattatori il 2007 Suquet e Colombo, con la seconda rete per altro siglata in 10, avendo i ragazzi di Contiero giocato tutto il secondo tempo con l'uomo in meno.
La vittoria più larga di giornata infine è quella del VDA Charvensod, che travolge 7-0 il Cenisia e si presenta al meglio al derby della Val d'Aosta di domenica.

GIRONE C

Il Chisola fa suo lo scontro di giornata con il Pinerolo, costringendolo alla prima sconfitta. Basta Vada ai vinovesi, in una gara tutt'altro che semplice che ha certificato ulteriormente la forza di entrambe le squadre. Per il Chisola il prossimo turno altro scoglio importante da superare, ovvero la Cheraschese, che con la Giovanile Centallo ha avuto le sue belle gatte da pelare, ma alla fine ha avuto la meglio per 3-2. Anche per il Pinerolo avversario ostico, si vola in casa del Fossano, staccato di sole 3 lunghezze dopo il 3-1 inflitto a domicilio al Caraglio, a cui non è bastato il vantaggio di Andrea Dalmasso.
Chi guarda sempre tutti dall'alto in basso è il Nichelino Hesperia, sempre più scintillante e oggi troppo performante al cospetto di un Beiborg che per un tempo ha tenuto comunque al meglio delle sue possibilità. La squadra di Elio Bert è assime al Chieri l'unica ancora a punteggio pieno e con il Pinerolo vanta la terza miglior difesa della categoria (5) dietro solo a Chieri (3) e Lascaris (2).
Il Beiborg dal canto suo è ancora alla caccia della prima vittoria e ci proverà il prossimo turno con la Bruinese, messa nella stessa situazione, ma con due punti in più. Questa giornata ha sorriso alla Saviglianese, passata 3-1 e in cerca di quella continuità necessaria ad uscire dalle zone calde di classifica. Il prossimo turno contro il Caraglio vietato sbagliare per entrambe.
Si prende un po' di margine il Busca, che grazie a Chiapello piega un Salice rimasto tutta la ripresa con l'uomo in meno, mentre 3 punti più avanti, in vista del 3° posto, c'è anche il Cuneo Olmo, autore di un più che convincente 3-0 ad un Bra in crisi, qui alla sua 4^ sconfitta di fila.

GIRONE D

Chieri-Cbs era la partita del giorno ed ha certificato ancora una volta quanto la corazzata di Massimo Ricardo sia avversario terribile. Neanche i rosso neri sono riusciti ad opporglisi, nonostante la rete di Achino in avvio di ripresa avesse dato nuova speranza dopo il 2-0 subito nel primo tempo. Gli azzurri però non sbagliano un colpo e la chiudono con Carbone al 27', prendendosi la vetta in solitaria.
Cade infatti il bellissimo Acqui di Gianluca Oliva. Una gara stregata, sempre in proiezione offensiva e condita da tre legni e tre salvataggi sulla linea, ma alla fine il Bacigalupo compie l'impresa. Sotto di due reti a seguito della doppietta di Luparelli, la squadra di Fabio Maiani ha stretto i denti, risposto con Dehari prima del duplice fischi e nella ripresa mostrato tutto il suo carattere andando prima a riprenderla sempre con Dehari, poi portandosi a casa la posta piena grazie a Ferrari. Punti d'oro che interrompono un filotto di tre sconfitte di seguito, regalano la prima vittoria fuori dalle mura amiche e portano a +6 il margine sul terzultimo posto.
Nelle zone nobili cade anche il Derthona, travolto 4-1 da un Asti che concretizza il sorpasso e si assesta al quarto posto. Entrambe si devono però guardare dall'Albese, devastante in casa contro la Novese, per un 6-1 finale incredibile, con Lebbiati assoluto protagonista con un poker. 
Chi prova a togliersi dalle secche del fondo classifica sono Moncalieri e Alba Calcio. I primi vincono al foto finish sul campo del KL Pertusa grazie a Merkay, portandosi a 10 punti e lasciando fermi a 1 gli avversari. L'Alba invece espugna il fortino del Beppe Viola 1-0 con rete decisiva di Fassino nella ripresa, dopo un primo parziale molto equilibrato. Partita molto scorbutica che il giovane direttore di gara ha faticato a tenere in mano, ma a cui vanno i complimenti del Beppe Viola, visto che è stato un incontro al limite, molto sentito, con giocatori che spesso hanno esagerato nei contrasti.
Chiude lo 0-0 tra Canelli e Moderna Mirafiori, risultato che lascia entrambe a 4 punti e non aiuta nessuna delle due, se non moralmente. Da un lato i padroni di casa, che recriminano per un rigore non assegnato, interrompono un emorragia di punti che durava dalla terza giornata; dall'altro per gli ospiti è un minimo segnale di continuità, dopo la vittoria dello scorso turno.

8^ GIORNATA - Biellese sola in vetta dopo il colpaccio del RG Ticino sul campo del Città di Baveno. Tra Lascaris e Lucento trionfano le difese e la Pro Eureka ringrazia. Vittorie in 10 per Quincinetto Tavagnasco e BSR Grugliasco, con i biancorossi che la risolvono in pieno recupero, così come Rosta e Moncalieri. A Chisola e Chieri i big match di giornata.
 


GIRONE A

BIELLESE-CITTA' DI COSSATO 2-0
RETI: pt 31' Foglia Taverna, st 26' Nicolello

CITTA' DI BAVENO-RG TICINO 1-2
RETI: pt 9' Colombo (T), 11' Rondini (T), 30' Pingitore (B)

IVREA-ACCADEMIA BORGOMANERO 3-0
RETI: pt 34' e st 11' Iamonte, st 14' Chelotti
ESPULSI: st 16' Brizzi (I)

SPARTA NOVARA-TURRICOLA TERRUGGIA 3-1
RETI: pt 39' Brustia, st 18' Rabozzi, 20' Corona (T), 27' Fatone

STRAMBINESE-CASALE 0-7
RETI: pt 5' Mazzucco, 15' Beatrice, 22' rig. Maioglio A., st 10' e 40' rig. Rhedi, 17' Bennardo, 25' Ceronetti

UNION NOVARA-BORGOSESIA 1-2
RETI: pt 3' Della Valle (B), 6' Elladori (U), 38' Bonda (B)
ESPULSI: st 16' Ienuso (U), 36' Ortogni (U)

VOLPIANO PIANESE-VERBANIA 6-0
RETI: pt 15' e st 32' Fedele, pt 20' Vargas, st 17' Lista, 37' Lucca, 47' Imbergamo 

GIRONE B

LASCARIS-LUCENTO 0-0

PDHA EVANCON-BSR GRUGLIASCO 2-3
RETI: pt 1' e 47' Cencig (G), Ciocchini (P), st Barria (P), 45' Ruggiero (G)
ESPULSI: st 35' Arva (G), 50' Mirra (G)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-ALPIGNANO 2-0
RETI: pt 3' Suquet, st 21' Colombo
ESPULSI: st 2' Moneta (Q)

RIVAROLESE-PRO EUREKA 2-3
RETI: pt 14' Gallo (P), 32' Coda (P), 45' Tine (P), st 4' Tonino (R), 20' Fiorenza (R)

TORINESE-VANCHIGLIA 1-6
RETI: pt 8' e st 19' Nissen, pt 28' Lot (T), 38', 39' e st 5' Vitale, st 40' rig. Burnescu

CENISIA-VDA CHARVENSOD 0-7
RETI: Girardi, Gerbore, Rosset, Cannatà, 3 Davisod

SPAZIO TALENT SOCCER-ROSTA 1-2
RETI: st 4' Nurisso (R), 10' rig. Monday (S), 50' Moine (R)
ESPULSI: st 34' Chirico (S), 50' Amo (S)

GIRONE C

CUNEO OLMO-BRA 3-0
RETI: Caraglio, Giordano, Sadrija

BUSCA-SALICE 1-0
RETE: Chiapello
ESPULSI: pt 40' Bertone (S)

CARAGLIO-FOSSANO 1-3
RETI: pt 11' Dalmasso A. (C), 35' Mondino, 45' Niba, st 25' Virai

CHERASCHESE-GIOVANILE CENTALLO 3-2
RETI: Bergia, Boniello (G); De Pasquale, Nota, Dema R. (C)

NICHELINO HESPERIA-BEIBORG 3-1
RETI: pt 40' Noviello, st 15' e 19' Linciano, 30' Bilel (B)

PINEROLO-CHISOLA 0-1
RETE: pt 35' Vada

POLISPORTIVA BRUINESE-SAVIGLIANESE 1-3
RETI: pt 10' Chelarescu V., st 23' Caratelli, 34' rig. Simonelli (B), 43' Monge

GIRONE D

ACQUI-BACIGALUPO 2-3
RETI: pt 2 Luparelli (A), 30' e st 10' Dehari (B), st 18' Ferrari (B)

ALBESE-NOVESE 6-1
RETI: pt 4' Miminaj (N), 10', 20', 32' e st 20' Lebbiati, st 27' Franza, 40' Niang

ASTI-DERTHONA 4-1
RETI: Cutrano (D); pt Fakir, Manicone, Saretti, st o.g. (A)

CANELLI-MODERNA MIRAFIORI 0-0

CHIERI-CBS 3-1
RETI: pt 3' Di FIlippo, 21' o.g. Stiari, st 8' Achino (CB), 27' Carbone

BEPPE VIOLA-ALBA CALCIO 0-1
RETE: st 11' Fassino
ESPULSO: Cane (A)

KL PERTUSA-MONCALIERI 1-2
RETI: st 30' Saracco (M), 40' Moreira (P), 48' Merkay (M)

8^ GIORNATA - Pari pirotecnico nel big match del girone A, la capolista si ferma, ma dopo la rimonta subita dallo Sparta Novara è capace di agguantare il pari con due uomini in meno. Molto bene il Casale. Giornata di colpi esterni, con le ottime vittorie di Cheraschese, Saviglianese e Pozzomaina. 
 


GIRONE A

CASALE-ACCADEMIA BORGOMANERO 5-2
RETI: pt 3' Ferraris, 28' Bennardo, 33' rig. e st 7' Boja, st 4' Maddamma (A), 39' Imeraj, 42' rig. Boca (A)

SPARTA NOVARA-IVREA 3-3
RETI: pt 7' e 13' Touti (I), 24' e st 5' Crespi (S), pt 33' Prudnikov (S), st 37' Dublino (I)
ESPULSI: st 10' Faccin (I), 35' Toscano (I)

JUVENTUS DOMO-SANTHIA' 6-0
RETI: pt 19' e 29' Minazzi, 23' Veia S., st 6' Di Domenico, 20' Zuccari, 33' Boschetti

BIELLESE-PRO EUREKA 5-2
RETI: pt 9' e 33' Nicolello, 22' Velcani, 26' Di Francesco, st 22' Siviero (B); Matera, Nardiello (P)

STRAMBINESE-ROMAGNANO 2-1
RETI: pt 10' Milani (S), st 36' Di Benedetto (S), 39' Bottelli (R)

VOLPIANO PIANESE-OLEGGIO SPORTIVA OLEGGIO 7-1
RETI: Reggiani (O); 2 Massari, 2 Gambetti, Peradotto, Stefanelli, Faye (V)

CITTA' DI BAVENO-UNION NOVARA 6-0
RETI: pt 18' De Giorgis, st 10' Bonetti, 27' Zanoia, 31' Piana, 34' Vola, 38' Palamara

GIRONE B

CIRIE'-VIRTUS MERCADANTE 7-1
RETI: pt 2' e 34' Ozella, 10, 25' e st 30' Piccinni, pt 32' Dantonio, st 20' Aranda (M), 24' Cinardo

PARADISO COLLEGNO-LEINI' 1-1
RETI: Grec (C), pt 20' Bellone (L)
ESPULSO: st 42' Braconcini (C)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-BORGARO NOBIS 2-1
RETI: pt 5' Zitoli (B), st 1' Giacalone (Q), 20' Ardissone (Q)

VANCHIGLIA-CENISIA 1-1
RETI: pt 5' De Luca (V), st 41' Dalipi (C)
ESPULSO: st 45' Botti (V)
NOTE: st 42' Carnino (V) fallisce calcio di rigore

LUCENTO-VDA CHARVENSOD 1-1
RETI: pt 9' Lahmadi (C), 26' Mossucca (L)

PIANEZZA-VENARIA 2-2
RETI: pt 13' Tomiato (V), 39' Zerbi (P), st 31' Spandre (V), 33' De Carlo (P)
ESPULSO: st 40' Lupis (P)

ALPIGNANO-LASCARIS 1-3
RETI: pt Ajmar (A), pt e st Torti, st Maniscalco 

GIRONE C

CUNEO OLMO-SALICE 1-2
RETI: pt 6' Ghibaudo (C), 39' Piccardoni (S), st 11' Kila (S)

BRA-CHERASCHESE 1-2
RETI: st 17' Napoli (C), 23' Canavese (C), 40' Bottero (B)

BEIBORG-AREA CALCIO ALBA ROERO 2-2
RETI: pt 23' Godino (B), 33' Savarise (B), st 21' o.g. Demurtas (A), 30' Gili (A)

GIOVANILE CENTALLO-SAVIGLIANESE 1-3
RETI: st 13' Faccia (G); Mondino, Grosso, Asanache (S)

NICHELINO HESPERIA-CHISOLA 0-2
RETI: pt 35' Lazzaro, st 18' Marmo

ALBA CALCIO-PINEROLO 8-8
RETI: pt 7' e st 17' Busico (P), pt 9', 24' e st 20' Valinotto (P), 10' Mazza (A), 12' Demarinis (P), 13' e 23' Bussi (A), 18' Asteggiano (A), 25' rig., st 28' e 38' Trinchero (A), pt 30' o.g. Adornetto (A), st 7' e 10' Salvatore (P)
NOTE: st 28' Frairia (P) para calcio di rigore a Trinchero (A)

CARAGLIO-RORETESE 7-2
RETI: 2 Bianco, Caramia, Belliardo, Risso, Renaudo, Gazzera (C); st 5' Cerviello, 25' Rambaudo (R)
ESPULSO: pt 35' Messa (R)

GIRONE D

ACQUI-ASCA 6-0
RETI: 2 Gai, 2 El Hlimi, Massa, Biglia

FORTITUDO-POZZOMAINA 0-2
RETI: pt Pastore, st Chiesa
ESPULSO: st 40' Roma (P)
NOTE: pt 2' Canuti (P) fallisce calcio di rigore

DERTHONA-ASTI 1-1
RETI: pt 38' Taverna (D), st 30' Mo (A)
NOTE: st Bruno (D) para calcio di rigore a El Bentaoui (A)

TURRICOLA TERRUGGIA-CHIERI 0-5
RETI: pt 6' Bove, 9' Rosano, st 10' Galvagno, 37' Melloni, 40' Giglio

CIT TURIN-NOVESE 0-2
RETI: pt 19' e st 40' Ricciu

CBS-KL PERTUSA 1-0
RETI: st 20' Buffon
NOTE: st 12' El Bakri (P) fallisce calcio di rigore

BEPPE VIOLA-SISPORT 2-3
RETI: pt 7' Cileone (B), 25' Lo (S), 30' Ruggero (S), st 10' Lacava (B), 16' Rossetti (S)

INTERVISTA - La società dell'alessandrino sta stravolgendo tutti i pronostici nel girone A di Under 17, con un inizio di campionato da favola. Andiamo a conoscerli meglio attraverso le parole del tecnico Daniele Nardiello.
 


13 punti nelle prime 7 giornate, frutto di 4 vittorie, un pareggio e due sconfitte. 14 reti fatte e 10 subite e lo scalpo delle due battistrada Biellese e Città di Baveno, unica sconfitta al momento per loro, questo il ruolino di marcia dello splendido Turricola Terruggia a quasi due mesi dall'inizio dei campionati. Un percorso straordinario per una squadra all'esordio nei Regionali, che con il duro lavoro si sta togliendo le prime soddisfazioni.
Alla guida Daniele Nardiello, anima della società assieme al Ds Marco Defrancisci.

Un inizio travolgente che non si aspettava nessuno.
"Non pensavamo di avere questo impatto. Siamo una piccola squadra di paese, con un bacino molto piccolo e con vicino una bellissima realtà come quella del Casale. I nostri ragazzi vengono tutti dai Provinciali e per loro è un'esperienza nuova. Ci è dispiaciuto vedere che tutti ci davano per spacciati nel pre campionato, ma è anche normale, c'è un livello molto alto e tante società fortissime, noi stessi eravamo un po' spaventati. Abbiamo subito cercato di organizzare amichevoli importanti per calare i ragazzi nella nuova realtà e contro una squadra di livello come l'Asti abbiamo perso 8-1. Nonostante le difficoltà abbiamo lavorato sodo e la prima giornata, pareggiata con il Borgosesia, ci ha dato molta speranza e fiducia".

A proposito di lavoro, quali sono i tuoi metodi?
"I miei metodi non sono semplici, chiedo sempre tanto ai ragazzi e questo comporta delle difficoltà, un'evoluzione più graduale. Il primo aspetto che curo è quello mentale, perché i nostri giocatori devono capire che quello che facciamo serve per formarli e il gruppo è più importante delle individualità. Da un lato questi risultati ci danno una mano, perché danno credibilità e aumentano la fiducia dei ragazzi, ma sono anche fortunato ad avere persone cresciute in famiglie esemplari e che non danno problemi. In più il fatto che siamo una piccola realtà fa si che si conoscano tutti, che siano cresciuti insieme dentro e fuori dal campo. Sta poi a noi fare in modo che siano sempre contenti e felici di allenarsi e far parte del progetto. Con loro cerco di ridere e scherzare, sentirli in privato se ci sono problemi, senza eccedere e puntando molto sulla meritocrazia. Essendo cresciuti in un contesto calcistico diverso da quello di noi più grandi, siamo noi a dover cercare di adeguarci un po' alle loro esigenze, dobbiamo fargli bene e fare in modo che quello che imparano qui gli rimanga anche una volta andati via. Uno degli aspetti su cui insisto maggiormente è l'umiltà e che non cerchino alibi quando le cose non vanno, una cosa che mi hanno inculcato i miei genitori. Quando riesci a creare un clima positivo, dove tutti si sentono parte della squadra, dove anche chi gioca meno si sente coinvolto, poi in campo questo cose si vedono, perché rendono enormemente di più.
Per quanto riguarda gli aspetti di gioco, non sono uno schematico, che cerca di imbrigliare i ragazzi in ruoli fissi. Molti allenatori sono convinti di essere loro a vincere le partite, ma in realtà le vince chi va in campo. In partita credo siano loro a questa età a dover essere capaci di adeguarsi alle varie esigenze di gioco, a seconda dell'avversario, a seconda della situazione, e ciò è utile anche e soprattutto quando cambi allenatore. Chiedendogli molto evito di arrabbiarmi quando ci sono errori e inizialmente diversi di loro hanno mostrato difficoltà. Ma non abbiamo lasciato nessuno indietro e ora rendono tutti al 200%, e spesso chi gioca meno è quello che si impegna il doppio in settimana. Cerchiamo di rendere gli allenamenti il più vari possibile e questo a loro piace, stiamo formando una squadra, che non avrà il fenomeno che ti risolve la partita, ma che a livello di collettivo sta costruendo qualcosa di importante. Anche perché se non dai sempre il massimo, a questi livelli gli avversari ti schiacciano subito, non puoi permetterti distrazioni. Difatti l'unica gara che abbiamo giocato davvero male è stata quella con l'Ivrea, dove probabilmente abbiamo sottovalutato l'impegno e alla fine siamo usciti sconfitti. Per il resto delle gare però tutti hanno sempre dato il loro massimo, anche di fronte ad avversari più quotati. Come detto non abbiamo fenomeni che risolvano la partita da soli, ma tanti ottimo giocatori che lavorano sodo. Poi ci sono quelli che spiccano più di altri per qualità come Montiglio e Corona, che oltre ad aver deciso la partita con la Biellese hanno anche ricevuto la chiamata in rappresentativa, ma loro sono il simbolo del lavoro di tutti".

Com'è lavorare al Turricola Terruggia?
"E' un percorso iniziato diversi anni fa. Con il Ds Marco Defrancisci, con cui siamo amici, abbiamo costruito piano piano questa realtà, dove tutti ci impegniamo al massimo. E' complicato per una società piccola come la nostra, ma la collaborazione tra tutti ci aiuta a crescere. Proviamo a migliorare passo dopo passo e ora abbiamo puntato molto sulla qualità dei tecnici che si impegnano per i nostri colori. Io stesso cerco sempre di condividere idee ed esperienze con gli altri mister e per la squadra ho due collaboratori come il mio secondo Andrea Bertelli e il dirigente Andrea Capra con i quali mi confronto costantemente. E' uno staff fantastico, dove ognuno conosce i propri ruoli ed incarichi, ma allo stesso tempo su aspetti dove uno non arriva l'altro è sempre pronto a dare un sostegno. Non posso fare altro che ringraziarli e quel che stiamo costruendo con la squadra è anche merito loro".

Il futuro cosa propone?
"Ovviamente è presto per fare programmi o pronostici. A livello di squadra cerchiamo di volare bassi, testa quadrata e continuare a lavorare, e vediamo dove arriviamo. In questo momento abbiamo una collaborazione con la Pastorfrigor Stay per la Juniores, che noi non abbiamo, ma con i nuovi regolamenti l'anno prossimo, se continuiamo così con l'Under 17, potrebbero aprirsi nuove prospettive. Per ora è presto per parlarne però, non ci precludiamo nulla.
A livello personale ugualmente non posso dire cosa verrà. Ho lasciato il calcio giocato a 32 anni per calarmi in questa nuova realtà di allenatore, dove ho fatto tanta gavetta, partendo dai piccoli che fanno calcio a 5 fino all'Under 17, che alleno da alcuni anni. Il calcio è una passione, mi informo sempre tanto e ho conseguito il patentino Uefa C, mi piace proseguire su questa strada. L'Under 17 è forse la categoria che preferisco, perché puoi avere un rapporto, un dialogo, di un certo livello con i ragazzi, trasmettendogli molto del tuo. Per questo non sono per ora interessato al calcio adulto, non mi ci vedo ora come ora, non essendoci le stesse dinamiche presenti nelle giovanili. Sarei forse curioso dedicarmi solo all'allenamento, non foss'altro per capire tante cose che si vivono in maniera diversa, visto che qui per ora ricopro anche altri incarichi, tra cui quello di Dt. Ma come detto, non mi precludo nulla e per ora proseguiamo nel percorso tracciato".

RINNOVAMENTO - Nomi di qualità per la società arancio verde, che imbastisce un importante progetto che coinvolga Scuola Calcio e Settore Giovanile. Di seguito il comunicato ufficiale della società.
 


L’A.S.D. Venaria Reale annuncia ufficialmente un cambio ai vertici della Scuola Calcio e del Settore Tecnico.

La società ha accettato le dimissioni per motivi personali di Giovanni Ragno, al quale va un sentito ringraziamento per il grande lavoro svolto e per tutte le energie profuse in questo anno e mezzo che hanno permesso di rimettere delle basi solide nella Scuola Calcio maschile e femminile.
Al suo posto la società dà un caloroso benvenuto a due profili di grandissimo spessore quali Rosario Amendola e Fabio Cascioli.
Rosario ha un curriculum che non ha bisogno di presentazioni: calciatore con trascorsi in Serie C, da allenatore ha condiviso 13 anni di attività al fianco di Antonio Cabrini passando dalla Lega Pro, alla Nazionale Siriana, fino a tutta la trafila giovanile della Nazionale Femminile Italiana. Nel 2018/19 anno si è occupato anche dello Scouting delle Nazionali maschili Under 15 e Under 21. In ambito regionale spicca l’esperienza come direttore tecnico al Chisola. Fabio invece è un volto di spicco nel panorama torinese, il suo curriculum vanta tra le esperienze più importanti quelle alla J Stars, Chisola, Lucento e Pont Donnaz Hone Arnad.
Amendola sarà incaricato della guida della Direzione Tecnicanon solo della Scuola Calcio, ma anche del Settore Giovanile. Una decisione volta ad avviare un progetto tecnico qualitativo ben preciso che coinvolga tutte le squadre del Venaria Reale, dai Piccoli Amici fino all’Under 17. Cascioli invece assumerà il ruolo di Responsabile della Scuola Calcio.
Determinati e con le idee chiare, queste le loro prime parole in verdearancio: “In un momento dove nel calcio si dicono molte chiacchiere, noi siamo per i fatti. La società ci ha fatto delle richieste precise che vogliamo subito mettere in atto, sia in campo che fuori”.

L’A.S.D. Venaria Reale ci tiene a esprimere tutto il proprio entusiasmo e la propria fiducia nel nuovo corso che si sta cercando di intraprendere. Nonostante questi anni difficili che stiamo vivendo a causa di pandemie e guerre, la società non vuol far mancare nulla ai propri tesserati e ha deciso di investire con convinzione e più di prima in un nuovo e ambizioso progetto che possa dare una ventata d’aria fresca a tutto l’ambiente. Un progetto con una nuova metodologia e nuove basi tecniche, un progetto che mette al centro i nostri Cervotti e Cervotte, sia sotto il profilo della crescita calcistica e sia dal punto di vista della Tutela dei Minori e dei loro diritti, avvalendosi delle competenze di grandi professionisti quali Mauro Melluso e la dottoressa Anna Maria Fantauzzi
Il Venaria vuole crescere e tornare grande, e lo vuole fare investendo in primis nel benessere dei giovani calciatori e calciatrici.

RINNOVAMENTO - Nomi di qualità per la società arancio verde, che imbastisce un importante progetto che coinvolga Scuola Calcio e Settore Giovanile. Di seguito il comunicato ufficiale della società.
 


L’A.S.D. Venaria Reale annuncia ufficialmente un cambio ai vertici della Scuola Calcio e del Settore Tecnico.

La società ha accettato le dimissioni per motivi personali di Giovanni Ragno, al quale va un sentito ringraziamento per il grande lavoro svolto e per tutte le energie profuse in questo anno e mezzo che hanno permesso di rimettere delle basi solide nella Scuola Calcio maschile e femminile.
Al suo posto la società dà un caloroso benvenuto a due profili di grandissimo spessore quali Rosario Amendola e Fabio Cascioli.
Rosario ha un curriculum che non ha bisogno di presentazioni: calciatore con trascorsi in Serie C, da allenatore ha condiviso 13 anni di attività al fianco di Antonio Cabrini passando dalla Lega Pro, alla Nazionale Siriana, fino a tutta la trafila giovanile della Nazionale Femminile Italiana. Nel 2018/19 anno si è occupato anche dello Scouting delle Nazionali maschili Under 15 e Under 21. In ambito regionale spicca l’esperienza come direttore tecnico al Chisola. Fabio invece è un volto di spicco nel panorama torinese, il suo curriculum vanta tra le esperienze più importanti quelle alla J Stars, Chisola, Lucento e Pont Donnaz Hone Arnad.
Amendola sarà incaricato della guida della Direzione Tecnicanon solo della Scuola Calcio, ma anche del Settore Giovanile. Una decisione volta ad avviare un progetto tecnico qualitativo ben preciso che coinvolga tutte le squadre del Venaria Reale, dai Piccoli Amici fino all’Under 17. Cascioli invece assumerà il ruolo di Responsabile della Scuola Calcio.
Determinati e con le idee chiare, queste le loro prime parole in verdearancio: “In un momento dove nel calcio si dicono molte chiacchiere, noi siamo per i fatti. La società ci ha fatto delle richieste precise che vogliamo subito mettere in atto, sia in campo che fuori”.

L’A.S.D. Venaria Reale ci tiene a esprimere tutto il proprio entusiasmo e la propria fiducia nel nuovo corso che si sta cercando di intraprendere. Nonostante questi anni difficili che stiamo vivendo a causa di pandemie e guerre, la società non vuol far mancare nulla ai propri tesserati e ha deciso di investire con convinzione e più di prima in un nuovo e ambizioso progetto che possa dare una ventata d’aria fresca a tutto l’ambiente. Un progetto con una nuova metodologia e nuove basi tecniche, un progetto che mette al centro i nostri Cervotti e Cervotte, sia sotto il profilo della crescita calcistica e sia dal punto di vista della Tutela dei Minori e dei loro diritti, avvalendosi delle competenze di grandi professionisti quali Mauro Melluso e la dottoressa Anna Maria Fantauzzi
Il Venaria vuole crescere e tornare grande, e lo vuole fare investendo in primis nel benessere dei giovani calciatori e calciatrici.