Sabato, 28 Gennaio 2023

10° GIORNATA - La Biellese sale al 2° posto, l'Acqui convince. Un gol fa la differenza  per Alfieri Asti, Arquatese, Novese ed L.G.Trino
 


Turno di campionato favorevole allo Sparta Novara, che coglie i 3 punti in casa del Borgosesia e approfitta della buona giornata del Casale, che a domicilio stoppa l'Accademia Verbania, per allungare in classifica. Vittoria per nulla facile della capolista in casa del Borgosesia, con Piccolini a portare i suoi avanti ad inizio partita e Cerminare ad impattare nei primi minuti del secondo parziale. La partita diventa una vera battaglia, gli ospiti non sfondano e ci si mette anche la traversa a dire di no ai ragazzi di Stangalino. Ma a 20' dalla fine ci pensa Stranieri a regalare la vittoria ai suoi dal dischetto. Sconfitta che viene presa con lo spirito giusto in casa Borgosesia, il dirigente Bonazzi commenta così: "Nonostante il risultato finale, siamo soddisfatti della partita, i ragazzi hanno giocato senza paura, tentando di costruire il gioco. Loro sono forti e sono meritatamente li in alto, ma oggi il divario in classifica è stato meno evidente di quello che dicono i numeri". Rallenta quindi l'Accademia Verbania, fermata sullo 0-0 da un buon Casale: "Penso il pareggio sia un risultato giusto. Abbiamo avuto due chiare occasioni da gol per parte e credo si sia giocato alla pari. Peccato per quel palo ad un quarto d'ora dalla fine..." dirà il dirigente Cristiano Maino degli ospiti. Non fallisce l'appuntamento con la vittoria la Biellese, che vince 3-0 ed aggancia in seconda posizione il Verbania a quota 22 punti. In coda 3 punti importanti per l'Alfieri Asti, che torna a vincere dopo 9 giornate, contro il fanalino di coda Academy Novara. Vittoria che permette di scavalcare l'Orizzonti United, piegato di misura nella difficile trasferta in casa della Novese. E 3 punti preziosi anche per L.G.Trino, che con un pirotecnico 4-3 al Valle Elvo. Si allontana dalle zone più calde l'Acqui, a cui bastano 17' per mettere a referto le due reti con cui piegare la resistenza ddl Derthona, mentre in cima, l'Arquatese sconfigge in rimonta Città di Baveno, portandosi al 3° posto in solitaria.


ACCADEMIA VERBANIA-CASALE 0-0

ACQUI-S.G.DERTHONA 2-0
Reti: pt 2' Martino T., 17' Piccardo

ALFIERI ASTI-ACADEMY NOVARA 3-2
Reti: 2 G.Gatti ((AA), Nouam (AA)

ARQUATESE VALLI BORBERA-CITTA' DI BAVENO 2-1
RETI: st 10' Limoni (B), 11' e 28' Avvenente (A)

BORGOSESIA-SPARTA NOVARA 1-2
Reti: pt 5' Piccolini (S), st 6' Cerminare (B), 21' Stranieri rig. (S)

NOVESE-ORIZZONTI UNITED 2-1
Reti: Lo Gioco (N), Biscotti (N)

L.G.TRINO-VALLE ELVO 4-3
Reti: 2 Chiaria (T), Costa (T), Daniciuc (T)

LA BIELLESE-SCA ASTI 3-0
Reti: 2 Bernardo, Passanante

10° GIORNATA - Il Giovanile Centallo torna a vincere. Il Cumiana alla terza vittoria consecutiva contro dirette concorrenti. Bene anche il Pinerolo, guidato da un ispirato Ongaro. Cbs in ripresa col secondo successo consecutivo, mentre il Mirafiori fa il colpo in casa del Savigliano. Gran risultato dell'Atletico Torino che piega l'Area Calcio
 


Continua il braccio di ferro a distanza tra Chisola e Bra. Entrambe le squadre regolano i rispettivi avversari odierni con quattro reti che lasciano poco al caso e tengono a distanza le dirette inseguitrici, vincenti anch'esse in questa giornata. Per Carmagnola e KL Pertusa oggi non c'è stato nulla da fare e se i primi sono almeno invischiati nella zona playout, i secondi attraversano una crisi che non pare avere fine e oggi ha piovuto pure sul bagnato, dato che dal 20' del primo tempo hanno dovuto giocare in 10. La terza forza del campionato Pinerolo non stecca contro il Monregale, ma deve aspettare il secondo tempo per riuscire a piegare la resistenza ospite. E vince anche il Giovanile Centallo, che dopo le due sconfitte consecutive contro le corazzate del girone ringrazia il gol di Mellano al 8' che gli consente di violare il campo del Bacigalupo. Come sempre grande onestà da parte del tecnico ospite Bianchi: "Giocato bene nel primo tempo per circa mezz'ora, poi sono usciti loro, hanno preso anche un palo. Nel secondo più equilibro, abbiamo preso una traversa, ma loro sono forti, credo il dominio del gioco fosse altalenante, un po' a noi, un po' a loro. Alla fine penso 1-1 sarebbe stato il risultato giusto per quello che si è visto in campo, ma sono ovviamente contento dei tre punti viste le precedenti partite". Si allontanano dalle zone calde il Mirafiori, corsaro a Savigliano grazie al sigillo di Rotondo, e il Cbs, in ripresa dopo un periodo difficile e alla sua seconda vittoria consecutiva, contro un Carignano che resta penultimo, ma a due soli punti dalla zona playout. Chi ne esce dalla zona calda invece è il Cumiana, in grande forma dopo un inizio difficile e oggi alla sua terza vittoria consecutiva. Tutte per altro doppiamente preziose, perché ottenute contro dirette concorrenti. Oggi a farne le spese è stato un comunque buon Lesna Gold, che si mangia le mani per il rigore di Riba che l'attento Luongo neutralizza quando il risultato era ancora di 0-0. Anche l'Atletico Torino respira, cogliendo il 5° risultato utile consecutivo col 2-0 all'Area Calcio e salutando il nuovo corso di Roberto Scacchetti nel migliore dei modi: due vittorie su due incontri per lui.


BRA-CARMAGNOLA 4-0
Reti: pt 10' Todisco, st 10' Defaveri, 15' Scommenia, 20' Ternavasio

CUMIANA-LESNA GOLD 3-0
Reti: pt 23' Fucile, 32' Codias, st 12' Ierino
Note: pt 18' Luongo (C), para rigore a Riba (L)

PINEROLO-MONREGALE 3-0
Reti: st 12' Quaranta, 20' e 25' Ongaro

SAVIGLIANO-MIRAFIORI 0-1
Rete: Rotondo

CBS-CARIGNANO 3-0
Reti: Ghironi, Gamba, Re

BACIGALUPO-GIOVANILE CENTALLO 0-1
Rete: pt 8' Mellano

CHISOLA-KL PERTUSA 4-0
Reti: pt 11' Geraci, 12' Dell'Anno, 34' e st 36' Bernardon
Espulso: pt 20' (P)

ATLETICO TORINO-AREA CALCIO 2-0
Reti:

10° GIORNATA - Dietro le prime due è bagarre continua, vincono tutti. Il Vanchiglia fa suo il big match, il Lascaris esagera. Pro Eureka-Cenisa vietata ai deboli di cuore. San Mauro e Venaria vincono gli scontri diretti. Borgaro e Rivarolese a reti bianche
 


Non arrestano la loro corsa Volpiano e Pozzomaina, rifilando entrambe tre reti ai malcapitati avversari. Ottimo risultato per la capolista, che su un campo difficile deve aspettare il secondo tempo per passare avanti e poi venire avvantaggiati dall'espulsione del bomber dell'Alpignano Albisetti per mettere il risultato al sicuro. Niente da fare per il Quincinetto Tavagnasco contro il ciclone Pozzomaina. Pianese è una sentenza per i suoi, ma il vantaggio dura 5 minuti, prima che Renacco impatti. Ci pensa poi il solito Covello a mettere le cose a posto con una marcatura per tempo.Il treno delle iseguitrici però è folto, quindi occhio a distrarsi. Il Lascaris non lascia scampo al Bollengo Albiano, mettendo a referto 10 segnature e balzando in testa alla classifica di miglior attacco del girone. Il Vanchiglia ha la meglio nella sfida d'alta quota con il Lucento. Decide Enrico nel secondo parziale e il sorpasso è operato. La squadra di Grosso è in leggera crisi, incassa la terza sconfitta consecutiva e viene scavalcato anche dei bianco-neri guidati da Manavella. Grande intensità e finale da brividi tra Pro Eureka e Cenisia. D'Avanzo è bravo nel secondo tempo a riportare il discorso in parità, ma nel finale succede di tutto. L'estremo difensore ospite Chiera viene espulso, con conseguente calcio di rigore per la Pro. Sostituzioni finite per il Cenisia e in porta allora va un giocatore di movimento, Ferrero. Che diventa eroe sventando il rigore di Castellano. L'arbitro concede 7 minuti di recupero e al 2' Castellano si fa perdonare siglando il gol partita. Ma il finale acceso vede gli ospiti lamentare un rigore non concesso al minuto 46'. In coda, il Venaria vince lo scontro diretto sull'Ivrea grazie a Tietto in chiusura di primo tempo, staccando quindi la zona playout di tre lunghezze, mentre il San Mauro coglie il suo secondo successo andando a vincere sul campo della diretta concorrente Aygreville. A reti bianche l'incontro tra Borgaro Nobis e Rivarolese.


BORGARO NOBIS-RIVAROLESE 0-0

AYGREVILLE-SAN MAURO 0-3
Reti: st 15' e 20' Goteri, 30' Cotroneo

LASCARIS-BOLLENGO ALBIANO 10-0
Reti: pt 3', 6', 15' Andrioli, 39' e st 10' Scoditti, st 12' Carta, 14' e 21' Lo Bianco 33' Merico, 36' Mostacci

PRO EUREKA-CENISIA 2-1
Reti: pt 25' Gravina (P), st 32' D'Avanzo (C), 42' Castellano (P)
Espulso: st 39' Chiera (C)
Note: st 40' Ferrero (C) para rigore a Castellano (P)

VENARIA-IVREA 1-0
Rete: pt 40' Tietto

POZZOMAINA-QUINCINETTO TAVAGNASCO 3-1
Reti: pt 7' Pianese (Q), 12' Renacco (P), 28' e st 32' Covello (P)

ALPIGNANO-VOLPIANO 0-3
Reti: st 13' e 40' Melis, 28' Battrilani
Espulso: st 20' Albisetti (A)

VANCHIGLIA-LUCENTO 1-0
Rete: st 14' Enrico

 

10° GIORNATA - Il Derthona accorcia sulla capolista. Bene l'Alferi Asti e lo Sparta Novara. In coda tre punti importanti per la Novese. Poker convincente per l'Acqui. Esordio coi fiocchi per Carlo Zucca sulla panchina del Borgosesia. Gassino e Academy si annullano
 


Clamoroso a Casale, dove i padroni di casa affondano il Chieri capolista per 3-2. Vittoria per altro in rimonta, dato che dopo il rigore di Coppola in apertura d'incontro, gli ospiti la ribaltano chiudendo il tempo sul 1-2. Ma il campo del Casale dopo la prima giornata (sconfitta con l'Acqui) è diventato un vero e proprio fortino e grazie alla bella girata di Daka e allo squillo di Premoli a due minuti dalla fine (grande azione corale  di squadra conclusa con un pallonetto), la squadra di Viola assapora dopo nove vittorie consecutive l'amaro sapore della sconfitta. Estremamente soddisfatto il tecnico Zatti, che esalta la grande prova dei suoi: "E' stata una bella prova, bravissimi noi a metterli in difficoltà e a recuperare dopo il loro ribaltone giocando un grandissimo secondo tempo. I ragazzi sono stati encomiabili". Ne approfitta il Derthona, che accorcia e si porta a due punti dalla vetta con la vittoria ottenuta sul campo dell'Accademia Verbania. Risultato rotondo, ma che non deve trarre in inganno come ammesso dal tecnico ospite Pontarolo, dato che l'estremo difensore bianco-nero deve prodigarsi in due grandi interventi quando il risultato era solo 0-1. Poi però la verve dei più quotati avversari ha la meglio sulla tenacia dei padroni di casa .Non sbaglia neanche l'Acqui, che trascinato da Coletti (11 gol per lui con questa doppietta), rifila quattro reti ad un Castellazzo che non riesce a dare continuità alla vittoria colta nel recupero giocato in settimana contro l'Alfieri Asti. Che dal canto suo si riscatta pienamente violando con una prova convincente il campo della Biellese. Con un gol per tempo, Marras regala la vittoria allo Sparta Novara, ma non è stato un incontro facile. "Dopo un ottimo primo tempo siamo calati. Penso abbiamo meritato la vittoria, abbiamo anche colto un palo e ci è stato annullato un gol, però è stata un partita dura perché loro sono una buona squadra. Non credo meritino la classifica che hanno per come giocano" dirà a fine incontro Massimiliano Palombo dello Sparta. Il Borgosesia coglie un buon risultato piegando 2-0 una squadra in forma come il Città di Baveno e saluta al meglio il nuovo mister Carlo Zucca, mentra la Novese è corsara in campo dell'Accademia Borgomanero, scavalcandola e rispedendola in zona playout. Infine pareggio tra Gassino e Academy Novara, con botta e risposta in sette minuti. Non si smuove troppo la classifica, ma per l'Academy può essere un punto di partenza, visto il cambio di allenatore effettuato la scorsa settimana. Il presidente Sarchiello ritiene che "Bisognava dare nuovi stimoli a questi ragazzi. Serve sicuramente tempo e lavoro, ma sono convinto che il nuovo mister Enea Canaj sia la persona giusta per consentire ai giocatori di prendersi la posizione in classifica che meritano". Il nuovo tecnico, al suo primo punto dopo due gare, ha le idee chiare sul lavoro che c'è da fare: "Da un punto di vista fisico patiamo rispetto alle altre squadre, quindi bisogna lavorare sulla costruzione, sul controllo del pallone, in modo che  ci si possa anche difenderci meglio. Ed è importante anche lavorare su come attaccare lo spazio e i tempi giusti. Non possiamo puntare tutto solo su sacrificio e buona volontà per salvarci, so che è un lavoro difficile, ma io ci credo". 


ACCADEMIA BORGOMANERO-NOVESE 0-1
Rete: pt 6' Giacomin

ACCADEMIA VERBANIA-DERTHONA 0-6
Reti: pt 22' e 24' Akouah, 36' Cavigiola, st 19' Demartini, 26' Manfrin, 35' Taverna

CASALE-CHIERI 3-2
Reti: pt 3' Coppola rig. (CA), 26' Guariento (CH), 38' Caprino (CH), st 17' Daka (CA), 38' Premoli (CA)

LA BIELLESE-ALFIERI ASTI 1-4
Reti: pt 20' Dubois (A), 34' Cavazza (A), st 4' Raverta (A), 10' Musso (A), 23' Peretti (B)

SPARTA NOVARA-BORGOVERCELLI 2-0
Reti: pt 35' e st 35' Marras 

ACQUI-CASTELLAZZO 4-0
Reti: pt 18' e st 29' Coletti, st 10' Pesce, 40' Goldini

BORGOSESIA-CITTA' DI BAVENO 2-0
Reti: pt 10' Diongue, 26' Omoregbe

GASSINO-ACADEMY NOVARA 1-1
Reti: pt 24' Sorrentino (G), 31' Kolay (A)

REPORTAGE - Oggi proseguiamo il nostro viaggio nel mondo della scuola calcio sui campi della CBS. Il responsabile del settore Giuseppe Milardi ci guida sul campo alla scoperta della loro filosofia, dei metodi di lavoro e dell'importante rapporto col Milan
 


Un giovedì umido e freddo per allenarsi, ma i campi della Cbs sono pieni di ragazzi e l'atmosfera è calda, ma ordinata. Ad accoglierci, un trittico di dirigenti cordiali e attenti, capitanato dal presidente Renzo Zecchi accompagnato dal Dg e segretario Giovanni Comel e dal responsabile della scuola calcio Giuseppe Milardi. E' lui a portarci in giro per i campi da gioco, tra i vari gruppi di esordienti e pulcini che fanno vibrare la fredda aria novembrina con il loro vociare allegro, ma sempre pronti e sull'attenti quando i mister li richiamano all'ordine per spiegare i metodi di allenamento. I gruppi sono numerosi e parlano di 200 iscritti alla scuola calcio, divisi in due team per ciascuna annata. Milardi ci spiega che "evitiamo di averne più di due per questioni logistiche, visto che gli spazi ci costringerebbero ad operare con meno libertà di manovra, facendo accavallare i vari gruppi e riducendo l'efficacia degli allenamenti. E per una questione di competitività. Evitiamo di creare compagini che non possano essere adeguatamente preparate calcisticamente ad affrontare i campionati. Il divertimento dei ragazzi è un fattore importante, ma il calcio è uno sport di competizione, in cui bisogna giocare per ottenere la vittoria". Questo aspetto porta la società ad avere un ruolo di educatrice per, continua Milardi, "insegnare a vincere nella maniera giusta, con correttezza, lealtà, evitando di fare i furbi. Inoltre dobbiamo portare i bambini ad identificarsi nella maglia e farli sentire tutti uguali, per questo siamo attenti affinché durante le sedute di lavoro, siano tutti vestiti allo stesso modo". Lezioni all'apparenza semplici, ma importante da apprendere in giovane età, a cui qui alla Cbs tengono molto, ponendosi in maniera attenta anche nel rapporto con i genitori: "Ogni anno abbiamo almeno due incontri con i genitori dei ragazzi, di cui uno ad inizio stagione in cui spieghiamo quali obbiettivi ci prefissiamo, le nostre idee e i nostri programmi di lavoro, di modo che le famiglie sappiano quale ambiente troverà il proprio figlio e che i nostri compiti reciproci siano ben chiari: il ruolo genitoriale spetta a loro, così come quello di allenare esclusivamente a noi. Questo ci fa avere con loro una relazione che ad oggi è sempre stata ottima". Ovviamente non potrebbe esserci ottima relazione senza un impianto societario solido, che faccia lavorare bene i ragazzi e a tal proposito il rapporto con il Milan, del quale la Cbs è Academy, è importantissimo. "La parternship coi rossoneri, che dura ormai da 24 anni, è fondamentale per il supporto che ci viene dato e per la professionalità che mettono e mettiamo in campo. Anzitutto i nostri allenatori sono tutti provvisti di patentino. La società milanese lo richiede e questo certifica il livello di preparazione che possiamo garantire nella formazione del giocatore. Le nostre linee guida in allenamento sono dettate dal Milan, che garantisce un supporto continuo durante l'anno. Per due volte al mese i nostri tecnici vanno a Milano per fare degli aggiornamenti su nuove tecniche, nuove metodologie di esercitazione. Questo ci consente di essere sempre aggiornati e pronti a rispondere agli imput che ci vengono dati dall'alto. Loro ad inizio anno stabiliscono degli obbiettivi, ci forniscono una lista di 2-300 esercizi da utilizzare, che poi i nostri mister possono seguire secondo i loro metodi di lavoro. E una volta al mese organizziamo mini raduni per discutere dei progressi, delle novità e confrontarci tra noi". E' un processo quindi molto fluido, dove l'organizzazione e lo studio di nuove dinamiche la fanno da padrone. Ed è indicativo come ciò vada a sposarsi perfettamente con i cambiamenti apportati in casa Milan dalla nuova società e che sono andati naturalmente ad influenzare anche le metodologie lavorative alla Cbs. "Con la nuova proprietà, ci sono arrivate indicazioni differenti, certi metodi di allenamento sono cambiati e noi siamo stati pronti a recepirli. Mentre prima si prediligeva un sistema di lavoro integrato, dove la parte atletica, tecnica, situazionale venivano gestite all'interno di un unico step lavorativo, ora la situazione è cambiata. Predilegiamo un mix di metodo integrato e metodo analitico, ovvero più indirizzato su singoli concetti (atletici, tecnici, coordinativi). Questo perché se col primo crei un calciatore pensante, abile a leggere le varie situazioni sul campo, spesso ciò avviene a discapito degli strumenti tecnici, come il controllo palla ad esempio. Questa scomposizione degli allenamenti ci permette di garantire ai ragazzi una migliore preparazione globale". Per chiudere, Giuseppe Milardi fa capire quale sia la giusta filosofia da seguire: "Bisogna essere sempre pronti e disposti ad imparare cose nuove. Nessuno di noi ha la verità in mano, nessun metodo è esatto a priori. Bisogna avere sempre l'umiltà di mettersi in gioco, capire ed accettare che c'è sempre qualcosa di nuovo da apprendere, perché se pensi di sapere sempre tutto non combini nulla".

INTERVISTA - Miglior attacco di categoria, miglior difesa in condivisione col Chieri. Andiamo alla scoperta del Chisola e del mondo che c'è dietro una squadra così forte, attraverso le parole del suo allenatore
 


Dalla Pro Eureka, al Chisola. Due società importanti nel tuo cammino di allenatore.
La Pro è una società che ho nel cuore, 8 anni li non si dimenticano e il ds Marco Miele è un persona importante, un po' il mio papà calcistico, che mi ha introdotto nel mondo e aiutato a crescere e a raggiungere gli ottimi risultati ottenuti con le annate del settore giovanile, tranne un anno sempre alle finali regionali. La chiamata del Chisola è stata motivo di orgoglio, una società importante, strutturata e con una dirigenza estremamente presente, che punta in alto, con un gruppo pronto sotto tutti i punti di vista.

Com'è stato il tuo impatto?
I ragazzi che seguo sono un grande gruppo, che gioca bene, preparato tatticamente e con spirito di squadra. Vanno fatti degli enormi complimenti ad Alessandro Locandro che li allenava in precedenza e ha posto delle solidissime basi su cui adesso stiamo lavorando.

Hai accumulato già tanta esperienza, come la metti in pratica?
Penso sempre che a questi livelli, il mister debba essere più psicologo che allenatore. La vera bravura è saper comprendere i ragazzi e il modo giusto per relazionarsi con ognuno di essi e col gruppo nel suo insieme, sono le cose primarie. Una volta che riesci in questo, i ragazzi ti seguono, mostrano voglia e impegno e la capacità di rinunciare a qualcosa per essere costantemente presenti agli allenamenti. E io sono uno che chiede il massimo, che li sprona a dare sempre di più, anche mettendoli in difficoltà. Ad esempio a partita in corso spesso gli do delle disposizioni tattiche inusuali, per vedere come reagiscono, se sono pronti a rispondere nella maniera giusta nei momenti di difficoltà. Questo mostra la loro maturità nel comprendere le situazioni di disagio e porvi rimedio.

Non deve essere facile, soprattutto per un gruppo costruito per vincere.
In un campionato lungo e impegnativo, basta distrarsi un attimo che può succedere di tutto. Io cerco di tenerli sempre sul chi va là, soprattutto prima di partite sulla carta facili. Quando vedo che in allenamento mostrano una cattiveria che poi in partita non riportano, devo rimetterli sull'attenti. Gli scontri diretti possono essere importanti, ma mai quanto andare a vincere contro avversari più abbordabili, perché magari a livello mentale non si entra con la giusta fame in campo e allora lo scherzetto può farcelo chiunque. Ai ragazzi dico sempre che il nostro avversario più grande siamo noi stessi, perché se giochiamo come sappiamo, con i nostri ritmi e la solidità e concretezza che abbiamo dimostrato fin'ora, possiamo giocarcela con tutti. Se ci rilassiamo, prendiamo le partite sottogamba, diventiamo una squadra normale e le sconfitte sono in agguato.
Dopo la partita pareggiata col Savigliano in casa non ero contento, anche se alla fine abbiamo portato a casa un buon punto, ma era quella dopo a preoccuparmi visto che andavamo in casa della Cbs. Quando sei abituato a vincere e arriva una piccola flessione, bisogna essere reattivi e rispondere subito al momento no mantenendo un profilo basso e umile. E i ragazzi son stati molto bravi a recepire questo in quel caso, visto che siamo andati a vincere 4-0 con una prova convincente.

Quali partite fino ad ora pensi siano il simbolo di ciò che è il tuo Chisola?
Sono state due principalmente: la vittoria alla prima giornata sul campo del Bra e l'amichevole dell'altro giorno (il 12/11 ndr) contro il Cuneo vinta 2-0.
Prima del campionato abbiamo giocato un Super Oscar arrivando in sordina, sperimentando un po' ed esordire in quel modo, con un 3-1 in casa di una squadra di grande qualità costruita per vincere è stato un segnale importante, che certifica il valore di questi ragazzi e la loro capacità di mettere in atto ciò che stiamo costruendo.
E rimarcarlo col Cuneo, che fa i nazionali, è stato importante nonostante fosse un'amichevole. Non solo grazie ai gol di Perotti e Managò che ci hanno permesso di vincere, ma per tutta la prestazione nel complesso. Inoltre la presenza di tutto lo staff dirigenziale, dal presidente al ds, presenti sul campo e sempre pronti a venire negli spogliatoi a parlare con la squadra, è un segnale importante che i giocatori colgono e aiutano a cementare lo spirito di gruppo e cosa vuol dire giocare per questa squadra. I risultati di questo lavoro parlano chiaro.

Quali obbiettivi quindi?
Noi dobbiamo continuare per la nostra strada e giocando in questo modo sono convinto potremo arrivare alla fase finale. Poi vincere contro le corazzate che incontreremo sarà una cosa che si vedrà, ma intanto il nostro obbiettivo dovrà essere quello di arrivare a giocarcela alla pari.

RECUPERI - Area Calcio Alba Roero a tavolino. Per il Castellazzo 3 punti d'oro
 


GIRONE C
AREA CALCIO-LESNA GOLD 3-0 (a tavolino)

Vittoria senza fatica per l'Area Calcio, che nel recupero dell'ottava giornata, rinviata sabato per campo impraticabile, ottiene i 3 punti a tavolino contro il Lesna Gold. Ospiti che per uno sfortunato disguido organizzativo non si presentano al campo e rimangono quindi fermi a 8 punti. I padroni di casa per contro salgono a 17, scavalcando il Savigliano e agganciando al 4° posto il Giovanile Centallo.

GIRONE A
CASTELLAZZO-ALFIERI ASTI 2-1
Reti: st 7' Gatti (C), 19' Viscomi (C), 30' Dubois (A)
Castellazzo: Capocchiano, Cela (st 5' Kolev), Mauceri, Magnetti, Mattei, Rullo, Boriani (st 30' Bevilacqua), Moretti, Scavelli (st 5' Gatti), Viscomi, Dan. A disp. Carrabino, Fagan, Damoni, Montobbio, Visentin, Bottiglieri. All Loreto
Alfieri Asti: Marmo, Gamba, Marello, Satta, Sega, Musso, Cavazza, Gritti, Raverta, Tenuzzo, Cerrina. A disp. Rissone, Cutaia, Valenzano, Peronace, Turiano, Dubois, Catarisano, Montrucchio. All. Camisola

Si è giocato regolarmente il recupero del girone A, dove il Castellazzo ha sconfitto contro pronostico il più quotato avversario Alfieri Asti per 2-1. Per gli ospiti non è bastata la rete a dieci dalla fine di Dubois (6 rete per lui) per recuperare l'uno-due dei ragazzi di casa firmato Gatti e Viscomi (anche per lui 6° marcatura) sempre nel secondo parziale. "Campo difficile dove giocare", commenta Francesco Camisola dell'Alfieri, "Non siamo mai riusciti a giocare come volevamo e siamo andati in difficoltà. Loro hanno giocato molto aggressivi e sono stati più bravi di noi ad adattarsi al terreno di gioco". Grande soddisfazione per la prestazione per i padroni di casa, che si sono mostrati convincenti soffrendo qualcosa di troppo negli ultimi 10 minuti, ma portando a casa il risultato. Con questa vittoria, il Castellazzo sale a 10 punti, approfittando della giornata no di quasi tutte le compagini in fondo alla classifica e portandosi un punto sopra la zona play-out. L'Alfieri Asti dal canto suo resta fermo a 15, subendo il sorpasso di Sparta Novara e La Biellese.

LA MARCATORI / 9° GIORNATA - Piredda (Atletico Torino) si porta in alto con un poker. Coletti (Acqui) e Gnatta (Città di Baveno) delle sentenze. Si rivede Akouah (Derthona) con una doppietta. Dubois (Alfieri Asti) e De Pasquale (Area Calcio) a piccoli passi. Longo (Vanchgilia) e Bosonin (Volpiano) non perdono terreno, così come Garda (Sparta Novara)
 


10 RETI: Covello (Pozzomaina)

9 RETI: Coletti (Acqui), Albisetti (Alpignano), Longo (Vanchiglia), Bosonin (Volpiano)

8 RETI: Piredda (Atletico Torino), Geraci (Chisola), Gnatta (Città di Baveno), Akouah (Derthona), Garda (Sparta Novara)

7 RETI: Squillacioti (Bra), Rullo (Castellazzo), Mennuti (Chieri), Cavigiola (Derthona), Lorenzon M. (Novese), Gyimah (Savigliano)

6 RETI: Rossi (Carignano), Esposito (Chieri), Perotti (Chisola), Ferrari (Ivrea), Gelmini (Lucento), Pianese (Quincinetto Tavagansco),

5 RETI: Dubois (Alfieri Asti), De Pasquale (Area Calcio), Alterio, Lo Bue (Borgaro Nobis), Carlone (Borgosesia), Ferrari (Borgovercelli), Trimarchi (Carmagnola), Viscomi (Castellazzo), Gregori (Chisola), Bipedi (Gassino), De Paola (Ivrea), Merico (Lascaris), Iuliano, Losano, Totaro (Lucento), Frizzi (Pro Eureka), Capasso (Savigliano), Vito (Venaria)

4 RETI: Delponte (Acc. Borgomanero), Zanat (Aygreville), Giordano A. (Bacigalupo), Cacaci (Cbs), Cirillo (Cenisia), Guariento (Chieri), Dell'Anno (Chisola), Demartini (Derthona), Basiglio, Gabutto, Mellano (Giovanile Centallo), Pozzato (La Biellese), Bonan, Ongaro (Pinerolo), Pavia (Pozzomaina), Lazzeroni, Le Chiara (Rivarolese), Lampasona (San Mauro), Pontin (Vanchiglia), Tietto, Venaria)

3 RETI: Giacobone (Academy Novara), Cetrangolo (Acc. Borgomanero), Barletto, Ciberti (Acqui), Raverta (Alfieri Asti), Traore (Area Calcio), Pippa (Atletico Torino), Rao (Aygreville), Greco (Borgaro Nobis), Di Biase, Diongue, Oberto, Omoregbe (Borgosesia), Fedeli, Verbano (Borgovercelli), Cavalieri, De Faveri, Garcea, La Rosa, Todisco (Bra), Falconi (Carmagnola), Daka, Pasquinelli (Casale), Kolev (Castellazzo), Achino, Ghironi (Cbs), La Neve, Tollardo, Valera (Chieri), Managò (Chisola), Scarazzini (Città di Baveno), Morano (Giovanile Centallo), Sardaro (Ivrea), Andreotti, Ciarletti, Peretti (La Biellese), Andreoli, Lobianco (Lascaris), Giuliano (Monregale), Cazzuola Andrea (Pozzomaina), Vergano (Quincinetto Tavagnasco), Spoto (Lucento), Campanella, Mauro (Pinerolo), Cotroneo (San Mauro), Anselmo, Palushai (Savigliano), Enrico (Vanchiglia), Battilani, Melis (Volpiano)

2 RETI: Cagnolo, Goldini, Pagliano (Acqui), Bovi, Dranieri, Menzaghi, Tumino, Vathi (Acc.Borgomanero), Sistino (Acc. Verbania), Cutaia, Tenuzzo (Alfieri Asti), Balestra, De Angelis, Pettullà, Pio (Alpignano), Denusso, Massolino (Area Calcio), Pacconi (Bacigalupo), Oddo (Bollengo Albiano), Montenegro F., Ponzetto, Quaceci, Savio (Borgaro Nobis), Braghin, Dezuani, Maenza (Borgosesia), Gatti (Bra), Perito (Carignano), Giaimo, Cichello (Carmagnola), Dadamo, Premoli (Casale), Ikvubogie, Nazeraj (Cbs), Alberetto, Martello (Chieri), Bottale, Ferrara (Chisola), Barbadoro, Mazzolini, Piana (Città di Baveno), Codias (Cumiana), Martin (Derthona), Manukjan (KL Pertusa), Romano (La Biellese), Palumbo, Russo (Lascaris), Pizzoglio, Staiano (Lesna Gold), Cinquemani, Fusca, Sapone (Lucento), Fasone (Mirafiori), Cilleni C., Escana, Magnino (Monregale), Allo, Piraneo (Novese), Blal, Quaranta (Pinerolo), Sorgente (Pozzomaina), Golfarelli, Gravina, Liboni (Pro Eureka), Dinuzzo, Fileccia (Quincinetto Tavagnasco), Fonsato, Luino, Rolando (Rivarolese), Goteri (San Mauro), Bondenari, Marras (Sparta Novara), Cannizzo, Cossu (Vanchiglia), Bottoni, Dascanio, Sponzilli (Volpiano)

1 RETE: Garavaglia, Parrilla (Academy Novara), Alessi, Capriolo, Greggio, Guazzoni (Acc.Verbania), Amoretti, Antonello (Acc.Borgomanero), Caucino (Acqui), Gamba, Tabaku, (Alfieri Asti), Arena, Curti, De Zordo, Roveretto (Alpignano), Danusso, Manissero, Tibaldi, Scoppone (Area Calcio), Chiarito, Giordano V., Sobra (Bacigalupo), El Maliki, Gili, Patete, Quarta (Bollengo Albiano), Popescu (Borgaro Nobis), Torelli (Borgosesia), Bullano, Brusa, Lupi, Maher (Borgovercelli), Guzzo, Petiti (Bra), D'Amato, Galluccio (Carmagnola), Albino, Coppola, Esposito, Mulla, Vicini (Casale), Cela, Damoni, Gatti, Moretti (Castellazzo), Montagnani (Cbs), Bollino, Giuliani, La Torraca, Marini, Merandino, Perino, Varnari, Varzi (Cenisia), Caprino, Gai (Chieri), Amendola, Attisani, Coscia, Gioacas (Chisola), Amendola, Gallo, Maggio, Marchionini, Vanzan, Vaccaro (Città di Baveno), Benigno, De Grandis, Pipino, Toscano (Cumiana), Ardua, Gaga, Manfrin, Taverna (Derthona), Roccati, Zollo (Gassino), Marro, Rinaudo, Simoni, Trucco (Giovanile Centallo), Cavallera, Condello, Pilloni (Ivrea), Bartucca, Crozza (KL Pertusa), Calabrese, Sessa (La Biellese), Maida, Marchesini, Masella, Mostacci, Pretti, Scoditti, Vassallo (Lascaris), Diaec, Mazzilli, Scarfò, Ribba (Lesna Gold), Arduca (Lucento), Bolle, Campolongo, D'Addetta, Giacobbe, Nizzia, Rotondo, Tursi (Mirafiori), Comino, Harari, Mulazzano (Monregale), Cicciarello, Giacomin, Icardi, Raika (Novese), Bosio, Gallo, Musso (Pinerolo), Cazzuola Alessandro, Delfino, Filetti, Renacco, Rissone (Pozzomaina), Castellano, Coltarelli, Nyokabi (Pro Eureka), Balbiano (Quincinetto Tavagnasco), Perolino, Maglietto (Rivarolese), De Liddo, Nitais (San Mauro), Allasia, Lomele (Savigliano), Bianchi, De Collibus (Sparta Novara), Abbruggiati, Ledda, Milazzo (Vanchiglia), Bozzardini, Pirisi, Spiga, Ursoleo (Venaria), Cavallari (Volpiano)

9° GIORNATA - Il Chisola senza problemi. Il Bra insegue, ma serve un'ottima prestazione per piegare il tignoso Giovanile Centallo. L'Atletico Torino saluta al meglio il nuovo tecnico, mentre il Cumiana dà continuità alla vittoria dello scorso weekend cogliendo 3 punti pesantissimi
 


Torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive la Cbs e lo fa con un primo tempo di gran qualità e un secondo parziale di grinta pura con tanto di uomo in meno. In 25 minuti, Nazeraj e doppio Ikvubogie sembravano aver indirizzato il match sui binari della tranquillità, ma in chiusura di parziale, Capasso dava speranza agli ospiti. Il Savigliano, che in settimana aveva visto accolto il suo ricorso per la gara col Pinerolo e si era ritrovato con tre punti in più, non vuole sciupare l'opportunità di rimanere agganciato al duo Chisola-Bra e l'espulsione al 10' del secondo tempo di Bellato della Cbs dà speranza. Ma alla fine arriverà solo un gol, con Lomele al 20' e la coppia di testa se ne va, mentre la Cbs respira nuovamente, in una giornata dove per altro in fondo hanno vinto diverse squadra. Non il Carmagnola, che rimane fermo a 9 punti dopo il poker rifilatogli dalla banda di Isaia. Inarrestabile il Chisola, anche quando bomber Geraci si prende un turno di pausa e allora ci pensano Manago, Gregori e doppo Perotti, portando il computo totale delle marcature a 34, migliore attacco di categoria. Non demorde però il Bra, che va sul campo del Giovanile Centallo a vincere per 2-1. La squadra di Floris non ha vita facile coi ragazzi di Bianchi, che negli ultimi due weekend avevano due sfide difficilissime e seppur sconfitti sono usciti a testa altissima, dimostrando che la classifica guadagnata in queste giornate è più che meritata e loro li in alto ci stanno benissimo. Il Bra dal canto suo ha grande qualità e mantiene i ritmi della capolista con incredibile continuità. Chi agguanta il Centallo è l'Area Calcio, che piega di misura il Carignano, invischiato nel fondo classifica dove oggi le cose si sono smosse parecchio. Il Monregale stende il Bacigalupo in casa: botta e risposta in un minuto nel primo tempo, con Pacconi degli ospiti che risponde al rigore di Giuliano. Ma nel secondo parziale Harari e Cilleni nel finale regalano i tre punti e il sorpasso su Carmagnola e Lesna Gold. Quest'ultima raggiunta dal nuovo Atletico Torino di Roberto Scacchetti. Esordio coi fiocchi, con il poker rifilato alla squadra di Giangreco sul suo campo. La super difesa del Lesna (solo 7 gol subiti prima di oggi, 3° migliore del girone) questa volta non è bastata. Gioia anche per il Cumiana, che dà continuità al primo successo della scorsa settimana, violando il campo del KL Pertusa grazie ancora a Codias e lasciando così ai padroni di casa l'ingrato ruolo di fanalino di coda ed entrando per la prima volta in zona play-out. Nel posticipo a Mirafiori il Pinerolo, dopo un pirotecnico incontro e trascinato dallo scatenato Ongaro, ha la meglio sui padroni di casa per 3-4, riprendendosi i punti persi con la sconfitta a tavolino col Savigliano.


CARIGNANO-AREA CALCIO 0-1
Rete: De Pasquale

CBS-SAVIGLIANO 3-2
Reti: pt 10' Nazeraj (C), 15' e 25' Ikvubogie (C), 40' Capasso (S), st 20' Lomele (S)
Espulso: st 10' Bellato (C)

CARMAGNOLA-CHISOLA 0-4
Reti: Manago, Gregori, 2 Perotti

GIOVANILE CENTALLO-BRA 1-2
Reti: pt 20' Squillacioti (B), st 20' Todisco (B), 21' Simoni (G)

MONREGALE-BACIGALUPO 3-1
Reti: pt 27' Giuliano rig. (M), 29' Pacconi (B), st 25' Harari (M), 41' Cilleni (M)

LESNA GOLD-ATLETICO TORINO 0-4
Reti:
Espulsi: Martoriello (L), 2 (A)

KL PERTUSA-CUMIANA 0-1
Reti: pt 18' Codias

MIRAFIORI-PINEROLO 3-4
Reti: pt 5' Blal (P) st 20', 29' e 37' Ongaro (P)

9° GIORNATA - Prima gioia per il Bollengo Albiano. Volpiano e Pozzomaina devono sudare, ma non sbagliano. Il Cenisia fa il colpaccio col Lascaris
 


Se vi piacciono le scorpacciate di gol, Lucento-Borgaro Nobis è stata sicuramente la partita giusta per voi. Esultano gli ospiti, che colgono 3 punti che possono dare incredibile morale e permettono di allungare sulle zone più calde della classifica. I padroni di casa invece sono alla seconda sconfitta consecutiva e nonostante la verve di Sapone, non sono riusciti ad arginare il frizzante Borgaro, prendendo in un colpo solo più gol che in tutte le precedenti 8 giornate. Niente drammi, ma davanti ne approfittano, perché sia il Volpiano che il Pozzomaina conquistano tre punti a domicilio, sudando entrambe in casa rispettivamente dell'Ivrea e del Venaria. La capolista, nonostante l'uomo in meno gli ultimi minuti, resiste al ritorno dell'Ivrea, che mette i brividi sulla sirena con il 2-3 di Condello; il Pozzomaina invece viene trascinato dal solito Covello, nuovo capocannoniere di categoria e primo ad andare in doppia cifra, mentre al Venaria non basta il 5° gol stagionale di Vito. Chi non approfitta della sconfitta del Lucento è il Lascaris, che cade in casa del Cenisia nel finale di partita. Vittoria importantissima per i ragazzi del tecnico Polizzi, che salgono a quota 10 agganciando l'Ivrea e tallonando il Venaria. Pro Eureka e Rivarolese si annullano, mentre salgono a braccetto a quota 16 il Vanchiglia, corsaro in rimonta sul campo del Quincinetto Tavagnasco e l'Alpignano, che nel secondo tempo con un rigore e un gol nel finale viola il campo del San Mauro. Infine, prima gioia per il Bollengo Albiano, che nello scontro diretto contro i valdostani dell'Aygreville ha la meglio per 3-2, assaporando il gusto della vittoria casalinga.


BOLLENGO ALBIANO-AYGREVILLE 3-2
Reti: Oddo (B), Gili (B), Patete (B)

IVREA-VOLPIANO 2-3
Reti: pt  18' Bosonin (V), 24' Pilloni (I), st 19' Bottoni (V), 29' Sponzilli (V), 40' Condello (I)
Espulso: st 38' Dascanio (V)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-VANCHIGLIA 1-3
Reti: pt 21' La Cava o.g. (Q), st 10' Ledda rig. (V), 22' Longo (V), 28' Pontin (V)

RIVAROLESE-PRO EUREKA 0-0

VENARIA-POZZOMAINA 1-2
Reti: pt 20' e st 10' Covello (P), pt 40' Vito (V)

CENISIA-LASCARIS 1-0
Reti: st 37' Cirillo

LUCENTO-BORGARO NOBIS 4-5
Reti: pt 15' Ponzetto (B), 18' Montenegro Fabio (B), pt 22' e st 5' Sapone (L), pt 32' Lo Bue (B), 33' Gelmini rig. (L), st 25' e 30' Alterio (B), 33' Fusca rig. (L)

SAN MAURO-ALPIGNANO 0-2
Reti: st 10' Balestra rig., 43' Pio