Lunedì, 22 Aprile 2024
Daniele Pallante

Daniele Pallante

FASE INTERPROVINCIALE - La terza qualificata alla fase interregionale (che si giocherà a Mappano lunedì 15 aprile) uscirà dal girone cui partecipano Ivrea Banchette, Città di Cossato, Aygreville e Juventus


Città di Baveno e Chisola sono le prime due classificate alla 1ª fase interregionale del Trofeo Under 13 Fair Play Elite, organizzato dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC. È questo l’esito dei primi due gironi della fase interprovinciale, che si sono giocati nel week end.

Nel girone B, che si è giocato a Trino, il Città di Baveno ha avuto la meglio su Diavoletti Vercelli, Sca Asti e Bulè Bellinzago. Nel girone C, ospitato sul campo di Moretta, il Chisola si è imposto su Morevilla, Fossano e Asti. Venerdì 5 aprile, a partire dalle ore 17.30, in via Biella a Bollengo (TO) è in programma il girone A, cui partecipano Ivrea Banchette, Città di Cossato, Aygreville e Juventus.

Come detto, le tre vincitrici saranno ammesse, in rappresentanza del Comitato regionale Piemonte e Valle d’Aosta, alla fase interregionale, cui parteciperanno 48 società in tutta Italia. In realtà il primo triangolare è tra le tre squadre piemontesi, l’appuntamento è lunedì 15 aprile alle ore 17.30 a Mappano.

 

 

UNDER 16 - Parte subito fortissimo il bel torneo organizzato dal Lascaris. Al cospetto delle professioniste le dilettanti scese in campo fanno una gran bella figura e nel girone di qualificazione c'è già una lepre.


Tocca a Pro Eureka e Chieri aprire ufficialmente la 50^ edizione del torneo e ad imporsi sono i ragazzi di Isaia che fanno valere i galloni confermandosi squadra da Finals. Per qualificarsi però dovranno superare lo scoglio Fossano, che mostra subito i muscoli prima superando il Novara, poi travolgendo il Chieri. Serie candidata a raggiungere Lascaris, Pro Vercelli e Fiorentina nel girone C, dove intanto i padroni di casa hanno dato bella prova di se contro le Bianche Casacche costringendole al pari. Nulla da fare invece per la Cbs, che fa bella figura contro l'Alessandria ma deve arrendersi alla doppietta dello scatenato Matteo Simone. Cade all'esordio anche il Nichelino Hesperia, scoppiettante incontro con il Novara che si riscatta imponendosi 4-2.

Ora giornate dedicate al solo girone di qualificazione, da giovedì riparte il trofeo vero e proprio con l'esordio di Juventus, Torino e Volpiano Pianese.

50° TROFEO LASCARIS / MEMORIAL FRANCESCO GIORGIO

Girone di qualificazione: Fossano 6 (2), Pro Eureka 3 (1), Novara 3 (2), Nichelino Hesperia 0 (1), Chieri 0 (2)
Girone A: Alessandria 3 (1), Torino, Lodigiani, Cbs 0 (1)
Girone B: Juventus, Rjieka, Vigor Milano, Volpiano Pianese
Girone C: Pro Vercelli 1 (1), Lascaris 1 (1), Fiorentina, 1ª girone di qualificazione
Girone D: Royale Union, Genoa, Tau Altopascio, Chisola

Pro Eureka-Chieri 2-1
Reti: Bertoldo, Piccolo (P), Pennucci (C)

Novara-Fossano 0-1
Rete: Scavone

Alessandria-Cbs 2-0
Reti: 2 Simone

Pro Vercelli-Lascaris 1-1
Reti: Masi (L), Iuliano (PV)

Novara-Nichelino Hesperia 4-2
Reti:

Chieri-Fossano 0-4
Reti: Macheda, Belli, Neri, Fofana

Lunedì 25 marzo
17.45 Pro Eureka-Nichelino Hesperia
19.00 Novara-Chieri

Martedì 26 marzo
17.45 Novara-Pro Eureka
19.00 Fossano-Nichelino Hesperia

Mercoledì 27 marzo
17.45 Nichelino Hesperia-Chieri
19.00 Pro Eureka-Fossano

Giovedì 28 marzo
17.45 Juventus-Volpiano Pianese
17.45 Lascaris-1ª girone di qualificazione
19.00 Torino-Cbs

Venerdì 29 marzo
15.30 Fiorentina-Lascaris
15.30 Alessandria-Torino
16.45 Royale Union-Chisola
16.45 Lodigiani-Cbs
18.00 Juventus-Vigor Milano
18.00 Rjieka-Volpiano Pianese 
19.15 Tau Altopascio-Genoa
19.15 Pro Vercelli-1ª girone di qualificazione

Sabato 30 marzo
10.00 Alessandria-Lodigiani
10.00 Genoa-Royale Union
11.15 Tau Altopascio-Chisola
11.15 Fiorentina-1ª girone di qualificazione
12.30 Rjieka-Vigor Milano
15.30 Torino-lodigiani
15.30 Royale Union-Tau Altopascio
16.45 Rjieka-Juventus
16.45 Vigor Milano-Volpiano Pianese
18.00 Pro Vercelli-Fiorentina
18.05 Chisola-Genoa

Domenica 31 marzo
9.45 Semifinale oro 1 / 1ª girone A-1ª girone C
9.45 Semifinale argento 1 / 2ª girone A-2ª girone C
11.00 Semifinale oro 2 / 1ª girone B-1ª girone D
11.00 Semifinale argento 2 / 2ª girone B-2ª girone D
14.30 Finale 1°/2° posto argento
14.30 Finale 3°/4° posto argento
16.00 Finale 1°/2° posto oro
16.00 Finale 3°/4° posto oro
 

INCHIESTA - Da dove arrivano i 106 tesserati del settore giovanile del Chisola? Al campo a piedi ci vanno in 6, il 30% sta nel raggio di 10 km, il 50% fa al massimo 30 km. Poi i viaggiatori: 50 km da canavese, astigiano e Valle di Susa, 70 e più dal cuneese e addirittura 140 da Aosta. Alessandro Freda: “Non obblighiamo nessuno, i ragazzi e le loro famiglie vogliono venire a giocare con noi, questo è un fatto che ci rende orgogliosi”


140 chilometri all’andata e 140 chilometri al ritorno, tre ore circa in automobile per 4 allenamenti e una partita a settimana: lasciamo a voi i calcoli mensili e annuali, ma la somma supera abbondantemente la circonferenza della Terra. È la distanza che percorre uno dei 106 tesserati del settore giovanile del Chisola, residenza ad Aosta e campo di allenamento a Vinovo.

“Noi siamo contenti di averlo tra le nostre fila per le sue qualità - spiega Alessandro Freda, responsabile delle giovanili - come siamo contenti di tutti i nostri ragazzi, indipendentemente da dove abitino. Li scegliamo perché sono forti e funzionali al nostro progetto. Ma ovviamente non obblighiamo nessuno, anzi mettiamo in chiaro che non elargiamo rimborsi spese e non abbiamo navette. I ragazzi e le loro famiglie vogliono venire a giocare con noi, questo è un fatto che ci rende orgogliosi. Ci dà consapevolezza sulla qualità della nostra offerta formativa e sulla competitività delle nostre squadre”.

Senza fare nomi, l’analisi della provenienza dei tesserati del Chisola, dall’Under 19 all’Under 14, fa capire che le distanze non contano più: il campo “sotto casa” va bene al massimo nei Pulcini, invece per giocare in uno dei migliori settori giovanili del Piemonte non si calcolano chilometri e relative spese.

A piedi al campo ci vanno 6 giocatori, poco più del 5 per cento. Un bel gruppetto, composto da 32 ragazzi, circa il 30 per cento dei tesserati, fa al massimo una decina di chilometri, dai paesi confinanti con Vinovo fino a Torino sud. Una buona metà dei giocatori rimane entro i 30 chilometri di percorrenza, distanze e tempistiche già importanti ma ancora gestibili. Rimane il 15 per cento dei tesserati che, invece, di strada ne fa tanta: per arrivare a Vinovo dal Canavese, da Asti e dalla Valle di Susa ci sono una cinquantina di chilometri, che diventano 70 e più per chi arriva da Alba e Fossano, ben 85 da Santo Stefano Belbo e addirittura 140 da Aosta. Cosa non si fa per i propri figli e per coltivare un sogno chiamato pallone…

Ecco, in ordine di distanza (approssimativa), la distribuzione geografica dei giocatori del Chisola:

  • Vinovo (a piedi): 6 giocatori - 5,66%
  • Candiolo, La Loggia, Piobesi, None (5/10 km): 6 giocatori - 5,66%
  • Nichelino, Moncalieri (10 km): 14 giocatori - 13,20%
  • Torino sud (10 km): 12 giocatori - 11,32%
  • Carignano, Carmagnola, Pancalieri (15/20 km): 4 giocatori - 3,77%
  • Beinasco, Orbassano, Rivalta (15/20 km): 11 giocatori - 10,37%
  • Cambiano, Santena (20 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Torino centro (20 km): 9 giocatori - 8,49%
  • Chieri, Pecetto, Pino Torinese (20/25 km): 7 giocatori - 6,60%
  • Rivoli, Pianezza, Alpignano (20/25 km): 3 giocatori - 2,83%
  • Pinerolo, Cumiana, Frossasco (25/30 km): 4 giocatori - 3,77%
  • Torino Nord (30 km): 8 giocatori - 7,54%
  • Moretta (30 km): 4 giocatori - 3,77%
  • Rosta, Giaveno (30/40 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Cirié, Valli di Lanzo, San Maurizio Canavese (45/50 km): 4 giocatori - 3,77%
  • Settimo, Gassino, San Mauro (45/50 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Asti (50 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Susa, Bussoleno (55/65 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Alba, Fossano (70/75 km): 2 giocatori - 1,88%
  • Santo Stefano Belbo (85 km): 1 giocatore - 0,94%
  • Aosta (140 km): 1 giocatore - 0,94%

PROGETTO - Il nuovo Centro tecnico federale sarà pronto per la stagione sportiva 2024/2025 e ospiterà le attività del Settore Giovanile e Scolastico, le rappresentative regionali e le attività di formazione di calciatori, dirigenti, allenatori e arbitri


Il nuovo Centro tecnico federale della Federcalcio, già ribattezzato la Coverciano del Piemonte, nascerà nell’impianto sportivo “Don Mosso” di Venaria: a ufficializzare la notizia è stato Mauro Foschia, presidente regionale della Lega Nazionale Dilettanti, nella serata di gala dei “Golden Hearts”, ospitata proprio nel teatro Concordia di Venaria.

È un progetto ambizioso, che comporta un investimento complessivo che si avvicina ai 2 milioni di euro: 900mila euro arriveranno dalla Regione Piemonte, 750mila dalla LND e 250mila dal Comune di Venaria. Il “Don Mosso” è composto da due parti speculari, ognuna composta da un campo principale, una imponente tribuna nella cui “pancia” ci sono uffici e spogliatoi, e un campo secondario. Una parte è utilizzata dalla società del Venaria Reale, forte di una concessione fino al 2026; l’altra invece è in stato di abbandono, inutilizzata dal 2016. Da qui la decisione di Comune e FIGC di partecipare al bando regionale per la sua ristrutturazione, per farne il nuovo Centro tecnico federale.

La Coverciano del Piemonte (che sarà pronta - secondo i progetti - già dal prossimo settembre, in tempo per la stagione sportiva 2024/2025) avrà due campi, uno in sintetico e uno in superficie mista erba-sintetico, con una tribuna capace di ospitare fino a 1.500 spettatori; oltre agli spogliatoi, avrà una sala medica, un locale per il controllo antidoping, una sala stampa e servizi di ristorazione. Lo stadio sarà omologato per la serie C, il primo in provincia di Torino in grado di accogliere match professionistici dopo l’Allianz Stadium e il Grande Torino.

Il nuovo Centro tecnico federale coinvolgerà tutte le componenti del mondo federale: l’Associazione italiana calciatori, l’AssoAllenatori, l’Associazione italiana arbitri; ospiterà le attività del Settore giovanile e scolastico della FIGC, delle Rappresentative regionali della LND, la formazione dei giovani calciatori, dei dirigenti federali e delle società, nonché progetti con le scuole e per gli atleti con disabilità.

UNDER 16 - Una settimana di partite spettacolari nell’impianto sportivo di via Claviere a Pianezza, tutti i giorni fino alle finali di domenica 31 marzo. Partecipano Juventus, Torino, Fiorentina, Genoa, i croati del Rjieka, i belgi del Royale Union e tante altre società top


Ormai ci siamo, mancano poche ore al fischio d’inizio: domenica inizia il Trofeo Lascaris, manifestazione dedicata alla categoria Under 16, arrivato allo storico traguardo della 50ª edizione. Il presidente Vincenzo Gaeta e il suo staff hanno deciso di fare le cose in grande e riaprire le frontiere, con l’arrivo del Rjieka dalla Croazia e Royale Union dal Belgio.

Un tocco internazionale che arricchisce il quadro di partecipanti, di altissimo livello, che conta Juventus e Torino, chiamate a risollevarsi dopo l’ultima partecipazione non all’altezza del loro blasone; Fiorentina e Genoa, due dei settori giovanili più fulgidi d’Italia; Pro Vercelli, Alessandria e anche Novara, inserito all’ultimo nel girone di qualificazione. Da fuori regione arrivano anche i romani della Lodigiani, Vigor Milano e Tau Altopascio, dalla provincia di Lucca. Oltre al Lascaris padrone di casa e alle dilettanti Chisola, Volpiano Pianese e Cbs, ci sarà ancora un inserimento nel tabellone principale, quello della vincente del girone di qualificazione tra 5 squadre: Nichelino Hesperia, Pro Eureka, Fossano e Chieri, ovvero le squadre uscite ai quarti di finale del Trofeo Queencar, più il Novara.

Le partite del 50° Trofeo Lascaris si susseguiranno tutte le sere della settimana ed entreranno nel vivo da venerdì 29 marzo fino alla giornata finale di domenica 31 marzo: uno spettacolo da non perdere.

50° TROFEO LASCARIS / MEMORIAL FRANCESCO GIORGIO

Girone di qualificazione: Pro Eureka, Chieri, Nichelino Hesperia, Fossano, Novara
Girone A: Torino, Alessandria, Lodigiani, Cbs
Girone B: Juventus, Rjieka, Vigor Milano, Volpiano Pianese
Girone C: Fiorentina, Pro Vercelli, Lascaris, 1ª girone di qualificazione
Girone D: Royale Union, Genoa, Tau Altopascio, Chisola

Domenica 24 marzo
10.00 Pro Eureka-Chieri
11.15 Novara-Fossano
14.30 Alessandria-Cbs
15.45 Pro Vercelli-Lascaris
17.00 Novara-Nichelino Hesperia
18.15 Chieri-Fossano

Lunedì 25 marzo
17.45 Pro Eureka-Nichelino Hesperia
19.00 Novara-Chieri

Martedì 26 marzo
17.45 Novara-Pro Eureka
19.00 Fossano-Nichelino Hesperia

Mercoledì 27 marzo
17.45 Nichelino Hesperia-Chieri
19.00 Pro Eureka-Fossano

Giovedì 28 marzo
17.45 Juventus-Volpiano Pianese
17.45 Lascaris-1ª girone di qualificazione
19.00 Torino-Cbs

Venerdì 29 marzo
15.30 Fiorentina-Lascaris
15.30 Alessandria-Torino
16.45 Royale Union-Chisola
16.45 Lodigiani-Cbs
18.00 Juventus-Vigor Milano
18.00 Rjieka-Volpiano Pianese 
19.15 Tau Altopascio-Genoa
19.15 Pro Vercelli-1ª girone di qualificazione

Sabato 30 marzo
10.00 Alessandria-Lodigiani
10.00 Genoa-Royale Union
11.15 Tau Altopascio-Chisola
11.15 Fiorentina-1ª girone di qualificazione
12.30 Rjieka-Vigor Milano
15.30 Torino-lodigiani
15.30 Royale Union-Tau Altopascio
16.45 Rjieka-Juventus
16.45 Vigor Milano-Volpiano Pianese
18.00 Pro Vercelli-Fiorentina
18.05 Chisola-Genoa

Domenica 31 marzo
9.45 Semifinale oro 1 / 1ª girone A-1ª girone C
9.45 Semifinale argento 1 / 2ª girone A-2ª girone C
11.00 Semifinale oro 2 / 1ª girone B-1ª girone D
11.00 Semifinale argento 2 / 2ª girone B-2ª girone D
14.30 Finale 1°/2° posto argento
14.30 Finale 3°/4° posto argento
16.00 Finale 1°/2° posto oro
16.00 Finale 3°/4° posto oro
 

IL PUNTO - Hanno già rinnovato l’accordo fino al 30 giugno 2026 anche Chisola, STS, Volpiano Pianese, Sca Asti, Fossano, Cheraschese, Cuneo Olmo, Diavoletti Vercelli e Sparta Novara, nei prossimi giorni sarà la volta di Ivrea e Aygreville. Unica, possibile novità, l’ingresso della società rossonera


L’ultimo a rinnovare è stato il Pinerolo, la prossima a entrare potrebbe essere la Cbs. Continua ad allargarsi il progetto Juventus Academy, a conferma dell'attenzione della società bianconera allo sviluppo del movimento calcistico regionale e alla maturazione dei giovani talenti.

JUVENTUS ACADEMY

Fiore all’occhiello della gestione della scuola calcio targata Gigi Milani, il progetto delle Juventus Academy coinvolge una ventina di club tra Piemonte e Valle d’Aosta (cui si aggiungono altre società italiane e quelle internazionali, che in tutto sono circa 80). Qui “viene trasmesso il metodo Juventus attraverso la condivisione delle metodologie, la formazione dei tecnici e le visite effettuate dallo staff bianconero durante il corso della stagione sportiva, con l’obiettivo di portare la professionalità dei metodi e delle programmazioni direttamente presso le società presenti sul territorio italiano”. A gestire le Academy è uno staff composto dal responsabile Andrea Vaccarono, dal coordinatore tecnico Diego Salvamano, dal coordinatore organizzativo Manuel Ravelli e dal coordinatore dell’area scouting Antonio Colonna.

SOCIETA’ PIEMONTESI

Le società che hanno già rinnovato fino al 30 giugno 2026 sono Chisola, Spazio Talent Soccer, Volpiano Pianese, Sca Asti, Fossano, Cheraschese, Cuneo Olmo, Diavoletti Vercelli, Sparta Novara e, come detto, Pinerolo. Nei prossimi giorni sarà la volta di Ivrea e Aygreville. A questo conteggio va aggiunta la Sisport, che però è gestita direttamente dalla “casa madre” bianconera.

Nei progetti c’è un solo, possibile ingresso nel novero delle Academy Juventus, ovvero quello della Cbs. Non è una novità che la società di corso Sicilia, attualmente scuola calcio Milan, sia obiettivo bianconero, per la posizione strategica sul territorio torinese e la serietà del suo direttivo. Ma finalmente i tempi sembrano maturi per l’accordo, per quanto ci siano alcuni problemi burocratici da risolvere prima della fumata bianca.

PRESENTAZIONE - Da venerdì 19 marzo a lunedì 1° aprile il torneo top per la categoria Under 17, cui partecipano Juventus, Genoa, Hellas Verona, SK Austria Klagenfurt, Rappresentativa nazionale Lega Pro, Rappresentativa regionale Piemonte VdA, Chisola e i padroni di casa del Borgaro Nobis 


Tutto pronto per il 43° torneo Maggioni-Righi, il “mitico” torneo per la categoria Under 17 organizzato dalla società del Borgaro Nobis, che si giocherà da venerdì 29 marzo a lunedì 1° aprile, giornata in cui si disputeranno semifinali e finali. Questa sera il B&B Hotel di Borgaro ha ospitato la presentazione ufficiale, con il “padrone di casa” Piergiorgio Perona, il sindaco di Borgaro Claudio Gambino, Fabrizio Malacart, presidente regionale degli arbitri, e Claudio Giacca, vicepresidente della LND Piemonte e Valle d’Aosta.

Durante la serata sono stati premiati Claudio Marchisio (premio Marcellino Borsello); Alessandro Spugna, allenatore della Roma Women (premio Paolo Tomatis); Davide Lanzafame, attuale allenatore del Borgaro Nobis (premio Pietro Patuzzi); Nicolò Savona, calciatore della Juventus Next Gen (premio Gaetano Scirea); e Sara Gama, calciatrice della Juventus Women (premio Ermelindo Bacchetta).

Protagonista assoluto Claudio Marchisio, intervistato dal presentatore Giorgio Micheletti: "Sono felice e orgoglioso se qualche ragazzo mi prende ad esempio per inseguire i loro sogni. Io ci sono riuscito grazie alla mia famiglia, certo, ma fondamentale è stato il ruolo dei miei allenatori, che io chiamo educatori: a loro dedico questo premio. Rispetto a 10 anni fa, quando giocavo io, il calcio è cambiato molto, ci sono troppe pressioni anche nei giovani, va tutto più veloce in campo e fuori. Aiutiamo i giovani, a tutti i livelli, stando attenti a non bruciarli, e anzi a inserirli in contesti che funzionano!.  

Davide Lanzafame, che ha vinto il Maggioni con la maglia della Juve, ha ammesso che “avere un giocatore come me, adesso che faccio l’allenatore, sarebbe stato molto complicato. Ma proprio la mia esperienza mi aiuta a lavorare anche con i caratteri difficili”. L’obiettivo è “crescere di categoria”, “ma insieme al Borgaro Nobis”, ha subito sottolineato il presidente Perona. Sara Gama, simbolo del calcio femminile: “Gioco a calcio fin da bambina, non pensavo che potesse diventare il mio mestiere. Il professionismo è un grande risultato, ma ci sono ancora tantissime cose da fare per il movimento, basta guardare la differenza con gli altri paesi europei a partire dal numero di tesserate”. 

IL TORNEO - GENOA CAMPIONE IN CARICA

Sul campo, come al solito, si preannunciano quattro giorni di partite combattute e spettacolari, con l’occhio attento a scovare i talenti di domani. Il Genoa campione in carica dovrà difendere il titolo dall’assalto di Juventus ed Hellas Verona, le altre rappresentanti della nostra serie A, ma attenzione al SK Austria Klagenfurt, che milita nella massina serie austriaca. Grande attesa per le due rappresentative in gara, quella nazionale di Lega Pro finalista nella scorsa edizione, e quella regionale Piemonte e Valle d’Aosta, attesa anche dal Torneo delle Regioni. L’outsider Chisola e i padroni di casa del Borgaro Nobis sono le due dilettanti pronte a sovvertire i pronostici. Quella bianconera, cinque volte campione, rimane la società più titolata insieme all’Atalanta e al Torino, che dopo la clamorosa rinuncia della scorsa stagione difficilmente tornerà ad essere invitata.

In contemporanea, si giocherà la terza edizione del Memorial Vincenzo Barrea, in memoria del compianto sindaco di Borgaro, dedicato all’Under 17 femminile. Confermata la formula del quadrangolare, in campo solo professioniste: Juventus, Milan, Inter e Roma.

43° TORNEO MARIO MAGGIONI-WALTER RIGHI / UNDER 17

FASE ELIMINATORIA
Girone A: Borgaro Nobis, Juventus, Hellas Verona, Rappresentativa regionale Piemonte VdA
Girone B: SK Austria Klagenfurt, Chisola, Genoa, Rappresentativa nazionale Lega Pro

Venerdì 29 marzo
13.45 Juventus-Borgaro Nobis
14.55 Genoa-Chisola
16.05 Hellas Verona-Rappresentativa Piemonte VdA
17.15 Austria Klagenfurt-Rappresentativa Lega Pro

Sabato 30 marzo
13.45 Hellas Verona-Borgaro Nobis
14.55 Rappresentativa Piemonte VdA-Juventus
16.05 Genoa-Rappresentativa Lega Pro
17.15 Austria Klagenfurt-Chisola

Domenica 31 marzo
13.45 Borgaro Nobis-Rappresentativa Piemonte VdA
14.55 Juventus-Hellas Verona
16.05 Austria Klagenfurt-Genoa
17.15 Rappresentativa Lega Pro-Chisola

Lunedì 1° aprile / SEMIFINALI
9.30 1ª classificata girone A-2ª classificata girone B
10.45 1ª classificata girone B-2ª classificata girone A

FINALI
16.00 Finale 3°/4° posto
17.30 Finale 1°/2° posto

3° TORNEO NOBIS - MEMORIAL VINCENZO BARREA / UNDER 17 FEMMINILE

Girone unico: Inter, Juventus, Milan, Roma

Venerdì 29 marzo
9.30 Milan-Roma
10.45 Juventus-Inter

Sabato 30 marzo
9.30 Inter-Atalanta
10.45 Juventus-Milan

Domenica 31 marzo
9.30 Inter-Milan
10.45 Roma-Juventus

PANCHINA - Il tecnico lascia (per motivi di lavoro) la squadra al primo posto in classifica: “Sarete sempre nel mio cuore, sono orgoglioso di essere stato il vostro mister”


La vittoria per 0-3 ottenuta sul campo della Novese (con le reti di Rosano, Checa e Borgna) è stata l’ultima partita di Rino Vanacore sulla panchina del Chieri Under 17. Il tecnico lascia la squadra al primo posto in coabitazione con il Derthona Fbc, con un piede già nelle fasi finali, ma in un girone dalla classifica molto corta, in cui i verdetti definitivi sono ancora da scrivere. Il cammino è comunque da applausi, con 18 vittorie, un solo pareggio e 4 sconfitte, 84 gol fatti e 24 subiti che ne fanno il miglior attacco e la miglior difesa del raggruppamento.

Il Chieri ha puntato sulla classica “soluzione interna”, affidando la squadra classe 2007 ad Alessio Bonante, già nello staff della Prima squadra di Fabio Nisticò, che ha già seguito la squadra negli ultimi allenamenti e siederà in panchina dopo la pausa, nella super sfida casalinga con l’Asti (una delle tante ex squadre di Vanacore) in programma domenica 7 aprile.

Questo il post su Facebook con cui l’allenatore ha salutato la sua ormai ex squadra: “Ultima partita con voi, ennesima vittoria. Abbiamo costruito un gruppo importante, fatto con tanto lavoro e sacrificio, passando momenti difficili ma anche tanti momenti belli. Sarete sempre nel mio cuore, sono orgoglioso di essere stato il vostro mister. Purtroppo le strade si sono separate per motivi lavorativi miei, ora è il momento di raccogliere i frutti del lavoro fatto, sempre uniti come avete fatto fino ad oggi per l’obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione. Ringrazio di cuore i dirigenti sempre disponibili (Spinelli, Tavano, Scarpellino) e un ringraziamento speciale al prof Cristian Pozzuolo, persona competente e molto professionale. Un ringraziamento anche alla società Chieri per la fiducia e stima, al direttore Marinaccio e al presidente Bello. Grazie di tutto e forza Chieri”.

SCENARIO - Dario Di Leo opzionato la Juve, Denis Sanseverino verso il Chisola, il Lascaris blinda Matteo Agnino e pensa a Cristian Bellanova, che però è sul taccuino anche dello stesso Chisola. Il mercato dei “direttori”, che di solito si muove dopo Pasqua, quest’anno è già in pieno fermento.


La mossa iniziale che sta causando un effetto domino è della Juventus, anche se la società bianconera si muove con altre tempistiche e, ovviamente, non arrivano conferme ufficiali: Dario Di Leo, responsabile della scuola calcio del Chisola, giovane ma già di grande spessore e con una profonda conoscenza del territorio, potrebbe passare alla Juventus, con un ruolo di responsabilità all’interno del progetto Academy.

Il Chisola, prima tra le Academy, ha individuato in Denis Sanseverino il personaggio che non faccia rimpiangere Di Leo né a livello tecnico, né come appeal mediatico. Colonna del Lascaris, a parte un breve intermezzo al Lucento, Sanseverino è pronto per una nuova avventura a Vinovo, in una delle scuole calcio più numerose e qualitative del panorama piemontese. Tante voci danno l'accordo già definito, ma gli aspetti da sistemare prima dell'ufficializzazione (compreso un contratto rinnovato da poco) non sono pochi: alla fine, comunque, si farà.

E Il Lascaris? Non si è certo fatto trovare impreparato, com'è normale per una società ormai abituata a stare ai vertici. L'idea è duplice: da un lato valorizzare Matteo Agnino, nato e cresciuto in bianconero, pronto ad assumere direttamente la responsabilità della scuola calcio dopo aver lavorato a lungo a fianco di Sanseverino. La classica soluzione interna senza scossoni.

Dall'altro però potrebbe anche esserci una novità. Il nome caldo porta all’Alpignano, dove la prossima stagione è tutta da disegnare e non è detto che a dirigere l’orchestra sarà ancora Cristian Bellanova, responsabile del settore giovanile e figura centrale della società biancoazzurra. A cercarlo sono Borgaro e Venaria, ma soprattutto Chisola e Lascaris. In entrambi i casi, a Bellanova verrebbe assegnato un ruolo dirigenziale nella scuola calcio, più organizzativo che tecnico, da svolgere con quella lungimiranza che ha portato ad Alpignano un insperato titolo regionale e un ancora più incredibile SuperOscar. Senza dimenticare un’altra delle sue specialità, ovvero l’organizzazione dei tornei.

Insomma, il mercato dei “direttori” è partito in anticipo, ma le pagine da scrivere sono ancora tante.

 

Lunedì 18 marzo alle 18.30 si alzerà il sipario sulla seconda edizione del Gran Galà dei Golden Hearts, l’evento organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti Piemonte e Valle d’Aosta, dal Comitato regionale Piemonte e Valle d’Aosta e dall’intera FIGC – Federazione Italiana Giuoco Calcio con l’obiettivo di promuovere i valori dello sport all’insegna del rispetto e della condivisione. Il Gran Galà si terrà nella cornice del Teatro Concordia di Venaria Reale e sarà l’occasione per raccontare le storie più meritevoli che riguardano le oltre 600 società di calcio dilettantistico e giovanile di Piemonte e Valle d’Aosta ed i loro tesserati.


L’evento, istituito per dare risonanza e merito a chi agisce lavorando quotidianamente dietro le quinte con dedizione, impegno e generosità sposando i valori di solidarietà e comunità, sarà presieduto dal Presidente della FIGC Gabriele Gravina, dal Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, dal suo Assessore allo Sport Fabrizio Ricca, dal Presidente della LND Giancarlo Abete e dal Presidente del Comitato regionale Piemonte e Valle d’Aosta Mauro Foschia. 

Saranno presenti numerosi ospiti d’eccezione come Evelina Christillin membro aggiuntivo della UEFA nel Consiglio della FIFA e l'Assessore regionale allo sport della Valle d'Aosta Giulio Grosjacques. Inoltre, tra gli ospiti vi saranno testimonial del mondo del calcio come Barbara Bonansea, giocatrice della Juventus femminile e rappresentante del calcio femminile, fino ad arrivare alle cariche istituzionali della Regione Piemonte e della Città di Venaria Reale con il suo Sindaco Fabio Giulivi, patrocinanti dell’evento.

Lontano dai concetti di vittoria e prevalsa, i Golden Hearts si propongono di premiare la funzione sociale del calcio, in grado di aggregare, permettendo a chiunque di esprimere la propria passione per il gioco senza impedimenti e barriere di alcun tipo. Quest’anno, a salire sul palco del Teatro Concordia per la premiazione, saranno 10 dirigenti, scelti tra oltre 50 segnalazioni da tutto il territorio di Piemonte e Valle d’Aosta, che si sono distinti per il loro lavoro silenzioso ma prezioso: Aldo Beltrame, Massimo Anania, Giorgio Pellegrini, Claudio Bonomi, Laura Capello, Gonzalo Agriel Russo, Francesco Maiorano, Giuliano Roncon, Antonio Marchio e Mauro Vanzella. Accanto a loro, saranno premiati cinque calciatrici/calciatori provenienti da diverse società di tutto il Piemonte, il cui comportamento si è contraddistinto per grandi gesti di fair play. I protagonisti saranno accompagnati e celebrati dai sindaci delle rispettive città che a loro volta saranno premiati per il supporto dato alle proprie società sportive.

Il Galà dei Golden Hearts sarà anche l’occasione per presentare il nuovo centro tecnico federale che, a partire dalla primavera, sarà realizzato proprio a Venaria Reale. La “Coverciano del Nord”, come viene chiamato, sarà un luogo di incontro e realizzazione di importanti progetti sociali. Un vero e proprio punto di riferimento locale e nazionale nel segno dell’inclusione, del rispetto e dell’amore per il gioco.

Fonte: comunicato stampa