Sabato, 10 Dicembre 2022
Venerdì, 27 Maggio 2022 19:53

Primavera 1 / Playoff – La Juve trova sbarrata la strada per la finale. Sarà la Roma a giocarsi lo scudetto

Scritto da
Primavera 1, semifinale playoff: Roma-Juventus 2-0 Primavera 1, semifinale playoff: Roma-Juventus 2-0

SEMIFINALE – Un gol di Tripi nella prima frazione e di Vicario nella ripresa eliminano i ragazzi di Andrea Bonatti, che anche per questa stagione devono rimandare all’anno prossimo i sogni tricolore


Come in Coppa Italia, la Juventus interrompe il suo cammino nei playoff per mano della Roma di Alberto De Rossi. 2-0 in favore dei capitolini, in gol con una discussa punizione messa a segno da Tripi nelle fasi conclusive di prima frazione e grazie al timbro di Vicario nella ripresa. Roma in controllo delle iniziative. La Juventus opta nelle prime battute per un atteggiamento attendista volto a coprire gli spazi nella propria metà campo, poi alza i giri del motore e del pressing attuando un vero e proprio forcing offensivo che manda in apnea la Roma. Bene i bianconeri in rifinitura, manca però la zampata per dare concretezza alla maggiore pressione dei primi venti minuti di gioco. Anche perché la Roma appare sorniona, ma è comunque in grado di accendersi in ripartenza, oppure provando a causare qualche ingenuità nella costruzione dal basso bianconera. I giallorossi riacquisiscono zone di terreno e sono loro al 37’ a produrre la prima vera grande occasione degna di questo nome. Hasa si fa rubare palla all’altezza del cerchio di centrocampo. Palla a Satriano sulla fascia mancina, che appoggia dentro al campo per Faticanti. Conduzione finché serve in area di rigore Cherubini. Stop di mancino, si sposta poi lateralmente col pallone incollato al destro, da cui parte un rasoterra indirizzato sul primo palo. Senko si distende, realizzando un miracolo per reattività nella risposta, così come nella successiva ribattuta. Niente da fare invece per il portiere ungherese nei minuti di recupero della prima frazione. Il direttore di gara giudica un intervento (sul pallone) di Muharemovic falloso con tanto di ammonizione. Punizione dal limite per i giallorossi. Sul pallone si presentano Tripi per il destro e Volpato per il mancino. Vince la prima opzione, con Tripi che trova una traiettoria morbida, quanto decisa e precisa, che va a infilarsi nel sette per il vantaggio del giallorossi. Secondo tempo subito elettrico con i bianconeri che vanno vicinissimi alla risposta immediata dopo appena cinque minuti dal rientro in campo. Calcio d’angolo da destra battuto da Hasa sul primo palo. Nessuno fa sua la sfera. Nzouango, lasciato completamente solo sul versante destro dell’area di rigore, libera il sinistro. A dirgli di no è soltanto la traversa, che fa carambolare il pallone sulla linea di porta. Unico campanello dall’allarme che viene creato dai bianconeri alla difesa giallorossa. Dall’altra parte, la Roma prova a chiudere una volta per tutte il discorso qualificazione. Al 69’ Volpato scappa col pallone tra i piedi sull’out di destra. Entra in area, apre un mancino rasoterra su cui Senko deve metterci una pezza. Raddoppio rinviato a otto minuti più tardi. Dagli sviluppi di corner, Savona controlla un pallone in maniera un po’ maldestra. Ne approfitta Tripi che si cimenta in uno slalom tra maglie bianconere, fino a premiare lo smarcamento di Padula. Senko è ì miracoloso sul destro aperto del numero 32 giallorosso, ma non può fare niente sul tap-in di Vicario che, di fatto, chiude i giochi e regala la finale scudetto alla Roma.

ROMA-JUVENTUS 2-0
RETI: pt 46’ Tripi, st 32’ Vicario
ROMA: Mastrantonio, Missori, Vicario, Tripi, Feratovic, Satriano (st 21’ Padula), Volpato (st 28’ Pagano), Ndiaye, Faticanti, Rocchetti, Cherubini (st 9’ Tahirovic). A disp. Baldi, Del Bello, Morichelli, Voelkerling, Oliveras, Cassano, Louakima, Keramitsis, Pisilli.
All. De Rossi
JUVENTUS: Senko; Savona, Nzouango, Muharemovic (st 14’ Turco), Turicchia (st 33’ Rouhi); Mulazzi, Omic, Bonetti (st 14’ Sekularac), Iling; Hasa (st 21’ Cerri), Chibozo (st 33’ Strijdonck). 
A disp. Scaglia, Daffara, Citi, Fiumanò, Doratiotto, Dellavalle, Maressa. All. Bonatti

 

 

Letto 900 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2022 10:52

Registrati o fai l'accesso e commenta