Giovedì, 25 Aprile 2024
Martedì, 02 Aprile 2024 09:25

50° Trofeo Lascaris / Dichiarazioni - La parola al campo, Vincenzo Gaeta: "Una edizione degna dei 50 anni del torneo"

Scritto da

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI - Matia Petrovic: "Siamo molto contenti di aver partecipato a questo bel torneo e di esserci portati a casa la finale". Konko, allenatore del Genoa: "Una bella competizione per i ragazzi, peccato per la semifinale dove abbiamo mancato qualche occasion". Luca Guerri della Lodigiani: "L'accoglienza è stata ottima, una bellissima esperienza e ringraziamo l'organizzazione per averci invitato"


"E' stato un torneo lungo, impegnativo e ricco di soddisfazioni. Siamo molto contenti che le professioniste si siano presentate al gran completo, il livello si è notevolmente alzato. Lo scorso anno arrivarono in finale due belle squadre come Lascaris e Volpiano Pianese, il fatto che in questa edizione le finaliste fossero quattro professioniste dimostra l'alta qualità dei giocatori in campo e l'impegno che ci hanno messo. E' stato un piacere avere qui i ragazzi del Rijeka, la società ci teneva a partecipare e la squadra ha giocato con grandissimo impegno, si vedeva che volevano fare bene, e ci sono riusciti eccome!" commenta Vincezo Gaeta.

A conferma del bel clima che si è respirato in questi giorni e dell'apprezzamento verso l'organizzazione (coordinata con grande competenza dal direttore generale Lorenzo Verduci), le parole degli allenatori, primo fra tutti il tecnico dei campioni Matia Petrovic, entusiasta dell'esperienza: "Siamo molto contenti di aver partecipato a questo bel torneo e di esserci portati a casa la finale. E' stata una competizione impegnativa, tante gare difficili contro alcune tra le migliori squadre d'Italia. Rispettiamo molto il calcio italiano e l'Italia e ringraziamo tutti, perché i tifosi italiani hanno dimostrato di rispettare l'impegno messo in campo dai ragazzi e glie ne siamo molto grati".

Terzo posto per il Genoa di Abdoulay Konko, contento del podio dei suoi ragazzi: "Un buon terzo posto in un torneo ben strutturato, con avversari di livello e ben organizzato. Una bella competizione per i ragazzi, peccato per la semifinale dove abbiamo mancato qualche occasione di troppo, poi ai rigori è sempre 50 e 50". Uno dei protagonisti è stato l'ex Chisola Samuele Calamita, eletto miglior attaccante della manifestazione, al suo primo anno con la casacca del grifone. "Il ragazzo si impegna, sta lavorando bene e sta offrendo il suo contributo. Lo ha dimostrato in questa manifestazione e lo sta dimostrando in campionato".

Ottimo torneo anche per la Pro Vercelli, il dirigente Marco Spassino ci tiene a sottolineare i meriti dei padroni di casa: "Organizzazione perfetta per un torneo di altissimo livello. Lo dimostrano ulteriormente i nomi delle quattro finaliste, gruppi davvero di qualità. Da parte nostra siamo enormemente soddisfatti del cammino e delle prestazioni fatte, usciamo da imbattuti con anche un bel risultato di prestigio come il pareggio con la Fiorentina".

Un figurone anche per gli ospiti del Tau Altopascio e della Lodigiani. L'allenatore dei toscani Luca Guerri commenta così: "Un bel torneo che coinvolge oltre ai dilettanti tante realtà di primo livello e dove abbiamo potuto ammirare almeno qualche giocatore che sono sicuro potremo ammirare tra qualche anno in televisione. Incontrare allenatori così preparati, squadre toste e ben organizzate, per noi è stato sicuramente molto formativo e sono soddisfatto di quanto abbiamo mostrato. E' stato importante conoscere altre realtà, confrontarsi con squadre che fanno il nostro stesso percorso, ha certamente aiutato i ragazzi a crescere anche da un punto di vista mentale. L'accoglienza poi è stata ottima, peccato solo per la pioggia perché l'impianto è molto bello, un bel campo in erba, tribune coperte e un pubblico molto caloroso, una bellissima esperienza e ringraziamo l'organizzazione per averci invitato. Speriamo anche che sia stata una vetrina per qualcuno dei nostri che si è particolarmente contraddistinto".

Luis Pagliuca della Lodigiani ha visto i suoi disputare un ultimo atto contro la Juventus davvero per cuori forti ed è ovviamente felice per l'esperienza vissuta. "Ringraziamo l'organizzazione per averci invitato, un torneo davvero interessante che permette ai ragazzi di avere un po' di visibilità. Sono stati due giorni meravigliosi, giocando con società importantissime, un bel modo per imparare e crescere per i nostri ragazzi. Abbiamo anche fatto bene a livello di prestazioni, torniamo a Roma estremamente soddisfatti".

Letto 934 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Aprile 2024 11:09

Registrati o fai l'accesso e commenta