Domenica, 21 Aprile 2024
Lunedì, 12 Settembre 2016 00:31

L’Alpignano supera la Pro Settimo dal dischetto

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'Alpignano attorno al trofeo agguantato con le unghie L'Alpignano attorno al trofeo agguantato con le unghie

Collegno, 10 settembre

 

All'Alpignano servono i rigori per battere la Pro Settimo Eureka.

 

La gara disputata dalle due compagini risulta frenetica sin dai primi istanti di gioco soprattutto su entrambe le fasce del terreno di gioco e, al 2’, Gaspardino cerca la prima finalizzazione da calcio piazzato, indirizzando il pallone a pochi metri dal legno. I ragazzi allenati da Davin incrementano il pressing e Gallone si avvicina alla rete, ma a pochi metri dalla linea di porta il reparto difensivo alpignanese respinge con irruenza il tentativo. Al 5’ di gara emerge anche Zucco dalla trequarti e, dopo uno scatto da autentico velocista, innesca un buon diagonale da posizione decentrata, che viene repentinamente blindato dall’estremo difensore. L’Alpignano cerca di costruire qualche reazione senza successo e reprime il pressing anche grazie ad un preparato D’Introno che supporta con diligenza il proprio reparto difensivo in un paio di manovre, evitando così lo svantaggio; nei minuti seguenti la squadra acquisisce maggior possesso palla e Taurisano innesca un bel servizio dalla fascia in extremis che, sfortunatamente, termina sul fondo. La prima realizzazione del match giunge al 9’ e a siglarla è Zucco che, dal limite dell’area, calcia un rapido diagonale che sfugge alla presa del portiere avversario e si incastra inesorabilmente in rete. Cireddu cerca insistentemente il pareggio su punizione, ma in questa manovra la sfera supera abbondantemente la traversa. In questa fase di gara il gioco si presenta più bilanciato seppur movimentato e D’Introno ( nei minuti finali ) prova a stupire gli spalti con un pallonetto costruito dalla distanza proibitiva che, per pochi metri, non centra lo specchio della porta avversaria.

 

 

Il secondo tempo inizia con lo stesso furore del precedente e durante il primo minuto il reparto difensivo della Pro Settimo cerca il raddoppio senza successo mentre Laureana genera un brivido di prospettiva con un pallonetto calciato dalla distanza che termina però a fil di palo. L’Alpignano inizia a controllare il gioco con maggiore efficacia e al 4’ Spina ci prova con un diretto degno di nota che termina sopra la traversa vigilata dall’estremo difensore, ma la reazione di un instancabile Borgia mette a dura prova il portiere alpignanese che, con un diagonale ben costruito, sfiora il palo senza agguantare la seconda realizzazione. I ritmi di gioco crescono considerevolmente ed il numero 7 della Pro Settimo ritenta da posizione centrale con un gran diretto che viene respinto in corner. In questa fase di gara (10°) si riducono i tentativi a rete costruiti dai rispettivi reparti ed il gioco si sposta principalmente a centrocampo; a pochi istanti dal triplice fischio Laureana si inserisce pericolosamente in area dopo un paio di dribbling senza inquadrare il sette (vedi video), mentre al 18’ Taurisano galvanizza gli spalti con un diretto da manuale che, calciato con potenza, sfugge alle mani dell’estremo difensore gonfiando la rete (vedi video).

 

Sotto tra i video è possibile vedere tutta le sequenza dei rigori.

 

ALPIGNANO-PRO SETTIMO 5-4 (1-1 DCR)

 

Marcatori: pt 9’ Zucco; st 18’ Taurisano (A).

 

Sequenza Rigori: Borgia (P, gol), Tucci (A, gol), Gamberoni (gol), Spina (gol), Gallone ( gol), Seminerio (gol), Gaspardino (fuori), Di Nunzio (gol), Palestro (fuori).

 

La formazione dell'Alpignano: De Matheis, Cireddu, Crivat, Seminerio, Taurisano, D’Introno, Di Nunzio, Patruno, Tucci. A disp. Spina, Laureana, Martino, Ferrigni, Grisi. All. Politi

 

La formazione dell Pro Settimo: Marcello, Brombal, Palestro, Masi, Scaramuzzi, Gaspardino, Vittone, Zucco, Gallone. A disp. Borgia, Gamberoni, Tomaino, Lancellotta, Di Crea. All. Davin.

 

 

Letto 7197 volte

Video

Altro in questa categoria: « In finale vanno Alpignano e Pro Settimo

Registrati o fai l'accesso e commenta