Sabato, 28 Gennaio 2023
Lunedì, 31 Ottobre 2022 17:58

Under 14 Regionali / il Punto - Sparta Novara e Verbania a duello, bel lavoro in casa del Nichelino Hesperia. La Sisport batte il Derthona e l’Alpignano la Pro Eureka

Scritto da
Verbania 2009 Verbania 2009

7^ GIORNATA - il punto sulla giornata che ha visto scontri diretti e sorprese sul campo. La voce del Mister Luca Vischi per il Verbania, di Davide Stangalino per lo Sparta Novara, Michele Signoriello della Virtus Mercadante e Francesco Starace del Nichelino Hesperia


GIRONE A

1-1 è il punteggio che si riservano Sparta Novara e Verbania in un duello di alta classifica deciso nel primo tempo di gioco dal giovane Pella che trova la porta nei primi minuti portando gli ospiti in vantaggio, a seguire sul finale del primo tempo arriva il gol di Uda dello Sparta che la pareggia. “Ieri è stata una partita difficile per noi, abbiamo giocato contro un ottima squadra molto preparata sia tecnicamente che tatticamente, i miei ragazzi sono stati bravi a non mollare mai e a crederci fino alla fine” così il Mister Luca Vischi del Verbania giudica lo scontro affrontato ieri e soddisfatto si conferma “molto contento di allenare questi ragazzi, ho trovato un gruppo molto disponibile e affiatato, con un bagaglio calcistico buono grazie al lavoro svolto dagli allenatori che hanno avuto in precedenza. Il nostro percorso in campionato è soddisfacente, il girone è molto equilibrato, sono presenti squadre molto preparate e noi come gruppo dobbiamo solo lavorare e pensare a migliorarci perché solo così potremmo salvarci e raccogliere qualche soddisfazione”.

 

In risposta al Mister Luca Vischi del Verbania arriva anche un commento da parte del numero uno dello Sparta Novara, Davide Stangalino, trascinatore di un grande gruppo che di partita in partita si mostra sempre più competitivo, in cui domina qualità tecnica in campo e consapevolezza. Dalla sua panchina il Mister Stangalino commenta il duello di ieri: “La partita con il Verbania è stata una partita fisica e tosta, la loro è una squadra molto più forte fisicamente di noi, però noi siamo molto tecnici e oggi siamo l’unica squadra che a mio parere gioca a calcio. Il Verbania come tutte le altre squadre, gioca con tre punte alte davanti, palla dal portiere buttata lunga, molta fisicità, cercano sempre il fallo e lo scontro fisico, perciò ieri è stata una partita difficile da quel punto di vista li. Noi abbiamo provato a giocarla e ci siamo riusciti nel primo tempo, abbiamo preso gol nell’unico errore di posizione su una palla lunga a causa di una incomprensione tra i miei tre difensori e lì abbiamo preso gol. Poi per il resto abbiamo avuto più di una occasione, il loro portiere ha fatto due belle parate su due punizioni dopodiché abbiamo fatto gol su un’azione manovrata. Il primo tempo è finto con il pari, nel secondo loro hanno aumentato di più la pressione a livello fisico e infatti poi si sono trovati in dieci per l’espulsione di un giocatore per continui falli. La partita ad un certo punto stava volgendo a nostro favore, noi abbiamo avuto diverse occasioni a superiorità numerica ma poi inspiegabilmente l’arbitro ha espulso la nostra punta per un normalissimo fallo di gioco a metà campo, tra l’incredulità e lo stupore di tutti siamo rimasti in dieci. Da lì la partita è scemata, anche se noi abbiamo provato ancora a giocare. Non voglio passare per presuntuoso o superiore ma il Verbania in qualsiasi punto erano giocavano con calcione lungo sulle punte, devo dire molto forti e brave fisicamente, palla lunga e correre, così gioca il Verbania, lo stesso per il Volpiano e per il Bulè Bellinzago. Giocano tutti così e secondo me non è calcio”.

È una descrizione ben dettaglia quella che ci fornisce il Mister dello Sparta Novara sullo scontro tenutosi ieri pomeriggio, dove si sono rese visibili sul campo le qualità tecniche dei suoi ragazzi e questo non può far altro che renderlo soddisfatto, infatti lui stesso conferma che “sono felice della mia squadra perché sta giocando a pallone, nonostante la banda bassotti che siamo teniamo il campo e dominiamo le partite dal punto di vista del gioco, però in questa categoria conta clamorosamente il fisico. Tutto sommato abbiamo ottenuto un buon punto contro una buona squadra che ti impegna fisicamente”.

Se questo pareggio è sicuramente il duello protagonista di giornata lo sono altrettanto i tanti gol che il Gozzano e il Città di Baveno hanno realizzato rispettivamente contro l’Oleggio e l’Omegna, il giovane Summa del Gozzano trova addirittura cinque reti. Mentre è clamorosa la vittoria della Ticinese sul Volpiano, una caduta per le Volpi dopo le varie vittorie consecutive e una grande conquista siglata Chirighetti, Iloti e Inzerrilli trascinatori dell’RG Ticino. Arriva la quinta vittoria per il Bulè Bellinzago che in casa contro il Gassino trionfa con una rete di scarto, stessa differenza reti che si riserva la Biellese sul’Accademia Borgomanero.

 

GIRONE B

Due gli anticipi del sabato protagonisti di questa 7^ giornata di Campionato, hanno visto brillare il Ciriè in casa contro la Virtus Mercadante, che ferita esce dallo scontro senza gol, a deciderla per i nero azzurri Decostanzo nei primi minuti di gioco e più tardi Maselli nella seconda metà. Una partita che il Mister del Mercadante Michele Signoriello commenta così: “primo tempo brutto da parte nostra, nel secondo tempo abbiamo preso un gol che il portiere ha valutato male, così siamo passati ad un’altra formazione 4-3-2-1 e siamo stati più offensivi, ma così abbiamo rischiato il contropiede, comunque abbiamo creato tre occasioni da gol, ma poi è finita così”. Ad aggiudicarsi il derby di Collegno è l’Olympic che con un gol di vantaggio espugna il Paradiso con Ricchitelli e Lorusso. Nel frattempo è sempre più concreto il Lucento che in testa al girone ne fa quattro al Borgaro Nobis, partita decida dal raddoppio di Perardi e con Cardona e Scutigliani che rifiniscono. A -3 dalla vetta troviamo il Lascaris che con maestria ne cala cinque alla Strambianese, una squadra sempre sul pezzo e ostica per ogni avversario. Intanto torna a vincere l’Alpignano e lo fa di corto muso sulla forte Pro Eureka, a decidere il mach la rete di Bottero che porta punti importanti in una classifica molto corta. È tutto facile per il VDA Charvensod sul Venaria Reale, sono sette le reti di giornata, esaltante il giovane Cerni che cala una tripletta, non è da meno Coffaro autore di una doppietta con tanto di grandiosa rovesciata, infine Borettaz e Giresi fissano il punteggio. Per finire vince con una rete di vantaggio il Quincinetto Tavagnasco sul Vallorco, salendo così in una settima posizione da salvezza.

 

GIRONE C

È il Chisola ad aggiudicarsi la vittoria dello scontro di alta classifica contro il Fossano, quattro gol piazzati all’avversario la decidono, mentre  il Pinerolo nell’anticipo del sabato fa una grande goleada al Saluzzo, non è da meno il Giovanile Centallo che con grinta trionfa sul BSR Grugliasco con ben sette reti. Grande inizio di stagione anche per il Nichelino Hesperia del Mister Francesco Starace che in quinta posizione di classifica si congratula con i suoi giovanissimi per questo esordio: “abbiamo cominciato la nostra stagione insieme a maggio, sono subentrato dopo il Mister Agnello, che bene li ha condotti nella stagione scorsa. Il gruppo è formato essenzialmente da ragazzi della scuola calcio del Nichelino, con solo 4 elementi nuovi che si sono inseriti e integrati nel corso dei mesi successivi. Per esperienza so che nel passaggio tra scuola calcio e settore giovanile il primo scoglio da superare è quello fisico atletico, in virtù di un campo di gioco da coprire evidentemente più ampio di un campo a 9, rispetto al quale cambiano anche i riferimenti spaziali. È stato un lavoro faticoso, ma l'impegno, l'abnegazione e la costanza dei ragazzi nel lavoro obiettivamente ha fatto sì che ora, al netto delle momentanee difficoltà tecniche e tattiche sulle quali si sta lavorando, la squadra finora in tutti i suoi interpreti ha sempre dimostrato di correre più degli avversari, di vincere più contrasti e di poter stare in campo ben oltre il 70esimo”.

“Sebbene già dal torneo Super Oscar si intravedessero le buone potenzialità del gruppo, abbiamo cominciato il campionato con qualche assenza significativa e con uno stato di forma che non era ancora al Top. Ancora poco brillanti e un po' appesantiti abbiano mal gestito le partite con Chisola, Alba e Centallo i cui esiti non sono assolutamente in linea con le prestazioni dei ragazzi. Errori di inesperienza hanno condizionato oltremodo l'esito delle gare, punendo eccessivamente la squadra. Il calcio è anche questo”.

Ma con costanza “abbiamo continuato a lavorare, abbiano completato la rosa, fatto esperienza, abbiamo acquisito conoscenze e consapevolezza, ed ora la squadra inizia a mostrare segni di crescita, stabilizzati da una serie di risultati e prestazioni confortanti, ultima quella di sabato. Tantissimo è ancora il lavoro da fare e lungo è il percorso.

Noi vogliamo essere una squadra corale, una squadra che faccia del possesso palla il suo biglietto da visita, chiaramente identificata in un'idea di gioco, una filosofia di gioco, una squadra che prescinda dai singoli a vantaggio del gruppo squadra. Il nostro è un progetto a lungo termine e il biennio è il minimo”.

Vogliamo “salvare la categoria con serenità, consolidando i nostri concetti di gioco e puntare ambiziosamente alla prossima stagione, questo è il nostro obbiettivo a lungo termine. Proprio per questo motivo, noi del Nichelino Hesperia lavoriamo congiuntamente con i pari età della Sangonese di Mister Sarracino, che milita nel campionato Provinciale, con 3 sedute settimanali, più una quarta ogni 3 settimane. Un lavoro immenso, molto impegnativo, ma è certo che raccoglieremo buoni risultati”.

Buona fortuna alla panchina del Nichelino Hesperia, mentre per quanto riguarda gli altri duelli ben fatto Alba Calcio che in casa riesce ad avere la meglio sul Cumiana con Martini e Servetti, incisivo il Cuneo Olmo che espugna il Salice a suon di gol, la doppietta di Boaglio, i gol di Necula, Mellano, Baglio e Conte la decidono. Infine convince il Pedona Borgo che non lascia scampo al Bra con Serale, Fantino e Hicham.

 

GIRONE D

Gran lavoro dell’Asti sul PSG, otto gol fissano il punteggio, nel frattempo cade il Casale in casa contro l’Acqui, per i bianco neri la decidono Barbirolo e Rabino. Tutti gli altri scontri sono stati protagonisti nel sabato di anticipo dove il Don Bosco Alessandria ha espugnato il Pozzomaina con Gotta e Cottone, intanto l’SCA Asti ha avuto la meglio contro la CBS a cui non è bastata la rete di Elettri. Vince di corso muso il Vanchiglia sul Mirafiori, dove Lorusso trova il gol sul finale della seconda metà di gioco, mentre a trionfare nel derby dell’omonima città è il Chieri, che contro il San Giacomo la decide con Roncarolo e Canova. La partita più attesa del girone tra Sisport e Derthona se la aggiudicano i bianco neri con la tripletta dell’attaccante Ragagnin e il gol di Farris.

Registrati o fai l'accesso e commenta