Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Daniele Pallante

Daniele Pallante

SOLIDARIETA’ - Non solo l’incasso del torneo con Juventus e Sisport, il padre è stato assunto come addetto al campo dalla società del presidente Domenico Mallardo


Il calcio - nella sua versione migliore - è un “portatore sano” di valori positivi, di solidarietà e di speranza. Lo sa bene il Venaria, che mercoledì scorso ha organizzato un triangolare per la categoria Esordienti 2006, in cui ha coinvolto le società amiche Juventus e Sisport. Il Fair Play e la qualità dei giocatori hanno fatto divertire il pubblico presente sugli spalti del Don Mosso, ma questo torneo ha un significato ben più importante dei gesti tecnici espressi dai ragazzi sul campo, perché è servito ad aiutare  una famiglia venariese in difficoltà da quando il padre ha perso il lavoro e si è ritrovato senza le risorse economiche necessarie al mantenimento dei tre figli.

Il ricavato degli incassi è stato solo il primo, piccolo passo di quanto fatto dal Venaria per sostenere questa famiglia: “Quando abbiamo deciso di organizzare il torneo di beneficenza “Un cuore nel pallone” - spiega Domenico Mallardo, presidente del Venaria - mi sono rivolto alla Caritas chiedendo di segnalarmi una situazione particolarmente difficile. Abbiamo conosciuto così una famiglia in grave difficoltà: senza lavoro padre e madre, senza genitori alle spalle che potessero aiutarli, con tre figli a carico. L’incasso del torneo ha dato loro un piccolo sostegno, ma abbiamo deciso di fare molto di più e abbiamo assunto il capo famiglia come addetto gli spogliatoi e guardiano, garantendogli un’entrata sicura”.

Una mano sul cuore, l’altra sul portafoglio: vicinanza e sostegno, solidarietà e gesti concreti, insomma una beneficenza vera. “Abbiamo voluto regalare un sorriso a chi sta peggio di noi, siamo felici di esserci riusciti, tutto qui” chiosa Mallardo, ma non è tutto qui: è questo il calcio che ci piace, è un gesto che dà speranza, è un esempio che in tanti potrebbero seguire.

IL MEGLIO DELL’8° GIORNATA - L’eterno duello tra Chieri e Chisola si rinnova, mentre festeggiano la prima vittoria Bruinese e San Giacomo Chieri. Triplette di Naamad e Barcellona, ma il gol più bello è lo “slalom speciale” di Paini


1. Chisola e Chieri, Chieri e Chisola. L’eterno duello delle ultime stagioni di giovanili si ripropone puntuale in Under 17: per quanto viaggino in gironi differenti, le squadre dei due grandi ex Andrea Mercuri e Giorgio Brighenti sono le uniche a punteggio pieno nella categoria. Migliori i numeri del Chisola, che ha la difesa in assoluto meno perforata con 3 gol subiti e il secondo miglior attacco con 43 gol fatti (solo il Pinerolo ha fatto meglio, ben 45 centri); i numeri del Chieri si “limitano” a 30 gol fatti e 9 subiti, un po’ troppi.

2. Posto in top 5 anche per Augusto Dotto, allenatore della Pro Eureka ormai “abituato” ai titoli regionali, che quest’anno ha faticato più del previsto per trovare la quadratura del cerchio con il gruppo classe 2002. Avvio stentato nel combattutissimo girone B, lenta risalita e domenica la vittoria che può dare la svolta, lo 0-1 ottenuto sul campo del Vanchiglia con la firma di Tine. La classifica è corta e può cambiare ogni settimana, vista la quantità infinita di scontri diretti: scommettiamo che alla fine ci sarà anche la Pro Eureka a dire la sua con le prime?

3. E cose dire di Carlo Barberis e del suo Pinerolo delle meraviglie? L’altro risultato pesante della scorsa domenica è stato il 2-0 con cui i pinerolesi hanno regolato il Bra nel big match del girone C, senza dover scomodare bomber Francese visto che sul tabellino dei marcatori sono finiti Migliore e Odin. Non fosse per il 3-3 con il Monregale della prima giornata, anche il Pinerolo sarebbe a punteggio pieno insieme al Chisola, e invece deve far sentire il fiato sul collo della capolista almeno fino allo scontro diretto della 14° giornata.

4. Dalle squadre ai singoli bomber. Le due triplette di giornata sono quelle firmate da Naamad della Biellese, che insidia (insieme al 2003 Francesco Totaro del Lucento) il capocantiere Sbriccoli; e da Thjis Barcellona, attaccante proprio del Chieri che in collina cerca quella continuità che, ai tempi del Venaria, lo aveva portato fino al professionismo con la maglia prima della Juventus e poi del Torino. Ma il gol - forse - più bello di giornata è quello di Paini della Novese: la partita contro lo Sca Asti è ferma sull’1-1, e allora il talento prende palla a centrocampo, scarta tutti quelli che incontra in stile “slalom speciale” e va a segnare il 2-1. Spettacolo. 

5. La prima volta non si scorda mai. Chiedetelo alla Bruinese, che ha ottenuto la sua prima vittoria nello scontro diretto con il Nichelino Hesperia, 1-4 con la doppietta di Corrado completata da Porcaro e Giannitto; chiedetelo al San Giacomo Chieri, che ha rifilato sei gol che sanno di speranza alla Fulgor Ronco Valdengo. Ma attenzione, non chiedetelo alle squadre ancora ferme al palo: proprio il Fulgor nel girone A, il Pianezza nel girone B, il trio Atletico Torino-PiscineseRiva-Nichelino Hesperia nel girone C.
 

PANCHINA - All’ex allenatore del Cenisia il compito di portare alla salvezza nei regionali la squadra classe 2004


“Motivi di lavoro. Era una situazione che andava avanti da un po’ di tempo ma ora non era più gestibile”. Nelle parole del responsabile delle giovanili Tiziano Gobbato la motivazione ufficiale del divorzio tra il Borgaro e Domenico Bavuso, da ieri sera ex allenatore dell’Under 15. 

Anche i risultati, per il vero, non stavano sorridendo alla squadra classe 2004, che finora ha raccolto 10 punti in 8 partite, compresa la sconfitta per 4-0 subita domenica dalla Cbs, e galleggia una posizione di classifica a rischio playout. 

Per risollevare la situazione la squadra è stata affidata ad Andrea Conte, ex Cenisia, da non confondere con Roberto Conte, che a Borgaro ha allenato fino a due stagioni fa.
 

8° GIORNATA - Vincono le due prime della classe, con loro anche la Giovanile Centallo. Prima vittoria stagionale per il Pozzomaina


Rimangono inalterati gli equilibri in testa al girone C. La capolista Chisola si sbarazza dell’ostacolo Cbs con un netto 3-0, stesso parziale con cui l’inseguitrice Cheraschese espugna il campo del Cenisia. Trzo, insieme al Mirafiori, c’è la Giovanile Centallo, dopo il combattuto 2-1 sul Pinerolo. 

Nelle sfide per la salvezza, PiscineseRiva e Savigliano si dividono la posta ed entrambe vengono superate dal Pozzomaina, che ottiene la sua prima vittoria stagionale ai danni del Rosta. 

MIRAFIORI-BACIGALUPO 3-0
RETI: pt 35’ Magri, st 5’ Magri, 20’ Gariglio

OLMO-BSR GRUGLIASCO 0-4
RETI: pt 15’ Caruso, st 22’ Caruso, 24’ Costa, 33’ Haratau

BRUINESE-BRA 2-0
RETI: st 20’ Piazza, 30’ Candigliotta

CENISIA-CHERASCHESE 0-3
RETI: pt 5’ Campanella su rig., st 7’ Campanella, 30’ Viglietta

CHISOLA-CBS 3-0
RETI: Sparascio, Fotia, Boscolo

GIOVANILE CENTALLO-PINEROLO 2-1
RETI: pt 6’ Actis, 16’ Bruno, st Raimondi (P)

PISCINESERIVA-SAVIGLIANO 1-1
RETI: pt 10’ Spinelli (P), 

POZZOMAINA-ROSTA 3-1
RETI: pt 25’ Cilenti, st 15’ Lucà, 20’ Fucale, Cimino (R)
 

8° GIORNATA - Giornata da tre punti anche per La Biellese, Casale, Borgosesia, Baveno e Novese, prima vittoria per il San Giacomo Chieri


Continua il campionato “a parte” del Chieri, sempre vincente nelle otto partite fin qui giocate. Andrea Mercuri dopo il 6-3 sull’Acqui: “Alcune cose vanno migliorate e dobbiamo metterci più attenzione, ma guardiamo la buona prestazione che abbiamo fatto. Siamo contenti, stiamo lavorando bene”.

Lo Sparta Novara tiene il passo della capolista, ma che fatica contro il Città di Cossato. Alessandro Moro non usa giri di parole: “Partitaccia, l’abbiamo complicata noi, nel finale per fortuna l’ha risolta Daffara, forse l’unico che è entrato con la testa giusta”. Leardi risponde: “Siamo stati compatti, uniti e organizzati, ci hanno punito solo le situazioni, vedi la gestione dei rigori… Sono soddisfatto, noi dobbiamo provare a salvarci e giocando così ce la possiamo fare”.

Terzo posto per La Biellese, che ha vinto 2-4 sul campo dell’Orizzonti United di Ivo Moscovini: “A me la squadra è piaciuta, abbiamo fatto una bella prestazione. Loro una bella squadra, diciamo che abbiamo pagato gli episodi”.

Giornata positiva anche per il Casale, Angelo Ponzi dopo il 4-0 all’Accademia Borgomanero: “Potevamo segnare anche di più, ma loro sono una squadra che mi piace, giocano a calcio”. 

Più sofferta l’affermazione del Borgosesia sull’Alfieri Asti. Mister Valenti: “Ce la siamo complicata, non l’abbiamo chiusa e li abbiamo tenuti in vita fino all’ultimo, ma bene l’impegno e ottima vittoria”. Risponde Gianni Gamba: “Primo tempo male, benissimo invece la ripresa, il pareggio ci stava viste le occasioni costruite, ma noi per fare gol dobbiamo tirare in porta cinque volte…”

La Novese espugna il campo dello Sca Asti con il risultato di 1-2. Meta commenta: “Ottimo primo tempo, chiuso in vantaggio ma con la colpa di non aver raddoppiato. Nella ripresa loro hanno pareggiato subito ma ci ha pensato Paini, con una straordinaria azione personale, a segnare il 2-1 finale”. Buscemi invece è amareggiato: “Abbiamo regalato un tempo, errore che alla lunga abbiamo pagato caro, nonostante la buona ripresa”.

Festeggia la sua prima vittoria l San Giacomo Chieri, sei gol al Fulgor Ronco per la soddisfazione di mister Carlo Berrone: “Contro una diretta avversaria nella corsa verso la salvezza, una vittoria pesantissima, che ci dà morale e fiducia”.

CITTA’ DI BAVENO-ARONA 3-0
RETI: M. Labella, Merio, Prandini

BORGOSESIA-ALFIERI ASTI 3-2
RETI: pt 8’ Ippolito (B), 15’ Fuoco (B), st 15’ Hotai (A), 25’ Monteleone (B), 30’ Mamino (A)
NOTE: espulso Macaione (A)

CHIERI-ACQUI 6-3
RETI: pt 10’ Morone  (C), 18’ (A), 20’ e 20’ Barcellona (C), st 7’ Barcellona (C), 15’ Appendino (C), 20’ (A), 35’ Cirulli (C), 40’ (A)

CASALE-ACCADEMIA BORGOMANERO 4-0
RETI: pt 9’ Lanza, 24’ Perinetti, 30’ Spagnolo, st 32’ Premoli

FULGOR RONCO VALDENGO-SAN GIACOMO CHIERI 0-6
RETI: 2 Pagnotta, 2 Tofanello, Lanza, Diana

ORIZZONTI UNITED-LA BIELLESE 2-4
RETI: pt 19’, 36’ e st 22’ Nahmad (L), pt 35’ Boggero (O), st 10’ Bau (L), 40’ Lanza (O)

SCA ASTI-NOVESE 1-2
RETI: pt 25’ e st 30’ Paini (N), st 5’ Tosato (S)

SPARTA NOVARA-CITTA’ DI COSSATO 3-2
RETI: pt 15’ Canetta (S), 38’ Sardo (S), 20’ Brando (C), 30’ Morgillo (C), 35’ Daffara (S)
 

8° GIORNATA - I rossoblù vincono sul Vda Charvensod e scappano a +3 su Vanchiglia, Venaria e Borgaro. Cavaliere esalta il Lascaris, punti pesanti anche per Volpiano, Collegno Paradiso e Barcanova


Emozioni a non finire nel girone più combattuto dell’annata 2002. Il risultato più importante dell’ottavo turno è la vittoria della Pro Eureka sul campo del Vanchiglia, 0-1 firmato Tine. Augusto Dotto: “Questa è una bella vittoria, ci voleva per i ragazzi che oggi hanno giocato davvero da squadra. Una bella partita che poteva finire con qualsiasi risultato, ci abbiamo creduto e siamo stati premiati per la prestazione attenta e coraggiosa”.

Così la Pro si rilancia in classifica, pur rimanendo al sesto posto, ma soprattutto rimane da solo al comando il Lucento di Alessandro Pierro, a +3 dalle inseguitrici grazie al sofferto 1-2 ottenuto in Valle d’Aosta contro lo Charvensod. I granata invece sono raggiuti al secondo posto da Venaria (facile 5-1 al Rosta) e Borgaro, reduce da un bel 3-0 sulla Rivarolese. Gianni Iuliano: “Il campo pesante ci ha obbligato a cambiare tipologia di gioco, siamo partiti bene e l’abbiamo chiusa nel finale”.

Tiene il passo anche il Lascaris, che espugna il campo del Cenisia con la doppia firma di Cavaliere. Matteo Curcio commenta: “Sconfitta meritata, dispiace aver subito due gol in due minuti alla fine del primo tempo, anche nella ripresa la reazione non è stata all’altezza”. Le violette vengono superate dal Volpiano di Domenico Balducci, 2-0 al Cirié: “Primo tempo sofferto, nella ripresa siamo andati meglio, comunque tre punti pesanti. Sono senza voce…”

Importanti in chiave salvezza anche le vittorie di Collegno Paradiso (poker al Pianezza) e Barcanova, 0-1 combatutissimo sul Gassino. Lentini tira il fiato: “Una partita non bella ma una vittoria fondamentale ai fini della classifica”.

BORGARO NOBIS-RIVAROLESE 3-0 
RETI: pt 10’ Tabone, 17’ Molfetta, st 37’ Letizia

CENISIA-LASCARIS 0-2
RETI: pt 35’ e 40’ Cavaliere

COLLEGNO PARADISO-PIANEZZA 4-0
RETI: pt 15’ Di Perna, 25’ Gigante, st 30’ Boncompagni, 40’ Di Perna

GASSINOSANRAFFAELE-BARCANOVA 0-1
RETE: pt 23’ Caputo

V.D.A. CHARVENSOD-LUCENTO 1-2
RETI: Nania, Totaro (L)

VANCHIGLIA-PRO EUREKA 0-1
RETI: st 30’ Tine

VENARIA-ROSTA 5-1
RETI: Muratore, 2 Papagno, Gaetano, Nesta (V), Bassignani (R)

VOLPIANO-CIRIE’ 2-0
RETI: st 10’ Bertaglia, 20’ Erriquez rig.
NOTE: espulso Bertaglia (V) per doppia ammonizione
 

8° GIORNATA - Capolista incontenibile contro il Pozzomaina, ma la vittoria più pesante è quella dei ragazzi di Carlo Barberis sul Bra. Mirafiori terzo dopo il pazzo 6-3 sul Bacigalupo, punti pesanti per il Saluzzo e prima gioia per la Bruinese


Il Chisola strapazza il Pozzomaina per 9-0 e continua la sua cavalcata a punteggio pieno, ma la copertina di giornata spetta al Pinerolo, che ha vinto 2-0 il big match contro il Bra. Carlo Barberis se la gode: “Sono contento, abbiamo giocato veramente da squadra. Ne approfitto per ringraziare il nostro preparatore atletico, Sebastiano Russo, stiamo lavorando veramente bene insieme e andiamo a mille”.

Danno e beffa, i giallorossi vengono superati al terzo posto dal Mirafiori, scoppiettante 6-3 sul Bacigalupo. Luigi Nudo: “Oggi partita pazza, ma siamo terzi e il nostro sogno continua…”

Il poker alla PiscineseRiva non soddisfa l’allenatore del Monregale Damianovic: “Ne abbiamo fatti quattro nel secondo tempo, ma l’approccio è stato sbagliato”. Al contrario, gongola Cristian Tolu dell’Olmo dopo la manita al GiavenoCoazze: “Oggi i ragazzi mi sono proprio piaciuti”.

Nelle zone calde, importante successo del Saluzzo sull’Atletico Torino per 4-2. Fraire: “Abbiamo fatto tutto noi, il bello e il brutto, ma dopo il 2-1 del 2003 Amauri è stata in discesa. Comunque una partita dominata e una bella vittoria”. Mantegari è in difficoltà: “Rosa cortissima, troppi infortunati, devo far giocare tanti 2003 e tanti fuori ruolo, così è dura”.

Prima vittoria della Bruinese con un secco poker al Nichelino Hesperia, per la soddisfazione di Fabio Tessarin, che allena la squadra insieme a Marco Russo: “Abbiamo dominato in lungo e in largo, nel primo tempo abbiamo sbagliato i nostri soliti gol, nella ripresa l’abbiamo sbloccata ed è andata bene”.

CBS-AREA CALCIO ALBA E ROERO 3-1
RETI: pt 10’ Sbriccoli rig. (C), 20’ Ferraro (C), 30’ Scagliola (A), st 30’ Mastropietro (C)

CHISOLA-POZZOMAINA 9-0
RETI: pt 5’ Ruffino, 7’ Camarlinghi, 17’ Germinario, st 7’ Ferrara, 19’ Dagasso, 21’ De Vitti, 30’ e 34’ Granata 32’ Sganzerla rig.

MIRAFIORI-BACIGALUPO 6-3
RETI: pt 10’ Germinario (M), 20’ Palumbo (B), 38’ Vigna (M), st 9’ e 31’ Bandiera (M), 12’ Scomparin rig. (B), 27’ Bombardieri (M), 35’ Stucovicz (B), 41’ Tursi (M)

MONREGALE-PISCINESERIVA 4-0
RETI: st 25’ Candela, 26’ Quaglia rig., 28’ e 31’ Ruffino

NICHELINO HESPERIA-BRUINESE 1-4
RETI: st 10’ e 25’ Corrado (B), 15’ Porcaro (B), 25’ Grillo (N), 30’ Giannitto (B)

OLMO-GIAVENOCOAZZE 5-0
RETI: pt 3’ Garelli, 8’ Bozza, 20’ Audisio, 30’ Bozza, st 10’ Audisio

PINEROLO-BRA 2-0
RETI: pt 20’ Migliore, 35’ Odin

SALUZZO-ATLETICO TORINO 4-2
RETI: pt 9’ Calzia (S), st 20’ Benini (A), st 2’ Amauri (S), 20’ e 30’ Manni (S), 36’ Siletto (A)

7° GIORNATA - Tripletta di De Mitri, reti di De Grandis e Candiotto, ottime prestazioni anche per Oyewale e Bechis: niente da fare per i giallorossi


Giornata quasi perfetta per il Chieri che stravince in casa del Bra (0-5) centrando la quarta vittoria consecutiva e, complice lo stop del Borgosesia, guadagna il primato solitario del girone A del campionato Juniores nazionale.
Ancora una volta la partita preparata dei dettagli da mister Pecorari viene messa in pratica in modo ottimale dai suoi ragazzi che imbrigliano il 3-5-2 del Bra e con un efficace gioco palla a terra dominano completamente per 75 minuti, fin quando Ozara viene espulso per reazione dopo aver subito fallo costringendo i suoi compagni in dieci nell’ultimo quarto d’ora. Fra i migliori in campo Oyewale, sceso dalla prima squadra per squalifica, a dir poco devastante; De Mitri, autore di una tripletta nel primo tempo che virtualmente chiude già la partita; e Bechis, una certezza.
Dopo una parata del portiere del Bra su De Mitri (6′), e un ben tiro di De Grandi salto di poco (9′), gli azzurri passano in vantaggio al 24′ con De Mitri di testa su cross alto di Bechis. Lo stesso De Mitri raddoppia al 36′ sfruttando un’uscita infelice di Bruno, e sigla la personale tripletta al 45′ quando su cross rasoterra di Bechis anticipa il portiere e insacca diagonale.
De Grandis trova la meritata rete personale al 3′ della ripresa, saltando l’avversario della sinistra e insaccando con un tiro piazzato sul secondo palo. Al 16′ su punizione dalla distanza Di Sparti centra in pieno l’incrocio dei pali. Al 23′ su assist di Botto arriva lo 0-5 di Candiotto. Dopo essere rimasto in inferiorità numerica concede il primo tiro (un colpo di testa alto di poco) al 48′, conquistando altri tre meritatissimi punti che valgono anche il primato.

BRA-CHIERI 0-5
RETI: pt 24′ De Mitri, 36′ De Mitri, 45′ De Mitri, st 3′ De Grandis, 23′ Candiotto.
BRA: Bruno, Baravalle (15′ st Perovic), Mancuso, Polizzi (32′ st Sacco), Rosano, Morra, Todisco (17′ st Viberti), Bonolo, Leo (20′ st Fea), Sanarico (1′ st Verzello), Cammarata. A disp. Grande, Mazza, Armenio, Fileccia. All. Giuseppe Pisano.
CHIERI: Maggiolo, Bechis, Oyewale, Ozara, Bellocchio (21′ st Pia), Nouri, Gerbino (5′ st Botto), De Grandis (26′ st Vigo), Bianco (29′ st Trevisan), Di Sparti, De Mitri (15′ st Candiotto). A disp. Veglia, S. Maggi, Fasano, De Nittis. All. Marco Pecorari.
NOTE: partita di 45′ + 50′. Ammoniti Baravalle, Polizzi, Morra, Verzello, Bellocchio, De Grandis. Espulso Ozara (27′ st). Angoli: 4-3.

Fonte: www.calciochieri1955.it
 

7° GIORNATA - Belle vittorie anche per Lascaris, Pro Eureka e Cenisia. Cirié, un punticino alla prima in panchina di Lello Comentale, che ha preso il posto del missionario Ragozza


Erano in tre al comando della classifica, rimangono in due: merito del Vanchiglia, che ha vinto lo scontro diretto con il Venaria per 3-1, con le firme di Gambino, Ossola e Topolovic. Il commento di Alessandro Malagrinò: “Vittoria pesantissima nel risultato, nella forma e nei contenuti, che rappresenta un segnale di grande crescita per i nostri ragazzi. Quando abbiamo subito il pari, è scattatata la molla e siamo andati a prenderci una partita fondamentale per il campionato”. 

Insieme ai granata, in testa rimane il Lucento, che ha sbrigato la pratica Gassinosanraffaele con doppietta del solito Totaro, 2003 senza paura. I Cervotti sono raggiunti al secondo posto dal Borgaro, che ha espugnato il campo del Rosta pur senza brillare, come spiega Gianni Iuliano: “Nel primo tempo abbiamo fatto fatica per colpa nostra, ma dopo averla sbloccata è stato tutto più facile”.

Tengono il passo anche il Lascaris (2-0 al Collegno Paradiso) e la Pro Eureka, cinquina al Pianezza che non soddisfa mister Augusto Dotto: “Non abbiamo giocato bene ma è un risultato importante, non siamo brillanti in questo periodo”. Classifica tranquilla anche per il Cenisia, che ha battuto 3-5 il Barcanova. Matteo Curcio commenta: “Vittoria non bella ma molto utile”, Antonio Lentini risponde: “Abbiamo rincorso tutta la partita, abbiamo fatto qualche errore di troppo e subito anche due gol, diciamo così, spettacolari… Abbiamo perso uno scontro diretto, ma i ragazzi sono vivi, dobbiamo lavorare e credere nella salvezza”. 

Nelle zone basse della classifica, pareggio 1-1 tra Cirié e VdaCharvensod, alla prima sulla panchina ciriacese di Lelo Comentale, ex San Maurizio e Ardor San Francesco che in settimana ha preso il posto di Giampiero Ragozza: “Ho dato le dimissioni perché non riuscivo a fare quello che volevo, una mia questione personale presa anche per il bene dei ragazzi”. 

BARCANOVA-CENISIA 3-5
RETI: pt 13’ Orla (B), 20’ Mincica (C), 30’ Franco, st 2’ (B), 5’ Storti (C), 8’ Cermele (C), 20’ Grilletto rig. (B), Mincica 38’ (C)

CIRIE’-V.D.A. CHARVENSOD 1-1
RETI:  Quattrocchi (C), Maruca (V)

LASCARIS-COLLEGNO PARADISO 2-0
RETI: st 12’ Medda, 30’ Obaseki

LUCENTO-GASSINOSANRAFFAELE 3-0
RETI: Totato, Totaro, Mazzara

PRO EUREKA-PIANEZZA 5-0
RETI: pt 3’ Viziale, 15’ Segretario, st 4’ Formia, 35’ Regaluso, 37’ Moglia.
NOTE: espulso st 32’ Rima (P)

RIVAROLESE-VOLPIANO 0-3
RETI: pt 20’ Bergamini, 35’ Galliano, st 15’ Corcione

ROSTA-BORGARO NOBIS 0-2
RETI: st 8’ Schiavone, 31’ Catania

VANCHIGLIA-VENARIA 3-1
RETI: pt 20’ Gambino (Va), st 10’ Di Trapani (Ve), 25’ Ossola (Va), 35’ Topolovic (Va)
 

La figlia del presidente Luigi e sorella del direttore generale Massimo è scomparsa ieri sera: le condoglianze della società e della redazione di 11giovani


Cinzia Riccetti, figlia del presidente del Censia Luigi e sorella di Massimo, direttore generale della società torinese, è mancata ieri sera a soli 40 anni. Un dolore immenso e incomprensibile, che ha scosso profondamente la società del Cenisia, che Riccetti dirigeva da anni con passione genuina e trascinante, e nel contempo tutto il calcio piemontese, che apprezzava la schiettezza e il carisma del presidente, e non di meno lo spessore tecnico e umano di Massimo.

Domani alle ore 17 il santo rosario, lunedì mattina verranno celebrati i funerali. La società del Cenisia e la redazione di 11giovani si uniscono nel dolore di Luigi e Massimo, porgendo alla famiglia Riccetti le sue più sentite condoglianze.