Martedì, 04 Ottobre 2022
Giovedì, 15 Settembre 2022 15:09

Grande entusiasmo al Salice, Stefano Giachino scalda i motori in vista dell'esordio

Scritto da
Stefano Giachino con il vice Stefano Audetto (foto Oreste Tomatis) Stefano Giachino con il vice Stefano Audetto (foto Oreste Tomatis)

PRONTI AL VIA - Con il ripescaggio dell'Under 16 il Salice fa en plein ai Regionali. Il neo tecnico è pronto al caldissimo esordio in campionato, conscio che il suo gruppo dovrà impegnarsi duramente per strappare la salvezza.
 


Stefano Giachino è pronto all'inizio del campionato. Un campionato Regionale a sorpresa, per un gruppo che tanto bene ha fatto la scorsa stagione, sfiorando il titolo Provinciale di Cuneo perso solo ai rigori. Il tecnico, arrivato quest'anno dopo la sfortunata parentesi al Fossano, è conscio delle difficoltà che si presenteranno, ma inizia la stagione con entusiasmo, così come i suoi ragazzi.

"Purtroppo queste regole assurde che non premiano chi si guadagna la categoria sul campo, avrebbero danneggiato i ragazzi. Appena arrivato ho chiesto subito a Pietro Cannistraro di fare domanda di ripescaggio, perché la squadra si meritava l'opportunità di disputare i Regionali. Dispiace per chi ha rinunciato, ma essere qui ora è il giusto riconoscimento per quanto fatto dai giocatori lo scorso anno.
Sappiamo tutti che ora l'asticella si alza e sarà durissima. Siamo tutti molto felici di giocare nel girone C, evitiamo trasferte lunghissime, ma siamo anche consci dell'ottimo livello di questo raggruppamento. L'inizio di campionato poi è davvero tosto, con il Chisola alla prima, Sviglianese, Pinerolo. Ma chissà, è sempre meglio incontrare le corazzate all'inizio, quando sono ancora in rodaggio, tutto può succedere. Sulla carta siamo tra le squadre spacciate, da giocarcela con quelle poche altre che come noi facevano i Provinciali la scorsa stagione, ma confido nella forza del gruppo. Lo zoccolo duro della squadra è rimasto e sebbene non si sia riusciti a fare un mercato adeguato per la categoria, essendo arrivati solo tre nuovi giocatori e tutti compresi i veterani, che hanno giocato solo nei Provinciali, si respira un clima di entusiasmo. Non abbiamo il fenomeno che ti risolve la partita, ma un collettivo unito e voglioso di lottare gara per gara, su ogni campo e contro ogni avversario.
Ora è presto per dire come andrà, ma ce la metteremo tutta. Io da parte mia porto grande voglia e tutta la mia esperienza, con la soddisfazione di essere parte di questo progetto, per cui ringrazio Cannistraro del coinvolgimento".

Registrati o fai l'accesso e commenta