Giovedì, 18 Luglio 2024

SEMIFINALI - Sfida davvero tosta quella con le Marche, la rete di Ferrari illude, ma ad una manciata di minuti dal termine pari degli avversari. Dal dischetto decisivo Romanin e così sarà finale. Appuntamento contro la Calabria, che con lo stesso risultato ha avuto la meglio dell'Emilia Romagna.
 


PIEMONTE VDA-MARCHE 1-1 (5-3 d.c.r.)
RETI: st 32' Ferrari (P), 42' Di Matteo (M)
SEQUENZA RIGORI: Deljallisi (P) gol, Giandomenico (M) alto, Botasso (P) gol, Straccio (M) gol, Ventre (P) gol, Bonvin (M) gol, Borin (P) gol, Albanesi (M) parato
PIEMONTE VDA (4-3-1-2): Romanin, De Simone, Biondo, Borin, Cassetta, Gioannini, Urlovas (st 1' Botasso), Giraudo (st 34' D'Ambrosio), Ferrari (st 40' Deljallisi), Morganti, Ventre. A disp. Mersini, Negro, Massaro, Birtolo, Chesta. All. Russo
MARCHE (4-3-1-2): Orsini, Postacchini, Straccio, Salvi (st 13' Cosignani), Sfasciabasiti (st 38' Albanesi), Giri (st 21' Sergiacomo), Rotondo, Di Matteo (st 48' Giandomenico), Falcioni, Capodaglio, Gaspari (st 38' Bonvin). A disp. Strappini, Corvaro, Raffaelli, Flaiani. All. Lombardo

LA PARTITA

E' stato un incontro molto bloccato quello tra Piemonte VdA e Marche. Le due squadre sentono la posta in palio e sfornano entrambe una prestazione in cui le difese prevalgono nettamente sugli attacchi. Lo 0-0 regge per gran parte dell'incontro, poi nel finale la sfida si accende. Il bomber del Verbania Ferrari al 32' regala la rete che sembra poter decidere la sfida, poi lascia il campo a Deljallisi. Appena due minuti dopo la sostituzione è il trascinatore delle Marche Di Matteo a trovare la via del gol e alla fine come per l'Under 17 sono i rigori a decidere chi vola in finale. 
In questo caso però a festeggiare è la rappresentativa del tecnico Russo, i suoi ragazzi sono infallibili dal dischetto, mentre gli avversari pagano gli errori dei subentrati. Giandomenico spara alto il primo rigore, poi all'ultimo tentativo ci pensa Romanin ad ipnotizzare Albanesi e portare così i suoi all'atto conclusivo del torneo. Un peccato l'espulsione dell'allenatore per proteste (doppia ammonizione), ma i ragazzi confermano tutta la loro qualità e due finali su tre certificano l'ottimo momento di salute del calcio piemontese e valdostano.
Finalissima con la Calabria alle 16.30 del 29 marzo, gara che chiuderà l'intensa giornata di calcio

SEMIFINALE - Gara senza storia, il fortissimo gruppo del tecnico Di Nuovo domina in lungo in largo e si prende una meritatissima finale. Attesa per l'avversario, Veneto e Campania hanno iniziato un'ora dopo, ma il 3-0 campano al 6' del secondo tempo lascia poco spazio ai dubbi.
 


PIEMONTE VDA-ABRUZZO 3-0
RETI: pt 29' Sottile, 33' Ferello, st 24' rig. Maiolo
PIEMONTE VDA: Rostagno, Cavazza (st 42' Bernardinis), Catanzaro, Amendolagine, Conforti, Ferello (st 21' Scanavino), Sottile, Summa, Tenca (st 19' Olivero), Balocco (st 38' Bertot), Chira (st 14' Maiolo). A disp. Piciano, Cozzula, Aversano, Greco. All. Di Nuovo
ABRUZZO: Liberatoscioli, Monga, Nadi, Cannarozi, Reale, Rebega (st 5' Bove), Ruggieri (st 40' Di Giannantonio), Ettorre (st 18' D'Errico), Scognamiglio (st 19' Seputis), Giosafatto F. (st 13' Fragassi), Giosafatto D. (st 35' Okoroji). A disp. Tirone, Bomba, Capozzi. All. Villa

LA PARTITA

Una gara a senso unico davvero difficile da commentare, per quanto lo strapotere del Piemonte VdA abbia annichilito le speranze dei coraggiosi abruzzesi. L'unico spavento si è avuto proprio in apertura di gara, quando su un errore gli avversari hanno provato a partire di gran carriera e una volta in area cercare furbescamente il rigore, ma scampato il pericolo è stato un assolo dei bianco crociati.
Il tecnico Di Nuovo è ovviamente enormemente soddisfatto di quanto mostrato in campo da tutti, anche in una gara dove ha dovuto fare qualche accorgimento per far rifiatare i giocatori più stanchi. Ma dall'11 di partenza ai subentrati tutti hanno fatto benissimo, disputando una vera gara capolavoro, come asserito dallo stesso allenatore. Tante le occasioni da gol create, mente Rostagno ha sostanzialmente assistito all'incontro da spettatore, non dovendo mai intervenire. Il fortino abruzzese ha retto mezzora, poi Sottile ha trovato la via del gol e prima dell'intervallo ci ha pensato Ferello a raddoppiare, nonostante il tentativo di salvataggio alla disperata della difesa. A coronare la grande prestazione di squadra poi ecco dalla panchina Aversano e Maiolo, l'uno si procura il rigore che l'altro realizza e i giochi si chiudono qui. Ora testa a domani per la finalissima, appuntamento alle 9.30.

UNDER 16 - Il Chieri chiude il torneo con una larga vittoria sul Nichelino, poi i riflettori erano tutti per la sfida successiva, un vero e proprio spareggio. Fossano e Pro Eureka hanno dimostrato di avere il piede già caldo per la fase finale del campionato regionale e hanno dato vita ad un combattuto 1-1. Il pari premia la squadra del tecnico Petiti, che potrà così continuare a mettersi alla prova con avversari di spessore. Appuntamento a domani giovedì 28 per un altro big match contro i padroni di casa del Lascaris. Scenderanno in campo poi i pezzi da 90: la Juventus esordirà con il Volpiano Pianese, il Torino chiuderà la giornata contro la Cbs. Il torneo entra nel vivo, ci sarà da divertirsi.
 


50° TROFEO LASCARIS / MEMORIAL FRANCESCO GIORGIO

Girone di qualificazione: Fossano 10 (4), Pro Eureka 8 (4), Novara 5 (4), Chieri 4 (4), Nichelino Hesperia 0 (4)
Girone A: Alessandria 3 (1), Torino, Lodigiani, Cbs 0 (1)
Girone B: Juventus, Rjieka, Vigor Milano, Volpiano Pianese
Girone C: Pro Vercelli 1 (1), Lascaris 1 (1), Fiorentina, Fossano
Girone D: Royale Union, Genoa, Tau Altopascio, Chisola

Pro Eureka-Chieri 2-1
Reti: Bertoldo, Piccolo (P), Pennucci (C)

Novara-Fossano 0-1
Rete: Scavone

Alessandria-Cbs 2-0
Reti: 2 Simone

Pro Vercelli-Lascaris 1-1
Reti: Masi (L), Iuliano (PV)

Novara-Nichelino Hesperia 4-2

Chieri-Fossano 0-4
Reti: Macheda, Belli, Neri, Fofana

Pro Eureka-Nichelino Hesperia 1-0
Rete: Bertoldo

Novara-Chieri 0-0

Novara-Pro Eureka 1-1
Reti: a.g. Lorusso (N), Piccolo (P)

Fossano-Nichelino Hesperia 4-0
Reti: Moise, Belli, Bellino, Borsotto

Nichelino Hesperia-Chieri 1-4
Reti: Rexho, Ledda, Pennucci, Lazzari

Pro Eureka-Fossano 1-1
Reti: Neri (F), Bertoldo (P)

Giovedì 28 marzo
17.45 Juventus-Volpiano Pianese
19.00 Torino-Cbs
20.15 Lascaris-Fossano

Venerdì 29 marzo
15.30 Fiorentina-Lascaris
15.30 Alessandria-Torino
16.45 Royale Union-Chisola
16.45 Lodigiani-Cbs
18.00 Juventus-Vigor Milano
18.00 Rjieka-Volpiano Pianese 
19.15 Tau Altopascio-Genoa
19.15 Pro Vercelli-Fossano

Sabato 30 marzo
10.00 Alessandria-Lodigiani
10.00 Genoa-Royale Union
11.15 Tau Altopascio-Chisola
11.15 Fiorentina-Fossano
12.30 Rjieka-Vigor Milano
15.30 Torino-lodigiani
15.30 Royale Union-Tau Altopascio
16.45 Rjieka-Juventus
16.45 Vigor Milano-Volpiano Pianese
18.00 Pro Vercelli-Fiorentina
18.05 Chisola-Genoa

Domenica 31 marzo
9.45 Semifinale oro 1 / 1ª girone A-1ª girone C
9.45 Semifinale argento 1 / 2ª girone A-2ª girone C
11.00 Semifinale oro 2 / 1ª girone B-1ª girone D
11.00 Semifinale argento 2 / 2ª girone B-2ª girone D
14.30 Finale 1°/2° posto argento
14.30 Finale 3°/4° posto argento
16.00 Finale 1°/2° posto oro
16.00 Finale 3°/4° posto oro

QUARTI DI FINALE - Servono i rigori alla selezione del tecnico Di Nuovo per avere la meglio di un indomito Lazio, capace di pareggiare con l'uomo in meno dopo che i piemontesi avevano ribaltato lo svantaggio iniziale. Ora testa all'Abruzzo, che ha eliminato 2-1 la Lombardia.
 


PIEMONTE VDA-LAZIO 2-2 (7-6 d.c.r.)
RETI: pt 23' Lulaj (L), st 6' a.g. Prodan (P), 16' Aversano (P), 27' rig. Bagliesi (L)
SEQUENZA RIGORI: Scanavino (P) gol, Moauro (L) parato, Maiolo (P) gol, Odisio (L) gol, Greco (P) gol, Cortoni (L) gol, Cavazza (P) gol, Lulaj (L) gol, Amendolagine (P)
PIEMONTE VDA: Rostagno, Bertot, Bernardinis (st 21’ Cavazza), Amendolagine, Olivero, Maiolo, Scanavino, Cozzula (st 4’ Summa), Sottile (st 1’ Aversano), Balocco, Chira (st 14’ Greco). A disp. Piciano, Conforti, Catanzaro, Ferello, Tenca. All. Di Nuovo
LAZIO: Prodan, Alessandrini (st 15' Cortoni), Bagliesi, Cataldi, Moretti, Odisio, Palamides (st 21' Giovannangeli, 35' Moauro), Palomba (st 28' Della Corte), Petrucci, Lulay, Mariotti. A disp. Barone, Ilies, Liberatore, Papa, Parente. All. Pesci
AMMONITI: pt 26' Cozzula (P), 33' Alessandrini (L), st 7' Mariotti (L), 23' Aversano (P), 23' Mariotti (L), 26' Amendolagine (P)
ESPULSO: st 23' Mariotti (L)

LA PARTITA

L'inizio di gara è piuttosto contratto come si conviene ad un appuntamento così importante. Le due squadre sentono forse la tensione ed evitano di scoprirsi, riducendo al minimo i pericoli per Rostagno e Prodan. Nei primi 20 minuti di gioco le difese prevalgono nettamente sugli attacchi e solo una sponda di Bernardinis liberata dalla difesa laziale e un tiro di Petrucci controllato senza problemi da Rostagno vanno registrati. E' così un po' dal nulla che arriva il gol per la squadra di Pesci e come spesso accade in incontri così bloccati è decisivo un calcio da fermo. Angolo battuto da Palomba, spizzata di Odisio su cui si avventa Lulaj che sempre di testa firma l'1-0. Terzo gol per lui nella manifestazione, tutti su incornata, una vera sentenza, ma il Piemonte è vivo e la rete dà la scossa per cominciare a produrre gioco. Neanche il tempo di disperarsi infatti che Chira va vicinissimo al pari ben lanciato tra le linee, ma a portiere battuto l'urlo in gola viene strozzato dall'intervento di Cataldi che salva sulla linea. Sono i ragazzi di Di Nuovo ad avere ora in mano la partita e con Olivero vanno ancora vicini all'1-1, ma la sfera esce di poco. E' l'ultima occasione del primo tempo e viste le premesse la ripresa promette scintille.

L'inizio di secondo tempo vede l'ingresso di Aversano e la scelta paga. Prima che il bomber dell'Asti si renda protagonista però c'è l'iniziativa dei laziali che crea un po' di scompiglio in area, ma subito dopo arriva il pari piemontese con un pizzico di fortuna: botta di Olivero dal limite dell'area, palla sulla traversa, rimbalza sulla schiena di Prodan e finisce in rete. Il meritato pareggio galvanizza i piemontesi, che vanno vicini al vantaggio con Maiolo. Festa solo rimandata, perché su un incursione di Bertot sulla destra arriva l'assist perfetto per la conclusione di prima intenzione di Aversano che porta avanti i suoi. Al 23' la strada si mette in discesa per il Piemonte VdA, perché il Lazio perde Mariotti per doppio giallo e sembra le cose possano andare in porto serenamente. La squadra di Pesci ha però sette vite e prova il tutto per tutto, trovando al 27' il rigore che vale il 2-2 per fallo di mano di Amendolagine. Bagliesi non sbaglia, ma se il Lazio si guadagna la chance di giocarsela ai rigori è anche merito di Prodan, che sventa negli ultimi minuti il tentativo di un ispiratissimo Aversano. 

Dagli undici metri si rivela decisivo Rostagno, che sventa il primo rigore dei laziali, poi i suoi compagni sono impeccabili e la squadra vola così in semifinale.

23^ GIORNATA - Il pari dei Torelli in U16 lascia molto amaro in bocca e complica la corsa playoff. Per le due compagini bianconere sono cosa fatta, mentre in U15 il Torino è pronto al rush finale.
 


UNDER 16

Due pareggi spettacolari per Juventus e Torino, ma che lasciano le due squadre con opposte sensazioni. Per i bianconeri un prezioso punto conquistato quando tutto sembrava finito, al cospetto di un Parma in crisi di vittorie, ma che oggi stava per compiere l'impresa. Primo parziale davvero frizzante con ben quattro reti all'attivo, poi nella ripresa il gol di Arcuri sembra indirizzare la gara, con gli emiliani che vanno anche vicini al quarto gol con Muto. Dalla panchina però era entrato Cancila, che quando tutto sembrava perduto ha salvato baracca e burattini intervenendo di testa sull'ultima punizione di Ceppi centrata in area. Un punto che permette di proseguire nella strada verso la conquista del girone, la Sampdoria è tornata a pari punti, ma ha comunque una gara in più.

Situazione opposta per i granata, che si vedono invece rimontare dal Modena e sprecano la chance di accorciare sulla zona playoff. Anche in questo caso il primo tempo racchiude le maggiori emozioni dell'incontro con il doppio botta e risposta tra le due compagini. Nella ripresa Torelli avanti con Amisano, ma neanche il tempo di festeggiare che lo scatenato Waife si prende il secondo rigore di giornata risultando come nel primo parziale glaciale dagli undici metri. Il risultato si trascina fino al triplice fischio e ora per la squadra di Vegliato gara da non sbagliare con la Cremonese.

JUVENTUS-PARMA 3-3
RETI: pt 14' e st 8' Arcuri (P), pt 16' rig. Ceppi (J), 24' Bracco (J), 31' Muto (P), st 44' Cancila (J)
JUVENTUS: Huli, Vitrotti (st 33' Tognaccini), Gecaj (st 1' Precupanu), Malfatti, Moschetta (st 7' Cancila), Badarau, Pomoni (st 1' Repciuc), Ceppi, Kaba (st 28' Gjoka), Barido, Bracco. A disp. Anfossi, Bonora, Chessa, D'Emilio. All. Grauso
PARMA: Giardino, Chiesa, Antonelli, Brizi (pt 25' Maglione), Landini, Diallo, Bellofiore, D'Amico (st 25' Po), Muto (st 33' Burcar), Parafioriti, Arcuri. A disp. Cappellari, Bellini, Musiari, Di Bernardo, Morabito, Atraoui. All. Fusaro

TORINO-MODENA 3-3
RETI: pt 2' Sheji (T), 7' Fadili (M), 13' rig. e st 12' rig. Wiafe (M), pt 16' Luongo (T), st 9' Amisano (T)
TORINO: Cereser, Sheji, Bergomi, De Lucia, Cekrezi, Molon (st 31' Zacchera), Bonacina (st 18' Bianchi), Amisano, Falasca, Luongo, Odendo (st 18' Reci). A disp. Martena, Parisi, Moretti, Berto, Calderone. All. Vegliato
MODENA: Perta, Caiazzo, Voltolina (st 18' Tieshko), Vivi, Vicini, Rubino, Montanari, Cervi (st 35' Meglioli), Fadili (st 24' Benassi), Wiafe, Barbi. A disp. Ugwu, turco, Ferri, Usai, Balzano, Bertolini. All. Martinelli

UNDER 15

Tre punti per continuare la corsa playoff per i granata di Catto.La diretta concorrente Modena regge un tempo, poi nella ripresa la perla dalla distanza di Marangon indirizza la gara e poco dopo l'attaccante farà staffetta con Costantino, che dalla panchina impiega cinque minuti dal suo ingresso in campo per siglare il 2-0 con un preciso diagonale. Ora testa alla delicatissima sfida con la Cremonese, una vittoria varrebbe doppio visto che i lombardi hanno una gara in più.

La Juventus da una mano ai cugini fermando sull'1-1 il Parma, gara decisa tutta nell'arco di dieci minuti, tanto intercorre tra il vantaggio dei padroni di casa e il pari emiliano. Bianconeri ora certi dei playoff, proveranno a chiudere al meglio la stagione regolare, magari prendendosi la seconda piazza, occupata dal Bologna prossimo avversario dei ragazzi di Benesperi.

TORINO-MODENA 2-0
RETI: st 3' Marangon, 21' Costantino
TORINO: Salaroglio, Savant (st 36' Moraglio), Cai (st 28' Piano), Mukerjee, Traversi, Pierro, Marangon (st 16' Costantino), Ramondetti, Cammarota (st 16' Rastello), Scibilia (st 36' Locuratolo), Antonelli (/st 28' Colantoni). A disp. Chinellato, Flore, Di Rienzo. All. Catto
MODENA: Bosi, Marconi, Artiaco (st 10' Norato, Ugwu (st 32' Ricciardi), Genova (st 1' Morselli), Muratori, Fontana, Obasuyi (st 32' Medici), Obbi (st 24' Venturelli), Landulfo (st 10' Farioli), Mosca (st 32' Osmani). A disp. Pitotti, Torquati. All. Fontanesi

JUVENTUS-PARMA 1-1
RETI: pt 4' Demichelis (J), 14' Peruch (P)
JUVENTUS: Giaretta, Rigo (st 34' Mosca), Carfora, Demichelis, Rocchetti, Brancato (st 21' Basile), Bruno, Benassi (st 21' Giambavicchio), Acrocetti, Marchisio, Elimoghale. A disp. Cerboneschi, Osakue, Franco, Michelis, Erdozain. All. Benesperi
PARMA: Cantarelli, Bongiorni, Berton, Ruenes (st 32' Doukoure), Maggi, Bennardo, Caleffi, D'Effremo, Peruch (st 34' Brembilla), Opoku, Ulietti (st 38' Legati). A disp. Frea, Eridano, Mondani, Boccacci, Bondavalli, Greco. All. Ventura

LE PIEMONTESI - La Pro Vercelli se la vede brutta in casa del Lecco, ma sotto 2-0 fino al 25' della ripresa trova nella rete di Asane Sow la svolta della partita e grazie alla doppietta di Marotta nel finale porta a casa 3 punti importantissimi. Complice la sconfitta dell'Olbia sono 7 i punti di distacco ora dai sardi, a tre giornate dal termine manca pochissimo per essere certi dei playoff. Speranze vivissime anche per il Novara, che decisamente più in scioltezza si impone in casa del Pontedera. Ora sforzo finale per i ragazzi di Semioli, l'obiettivo è alla portata, ma ci sarà da lottare fino all'ultimo punto.
 


PRIMAVERA 3 / 24^ GIORNATA

LECCO-PRO VERCELLI 2-3
RETI: pt 3' rig. Mihali (L), 16' Poropat (L), st 25' Sow A. (P), 39' e 45' Marotta (P)
LECCO (3-5-2): Cecchini, Marrosu (st 35' Raimondi), Oliva, Liserani (st 20' Felice), Vismara, Donzelli, Sarpa, Poropat, Reis, Mihali (st 35' Wade), Di Bitonto (pt 32' Mingolla). A disp. Agostino, Zulli, De Angelis, Ranfi, Ceola, Breda. All. Porro
PRO VERCELLI (4-3-3): Vergna, Ricotti, Bordoni, Rota (st 20' Romanini), Gallina, Mohamadou, Cirillo (st 1' Unkponmwan), Iaria, Marotta, Bazzan, Sow A. (st 40' Peinetti). A disp. Valente, Ujka, Bahadi, Nota, Camponeschi, Ingardia, Sow O., Vescio. All. Melchiori

PRIMAVERA 4 / 19^ GIORNATA

CITTA' DI PONTEDERA-NOVARA 1-3
RETI: pt 32' Omoruyi, 38' Rosa, st 21' Sartor, 42' Campitiello (P)
CITTA' DI PONTEDERA (3-5-2): Panfili, Zanatta, D'Andrea (st 9' Sportolaro), Carcano (st 14' Santini S.), Barbafieri (st 37' Scozzari), Santini L., Ciccone (st 32' Di Giuseppe), Leka, Campitiello, Coviello A., Maiello (st 14' Ermini). A disp. Sciarrino, Di Sisto, Peri, Solaroli, Ceka, Parri, Gregorace. All. Iannella
NOVARA (3-5-2): Bovi, Pellegrino (st 24' Pizzolato), Lartey, Federico, Eguaseki, La Rosa (st 35' Velcani), Zocco (st 35' De Mori), Sartor, Rosa, Valenti (st 24' Qanaj), Omoruyi (st 29' Verga). A disp. Cucinotta, Scariano, Prudnikov, Cofussi. All. Semioli

LE PIEMONTESI - Borgosesia e Derthona rubano la scena con due belle vittorie che rovinano i piani di Vado e Gozzano. I pareggi di Chisola e Chieri infatti permetterebbero alle inseguitrici di accorciare, ma dietro nessuno ne approfitta. Brave RG Ticino e PDHA Evançon ad imporre il pari alle quotate avversarie, frena anche l'Asti bloccato sullo 0-0 dall'Alba Calcio. Giornata di pareggi, non sono da meno Pinerolo e Pro Vercelli. Punto ottimo per i pinerolesi, che sotto 2-0 al quarto d'ora della ripresa in casa dell'Albenga trovano la forza di rimontare con Matarazzo che proprio a fil di sirena fissa il 2-2. Rimonta anche la Pro, travolta dalla tripletta di Valmori ma capace di rialzare la testa con Angeretti e Alhijjawi, che apre e chiude la giornata delle Bianche Casacche.
 


GIRONE A / 25^ GIORNATA

ALBENGA-PINEROLO 2-2
RETI: pt 46' Di Giosia (A), st 13' Giudice (A), 24' Duarte (P), 45' Matarazzo (P)

ASTI-ALBA CALCIO 0-0

BORGOSESIA-VADO 2-1
RETI: pt 26' Borsa (B), 40' Giacopelli (B), st 4' Enzi (V)

DERTHONA-GOZZANO 3-1
RETI: pt 14' Pizzi (G), 15' Borlone, st 20' Schirone, 36' Ciparelli

PDHA EVANCON-CHISOLA 0-0

RG TICINO-CHIERI 1-1
RETI: pt 19' Barbero (C), 22' rig. De Lorenzis (T)

BRA-LAVAGNESE 3-1
RETI: st 17' e 36' Odasso, 39' Canova, 49' Muti (L)

LIGORNA-SANREMESE 2-4

GIRONE B / 21^ GIORNATA

CITTA' DI VARESE-PRO VERCELLI 3-3
RETI: pt 7' e st 42' Alhijjawi (P), pt 37', 40' e st 3' Valmori (V), st 5' Angeretti (P)

LA MARCATORI / 23^ GIORNATA - Pochi movimenti in vetta. Cattaneo si prende il terzo posto in solitaria, si avvicinano anche Atzeni, Maglione e la coppia del Lascaris. Salgono a quota 20 Messina, Pandiscia, Piras e Schinardi. In doppia cifra Giannotto (Alba Calcio), Marotta (Bra), Kollcaku (Cuneo Olmo) e Cassetta (Diavoletti Vercelli).
 


46 RETI: Manduca (Chisola)

35 RETI: Giambertone (Chisola)

26 RETI: Cattaneo (Città di Baveno)

25 RETI: Garbellini (Volpiano Pianese)

24 RETI: Atzeni (Derthona), Maglione (RG Ticino)

22 RETI: Masi (Lascaris)

21 RETI: Rizza (Lascaris)

20 RETI: Messina (Asti), Averono (Diavoletti Vercelli), Pandiscia (Moncalieri), Piras (Pro Eureka), Schinardi (RG Ticino)

19 RETI: Delle Cave (Lascaris), Vaccarello (Ovadese)

18 RETI: Daniele (Acqui)

17 RETI: Raviola (Lascaris), Cirri (Lucento), Dabija (Vanchiglia)

16 RETI: Lo Greco (Acc. Borgomanero), Bordini (Don Bosco Al.), Neri (Fossano), Socco (Moncalieri)

15 RETI: Celenza (Acc. Borgomanero), Fioccardi (Alpignano), Bellato (Biellese), Ledda (Chieri), Manuele (Chisola), Gemme, Orlando (Derthona), Costa M. (RG Ticino), Campisi (Sisport), Ledda C. (Vanchiglia), Marcon (Verbania)

14 RETI: Quaglia F. (Arquatese), Arce (Pianezza), Fossat (Pinerolo), Baumgartner (Sisport)

13 RETI: Curri (Alpignano), Boveri (Asca), Riboni (Charvensod), Perez (Derthona), Aresti (Ivrea), Vernacchia (Pertus), Benati (RG Ticino), De Luca (Volpiano Pianese)

12 RETI: Negro (Alba Calcio), Perronace (Bra), Villa (CGC Aosta), Orlando (Città di Cossato), Giangrande (Don Bosco Al.), Milanesio (Gozzano), Dosso (Pedona), Dehari (Pertusa), Pramotton D. (Quincinetto Tavagnasco), Bonansea (Saluzzo), Tremus (Spazio Talent Soccer), Giannone (Vigone)

11 RETI: Giannotto (Alba Calcio), Giuliano (Biellese), Fruianu (Borgaro Nobis), Naim (Borgosesia), Bonino, La Mastra (Bra), Pennucci (Chieri), Romerio V. (Città di Baveno), Salerno (Città di Cossato), Galla (Gassino), Scognamiglio (Nichelino Hesperia), Ruggiero (Pinerolo), Ietto, Odello [3 Ivrea] (Volpiano Pianese)

10 RETI: Marotta (Bra), Elbezazi (Bulè Bellinzago), Kollcaku (Cuneo Olmo), Cassetta, Cellura (Diavoletti Vercelli), Piccolo (Pro Eureka), Croce (Sisport), Altieri (Verbania)

9 RETI: Coda Cap (Biellese), Ponzo (Borgaro Nobis), Verrigni (Bulè Bellinzago), Piarulli (Cbs), Cavaglià (Cheraschese), Sinanaj (Cit Turin), El Hadji (Don Bosco Al.), Quattrocchi (Lascaris), Lazzarin, Raffero (Moncalieri), Giuliano (Paradiso Collegno), Kroni (Pedona), Domizio (Pozzomaina), Pramotton M. (Quincinetto Tavagnasco), Morrone (San Giacomo Chieri), Mazzeo (Spazio Talent Soccer), Nicolini (Union Novara), Pettinari (Volpiano Pianese)

8 RETI: Bodnariuk (Acc. Borgomanero), Ferrari (Acqui), M'Hiri (Asti), Fogliato (Bra), Baruffaldi, Marrone (Bulè Bellinzago), La Marca (Caselle), Ternavasio (Cheraschese), Chessa (Chisola), Ettahery (Cuneo Olmo), Camino (Lascaris), Bissal, Sogos (Lucento), Casasco, Imeraj, Maioli (Novese), Pirotti (Pedona), Xhemalaj (Pozzomaina), Attademo (Pro Eureka), Franco (Saluzzo)

7 RETI: Carozzo (Acqui), Paniati (Alba Calcio), Ciliberti, Zmoshu (Alpignano), Gagliardi (Aygreville), Marinotto (Cbs), Broglia, Filice (Charvensod), Perrini (Cit Turin), Pastori (Città di Baveno), Marconi (Cuneo Olmo), Pascale (Diavoletti Vercelli), Tanzi (Gozzano), Perucca (Lucento), Antonicelli (Mirafiori), Denotarpietro (Moncalieri), Masi (Nichelino Hesperia), Mallak (Ovadese), Acchiddu, Costa (Paradiso Collegno), Donadio (Pianezza), Balbiano (Pinerolo), Bertoldo (Pro Eureka), Ruffino (Quincinetto Tavagnasco), Cannone (Rosta), Fontanella (Saluzzo), De Luca, Quagliotti A. (Vallorco), Posa (Verbania)

6 RETI: Botan (Alba Calcio), Ujkaj (Albese), Barone, Cretu (Alpignano), Metello (Asti), Ambrosi, Mariotti (Bulè Bellinzago), Meduri (Caselle), Nazeraj (Cbs), Bellomo (CGC Aosta), Butelli (Charvensod), Giacollo (Cheraschese), Mantica (Cit Turin), Dutto (Cuneo Olmo), Taffurelli (Derthona), Moise (Fossano), Buonagura (Gassino), Halip (Lascaris), Morlano (Lucento), Pjeternikaj (Pedona), Macchiarola (Pertusa), Buosi (Pianezza), Lecini, Tibaldo (Pinerolo), Bassi (RG Ticino), Maero F. (Saluzzo), Abramo (SCA Asti), Bessone (Sisport), Boffano, Penta (Spazio Talent Soccer), Dimarco (Venaria)

5 RETI: Monte (Alba Calcio), Iannace (Albese), Miceli (Alpignano), Rossi (Asca), De Rosa, Forno, Ruta (Asti), Mercanti (Aygreville), Lentini (Bacigalupo), Dagostino (Biellese), Locarno (Borgosesia), Isoardi (Bra), Perrone (Cbs), Anticona (Cenisia), Ribecco (Cheraschese), Caputi (Chieri), Lampitelli, Mazzone, Paneghini (Chisola), Anchisi, Cautiero (Città di Baveno), Sudano (Diavoletti Vercelli), Fofana, Robaldo (Fossano), Pirone (Gassino), Galfrè (Giovanile Centallo), Nicolosi (Gozzano), Campia (Mezzaluna Calcio), Galota (Mirafiori), Di Lorenzo (Paradiso Collegno), Giordano M. (Pedona), Carnevale (Pozzomaina), Vitillo (Pro Eureka), Torredimare (Quincinetto Tavagnasco), Costa C., Mortara (RG Ticino), Maffei, Vettorello (Rosta), Masera, Maero U. (Saluzzo), Giammarco (Sisport), Colosimo (Spazio Talent Soccer), Marchetti, Occhino [4 Sisport] (Vanchiglia), Osaikuuiwomwan (Venaria), Gomez, Trisconi (Verbania), Berger (Vigone), Gueye, Mullaj [5 Cenisia] (Volpiano Pianese)

4 RETI: Giangrasso (Acqui), Fiore (Albese), Caveglia (Alpignano), Giulianelli, Scaringi (Arquatese), Bionaz (Aygreville), Albero, Migliorini (Borgaro Nobis), Nizza (Bra), Arcudi, Fukuda (Cbs), Fiorio, Perretta (Cenisia), Arcidiacono (Charvensod), Verri (Cheraschese), Nanni (Chisola), Montagnolo, Romerio G. (Città di Baveno), Tappari, Varallo (Città di Cossato), Bahbaz, Romano (Cuneo Olmo), Massone, Ricci (Derthona), Ajaraam (Diavoletti Vercelli), Inturri, Shita (Fossano), Costantinescu (Garino), Olivero (Giovanile Centallo), Fetahu (Gozzano), Dell'Agnese, De Paoli, Santoro (Ivrea), Cattalano, Sesia (Lascaris), Bruni (Lucento), El Bentaoui (Mezzaluna Calcio), Di Leo, Yadnom (Mirafiori), Granito, Maggio (Nichelino Hesperia), Ballestrero (Novese), Allemani, Massone (Ovadese), Giordano T., Petre (Pedona), Tafuni (Pertusa), De Stalis (Quincinetto Tavagnasco), Giacometti (RG Ticino), Ceresa, Luongo (Rivarolese), Grosso, Surdo (Rosta), Ferrero, Piovesan (San Giacomo Chieri), Palma (SCA Asti), Benjamaa, Delmonaco, Ferraris, Italiano (Sisport), Gasparro A., Yano (Spazio Talent Soccer), Baldi (Vallorco), Rao (Vanchiglia), Gerardo (Venaria), Cara (Verbania), Marchisano, Ricotta (Vigone), Bellissimo, Cadeddu, Duchini (Virtus Accademia), Gambino (Volpiano Pianese)

3 RETI: Metta (Alpignano), Quaglia M. (Arquatese), Prunas, Tartara (Asca), De Bortoli, Toso (Asti), Adragna (Biellese), Catania (Borgaro Nobis), Allorio (Borgosesia), Campari (Bulè Bellinzago), Raccosta (Cbs), Negri (Cenisia), Plano, Roman (CGC Aosta), Baldo (Charvensod), Rexho [1 Lascaris] (Chieri), Siclari (Chisola), Sorbone (Cit Turin), Da Costa, Ferrario, Sottini (Città di Baveno), Barcellari, Crepaldi (Città di Cossato), Asti (Derthona), Bonetto (Don Bosco Al.), Belli, Macheda, Scavone, Tollini (Fossano), Mazzotta, Spoto (Garino), Dacca, D'Antuono, Turcato (Gassino), Beshku, Perfetti, Re (Giovanile Centallo), Pennelli, Zampogna (Gozzano), Cantarella (Lascaris), Ferraris (Lucento), Mastrazzo (Mirafiori), Bochicchio, Longo, Malberti (Moncalieri), Dedaj, Forte (Nichelino Hesperia), Di Mauro (Novese), Fantini, Grosso, Matteini, Surno (Paradiso Collegno), Bastianini, De Simone, Rebuffo (Pertusa), Calliero, Miceli (Pianezza), Faye (Pinerolo), Mazzeo (Pozzomaina), Timo, Tudisco (Pro Eureka), De Paola, Nicod (Quincinetto Tavagnasco), Maiolo (RG Ticino), Laabadia, Zucco (Rivarolese), Denicola (Romagnano), Baron (Rosta), Mosso, Staro (San Giacomo Chieri), El Assas, Osaro (Spazio Talent Soccer), Carletti (Strambinese), Perucca, Rossio (Vallorco), Ledda L. (Vanchiglia), Ghiraldi, Grasso (Venaria), Villa (Verbania), Panebianco (Vigone), Pemaj (Virtus Accademia), Falvo, Miglio (Volpiano Pianese)

2 RETI: Bogogna, Vasile (Acc. Borgomanero), Mazzetti (Acqui), Fadli, Sottimano (Alba Calcio), Incastrone, Valenti, Vico (Albese), Cordola, Ferjani, Marangon, Russo (Alpignano), Di Gregorio, Focante (Arquatese), Bocchio, Ferrari (Asca), Gissi, Mana, Margarino, Ortolano (Asti), Berard, Muraro (Aygreville), Di Meo, La Rosa (Bacigalupo), Es Saket, Madiq (Biellese), Lantero, Musarra, Sereni (Borgaro Nobis), Geraci, Perolio (Borgosesia), Bonaldo, Silvestri (Bulè Bellinzago), Bianco, Garani, Lorusso, Mundo (Caselle), Ferreri, Prochilo, Taralunga (Cbs), Manzi, Mottino, Robazza (Cenisia), Challancin, El Ouatassi, Giresi, Melotti (Charvensod), Abudu, Myzyri, Rinaldi (Cheraschese), Godone, Pomes (Chieri), Coco, Scarangella (Chisola), Dalipaj (Cit Turin), Anselmi (Città di Baveno), Kalender, Santambrogio (Città di Cossato), Kone, Santini (Cuneo Olmo), Catanzariti, Cerruti, Santoro (Derthona), Bullano, Cadiry, Negro, Savona (Diavoletti Vercelli), Hate (Don Bosco Al.), Borsotto (Fossano), Algozzini, Di Miceli, Fresia, Galasso, Gradia, Rettore (Gassino), Foletto (Giovanile Centallo), Lunardi (Gozzano), Di Benedetto, Lacchio, Zamana (Ivrea), Bellu, Bruno (Lascaris), Berardelli, Pedalino (Lucento), Olivo, Piccolo (Mezzaluna Calcio), Barrionuevo, Boscolo D. (Mirafiori), Centinaro (Moncalieri), Parizia, Vallero (Nichelino Hesperia), Baroso, Fassina, Sampietro, Sasso, Zunino (Novese), Andreacchio, Forno (Ovadese), Di Marco, Ferri (Paradiso Collegno), Marino (Pedona), Bedida (Pertusa), Cittadino, Spagnoli (Pianezza), Bancale, Barbero (Pinerolo), Acatrinei, Spagnulo (Pozzomaina), Canetto (Pro Eureka), Camarata (Quincinetto Tavagnasco), Alessandrino, Gennaro, Giovagnini, Mocchetti (RG Ticino), Carraro, De Marco, Diouf, Faletti, Orlando (Rivarolese), Skuqaj (Romagnano), Alotto, Ferrara, Leopatra (Rosta), Conti, Gagliardi, Piazza, Stefanucci (San Giacomo Chieri), Giaggio, Puppione (SCA Asti), Amadin, Ayachi, Turcan (Sisport), Savoldelli (Spazio Talent Soccer), Caputo, Cena, Pallante (Strambinese), Bassi, De Griffi, Ucci (Union Novara), Lazar, Pedone, Perardi (Vallorco), Dagnese, Debellis (Vanchiglia), Agugiaro, Stillavato, Tumbarello (Venaria), De Vita, Drago, Iussa (Verbania), Ayassot, Minore, Viscardi (Vigone), Albericci, Chiantia, De Rosa, Empoli, Giuliani, Roca (Virtus Accademia), Aggero, Aissous, De Lorenzis, Farisco, Tallarico, Tuzzolino (Volpiano Pianese)

1 RETE: Alleva, Badino, Echelh, Fiore, Masala, Oulbaz (Acc. Borgomanero), Boccassi, Cagno, Raimondo, Riccone, Violato (Acqui), Ivanovski, Scutaru, Servetti, Torrero, Valsania, Viberti (Alba Calcio), Appiano, Gallarato, Gianoglio, Mitevsky (Albese), Masti, Pappalardo (Arquatese), Costanzo, Maiolo, Nicola, Ripari (Asca), Cussotto, Gatti (Asti), Bredy, Ghodbhani, Massaro, Stermotic, Tedesco, Vigon (Aygreville), Conte, Di Luca, Milazzo, Tosches (Bacigalupo), Bevilacqua, Formis, Magaraggia, Pelle (Biellese), Barrera, Coletta, De Angelis, Mosca, Puttinati (Borgaro Nobis), Dadaglio, Guala, Modetti, Pizzi (Borgosesia), Barbero, Fontana, Racca, Reinero (Bra), Chiarpotto, Quirighetti (Bulè Bellinzago), Catania, Contu, Lo Re, Mana, Petruolo, Torre (Caselle), Acconciaioco, Crispo, Galletti, Raccosta, Salerno, Vitrano (Cbs), Broggio, Donato, Paic (Cenisia), Bushati, Johnson, Tillier (CGC Aosta), Borettaz, Fazari, Napoli (Charvensod), Balocco, Malaspina, Pini (Cheraschese), Botte, Calabrese, Cali, Desopo, Di Santo, Lazzari, Nobile, Pennone (Chieri), Cammarata (Chisola), Gialdini, Piro, Salgau, Testa (Cit Turin), Corazzini, Montagnolo (Città di Baveno), Cordera, Piliarvu, Pulze (Città di Cossato), Dembele, Ghivarello, Lubatti, Mondino, Rosso (Cuneo Olmo), Simoniello (Derthona), Ajmone, Balzano, Berra, Corona, Orrù, Prato (Diavoletti Vercelli), Dejan, Kabouri, Gotta, Lucano, Spaziani (Don Bosco Al.), Pagliano, Tomatis (Fossano), Bovi, La Terza, Lo Fermo, Paraschiv, Rotondo, Vitale (Garino), Mangiavillano (Gassino), Barruero, Beltrando, Bosio, De Benedictis, Monasterolo, Rivoira, Sorace (Giovanile Centallo), Antognoli, Badino, Rroshi (Gozzano), Comotto, Mosso, Quattrocchi (Ivrea), Cottafava, Crepaldi, De Stefano, Erchini, Foddis (Lascaris), Croce, Cutrupi, Ikeh, Parise, Saviano, Trione (Lucento), De Robertis, Sfiha (Mezzaluna Calcio), Alliu, Hegab, Fagni, Fiore, Galluccio, Mainiero, Mazzucco, Spadaro (Mirafiori), Cappelli, Frezza, Manzo, Tecucian (Moncalieri), Squillaro, Vayr (Nichelino Hesperia), Mangogna, Rebora, Rosso (Novese), Es Sannar, Ferrante (Ovadese), Salvador (Paradiso Collegno), Piccioni, Piretro (Pedona), Bertetti, Burca, Cerale, Pitzianti, Zedda (Pertusa), Avolio, Biancofiore, Fortuna, Guglielminotti, Kravchenko, Sumin (Pianezza), Di Fazio, Gozzi, Lo Schiavo, Montesanto (Pinerolo), Lipari, Lombardo, Napolitano, Quispes, Tommasi (Pozzomaina), Ciambrone, D'Alessio, Furfaro, Mocca (Pro Eureka), Clemente, Colombo, Gili, Prelle (Quincinetto Tavagnasco), Cupi, Donda, Legori, Mazzon (RG Ticino), Bertorello, El Ichy (Rivarolese), Costanzo, Grasso, Maceri, Moscatiello, Pari (Romagnano), Carretta, Dabeni, Mandrini, Soldano (Rosta), Ambrogio, Caffaro, Valinotti (Saluzzo), Ballachino, Gammino, Stoppa (San Giacomo Chieri), Magari, Reda, Scarselli, Torsello (SCA Asti), Cugliero, Duò, Macrì, Riccio, Ummarino (Sisport), Amore, Buono, Marighella, Militaru (Spazio Talent Soccer), Campagna, Maloca, Marella, Pretari, Ricca (Strambinese), Abba, Canova, Manzone, Pecoraro, Tedesco, Vulcano (Union Novara), Di Fede, Emiren, Gola, Grosso (Vallorco), Casale, Gargallo, Giunta, Rambelli (Vanchiglia), Greco M., Pipicella, Zanella (Venaria), Minnucci, Pella, Prifti, Vischi (Verbania), Brianese, Pansa, Senestro (Vigone), Hajji, Pace, Roggero (Virtus Accademia), Chira, Cirillo, Tenca (Volpiano Pianese)

IL PUNTO SULLA 23^ GIORNATA - Il girone A è quello che coinvolge più squadre sia per entrare tra le prime 8 che per evitare 12^ e 13^ posizione. Più definiti gli altri raggruppamenti, ma non per il podio. Il girone E potrebbe regalare la miglior quarta classificata.
 


GIRONE A

Tre i risultati più importanti della giornata. Nella lotta al podio il Gozzano trova il pari a 5' dal termine grazie a La Ferlita e tiene così a 3 punti di distanza la Biellese, potendo contare su una partita in meno dei rivali.
Nelle retrovie colpaccio della RG Ticino, che espugna Verbania con un combattuto 3-2 centrando il terzo successo consecutivo che la avvicina ulteriormente ai playout. Per i verbanesi invece probabile addio ai sogni di gloria, difficile a questo punto recuperare 6 punti al Gozzano. Strepitosa prova anche per l'Oleggio, che con un perentorio 4-1 piega l'Accademia Borgomanero e si prende un margine di tre lunghezze sul Cossato. Borgomanero che dovrà ancora sudare, a partire dal recupero del 24 contro la capolista.

Nessuna sorpresa nei restanti incontri. Il Città di Baveno supera 2-0 lo Sportiva Caltignaga ed è ormai vicinissimo alla conquista del girone. Gli avversari di questo turno invece devono assolutamente vincere il recupero con l'Alicese se vogliono nutrire concrete speranze di agguantare gli spareggi. Al secondo posto stabile il Bulè Bellinzago. Con il Borgosesia non è stata una passeggiata, ma anche in 10 questo forte gruppo ha trovato la forza di reagire al 2-2 di Bisetti e trovare con Palmieri i 3 punti a due minuti dal triplice fischio. Borgosesia ottavo con un occhio alle spalle, dove c'è l'Alicese che pareggia a reti bianche con il Città Cossato, ma che grazie al recupero può ricucire il gap. Vince infine la Juventus Domo sul Santhià, 2-0 nell'anticipo del sabato e ora testa al Gozzano nel recupero.

GIRONE B

Una solida prestazione consente al Charvensod di strappare un importantissimo punto in ottica salvezza diretta in casa della capolista Pro Eureka. I ragazzi di Settimo si vedono ora tallonati dal Volpiano Pianese, che trascinato dal ciclone Chira fa sua la sfida d'alta classifica con il Borgaro Nobis. La Pro può comunque contare su una gara in meno, mentre il Borgaro ha un buon margine da gestire sul quarto posto. Il Quincinetto Tavagnasco ci proverà fino alla fine, anche se deve obbligatoriamente vincerle tutte, intanto approfitta impietoso del Venaria per gonfiare la differenza reti e prepara ora la dura sfida alla Rivarolese. 7-0 al Paradiso Collegno per i ragazzi di Rivarolo e ora con una vittoria sarebbero certi dei regionali, potendo giocarsi le ultime tre giornate a mente sgombra. Discorso identico per il Gassino, che manca il primo match point con l'Ivrea, facendosi rimontare dal rigore di Actis, ma ormai per i rosso blu il risultato è pressoché scontato. Gli eporediesi invece sono lì a giocarsi l'ingresso nelle migliori otto, la gara da recuperare è con la Pro Eureka, ma il distacco dalla Virtus Accademia è di soli 3 punti. I nero bianchi non vanno oltre l'1-1 con l'Atletico Cbl, incontro sentito con un espulso per parte e risultato che può soddisfare e deludere a metà entrambe. Per l'Atletico era forse l'ultima ghiotta occasione per evitare gli spareggi, che però sono comunque garantiti, basta un punto o che il Paradiso Collegno non le vinca tutte. Infine anche l'Olympic Collegno dovrà ancora lottare, ma intanto il 2-1 sul campo della Strambinese regala fiducia in vista del recupero con il Gassino.

GIRONE C

Tra il weekend e il 19 sono arrivati importanti risultati per quanto riguarda le retrovie. Il pareggio domenica della Bruinese consente al Lucento (sconfitto 2-0 dal Cenisia) e al Vanchiglia (vincitore 2-1 sul campo del Rosta) di essere certe dei regionali la prossima stagione. I bianco rossi invece tremano, perché nel recupero con la Bruinese è arrivato un pesantissimo 4-0 contro che rilancia le quotazioni della squadra del tecnico Lussiana, ora a 4 punti di distanza. Colpaccio anche del Mirafiori, che grazie a doppio Boldrino piega la Cbs scavalcando il Psg, travolto sabato da una Sisport sempre più vicina all'approdo alle fasi finali. I distacchi sono ancora minimi e alla ripresa Bruinese-Psg potrà forse dire molto sulle ultime tornate. Appare ormai condannato il BSR Grugliasco, il 3-1 interno subito per mano dell'Alpignano rende praticamente impossibile sperare nella rimonta.
Per gli almanacchi il larghissimo successo del Lascaris sul Cit Turin, con i bianconeri che ancora non hanno matematicamente vinto il girone e sono chiamati nella 24^ alla trasferta sul campo della Sisport, antipasto di ciò che verrà a campionato concluso.

GIRONE D

Tutto aperto per il podio, corsa a tre con Cheraschese, Busca e Pinerolo che vincono bene in questo turno, rispettivamente 4-2 sul Giovanile Centallo, 5-1 sul Pedona e 3-0 in casa della Monregale. Per il Centallo fine dei giochi per le Finals, le concorrenti se la giocheranno fino all'ultimo e attenzione al recupero del 3 aprile con il big match tra Pinerolo e Cheraschese. Non hanno più nulla da chiedere al campionato Cumiana e Fossano, ma nessuna delle due intende far regali. I giallo blu fanno sudare non poco il Chisola nell'anticipo di sabato, gli azzurro bianchi regolano un Morevilla affamato di punti per 3-2 dopo essersi visti rimontare due volte ed essere rimasti in 10, gran prova. Per l'8^ piazza è quindi duello tra Nichelino Hesperia (28) e Cuneo Olmo (25), con i cuneesi che hanno rosicchiato due punti in questo weekend travolgendo 5-1 il Candiolo e approfittando del pari degli avversari con la Saviglianese. Proprio quest'ultima però ha una gara da recuperare e potrebbe portarsi a 25 punti, accendendo ulteriormente il finale di stagione.
Le sconfitte di Candiolo e Pedona condannano le due squadre, resta la Monregale in corsa, con una vittoria nel recupero proprio con il Pedona si porterebbe a -4 da Morevilla ed eventualmente Saviglianese.

GIRONE E

Anche in questo raggruppamento i risultati più importanti arrivano dal fondo classifica, visto che in avanti vincono tutte tenendo quindi i risultati invariati.
Il successo più importante è del Lenci Poirino, che espugna dopo un'aspra lotta il campo della SCA Asti e approfittando della sconfitta del Mezzaluna sul campo della capolista si porta all'11° posto con due punti di vantaggio. Per la SCA situazione al limite, serve una vittoria nel recupero con il San Giacomo Chieri per poter sperare ancora, altrimenti saranno provinciali. Come ormai lo sono per il Moncalieri, fatale il 2-0 casalingo inflittogli dall'Asca, che con una gara in meno potrebbe ancora nutrire ambizioni di salvezza diretta, ma intanto fa un deciso passo verso gli spareggi.
Dietro l'Asti come detto vincono tutte e la lotta resta entusiasmante. Chi fatica di più è la seconda forza Derthona, 2-1 al Don Bosco Alessandria grazie a Moretti proprio a fil di sirena e alessandrini che non possono ancora dirsi sicuri. Botta e risposta tra Acqui e Chieri, appaiate a 50 e vittoriose su Spartak San Damiano (in piena lotta salvezza) e Novese (ormai tranquilla). Occorre non perdere il passo, in questo momento la quarta migliore dei cinque gironi arriverebbe da qui. Tenterà l'impresa l'Alba Calcio, che regola il San Giacomo Chieri e prosegue nel suo ottimo campionato.

IL PUNTO SULLA 23^ GIORNATA - Interessante la lotta per la migliore quarta, sono in corsa Diavoletti Vercelli, Lucento, Spazio Talent Soccer e Don Bosco Alessandria. Biellese, Rosta, Virtus Accademia e Novese centrano l'obiettivo. Che lotta per il podio nel girone D.
 


GIRONE A

Verdetto confermato per la RG Ticino, il 6-2 al Città di Cossato vale matematicamente le fasi finali. Obiettivo quasi raggiunto anche dal Città di Baveno, che conferma tutte le sue qualità imponendosi 3-0 sul difficile campo del Bulè Bellinzago giocando per altro più di un tempo con l'uomo in meno. Per la vittoria del girone i verde granata devono amministrare i 4 punti di vantaggio.
Testa a testa anche per il terzo posto, con il Verbania che risponde al successo del Diavoletti Vercelli sull'Union Novara espugnando Borgomanero. Qualche difficoltà per i verbanesi, sorpresi nel primo tempo da Lo Greco, ma capaci di ribaltare il risultato nella ripresa grazie a Posa e Marcon. In questo caso 3 i punti che separano le due compagini, con i vercellesi che hanno dalla loro gli scontri diretti e possono contare su un calendario sulla carta favorevole.

La Biellese ne fa 8 al Romagnano e con tre turni d'anticipo può dirsi sicura dei regionali la prossima stagione. Restano quindi due posti per evitare i playout, in questo momento occupati da Città di Cossato e Accademia Borgomanero a quota 30. Un punto sotto sale l'Ivrea, che in settimana ha deciso di cambiare guida tecnica affidando la squadra a Patrick Reolfi. Pur con qualche difficoltà i ragazzi hanno risposto presente, piegando grazie a Santoro l'Arquatese e pronti ora agli impegni finali. L'Arquatese dal canto suo ha bisogno di un'impresa, così come il Borgosesia, che è un solo punto sopra, ma il cui morale sarà alle stelle dopo l'esaltante 4-1 rifilato al Gozzano. Naim eroe di giornata con una tripletta che manda la squadra di Pagani a -6 dall'Union Novara. All'ultima tornata ci sarà lo scontro diretto, vedremo se potrà essere decisivo.

GIRONE B

La goleada del Lascaris in Valle d'Aosta regala il successo matematico nel girone B e i ragazzi di Meschieri potranno ora preparare al meglio il Trofeo Lascaris, per mettersi alla prova al cospetto delle professioniste e provare nuove soluzioni in vista delle fasi finali che vedranno questo fortissimo gruppo tra le ovvie favorite.
Pro Eureka e Volpiano Pianese proseguono il duello per il secondo posto. In questo turno settimesi in scioltezza con il Venaria, mentre per le foxes qualche problema in più al cospetto di un Pianezza alla caccia di punti per evitare gli spareggi. L'obiettivo per i rosso blu è comunque ad un passo, potendo contare su 5 punti di vantaggio sui cervotti e sulla gara da recuperare questo 23 nel pomeriggio contro la Strambinese. In caso di vittoria, alla ripartenza del campionato lo scontro diretto con il Venaria potrebbe sancire uno degli ultimi verdetti.

Nei primi 8 restano due posti da assegnare stabilire, ma il Gassino è ormai ad un passo dal traguardo dopo il 4-0 sulla Strambinese. Davanti ai rosso blu festeggia la Virtus Accademia, il 2-0 in casa del Vallorco costruito nel secondo tempo è la conferma della bontà di questo gruppo, autore di un ottimo campionato come per altro i colleghi delle altre annate. Davanti ai nero bianchi più nulla da chiedere se non finire al meglio per Charvensod e Quincinetto Tavagnasco, che vince 3-2 sul campo di un orgoglioso Aygreville, costretto ad alzare bandiera bianca in 9 contro 11 dopo una gara di gran cuore.
Manca incredibilmente il match point il Caselle, sconfitto dal CGC Aosta deve abbandonare i sogni di rimonta verso l'ottavo posto e non può ancora dirsi certo dei playout. Questione di matematica però, 8 punti di distacco in tre giornate sono davvero una montagna quasi impossibile da scalare per i valdostani.

GIRONE C

Il Vanchiglia espugna il campo del Cenisia ed è ad una vittoria dalla conquista delle Finals. Complice anche il pari senza reti tra Alpignano e Lucento, risultato che conviene maggiormente ai padroni di casa che mantengono così 3 lunghezze di vantaggio. Punto comunque da non buttare per gli ospiti, visto il secondo tempo giocato pressoché in toto con l'uomo in meno. Il Vanchiglia inoltre è la capolista in solitaria, visto che la Sisport viene sorpresa dallo Spazio Talent Soccer. Grandissima prova dei ragazzi di mister Cani, autori di un campionato di primissimo livello. Teoricamente sono ancora in corsa per il terzo posto, ma i 7 punti di distacco dall'Alpignano sono duri da recuperare, però grazie a quest'ultimo successo potrebbero tentare la volata per strappare il posto di migliore quarta. Qualsiasi sia il loro risultato finale però le prestazioni offerte sono state di altissimo livello.

Da seguire la lotta per playout e retrocessione diretta. Il pari del Rosta con il Mirafiori garantisce ai bianco rossi la certezza dei regionali il prossimo anno, mentre la squadra di Pancioli si riporta a - 3 dal Cenisia 11°. Dopo l'esaltante vittoria sul Pozzomaina il Cit Turin prova a sorprendere anche la Cbs e passa avanti con Sorbone, ma i rosso neri reagiscono e finiscono per dilagare per 4-1, tirando un bel sospiro di sollievo. Sospiro che tira anche il Paradiso Collegno, il 4-0 sul Bacigalupo permette di rimettere un certo margine tra se e l'arrembante KL Pertusa. I verde giallo stavano risalendo prepotentemente, ma con il Pozzomaina sono stati costretti al pari, in un incontro che non ha certo deluso in quanto a spettacolo. I ragazzi di Fasiello volevano cancellare la brutta debacle dello scorso turno è hanno lottato con le unghie e con i denti, andando anche vicino alla vittoria, ma Dehari all'ultimo ha chiuso i giochi per un pirotecnico 4-4. Nel prossimo turno occhi puntati proprio sul campo del Pertusa, lo scontro diretto con la Cbs può decidere tutto.

GIRONE D

Che giornata questa 23^, una serie di incroci pazzeschi ha reso la corsa al terzo posto ancor più entusiasmante. La capolista Chisola andava nel fortino di un Pedona chiamato all'impresa per tenere compatto il gruppo in lotta e la squadra di Garavagno non ha deluso le attese. Prova collettiva magistrale, con i gemelli Giordano e Pirotti sugli scudi a guidare i loro colori e per poco il colpaccio, con la capolista in 10, non riusciva. Ci ha pensato Mazzeo proprio all'ultimo minuto però a regalare il pari ai vinovesi, che han però pagato un po' di nervosismo, vedendosi allontanato subito dopo il gol il bomber Giambertone. Il primo pari stagionale non cambia ovviamente nulla per il Chisola, ma per il Pedona è vitale anche alla luce dei risultati delle concorrenti. Centrato infatti l'aggancio al Pinerolo, che a Bra perde una gara rocambolesca che esalta i giallo rossi, tornati grazie a questi 3 punti in piena corsa. Per ora davanti a tutti si porta il Cuneo Olmo, 5-0 ad un Giovanile Centallo che forse sta ancora metabolizzando la sconfitta dello scorso turno e offre ancora una delle sue versioni peggiori. Rosso blu che devono stare molto attenti, il 7° posto non è ancora certo, mentre i ragazzi di Bottasso si godono questa corsa al 3° posto, con il tecnico che si dice molto soddisfatto per poter vivere queste sensazioni ed essere lì a giocarsela. Alla ripartenza altro turno infuocato con la sfida Cuneo Olmo-Pedona.
Chi invece si gode tranquillo questo finale è il Fossano, che vince grazie a Moise 1-0 sul Vigone ed è così certo del secondo posto. Il tecnico Petiti ora potrà preparare al meglio i suoi ragazzi in vista delle Finals, giocando senza pressioni le ultime gare. Intanto da parte sua complimenti agli avversari odierni, che hanno dato filo da torcere e che sono in piena corsa e assolutamente capaci di agguantare i playout.

I duelli nel fondo classifica infatti non sono da meno. Il Vigone è ad un solo punto dalla Cheraschese, che cade in casa contro il Nichelino ed è colta da alcune giornate da una certa impasse. Attenzione alla 24^, in casa del Vigone ci sarà lo scontro diretto, entrambe vogliono evitare la retrocessione diretta. Difficile pensare possano recuperare sull'8° posto, posizione a cui ambisce ancora il Borgaro Nobis che contro il Saluzzo si è salvato nel pieno del recupero evitando una sconfitta che avrebbe ridotto ulteriormente le chance di salvezza diretta. Ora la squadra di Tonus osserverà con attenzione lo scontro diretto tra Nichelino Hesperia e Saluzzo (dovendo però fare risultato con il Bra). Anche in questo caso di certezze ce ne sono poche.
Tra chi era già certo del proprio destino invece si regala un mezzo sorriso la Rivarolese, un bel 4-1 al fanalino Garino per prendersi gli applausi dei propri tifosi.

GIRONE E

Derthona ad un passo dal successo del girone. L'ottimo 3-1 contro un avversario di livello come il Don Bosco Alessandria e la gara da recuperare in settimana possono essere lo sprint finale che vale ai ragazzi di Tortona la meritata prima posizione. Un grandissimo applauso va comunque al Moncalieri, che al massimo rimanderà la sfida alle fasi finali, dove parteciperanno entrambe e che vedranno i ragazzi di Pandiscia confrontarsi con il meglio della regione. Intanto una bella prova di forza contro una squadra ostica come il San Giacomo Chieri, per dimostrare che fino all'ultimo non regaleranno niente a nessuno. Terzo posto ormai certo per l'Asti, il 4-2 a Chieri (con gli azzurri che hanno giocato un tempo e mezzo in 10) avvicina i galletti alla matematica e ora dovranno prepararsi per le durissime sfide che li vedranno impegnati in futuro. Il Don Bosco Alessandria comunque non è ancora costretto ad alzare bandiera bianca, seppur attardato rispetto ad altri gironi ha la possibilità di strappare il pass come miglior quarta. Il calendario è davvero durissimo, ma il tecnico Bordini ha fiducia nei suoi ragazzi e lancia il guanto di sfida al Moncalieri, prossima avversaria.

Resta qualche incertezza per l'ultimo posto valido per mantenere la categoria senza passare dagli spareggi. La sconfitta dell'Acqui con la Novese tiene in apprensione i bianco neri, certificando altresì l'ottima verve dei padroni di casa, quinti a 41 punti. La squadra di Bobbio ha un po' di margine e la sconfitta dell'Ovadese con l'Asca la favorisce, soprattutto contando che la stessa Ovadese ha una gara da recuperare (ma con la capolista). Difficile avere grosse sorprese, ma attenzione proprio all'Asca, che ha dimostrato ad Ovada di avere sette vite. Sotto 2-0 al 25' e con l'uomo in meno dal 20', i ragazzi di Cartesegna hanno reagito da campioni, sorprendendo gli avversari con Boveri prima dell'intervallo e regalandosi poi una ripresa da autentici leoni, con il gol di Prunas in zona Cesarini che ha regalato i 3 punti. Peccato il rosso comminato allo stesso Prunas per i festeggiamenti, ma questo gruppo ha dimostrato di esserci e anche in caso di playout, gli avversari dovranno stare attenti.
Più tranquilla è l'Alba Calcio, che con il Mezzaluna ha dato vita ad un frizzante 4-2 che avvicina i regionali del prossimo anno ad una spanna. Vincere in casa dell'Acqui darebbe la certezza, ma anche un pareggio potrebbe regalare la matematica.
Infine tra le due deluse SCA Asti e Albese finisce per esultare l'Albese, capace di vincere in 10 e regalarsi un mezzo sorriso grazie ad Ujkai.