Sabato, 20 Luglio 2024
Martedì, 14 Marzo 2023 08:55

Fase élite. L’Italia Under 17 batte l’Ucraina 3-0 e va alle finali dell’Europeo. I gol di Ravaglioli, Liberali e Mendicino

Scritto da

GRANDI AZZURRINI - Una partita combattuta, che gli Azzurrini riescono a sbloccare al 41’ con Ravaglioli, al suo terzo gol in questo torneo. Poi le due reti di Liberali e Mendicino completano la qualificazione dell’Italia che si piazza al secondo posto dietro l’Irlanda


Al Geroskipou Municipal Stadium di Paphos, l’Italia batte l’Ucraina e si qualifica alle fasi finali dell’Europeo In Ungheria dal  17 maggio al 2 giugno. Un match duro, che i ragazzi di Corradi riescono a sbloccare nel primo tempo al 41’ con Ravaglioli e poi a chiudere nella seconda frazione con i due gol di Liberali e Mendicino. Gli Azzurrini con 7 punti condividono la prima piazza del gruppo 6 con la Repubblica d’Irlanda che, dopo una gara rocambolesca, conquista, in rimonta, la vittoria (3-2) contro Cipro, segnando l'ultimo gol in pieno tempo di recupero (96’). L'Irlanda è prima perchè, nonostante la stessa differenza reti dell'Italia, ha segnato un gol in più (8 reti contro i 7 della squadra Azzurra). Ma la missione è compiuta, dato che le prime due del girone staccano il pass per la rassegna continentale:” Aldilà  del risultato eclatante  – dichiara raggiante Corradi al termine della partita – mi aspettavo dai ragazzi una prestazione del genere. Negli ultimi giorni abbiamo lavorato più sulla testa che sulle gambe perché a questa età devono imparare a credere di più in loro stessi. Più che entrare nel particolare tecnico, devono riuscire a cogliere sempre il lato positivo del loro percorso. Infatti, li ho visti tutti tornare in partita in maniera clamorosa e mi viene in mente Verde, che non ha giocato un minuto, essere comunque lì, sempre a disposizione ad entrare dove nel caso sarebbe servito. Un esempio, per far capire loro che se vogliono correre veloci possono andare da soli ma se vogliono correre lontano, devono sempre correre in gruppo”.

La partita. Corradi è costretto a rinunciare a Francesco Crapisto, fermo per un leggero infortunio schierando Mendicino al suo posto; Ramaj di nuovo al centro della difesa insieme a Sadotti. Una lunga fase interlocutoria , le due squadre si fronteggiano ordinatamente: due tiri, il primo al 14’ del capitano Ponomarenko che conquista una palla a centrocampo e dal limite dell’area esplode il suo destro che va fuori di un metro dal primo palo; poi Risponde l’Italia al33’ con capitan Mannini ma il suo tiro, da poco fuori l’area, è centrale, facile preda di Surkis.i Al 40’ la prima vera occasione per l’Italia viene sciupata da Ragnoli Galli che lanciato in area, davanti al portiere gli tira addosso. E’ il preludio del vantaggio Azzurro: un minuto dopo, al 41’ una rimessa laterale di Cocchi sull’out sinistro, raggiunge in area Ragnoli Galli che, di prima intenzione, triangola con Ravagnoli (terza rete in questo torneo) che, in corsa, non ci pensa due volte e col destro trafigge Surkis.

Nella ripresa, scatta l’arrembaggio irlandese a cui gli Azzurrini fanno fronte senza mai perdere la calma. Al 76’ su calcio d’angolo, Osypenko riesce incredibilmente a girare una palla destinata all’angolo destro della porta difesa da Martinelli ed è miracoloso il salvataggio di Ragnoli Galli che scaccia la sfera dalla porta evitando il gol del pareggio ucraino. Un minuto dopo l’Italia raddoppia: l’azione si sviluppa sulla sinistra, Mannini lancia in area Liberali che dopo tre passi, fulmina Surkis con tiro secco. All’87’ il capolavoro di Mendicino che a destra, dentro l’area, raccoglie la respinta su un tiro di Scotti, di tacco si sistema la palla e di sinistro la mette sotto l’incrocio dei pali opposto.

Ucraina-Italia 0-3
Marcatori: Ravaglioli 41’, Liberali 77’, Mendicino 87’
Ucraina (4-1-4-1): Surkis, Kaidalov (Bakai 86’), Korobov, Tacharchenko, Dykyi: Ischenko (Bilyi 61’); Synchuk (Khan 76’), Osypenko( Pashko 61’), Budko, Kalyn (Rusnak 75’); Ponomarenko (C). All. Moroz. A disp. Bakus, Harazha, Tsukanov.
Italia (4-3-1-2): Martinelli; Ventre, Ramaj, Sadotti, Cocchi (Pagnucco 73’); Mendicino, Riccio, Mannini (C) (Bonanomi 88’); Ragnoli Galli (Scotti 83’), Romano (Liberali 73’), Ravaglioli (Rao 88’). All. Corradi. A disp. Plaia, Desole, Verde.
Arbitro: Usman Aslan (NOR); Assistenti, Jaeger (NOR) e Komodromos (CYP); IV Uomo, Athanasiou (CYP).
Ammoniti: Osypenko, Kalyn, Ponomarenko, Cocchi, Korobov, Mannini, Romano, Corradi, Dickyi, Ventre. 

Calendario e classifica Gruppo 6: Italia, Repubblica d’Irlanda, Cipro e Ucraina

Martedì 7 marzo
ITALIA-Repubblica d’Irlanda  2-2
Cipro-Ucraina 2-4

Venerdì 10 marzo
Cipro-ITALIA 1-2
Ucraina-Repubblica d’Irlanda 0-3

Lunedì 13 marzo
Ucraina-ITALIA 0-3
Repubblica d’Irlanda-Cipro 3-2

Classifica: Irlanda e Italia 7 pt, Ucraina 3, Cipro 0

L’elenco dei convocati

Portieri: Tommaso Martinelli (Fiorentina), Francesco Plaia (Spezia);
Difensori: Matteo Cocchi (Inter), Fabio De Sole (Torino), Filippo Pagnucco (Juventus), Gabriel Ramaj (Atalanta), Edoardo Sadotti (Fiorentina), Alessandro Ventre (Juventus), Francesco Verde (Juventus);
Centrocampisti: Andrea Bonanomi (Atalanta), Francesco Crapisto (Juventus), Mattia Liberali (Milan), Mattia Mannini (Roma), Leonardo Mendicino (Atalanta), Lorenzo Riccio (Atalanta), Marco Romano (Genoa);
Attaccanti: Federico Ragnoli Galli (Atalanta), Emanuele Rao (Spal), Tommaso Ravaglioli (Bologna), Filippo Scotti (Milan).

Fonte: www.figc.it

Letto 2481 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta