Sabato, 15 Giugno 2024
Sabato, 13 Aprile 2024 21:19

Primavera 1 - Una grande rimonta non basta, la Juventus pareggia con la Roma

Scritto da
Tommaso Mancini Tommaso Mancini

29^ GIORNATA - Un punto dopo tre sconfitte e con la seconda forza del campionato non è certo male, ma nonostante la reazione continua a mancare la vittoria. Sono 7 le gare di fila senza successi per la Vecchia Signora.
 


JUVENTUS-ROMA 3-3
RETI: pt 22' Keramitis (R), st 5' Romano (R), 16' Florea (J), 27' Scienza (J), 40' Mancini (J), 42' D'Alessio (R)
JUVENTUS (3-4-2-1): Vinarcik, Montero, Gil, Bassino, Turco (st 24' Savio), Owusu (st 13' Florea), Ripani (st 44' Boufandar), Pagnucco, Crapisto (st 24' Scienza), Grosso (st 13' Finocchiaro), Mancini. A disp. Radu, Martinez, Firman, Biggi, Giorgi, Pugno. All. Montero
ROMA (4-3-3): Marin, Mannini, Keramitis (st 23' Chesti), Golic, Oliveras, Pisilli, Romano (st 14' Vetkal), Pagano (st 34' Graziani), Marazzotti (st 34' D'Alessio), Alessio (st 14' Misitano), Cherubini. A disp. Kehayov, Marcaccini, Ienco, Ivkovic, Mlakar, Levak. All. Guidi
AMMONITI: pt 37' Bassino (J), 44' Romano (R), st 12' Mancini (J), 50' D'Alessio (R)

LA PARTITA

Incontro frizzante quello che ha visto protagoniste Juventus e Roma. La squadra di Montero è ormai fuori dai giochi per i playoff, anche se una vittoria odierna avrebbe potuto ravvivare il finale di stagione, ma la Roma seconda in classifica è avversario decisamente tosto e lo dimostra nella prima parte di gara, quando prende gradualmente il sopravvento e al 22' trova la via del gol, con Keramitis che deposita facilmente in rete dopo la parata di Vinarcik su Cherubini. Pagnucco è il migliore dei suoi, ma non riesce a trovare la via della rete e sono gli ospiti ad andare maggiormente vicino al raddoppio, che troveranno però solo nella ripresa dopo che Mancini fa venire i sudori freddi ai giallorossi cogliendo il palo esterno. Il 2-0 siglato da Romano da azione d'angolo pesa tantissimo per i padroni di casa, ma dalla panchina arriva la riscossa. Florea entra al 13' e gli bastano tre minuti per accorciare, lesto a ribadire in rete la respinta di Marin su colpo di testa di Mancini. Il gol ravviva i padroni di casa, che trovano il pari con il neo entrato Scienza aiutato nella conclusione da una deviazione che spiazza l'estremo difensore capitolino. Ora i ragazzi di Montero ci credono e mettono alle corde gli avversari e al 40' c'è odore di colpaccio, con Mancini che fa tutto da solo e con una bella iniziativa personale cala il tris. La gioia però dura poco, perché anche il tecnico Guidi trova dalla panchina il suo salvatore e infatti D'Alessio appena due minuti dopo il 3-2 ristabilisce la parità, che si protrae fino al triplice fischio.

Letto 649 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta