Domenica, 26 Maggio 2024
Giovedì, 04 Aprile 2024 21:50

Coppa Italia Primavera / Finale - Il Torino cade ai rigori, la Fiorentina si aggiudica il trofeo

Scritto da

LA FINALE - Incontro molto bloccato deciso dai tiri dal dischetto. Rammarico in casa granata per due salvataggi sulla linea e la traversa di Dalla Vecchia, ma anche la Fiorentina ha avuto le sue occasioni, in una finale molto equlibrata.
 


TORINO-FIORENTINA 0-0 (3-5 d.c.r.)
SEQUENZA RIGORI: Caprini (F) gol, Dellavalle (T) parato, Baroncelli (F) gol, Njie (T) gol, Romani (F) gol, Gabellini (T) gol, Fortini (F) gol, Perciun (T) gol, Rubino (F) gol
TORINO (4-3-3): Abati, Marchioro, Dellavalle, Mendes, Bianay Balcot, Silva, Ruszel (st 1′ Dalla Vecchia), Ciammaglichella (st 35' Perciun), Savva (sts 6' Acar), Padula (st 35' Gabellini), Njie. A disp. Brezzo, Casali, Mullen, Bonadiman, Zaia, Franzoni, Megui. All. Scurto
FIORENTINA (4-2-3-1): Tognetti, Biagetti (pts 7' Vigiani), Baroncelli, Romani, Fortini, Harder (st 30' Vitolo), Ievoli (st 37' Gudelevicius), Sene, Rubino, Caprini, Braschi (st 37' Presta). A disp. Leonardelli, Scuderi, Spaggiari, Sadotti, Maggini, Balbo, Ofoma. All. Galloppa
AMMONITI: pt 39' Ruszel (T), st 20' Harder (F), 23' Ievoli (F), sts 6' Dellavalle (T)

LA PARTITA

Si gioca al Dall'Ara di Bologna la finalissima tra Torino e Fiorentina, vere regine della manifestazione (8 le affermazioni granata, 7 quelle dei gigliati). E' una rivincita tra le due, visto che l'ultima finale che ha visto protagonisti i granata è stata nel 2018/19 quando ad imporsi furono i viola nel doppio confronto. Viola protagonisti assoluti negli ultimi anni, è infatti la sesta finale consecutiva per loro. Sfida tra due ex compagni in panchina, i tecnici Galloppa e Scurto infatti hanno giocato per due anni assieme nelle giovanili della Roma. In campionato disputata per ora solo la sfida dell'andata, dove ad imporsi è stato il Torino per 2-1.

Agli ordini del direttore di gara Andrea Bordin di Bassano del Grappa l'incontro inizia con subito il Torino a farsi vedere dalle parti di Tognetti, ma la punizione di Dellavalle si risolve in un nulla di fatto. I primi minuti sono appannaggio dei torelli, ma senza che Ciammaglichella e compagni creino grandi pericoli e con il passare dei minuti i gigliati prendono campo, andando per primi vicini al gol. E' infatti il 18' quando serve un bell'intervento di Abati a sventare la conclusione di Fortini portatosi a tu per tu con l'estremo difensore. La gara non è certo emozionante e i ritmi tutt'altro che frenetici sono spesso interrotti da diversi falli. E' sempre Abati a sporcarsi i guanti, prima su una facile conclusione di Sene, poi con una temeraria uscita con i piedi sullo stesso attaccante viola e soprattutto al 43', quando salva da campione sull'incornata di Braschi. Nel mezzo l'unica vera chance per la squadra di Scurto, con Tognetti che buca l'uscita alta spalancando la porta a Silva, ma con la sfera troppo sull'uomo il centrocampista non riesce a sfruttare l'occasione.

Il secondo tempo si apre con l'inserimento di Dalla Vecchia per Ruszel, ammonito nel primo tempo. Parziale decisamente più pimpante del primo, con entrambe le compagini che vanno maggiormente vicino alla via della rete. il primo squillo è della Fiorentina con la punizione di Rubini, ma sulla sua strada c'è sempre Abati. Poi nell'arco di 90 secondi doppio salvataggio sulla linea di Biagetti, prima sul colpo di testa di Dellavalle, poi sul tocco in mischia di Savva. I due portieri sono chiamati ora a maggior attenzione. Abati controlla sul colpo di testa di Baroncelli, Tognetti con un riflesso di piede sventa su Padula e subito dopo blocca con sicurezza la conclusione di Njie. La Fiorentina aumenta la pressione, ma non ottiene molto di più di tre angoli consecutivi e allora l'occasione più clamorosa tocca a Dalla Vecchia, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Nel finale ancora un colpo di testa, questa volta di Sene, ma la palla si spegne sul fondo e l'ultimo pericolo è portato da Perciun con una pregevole conclusione da fuori area che si spegne di poco oltre il palo. Nulla di rilevante nei tre minuti di recupero e si va così ai supplementari.

Nulla da segnalare nel primo tempo supplementare, se non il cambio di Vigiani per Biagetti uscito per crampi, mentre nel secondo Fortini e Caprini testano l'attenzione di Abati, e serve un super Tognetti per negare il gol a Gabellini. Lo 0-0 comunque non si sblocca e si va così ai calci di rigore.
Dal dischetto la Fiorentina è perfetta, mentre costa caro al Torino il primo rigore della serie, con Tognetti che neutralizza il tiro di Dellavalle regalando così la coppa ai suoi.

Letto 554 volte Ultima modifica il Giovedì, 04 Aprile 2024 23:20

Registrati o fai l'accesso e commenta