Lunedì, 24 Giugno 2024

SELEZIONATORI - Confermati Claudio Frasca alla selezione Allievi e Renato Carrain come coordinatore tecnico


Sono Alessandro Goria e Franco Vood i volti nuovi delle Rappresentative regionali Piemonte e Valle d’Aosta: i selezionatori scelti dal Comitato regionale sono stati ufficializzati sul comunicato ufficiale, con la conferma di Claudio Frasca alla selezione Allievi e di Renato Carrain come coordinatore tecnico.

Era scontato l’arrivo di un nome nuovo in Under 19. Al posto di Massimo Frattolillo, che sta facendo benissimo sulla panchina dell’Under 19 nazionale del Fossano, è stato nominato Alessandro Goria, che è stato allenatore di Lucento e Caselle in Eccellenza. Ha tantissima esperienza, anche come direttore sportivo, Franco Vood, che però era fermo da ben 5 stagioni: a lui è stata assegnata la direzione tecnica della squadra dei Giovanissimi, dove prende il posto di Giorgio Tonino. Il tecnico ex Torino non ci è rimasto benissimo, a leggere il suo sfogo (poi rimosso) sui social, ma potrebbe tornare in pista con la Rappresentativa sperimentale Under 16.

CALCIO A UNDICI

Coordinatore Tecnico Rappresentative Calcio a Undici Renato Carrain
Selezionatore Rappresentativa Regionale Juniores Alessandro Goria
Selezionatore Rappresentativa Regionale Femminile Gianluca Riccardi
Selezionatore Rappresentativa Regionale Allievi Claudio Frasca
Selezionatore Rappresentativa Regionale Giovanissimi Franco Vood

CALCIO A CINQUE

Coordinatore Tecnico Rappresentative Calcio a Cinque Antonio Punzurudu
Selezionatore Rappresentativa Regionale Juniores Davide Berardi
Selezionatore Rappresentativa Regionale Femminile Andrea Colella
Selezionatore Rappresentativa Regionale Allievi Matteo Lupo

Selezionatore Rappresentativa Regionale Giovanissimi Rocco De Felice

ACCADEMIA TORINO / WE EVENTI - 70 squadre, 700 tra atleti, istruttori e dirigenti, 1150 biglietti di ingresso: sono i numeri di una grande manifestazione. Riccardo Scotton, allenatore del Canegrate 2007: “Bel torneo e bella esperienza, con squadre di ottimo livello e organizzazione perfetta”


Alla fine Michele e Ettore, gli addetti alla griglia, mandavano via i clienti: “Mi dispiace, abbiamo finito la carne”, dopo una domenica con più di 700 panini con salsiccia e wurstel. È solo una delle cartine di tornasole di una domenica spettacolare: più di 70 squadre in arrivo da quattro regioni hanno riempito l’impianto sportivo del Poligru, per giocare la Hallowen Cup. Non capita spesso che la prima edizione di un torneo sia subito un successo di queste dimensioni non solo dal punto di vista dei numeri, ma anche a livello organizzativo e nella qualità tecnica offerta dalle squadre partecipanti.

PAOLO BONACINA: “RINGRAZIO TUTTE LE SQUADRE CHE HANNO PARTECIPATO”

“Il mister del Canegrate mi ha ringraziato per l’organizzazione e mi ha detto “ci vediamo alla Mole Cup”, il torneo che abbiamo in programma per febbraio. È questa la cosa più importante, se vogliono tornare vuol dire che si sono trovati bene”. Parola di Paolo Bonacina, presidente dell’Accademia Torino Calcio, che ha organizzato la manifestazione insieme a We Eventi. “Ma sono io - continua - che voglio ringraziare tutte le squadre che hanno partecipato, vicine e lontane, anche per la pazienza nei momenti di difficoltà, che ovviamente non sono mancati all’interno di una macchina organizzativa così grande e complessa. E ringrazio i genitori, che passano le festività sui campi da calcio per amore dei propri figli. Anche noi del comitato organizzatore facciamo tutto per passione e vedere i sorrisi della gente ci ripaga di ogni sforzo”.

WE EVENTI - ALDO BRATTI, DONATO GRANIERO E GIORGIA CONTU: "STANCHI MA SODDISFATTI"

Se Aldo Bratti, che con i suoi riccioli ha coperto in lungo e in largo i campi da gioco, commenta con un lapidario ma inequivocabile “È andata da Dio”, a “dare i numeri” ci pensa Donato Graniero, anche lui del comitato organizzatore: “In due giorni di torneo abbiamo staccato 1150 biglietti di ingresso, se sommi più di 700 tra atleti, istruttori e dirigenti… abbiamo ottenuto un risultato davvero notevole. Noi quanti siamo? Sei organizzatori più altre sei persone di staff: siamo stanchi, ma soddisfatti”. Chiude Giorgia Contu, altra anima della We Eventi: “Siamo molto contenti, anche se siamo consapevoli che di cose da migliorare ce ne sono molte: guai a sedersi sugli allori, dobbiamo crescere sempre. Qualche ritardo c’è stato, dovuto anche a imprevisti che comunque siamo stati in grado di gestire, ma devo dire che in generale avrei messo la firma su un torneo riuscito in questo modo”.

PAROLA AGLI ISTRUTTORI - DANIELE BARRA: "TORNEO IMPORTANTE, TUTTE PARTITE EQUILIBRATE E COMBATTUTE"

Alla soddisfazione degli organizzatori fa da eco quella degli istruttori, come Daniele Barra del Torino 2012: “Sono molto contento della nostra partecipazione al torneo, anche se perdere il derby fa sempre arrabbiare devo dire che è stata una giornata importante dal punto di vista tecnico, visto che abbiamo giocato partite equilibrate e combattute anche con le dilettanti”.
La finale che ha chiuso la manifestazione è stata quella degli Esordienti 2007. Riccardo Scotton, allenatore del Canegrate campione, commenta: “Bel torneo e bella esperienza, con squadre di ottimo livello e organizzazione perfetta. Noi siamo andati in crescendo contro avversari come Torino e Bra, sono contento per i ragazzi perché questo è il primo torneo dell’anno in trasferta e lo abbiamo subito vinto. Queste manifestazioni ci servono per migliorare nel ritmo e nell’intensità, fondamentali per formare giocatori pronti per il Milan, la società di cui siamo accademia”.

VENARIA - A poco più di un mese dal fischio d’inizio (14 dicembre), quasi tutto pronto per il grande torneo dedicato alle due categorie di Esordienti: 64 dilettanti partecipano alla prima fase per contendersi un posto nella fase nazionale del 14-15-16 febbraio


Juventus e Torino sono ormai abbonate al Calcio&Coriandoli, il super torneo invernale organizzato dalla società del Venaria, ma ormai anche l’Inter conosce benissimo la strada verso lo stadio Don Mosso, visto che i nerazzurri torneranno per il terzo anno consecutivo ad arricchire la fase finale della manifestazione dedicata alle due categorie Esordienti, annate 2007 e 2008. La quarta società di serie A è ancora da confermare ufficialmente, ma una cosa è già sicura: anche la 14esima edizione del torneo nazionale Calcio&Coriandoli, appuntamento ormai imperdibile nel panorama regionale, sarà uno spettacolo di altissimo livello tecnico e agonistico.

L’anno scorso avevano vinto il Torino 2006 e il Milan 2007 (con il derby della Madonnina in finale), mentre nella fase dilettantistica avevano trionfato il Pozzomaina 2006, trascinata da quel Manuel Pisano che oggi gioca nella Juve, e il Chisola 2007. La strada del Calcio&Coriandoli, infatti, è lunga: inizia il 14 dicembre e va avanti fino alla tre giorni di venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio, quando le migliori dilettanti avranno l’occasione di incrociare i tacchetti con le professioniste.

Ai nastri di partenza del 14 dicembre si schiereranno, come ogni anno, 64 squadre dilettantistiche regionali, 32 per la categoria Under 13 e 32 per la categoria Under 12: Chisola, Pro Eureka, Chieri, Lascaris, Alpignano, Bra, Cheraschese, Saluzzo, Fossano, Pinerolo e tante altre, le società migliori non possono mancare a questo appuntamento.

La prima fase (dal 14 dicembre al 5 gennaio) è organizzata con 8 gironi da quattro squadre: solo le prime due di ogni girone accederanno alla seconda fase. Nella seconda fase (dall’11 al 26 gennaio) le sedici qualificate saranno raggruppate in ulteriori 4 gironi da quattro squadre. Anche in questo caso accederanno alla fase successiva, quella ad eliminazione diretta, le prime due classificate di ciascun girone. Le sfide da dentro o fuori sono in programma dall’1 al 9 febbraio: le magnifiche 8 di ciascuna categoria scenderanno in campo nei quarti di finale, semifinali e finali per aggiudicarsi il titolo regionale.

Le vincitrici delle due categorie saranno ammesse alla fase nazionale con le squadre professioniste (14-15-16 febbraio) dove anche quest’anno sono confermate - come detto - le partecipazioni di Juventus, Torino e Inter, cui si aggiungeranno un’altra società di serie A, due professioniste piemontesi, la vincitrice della fase dilettantistica e ovviamente il Venaria padrone di casa.

Le iscrizioni al torneo sono ancora aperte, ultimi posti a disposizione: un’occasione da non perdere.

RECUPERI 6° GIORNATA - Nel girone A, botta e risposta tra Di Luca e Zani, il Baveno rimane a -3 dalla capolista Pro Eureka. Dylan e Simonetti decidono il replay della gara con il Mirafiori, il Pozzo riprende il Chieri al primo posto del girone C


Finisce 1-1 il recupero della sesta giornata del girone A tra Città di Baveno e Juve Domo, con il botta e risposta nel giro di 5 minuti tra Di Luca e Zani: risultato prestigioso soprattutto per gli ospiti, assestati a metà classifica, mentre i padroni di casa sciupano l’occasione di avvicinarsi alla capolista Pro Eureka e rimangono al secondo posto insieme a Crescentinese e La Biellese, in un vertice di classifica molto affollato.

Ieri è andato in scena anche il replay della partita tra Mirafiori e Pozzomaina, mandata a ripetere perché giocata senza assistenti arbitrali. La squadra allenata da Andrea Mirasola si è ripresa la vittoria (la prima volta era finita 2-4, la ripetizione 1-2 con le reti di Dylan e Simonetti) e ha così agganciato nuovamente il Chieri, con cui divide il comando del girone C a quota 17 punti; il Mirafiori rimane quinto a 13 punti.

CITTA’ DI BAVENO-JUVE DOMO 1-1
RETI: pt 25’ Di Luca (B), 30’ Zani (JD)

MIRAFIORI-POZZOMAINA 1-2
RETI: Dylan, Simonetti (P)

Doppietta dell’attaccante del Vicenza Tommaso Mancini che realizza entrambi i gol di testa. Giovedì di nuovo in campo contro il Belgio


Un esordio in grande stile quello della Nazionale Under 16 al Torneo Val de Marne, che da anni rappresenta una vetrina importante per i giovani talenti. Gli Azzurrini dominano la gara giocata oggi pomeriggio contro la Russia e intascano la prima vittoria (2-1), grazie alla doppietta realizzata dall’attaccante del Vicenza Virtus Tommaso Mancini, marcatore anche in occasione della prima delle due amichevoli giocate dall’Under 16 a settembre contro la Svizzera.

Entrambe le reti segnate di testa: la prima al 17’ del primo tempo che porta in vantaggio gli Azzurrini, la seconda al 38’ per il definitivo 2-1. Supremazia territoriale da parte della squadra di Corradi, che non ha mai corso seri pericoli, ma che al 24’ del primo tempo si è fatta raggiungere dalla rete di Obryvkov, arrivata al termine di un batti e ribatti. La Russia prova a riaprire la gara, ma brava è stata l’Italia a tenere in mano le redini del gioco e a portare a casa il primo successo.

L’Under 16 proseguirà il suo cammino in questo torneo internazionale con il secondo incontro in programma giovedì 31 contro il Belgio (stade G. Peri a Vitry sur Seine ore 14), mentre la terza e ultima partita si giocherà sabato 2 contro la Francia (Complexe Sportif Leo Lagrange a Bonneuil sur Marne ore 16).

L’elenco dei convocati
Portieri: Bryan Bonucci (Inter), Tommaso Bertini (Atalanta);
Difensori: Mattia Motolese (Bologna), Filippo Bedini (Lazio), Gabriele Cagia (Genoa), Matteo Pellegrini (Roma), Etienne Marius Catena (Roma), Iacopo Regonesi (Atalanta), Matteo Falasca (Roma);
Centrocampisti: Riccardo Pagano (Roma), Tommaso Maressa (Juventus), Matteo Toniato (Genoa), Giacomo Faticanti (Roma), Andrea Palella (Genoa), Gabriele Alesi (Milan), Federico Accornero (Genoa);
Attaccanti: Tommaso Mancini (Vicenza Virtus), Nicolò Turco (Juventus), Samuele Vignato (Chievo Verona), Leonardo Rossi (Milan).

Staff - Allenatore: Bernardo Corradi. Assistente allenatore: Domenico Cei; Segretario: Alessandro Lulli; Preparatore atletico: Claudio Donatelli; Preparatore dei portieri: Antonio Chimenti; Medico: Edoardo Gaj; Fisioterapista: Marco Di Salvo.

Fonte: www.figc.it

PANCHINA - L’avventura del tecnico (che sostituisce Marcello Santià) è iniziata con una bella vittoria fuori casa


Roberto Scacchetti è il nuovo allenatore del Kl Pertusa nella categoria Under 17. L’ex allenatore - tra l’altro - di Bacigalupo e Atletico Torino ha sostituito Marcello Santià, con l’obiettivo di rilanciare la squadra del 2003, protagonista di un inizio di campionato piuttosto anonimo, comunque molto lontano dalle aspettative di inizio stagione.

L’esordio è stato molto incoraggiante, con la vittoria per 2-3 sul campo della MoDeRNa Bacigalupo, ottenuto grazie alla doppietta di Iannarelli e alla rete di Raimondi, un successo che ha portato la squadra a quota 7 punti. Ma per ambire alle posizioni di vertice la strada è lunga, visto che le corrazzate Csf Carmagnola e Atletico Torino viaggiano a punteggio pieno.

EVENTO - Stamattina la processione di tutti i tesserati biancoblù per le vie cittadine. Entro metà novembre saranno pronti i due campi in erba sintetica nell'impianto sportivo di via San Grato


Emozioni e abbraccio con la storia questa mattina in casa Volpiano. Con la processione di tutti i tesserati biancoblù dalla chiesa di Piazza Vittorio Emanuele fino all'impianto sportivo di via Trento, si è aperto ufficialmente il periodo di celebrazione del centenario dalla fondazione, che vedrà la società canavesana protagonista di varie iniziative sul territorio, non solo limitate al calcio.

Tra i caposaldi di un progetto tecnico, decisamente rivolto al futuro, vi è sicuramente il calcio femminile, sul quale la società sta compiendo investimenti sempre più ingenti, con la finalità di allestire - in breve tempo - una prima squadra, un Settore giovanile e una Scuola calcio (composta da tutte quante le categorie) interamente "rosa".

La novità più rilevante è relativa alla costruzione - con il patrocinio del Comune di Volpiano - dei due campi sintetici di via San Grato, che verrà ultimata entro la metà del mese di novembre.

Perchè in casa Foxes passato e presente sono sempre elaborati in funzione... del futuro!

Fonte: ufficio stampa Volpiano

GIUDICE SPORTIVO - Vanificata la vittoria per 1-5 della squadra di Andrea Mirasola, che dovrà ripetersi per mantenere il contatto con il Chieri


La larga vittoria del Pozzomaina (1-5) nella partita di domenica scorsa contro il Mirafiori non vale: lo ha deciso il Giudice sportivo, in quanto dal referto “è emerso che l'arbitro ha disputato la partita senza l'ausilio degli assistenti di gara, in violazione del Regolamento Giuoco Calcio che sancisce l'obbligo della presenza degli assistenti di parte nella categoria giovanile”.

Tutto da rifare quindi per la squadra di Andrea Mirasola, che battendo un avversario molto competitivo - come confermano i 10 punti in classifica - aveva tenuto il passo del Chieri, con cui condivideva il comando della classifica a quota 14. Come si legge sul Comunicato ufficiale, il Giudice sportivo ha deliberato “di disporre la ripetizione della gara, dando mandato al Comitato Regionale di disporre una nuova data per la disputa della stessa”.

INTERVISTA - L’allenatore della neonata società del presidente Luciano Ferramosca: “L’importante è che tutti si mettono a disposizione con lo spirito giusto, lavorano bene e mi seguono”


Può solo migliorare l’Atletico Mirafiori classe 2008 di Roberto Militello, una squadra tutta nuova in una società altrettanto nuova, ma che sta rinascendo sulle ceneri di una grande tradizione: gli Esordienti fascia B dell’Atletico Mirafiori (quella che una volta era la Gabetto, erede di uno dei marchi più importanti del calcio torinese), sono la prima e per ora unica squadra di Scuola calcio iscritta dalla neonata società del presidente Luciano Ferramosca, nell’impianto sportivo di strada delle Cacce intitolato agli indimenticati Ale&Ricky.

Le sconfitte, preventivabili per un gruppo appena nato, nelle prime due giornate di campionato non spaventano l’allenatore.

“Abbiamo un bel numero di ragazzini, siamo 13-14: lo zoccolo duro arriva dal Borgaretto, come me, una parte dal Vianney, altro da altre società. Sono tutti bravi ragazzi, nessuno è particolarmente difficile, che è una buona cosa, ma soprattutto nessun genitore mette in difficoltà il nostro lavoro, che è un’ottima cosa”.

Però siete solo all’inizio del percorso e dovete confrontarvi con realtà più risate, come il Chisola affrontato nell’ultima partita.

“Tecnicamente siamo bravi, per quanto la squadra sia ancora da amalgamare. Devo capire bene i ruoli e le potenzialità di ciascuno, anche se a questa età le posizioni in campo possono variare, adesso i ragazzi cominciano ad avere attitudine a ruolo preciso. L’importante è che tutti si mettono a disposizione con lo spirito giusto, lavorano bene e mi seguono. Non abbiamo fenomeni ma una squadra omogenea, giocano sempre tutti senza problemi”.

Squadra nuova in una società nuova: come stanno andando le cose a livello ambientale?

“Bene - conclude Roberto Militello - l’Atletico Mirafiori sta rinascendo in mezzo alle prevedibili difficoltà ma stiamo superando gli ostacoli, passo dopo passo. La dirigenza è a nostra disposizione per farci mancare niente, noi ci adattiamo alla situazione con altrettanta disponibilità. Siamo tutti contenti, lavorare in un ambiente sereno e senza pressioni è fondamentale”.

PANCHINA - Nuova avventura dopo le dimissioni da direttore sportivo: “Proveremo a vincere il campionato provinciale”


Mino Giuliani ricomincia da dove aveva lasciato: l’Atletico Torino. Dopo le dimissioni dal ruolo di direttore sportivo, che risalgono a un mesetto fa per l’incompabilità con gli impegni lavorativi, riparte come allenatore della squadra Under 16 al posto di Simone Pellerino, che si è dimesso la scorsa settimana.

“Ho iniziato la stagione con l’Atletico Torino e qui la continuo - spiega Giuliani - ma con un ruolo diverso, più gestibile con il mio lavoro. Avevo tante richieste, ma ho preferito ricominciare da dove avevo lasciato. Proveremo a vincere il campionato provinciale”. L’inizio è stato incoraggiante: “Sabato abbiamo giocato con il Rivoli, che finora aveva sempre vinto, e li abbiamo fermato sullo 0-0, ma è un risultato che ci sta stretto perché se avessimo vinto nessuno avrebbe potuto protestare, ci e mancata solo un po’ di concretezza in fase offensiva. La squadra c’è, proveremo a imporci già dalla prossima partita contro il Lesna Gold”.