Domenica, 19 Maggio 2024
Giovedì, 14 Settembre 2023 22:22

SuperOscar / Under 19 - Chieri troppo forte, 3-0 senza appello per la conquista del trofeo

Scritto da

FINALE - Troppo Chieri per una generosa Pro Eureka. Dopo una mezz'ora di buon palleggio gli azzurri alzano le marce e passano con Manfredi e Sussetto. Con il risultato in cassaforte nel primo parziale, la ripresa è di amministrazione, con qualche folata che garantisce poi un risultato senza appello.


Senza storia la finalissima di Under 19, vinta con pieno merito dal Chieri di Giorgio Cornelj nei confonti di una Pro Eureka generosa, ma che non è mai riuscita ad impensierire seriamente gli avversari: il finale di 3-0, a conti fatti, rispecchia perfettamente l'andamento della partita.

Emozioni con il contagocce nella prima parte del primo tempo: la prima è della Pro Eureka al 15’, con un bel diagonale di Controneo parato da D’Angelo con un tuffo plastico. Intorno al 20’ esce il Chieri, che spinge sulla sinistra con Gallone: dai suoi traversoni arrivano prima una potenziale occasione per Manfredi, poi un tiro strozzato di Sussetto da ottima posizione. Ma è quella, la corsia mancina, la chiave del gioco impostato da Giorgio Cornelj e i frutti arrivano al 29’, quando il terzo traversone forte e radente di Gallone trova puntuale all’appuntamento con il gol il bomber Manfredi, che taglia sul primo palo con un movimento da attaccante vero e beffa Tomaino con un tocco di esterno. Il vantaggio rompe l’equilibrio non solo nel punteggio, ma anche nel gioco: la Pro Eureka non riesce a reagire, mentre il Chieri – già padrone del campo – acquisisce maggiore sicurezza. Il raddoppio arriva un respiro prima dell’intervallo: Sussetto recupera palla a centrocampo e sfrutta tutta la sua velocità per volare fino in area, grazie a un triangolo con la qualità di Del Monte, e anticipare l’uscita del portiere con una puntatina che vale il 2-0.

Nell’intervallo Simone Pitton prova a scuotere i suoi anche con due sostituzioni, ma senza particolare costrutto, perché il Chieri abbassa il ritmo e non rischia nulla. Anzi, si rende pericoloso all’11’, quando Manfredi si trasforma in assistman e offre una grande palla al compagno di reparto Massaro, che però calcia tra le braccia del portiere. Il sigillo che chiude definitivamente la partita arriva al 24’, quando Guida trova l’incrocio dei pali con un destro a palombella che beffa l’incolpevole Tomaino, che si era appena opposto al tiro a colpo sicuro ancora di Sussetto. La gara sostanzialmente finisce qui, nonostante la buona volontà la Pro Eureka non riesce ad impensierire D'Angelo e anzi proprio nel finale serve un grande intervento di Tomaino per impedire a Di Filippo di rendere il passivo più pesante. 

Alla premiazione, come ciliegina sulla torta di un fantastico torneo, premiato l'instancabile Diego Sussetto come miglior giocatore della manifestazione.

PRO EUREKA-CHIERI 0-3
RETI: pt 29’ Manfredi (C), 36’ Sussetto (C), st 24’ Guida (C)
PRO EUREKA: Tomaino, Rebotti (st 23’ Nicoletti), Ansaloni (st 1’ Tortorella), Cotroneo, Palestro, Cabrini, Gaspardino (st 29’ Costa), Militello (st 1’ Gallo), Paparo (st 32' Canales Flores), Baana, Tornello. A disp. Marcello, Garetto, Cena, Bruni. All. Simone Pitton.
CHIERI: D’Angelo, Rizzo, Croce, Valentini, Bianco, Gallone (st 19’ Sonarae), Ciociola (st 13’ Barbero), Sussetto (st 25’ Chiabotto), Massaro, Del Monte (st 11’ Guida), Manfredi (st 26’ Di Filippo). A disp. Allegretti, Carbone, Castagna, Fasone. All. Giorgio Cornelj.
NOTE: ammoniti st 12’ Massaro (C)

Letto 1747 volte Ultima modifica il Giovedì, 14 Settembre 2023 23:45

Registrati o fai l'accesso e commenta