Lunedì, 27 Maggio 2024

Dopo il successo per 2-0 nel primo incontro disputato martedì, a Telki gli Azzurrini hanno raggiunto il pareggio grazie al gol dell’attaccante della Juventus. Zoratto: “Gruppo di qualità”


È terminata con un pareggio (1-1) la seconda amichevole tra la Nazionale Under 16 e l’Ungheria. Quarantotto ore dopo il successo per 2-0 nel primo incontro disputato martedì, a Telki sotto una fitta pioggia l’Italia è stata costretta ad inseguire i padroni di casa dopo il gol messo a segno al 27’ da Renato Ulbert, raggiungendo il pareggio a inizio ripresa grazie all’attaccante della Juventus Nicolò Turco.

Un risultato che va stretto alla squadra di Daniele Zoratto, che nei primi 45’ ha sfiorato il gol con Federico Accornero e Andrea Palella e nel secondo tempo ha dominato il match, andando più volte vicina al raddoppio ancora con Turco e Samuele Vignato.

“Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni per segnare – il commento di Zoratto – ma la partita è stata abbastanza equilibrata, mentre nella ripresa si è giocato in una sola metà campo. Questo è un gruppo interessante, che nella prima parte di stagione ha fatto bene con Bernardo Corradi in panchina e che anche in queste due partite ha confermato di avere qualità. Ho fatto turn over per vedere all’opera tutti i ragazzi, l’obiettivo nei prossimi mesi è quello di ampliare il gruppo per avere più scelta e poter ovviare ad eventuali infortuni”.

Fonte: www.figc.it

VENARIA - La Dea completa il poker delle professioniste di serie A con Juventus, Torino e Inter; definito anche il quadro delle 64 dilettanti tra 2007 e 2008. Conferenza stampa e presentazione dei calendari lunedì prossimo alle ore 18.30 al Don Mosso


La notizia più attesa riguardava la quarta professionista di serie A che avrebbe partecipato alla fase nazionale del torneo Calcio&Coriandoli: l’attesa è finita e la società del Venaria Reale se l’è cavata - ancora una volta - alla grande, perché insieme a Juventus, Torino e Inter torna l’Atalanta. Dopo due anni il Don Mosso tornerà quindi ad ospitare uno dei Settori giovanili più fulgidi d’Italia, con il derby lombardo e neroazzurro che si affiancherà a quello della Mole nei giorni di venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio, quando andrà in scena la fase finale, cui parteciperanno anche Alessandria, Gozzano e Casale.

Allo spettacolare week end che concluderà il torneo Calcio&Coriandoli si aggiungeranno i Cervotti padroni di casa e la squadra che si imporrà nella lunga fase dilettantistica, che non sarà meno spettacolare, vista la qualità delle partecipanti in arrivo da tutta la regione.

ESORDIENTI 2007 - Venaria, Cheraschese, Saluzzo, Pinerolo, Fossano, Chieri, Bra, Alpignano, Cenisia, Rivarolese, Lascaris, Settimo, Chisola, Sisport, Lucento, Ardor San Francesco, Nichelino Hesperia, Pro Eureka, Volpiano, Torino Fc Spa Squadra Femminile, Juventus Women, Monregale, Mathi Lanzese, San Maurizio, San Mauro, Ciriè, Garino, Mirafiori, Esa, Bacigalupo, River Leinì, Città di Baveno.

ESORDIENTI FASCIA B 2008 - Venaria, Saluzzo, Pinerolo, Cafasse Balangero, Fossano, Chieri, Bra, Cbs, Alpignano, Lascaris, Caselle, Chisola, Sisport, Valdruento, Lucento, Atletico Torino, Caselette, Lesna Gold, Pozzomaina, Pro Eureka, Juventus Women, Crocetta, Monregale, Alicese Orizzonti, Ciriè, Mathi Lanzese, Borgaro, Garino, Centrocampo, River Leinì, Città di Baveno, Pianezza.

Le partite della prima parte del torneo inizieranno il 14 dicembre e proseguiranno fino alle finali del 9 febbraio. Il primo appuntamento da non perdere per tutti i partecipanti, gli addetti ai lavori e i semplici curiosi è fissato per lunedì 2 dicembre alle ore 18.30, quando si terrà la conferenza stampa di presentazione della manifestazione nel la “Sala delle Vittorie” dell’impianto sportivo Don Mosso di Venaria. Nell’occasione verranno svelati i gironi e i calendari della fase regionale di entrambe le categorie partecipanti, Esordienti 2007 ed Esordienti fascia B 2008. Al termine dell’evento seguirà un piccolo buffet.

SOCIETA’ - Ai risultati delle squadre, finora molto deludenti, si aggiunge una difficile situazione gestionale: il totale debitorio supererebbe i 40mila euro


Undici sconfitte su undici partite giocate in Promozione. Ultimo posto in classifica anche in Under 19 regionale (4 punti), in Under 16 e Under 14 (0 punti), iscritte ai provinciali di Torino. Un po’ meglio l’Under 15, quartultima con 7 punti. E due sole squadre iscritte alla Scuola calcio, Esordienti 2007 e Primi calci.

I numeri non dicono tutto, è vero, ma la fotografia sportiva del SanMauro è buia, soprattutto se paragonata ai fasti raggiunti con la gestione del “trio” composto da Valentino Scoglietti, Massimo Bosco e Gigi Milazzo, allontanati dal presidente Gerardo Angelicchio nell’aprile 2018, quando quattro squadre giovanili su cinque erano qualificate ai regionali e gli iscritti nella Scuola calcio si contavano a centinaia.

Come se non bastasse, la notizia degli ultimi giorni: il Comune di San Mauro ha avviato la procedura di sfratto della società dall’impianto sportivo del Parco Einaudi, affidando l’incarico allo studio legale Merani Vivani, attraverso al delibera di Giunta 168/2019. Il problema è annoso: il contratto tra Comune e SanMauro per l’utilizzo di una struttura dove la società sportiva ha piazzato la propria sede è stato firmato nel 2002, da allora le spese non sono mai state pagate. A questo si aggiungono le utenze non pagate negli ultimi due anni (quelle precedenti sono andate in prescrizione), per cui verrà attivata un’altra delibera.

Come scrive “La Nuova Periferia”, il debito maturato per i canoni di locazione è pari a 27.561 euro, gli oneri accessori per gli anni tra il 2017 e il 2019, invece, sono di 13.314 euro. Un totale debitorio di 40.875 euro. Insomma, piove sul bagnato a San Mauro, sul cui futuro calcistico pende un grande punto di domanda: torna lo spettro degli anni bui vissuti fino a pochi anni fa, a meno che a qualche sanmaurese doc non torni la passione per il pallone...

Le nevicate cadute sul Piemonte causano il primo blocco di rinvii della stagione. La delegazione di Cuneo ha già sospeso l’attività provinciale per il week end, di seguito l’elenco delle partite già rinviate nei campionati regionali.


UNDER 19 REGIONALE

GIRONE A
JUVE DOMO-ACCADEMIA BORGOMANERO

GIRONE C
MONREGALE-GIOVANILE CENTALLO

GIRONE D
SANTOSTEFANESE-CBS
CANELLI SDS-REAL ORIONE VALLETTE

UNDER 17 REGIONALE

GIRONE A
JUVE DOMO-BORGOSESIA

GIRONE C
AREA CALCIO ALBA ROERO-CHERASCHESE
MONREGALE-CHISOLA

UNDER 16 REGIONALE

GIRONE C
AREA CALCIO ALBA ROERO-MOREVILLA
OLMO-BRA
CHERASCHESE-BRUINESE

UNDER 15 REGIONALE

GIRONE D
OLMO-FOSSANO
SAVIGLIANO-AREA CALCIO ALBA ROERO
CHERASCHESE-PEDONA BORGO

UNDER 14 REGIONALE

GIRONE D
OLMO-FOSSANO​​​​​​​
PEDONA-CHISOLA
AREA CALCIO ALBA ROERO-MONREGALE

PANCHINE - Cambiano due allenatori, alla guida del gruppo 2006 c’è il vice allenatore e preparatore atletico della Prima squadra. Ecco il comunicato stampa della società


L’A.S.D. Venaria Reale comunica la nuova organizzazione dei quadri tecnici relativi alle categorie Under 14 (2006) e Under 13 (Esordienti 2007, gruppo C).

La società solleva dall’incarico il tecnico degli Esordienti 2007 gruppo C, Maurizio Corti, ringraziandolo per l’impegno profuso fino a questo momento. Al suo posto subentrerà il tecnico Beppe Naretto, che a sua volta lascia la panchina degli Under 14 in favore di Davide De Vita, vice allenatore e preparatore atletico della Prima squadra che svolgerà il doppio incarico.

Fonte: ufficio stampa Venaria

TORNEO - Nell’anno del centenario, al Barcanova vogliono fare le cose in grande. Fulvio Cocchi: “Questa manifestazione è simbolo di tradizione e di sinergia tra le società”. Si parte il 4 gennaio, finali dall’11 al 13 aprile, a seguire il “Memorial Rabitti” con Juventus e Torino


Sono già più di cento le squadre iscritte alla 38° edizione del Pulcino di Pasqua: il record stabilito la scorsa stagione, con 153 squadre ai nastri di partenza, è alla portata anche quest’anno. Un anno particolare, perché a giugno la società organizzatrice del Barcanova festeggerà il suo centenaio.

FULVIO COCCHI: QUESTO TORNEO RAPPRESENTA LA TRADIZIONE DEL NOSTRO CALCIO

“La macchina organizzativa è partita - spiega Fulvio Cocchi, da poco direttore sportivo del Barcanova - e stiamo macinando iscrizioni con grande fluidità. Questo torneo rappresenta una delle più importanti realtà della nostra regione per il settore della Scuola calcio, è un appuntamento imperdibile per chi alimenta e vuole mantenere elevata la tradizione calcistica dei piccoli atleti: cercheremo di essere all’altezza del blasone del Pulcino di Pasqua anche stavolta”.

Il Pulcino di Pasqua è il fiore all’occhiello della società del Barcanova, che nel giugno 2020 spegnerà cento candeline, ma rappresenta un elemento fondamentale per tutto il movimento calcistico torinese e piemontese: “Questo torneo e la sua organizzazione - continua Cocchi - sottolineano l’importanza della collaborazione tra le società dilettantistiche della regione Piemonte, che confluisce e realizza un risultato finale qualitativamente  eccellente sia sotto l’aspetto tecnico che sociale. Ancora una volta, l’alto numero delle adesioni conferma questa sinergia, vedremo al termine delle iscrizioni a quanto saremo arrivati”.

LE DATE DELLA 38° EDIZIONE: SI PARTE IL 4 GENNAIO

Il 38° Pulcino di Pasqua è riservato, come sempre, a quattro categorie: Esordienti (2007 e 2008) e Pulcini (2009 e 2010). La manifestazione inizierà il 4 gennaio 2020, le finali sono fissate dall’11 al 13 aprile. La prima parte di qualificazione, distribuita nei vari campi base del Piemonte, sarà suddivisa in tre fasi: 1^ fase dal 4 gennaio al 2 febbraio; 2^fase dall’8 febbraio al 1 marzo; 3^fase dal 7 al 22 marzo. La manifestazione proseguirà poi nell’impianto del Barcanova  con i play-off  (date ancora da definire) che determineranno le squadre ammesse ai triangolari finali delle singole categorie.

Finali categoria 2010: sabato 11 aprile 2020
Finali Categoria 2009: domenica 12 aprile 2020
Finali categoria 2008: lunedì 13 aprile 2020

Le squadre vincenti del 38° Pulcino di Pasqua nelle tre categorie parteciperanno di diritto al “Memorial Rabitti”, che si svolgerà nei giorni 25 e 26 aprile con la partecipazione delle professioniste: hanno già confermato l’adesione sia il Torino che la Juventus, cui si aggiungeranno altre due società.

9° GIORNATA - Secco 2-0 della capolista al Bra, la squadra di Ballario si impone a Fossano. La Cheraschese batte in rimonta l'Olmo, doppietta del solito Deljalissi.


Al Pinerolo, che aveva vinto sabato, risponde prontamente il Chisola, che vince il big match contro il Bra (2-0 con le firme di Leo e De Robertis) e torna a guardare tutti dall’alto in basso. Ma la classifica rimane cortissima, con le prime tre concentrate in tre punti: subito dietro Chisola e Pine c’è la Giovanile Centallo, che ha vinto per 0-1 sul difficile campo del Fossano grazie al gol di Ceta.

Giornata positiva anche per la Cheraschese, che ha superato per 3-1 l’Olmo rimontando lo svantaggio iniziale grazie alla doppietta di Deljalissi e alla rete di Gallo.

CHERASCHESE-OLMO 3-1
RETI: 2 Deljalissi, Gallo (C), Sadrjia (O)

CHISOLA-BRA 2-0
RETI: Leo, De Robertis

FOSSANO-GIOVANILE CENTALLO 0-1
RETE: Ceta

NICHELINO HESPERIA-AREA CALCIO ALBA ROERO 0-2

RETI: Messina, Palaia

BACIGALUPO-PEDONA 3-1
RETI: Forneris (P), 2 Argento, Posse (B)

MOREVILLA-MONREGALE 1-4
RETI: Racca (Mor), 3 Assamoua, Sagnelli (Mon)

BRUINESE-PINEROLO 0-3
RETI: Bonino, Zhuri, Ghiano

MANOVRE - L’ex Chisola e Pro Vercelli è pronto a ripartire dalla società del presidente Marco Palmiere


Alberto Gusella è pronto a ricominciare dall’Atletico Torino. L’ex direttore sportivo del Chisola (di fatto ha lasciato la società del presidente Luca Atzori con l’arrivo del nuovo allenatore Fabio Nisticò), in passato anche responsabile del Settore giovanile della Pro Vercelli, è pesantemente “corteggiato” da Marco Palmiere, da questa estate presidente della società torinese e intenzionato a riportarla in fretta ai fasti del passato.

Gusella andrebbe ad affiancare il direttore generale Luca Fiore in un ruolo di coordinamento dell’intera società, con la facoltà di indicare gli “uomini operativi” (dopo il cambio di ruolo di Mino Giuliano, ora allenatore dell’Under 16, manca il responsabile del Settore giovanile) e con un occhio di riguardo per la Prima squadra. Elemento da non sottovalutare, Gusella organizza un grande torneo nel periodo di Pasqua, dedicato alla memoria del fratello Stefano: nelle ultime stagioni le partite sono state giocate tra Mirafiori e Chisola, ma non è detto che sia così anche nel 2020.

Dalla società nessuna conferma ufficiale, ma anche nessuna smentita: l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare già nelle prossime ore.

SELEZIONATORI - Confermati Claudio Frasca alla selezione Allievi e Renato Carrain come coordinatore tecnico


Sono Alessandro Goria e Franco Vood i volti nuovi delle Rappresentative regionali Piemonte e Valle d’Aosta: i selezionatori scelti dal Comitato regionale sono stati ufficializzati sul comunicato ufficiale, con la conferma di Claudio Frasca alla selezione Allievi e di Renato Carrain come coordinatore tecnico.

Era scontato l’arrivo di un nome nuovo in Under 19. Al posto di Massimo Frattolillo, che sta facendo benissimo sulla panchina dell’Under 19 nazionale del Fossano, è stato nominato Alessandro Goria, che è stato allenatore di Lucento e Caselle in Eccellenza. Ha tantissima esperienza, anche come direttore sportivo, Franco Vood, che però era fermo da ben 5 stagioni: a lui è stata assegnata la direzione tecnica della squadra dei Giovanissimi, dove prende il posto di Giorgio Tonino. Il tecnico ex Torino non ci è rimasto benissimo, a leggere il suo sfogo (poi rimosso) sui social, ma potrebbe tornare in pista con la Rappresentativa sperimentale Under 16.

CALCIO A UNDICI

Coordinatore Tecnico Rappresentative Calcio a Undici Renato Carrain
Selezionatore Rappresentativa Regionale Juniores Alessandro Goria
Selezionatore Rappresentativa Regionale Femminile Gianluca Riccardi
Selezionatore Rappresentativa Regionale Allievi Claudio Frasca
Selezionatore Rappresentativa Regionale Giovanissimi Franco Vood

CALCIO A CINQUE

Coordinatore Tecnico Rappresentative Calcio a Cinque Antonio Punzurudu
Selezionatore Rappresentativa Regionale Juniores Davide Berardi
Selezionatore Rappresentativa Regionale Femminile Andrea Colella
Selezionatore Rappresentativa Regionale Allievi Matteo Lupo

Selezionatore Rappresentativa Regionale Giovanissimi Rocco De Felice

ACCADEMIA TORINO / WE EVENTI - 70 squadre, 700 tra atleti, istruttori e dirigenti, 1150 biglietti di ingresso: sono i numeri di una grande manifestazione. Riccardo Scotton, allenatore del Canegrate 2007: “Bel torneo e bella esperienza, con squadre di ottimo livello e organizzazione perfetta”


Alla fine Michele e Ettore, gli addetti alla griglia, mandavano via i clienti: “Mi dispiace, abbiamo finito la carne”, dopo una domenica con più di 700 panini con salsiccia e wurstel. È solo una delle cartine di tornasole di una domenica spettacolare: più di 70 squadre in arrivo da quattro regioni hanno riempito l’impianto sportivo del Poligru, per giocare la Hallowen Cup. Non capita spesso che la prima edizione di un torneo sia subito un successo di queste dimensioni non solo dal punto di vista dei numeri, ma anche a livello organizzativo e nella qualità tecnica offerta dalle squadre partecipanti.

PAOLO BONACINA: “RINGRAZIO TUTTE LE SQUADRE CHE HANNO PARTECIPATO”

“Il mister del Canegrate mi ha ringraziato per l’organizzazione e mi ha detto “ci vediamo alla Mole Cup”, il torneo che abbiamo in programma per febbraio. È questa la cosa più importante, se vogliono tornare vuol dire che si sono trovati bene”. Parola di Paolo Bonacina, presidente dell’Accademia Torino Calcio, che ha organizzato la manifestazione insieme a We Eventi. “Ma sono io - continua - che voglio ringraziare tutte le squadre che hanno partecipato, vicine e lontane, anche per la pazienza nei momenti di difficoltà, che ovviamente non sono mancati all’interno di una macchina organizzativa così grande e complessa. E ringrazio i genitori, che passano le festività sui campi da calcio per amore dei propri figli. Anche noi del comitato organizzatore facciamo tutto per passione e vedere i sorrisi della gente ci ripaga di ogni sforzo”.

WE EVENTI - ALDO BRATTI, DONATO GRANIERO E GIORGIA CONTU: "STANCHI MA SODDISFATTI"

Se Aldo Bratti, che con i suoi riccioli ha coperto in lungo e in largo i campi da gioco, commenta con un lapidario ma inequivocabile “È andata da Dio”, a “dare i numeri” ci pensa Donato Graniero, anche lui del comitato organizzatore: “In due giorni di torneo abbiamo staccato 1150 biglietti di ingresso, se sommi più di 700 tra atleti, istruttori e dirigenti… abbiamo ottenuto un risultato davvero notevole. Noi quanti siamo? Sei organizzatori più altre sei persone di staff: siamo stanchi, ma soddisfatti”. Chiude Giorgia Contu, altra anima della We Eventi: “Siamo molto contenti, anche se siamo consapevoli che di cose da migliorare ce ne sono molte: guai a sedersi sugli allori, dobbiamo crescere sempre. Qualche ritardo c’è stato, dovuto anche a imprevisti che comunque siamo stati in grado di gestire, ma devo dire che in generale avrei messo la firma su un torneo riuscito in questo modo”.

PAROLA AGLI ISTRUTTORI - DANIELE BARRA: "TORNEO IMPORTANTE, TUTTE PARTITE EQUILIBRATE E COMBATTUTE"

Alla soddisfazione degli organizzatori fa da eco quella degli istruttori, come Daniele Barra del Torino 2012: “Sono molto contento della nostra partecipazione al torneo, anche se perdere il derby fa sempre arrabbiare devo dire che è stata una giornata importante dal punto di vista tecnico, visto che abbiamo giocato partite equilibrate e combattute anche con le dilettanti”.
La finale che ha chiuso la manifestazione è stata quella degli Esordienti 2007. Riccardo Scotton, allenatore del Canegrate campione, commenta: “Bel torneo e bella esperienza, con squadre di ottimo livello e organizzazione perfetta. Noi siamo andati in crescendo contro avversari come Torino e Bra, sono contento per i ragazzi perché questo è il primo torneo dell’anno in trasferta e lo abbiamo subito vinto. Queste manifestazioni ci servono per migliorare nel ritmo e nell’intensità, fondamentali per formare giocatori pronti per il Milan, la società di cui siamo accademia”.