Sabato, 28 Gennaio 2023
Martedì, 01 Novembre 2022 11:18

Under 17 Regionali / Report - Turricola Terruggia e Fossano si fanno belle. Prime gioie per Cenisia, Alba Calcio e Moderna Mirafiori

Scritto da
Moderna Mirafiori Moderna Mirafiori

IL PUNTO SULLA 7^ GIORNATA - Che giornata per Biellese e Borgosesia. Altomonte decisivo per la sua RG Ticino. Al Lascaris il derby, volano Rosta e Rivarolese. Vittorie esterne di qualità per Cheraschese, Pinerolo, Acqui e Cbs.
 


GIRONE A

E' la giornata del Turricola Terruggia, che grazie alla doppietta di Christian Gega costringe il Città di Baveno alla prima sconfitta stagionale e riprende la marcia verso le zone nobili della classifica. Classifica molto corta e grande equilibrio, visto che ci sono solo 4 punti di distacco tra la vetta e il settimo posto.
In vetta ci torna la Biellese, che agguanta il Baveno dopo il 5-2 rifilato a domicilio all'Accademia Borgomanero. Risultato molto largo, che ha il suo sliding doors all'inizio della ripresa. Dopo un finale di parziale di fuoco, con Bianchi a portare in vantaggio i padroni di casa e Chianese e Foglia Taverna a firmare il sorpasso prima del duplice fischio, al 3' del secondo tempo Brusati ha l'occasione per il 2-2 dal dischetto, ma Furlani si supera e sventa il pericolo. Da lì passano 10 minuti e ancora Foglia Taverna mette la freccia per i bianconeri, che finiranno per dilagare.
Tengono il passo il Volpiano Pianese e lo Sparta Novara. Le foxes guastano l'esordio in panchina del neo tecnico del Casale Nicola Petrucci, succeduto in settimana ad Alberto Piazza, e si impongono per 3-0, confermandosi assieme alla Biellese miglior attacco del girone. Lo Sparta invece ha la meglio del Verbania dopo un incontro davvero incerto e in cui i padroni di casa avrebbero forse meritato qualcosa di più. Nota di merito per i verbanesi la capacità di lottare per due giornate di fila in maniera più che convincente, pur senza il proprio allenatore, visto che Alvaro Corghi ha lasciato per motivi personali. In attesa di un nuovo condottiero al timone, è il preparatore dei portieri Andrea Serra a guidare la squadra, facendo un buon lavoro nonostante le tante difficoltà.
Colpi nel fondo classifica, dove il Borgosesia conquista per la seconda volta di fila 3 punti, stendendo il più quotato Città di Cossato. Giornata nefasta per l'azzurro giallo Negm, che prima fallisce un calcio di rigore, poi viene allontanato dall'arbitro nella ripresa lasciano i suoi in 10.
Vince anche l'Union Novara, che nonostante le difficoltà si dimostra troppo performante per la Strambinese, ferma al palo a 0 punti e a cui non basta per consolarsi la terza rete stagionale messa a referto.
Chiude infine il 3-2 del RG Ticino, che supera l'Ivrea e la aggancia in classifica a 10 punti. Eporediesi ad un passo dalla grande rimonta, con i rigori di Osmani e Chelotti a recuperare le reti del primo tempo di Rondini e Colombo. Ma dopo il due pari, neanche il tempo di festeggiare che Altomonte, entrato dalla panchina, la decide.

GIRONE B

Giornata di festa per Pro Eureka e Lascaris, che non mostrano tentennamenti. La capolista abbatte con un poker il PDHA Evançon, forte del destro caldissimo di Gianluca Coda, autore della tripletta che ha indirizzato l'incontro.
I bianconeri trionfano nel derby con l'Alpignano, piegato 3-1 sotto i colpi di De Luca (doppietta) e Adamo (gol e assist). La punizione di Leccese non basta ai padroni di casa, che si vedono scavalcare da Rosta e Rivarolese.
La squadra di Munno ne fa 3 sul campo del Vanchiglia, staccando così anche i granata, mentre la Rivarolese la risolve negli ultimi minuti grazie a Tonino, sul campo di una Torinese che ha venduto cara la pelle. Gara decisamente sentita e scorbutica, con entrambe le squadre che hanno terminato l'incontro in 9 uomini.
Tris di 2-0 nei restanti incontri. Pesantissimo quello del Cenisia, che nella sfida tra le due squadre che ancora non avevano assaporato la vittoria si impone grazie a doppio Di Chiara, agganciando a 4 punti proprio gli avversari odierni del BSR Grugliasco e il Lucento. Nulla da fare per i ragazzi di Pierro, puniti dallo Spazio Talent Soccer che con una rete per tempo porta a casa la posta piena e sale a 10 punti.
Infine vittoria di qualità anche per il VDA Charvensod, che cerca di uscire dalle secche di una classifica non esaltante e lo fa trascinato dal suo bomber Girardi. La sua doppietta costringe alla sconfitta il più quotato Quincinetto Tavagnasco, che per la prima volta in stagione non trova la via della rete.

GIRONE C

Il Fossano fa l'impresa e impone il pari al Chisola. Vinovesi due volte avanti, ma sempre ripresi, prima da Marku, poi nel finale di gara da Niba e costretti ora alla difficile trasferta di Pinerolo con un agguerrito trio alle proprie spalle.
Vincono infatti tutte le dirette concorrenti, a cominciare dal Nichelino Hesperia, che però fatica non poco ad avere la meglio della Saviglianese. Basta la rete di La Monica al 7' della ripresa per assicurare i 3 punti, ma onore agli avversari che hanno tenuto bene il campo per tutti i 90 minuti, nonostante il divario in classifica. A 18 punti anche la Cheraschese, che non ha tremato dopo il gol di Cia ed è poi riuscita ad avere la meglio del Bra, che a livello di gioco continua a convincere, ma pecca in cinismo davanti e continua a prendere troppi gol, rispetto alle concorrenti.
Vince anche il Pinerolo, che fuori casa stenta maggiormente, ma intanto la porta a casa sulla sirena. Decisivo De Dominicis con una doppietta, mentre al Centallo non basta Bergia, per evitare la 4^ sconfitta di fila e un crollo in classifica che ha allontanato prepotentemente la squadra di Isoardi dalle posizioni di vertice.
Il Pinerolo non può stare tranquillo comunque, perché è sempre tenuto nel mirino dal Cuneo Olmo, vittorioso sul campo del Salice, mentre i pareggi nei due restanti incontri non stravolgono nulla nelle retrovie.
La Bruinese, ancora alla caccia della prima vittoria, va due volte avanti con il Caraglio, ma per due volte viene ripresa e nel caldissimo finale entrambe le squadre restano in 10. Partita stregata per gli ospiti, che si vedono annullare un gol e prendono un grande spavento per l'infortunio occorso a Muneer Metoua, soccorso dall'ambulanza dopo un brutto colpo alla testa, infortunio che ha tenuto l'incontro fermo per mezz'ora.
Sempre a secco di vittorie anche il Beiborg, ma dopo cinque sconfitte di fila il 2-2 con il Busca è un risultato da non buttar via. La prossima con il Nichelino appare fuori portata, ma ben più importanti saranno le prossime tre, che presentano solo scontri diretti.

GIRONE D

Dopo la vittoria di misura della scorsa settimana, il Chieri riparte a macinare gioco e reti piegando senza patemi il Bacigalupo. Resta in vetta a braccetto con l'Acqui, che trova degno avversario nella Novesa, ma alla fine riesce ad imporsi 2-1. Per i ragazzi di Monfredini un mese da incubo, con 4 sconfitte su 4, ma la consapevolezza di aver affrontato in sequenza tutte e tre le migliori della classe ed essersela giocata sempre con coraggio, sapendo di meritare una miglior posizione in classifica.
Nel match di cartello disputato a Tortona, i padroni di casa si inchinano alla Cbs, ma solo per due tiri dal dischetto. Rossoneri quindi terza forza in solitaria e principio di fuga per le tre big. Il Derthona che comunque non esce ridimensionato da questa sconfitta, deve però guardarsi alle spalle, visto che l'Asti incombe a -1 e domenica prossima ci sarà lo scontro diretto. Gli astigiani si fanno sotto vincendo 3-2 contro il Beppe Viola, un incontro per nulla scontato dove gli ospiti sono stati in grado di andare due volte avanti, salvo essere ripresi da Paolin prima e Hoxha poi. Nella ripresa la maggior qualità della panchina dei padroni di casa ha permesso una maggior spinta, concretizzata da Manicone all 33'.
Dopo aver affrontato le prime tre una dietro l'altra il Moncalieri rialza la testa, a farne le spese l'Albese, caduta sotto i colpi di Grivetto e Correale e sfortunata sul 1-0 a colpire una traversa clamorosa con Mainerdo su un bel calcio di punizione.
Nel fondo della classifica infine si muove qualcosa, con le prime vittorie di Alba Calcio e Moderna Mirafiori.
Vittoria rocambolesca per gli albesi, che vanno sopra di due reti, hanno l'occasione per chiuderla definitivamente nel recupero, ma Serra del Canelli è superlativo a sventare il tiro dal dischetto di Guliti. Nella ripresa allora reazione d'orgoglio degli ospiti che rimontano con il rigore di Pernigotti e il 2-2 di Laiolo. Ma il finale è tutto di marca Alba e con il terzo rigore di giornata, con Carrino che non sbaglia, la squadra passa avanti e due minuti dopo Stabile la chiude.
Il Moderna era ancora a secco di punti invece e sceglie la partita migliore per lanciarsi nei primi festeggiamenti. 6-3 pirotecnico al KL Pertusa, ora ultimo in classifica ad 1 punto e al quale non è bastato uno scatenato Alibrandi, autore di tutte e tre le reti dei suoi, per tenere l'incontro su binari congeniali.
Prossimo turno molto interessante, non solo per Chieri-Cbs, ma occhio sulle retrovie, con tre scontri diretti che potrebbero scompaginare le carte.

Registrati o fai l'accesso e commenta