Venerdì, 21 Giugno 2024
Lunedì, 06 Marzo 2023 17:57

Under 17 Regionali / Report - L'Alpignano fa saltare il banco. Caraglio e Beiborg sconquassano le retrovie

Scritto da
Giorgio Manavella - Alpignano Giorgio Manavella - Alpignano

IL PUNTO SULLA 20^ GIORNATA - Nei piani alti oltre all'Alpignano da registrare la frenata della Cbs contro un eccellente Derthona. E' nelle retrovie che si infiammano le sfide con Borgosesia, Union Novara, BSR Grugliasco e Moderna Mirafiori che si uniscono nella speranza al duo del girone C. Che bella giornata per i classe 2007 Zanoia, Galvagno e Stojmenovski.
 


GIRONE A

Neanche un lanciatissimo Casale può fermare la corsa del Volpiano Pianese e le foxes danno una severa lezione ai nero stellati, proseguendo la marcia verso la vittoria del raggruppamento, ormai questione di giorni.
Sono sempre 10 i punti che le separano dallo Sparta Novara secondo e per i novaresi ormai l'importante sarà non sbagliare per tenere ben saldo il 2° posto. Intanto in questo turno arriva una vittoria di qualità, al cospetto di un Verbania in gran forma, che parte anche bene con la rete lampo di Grassi, salvo poi vedersi ribaltata già nel primo tempo. Il solito gol di Enzo Ferrari, dal dischetto, non basta e i padroni di casa mettono un altro piolo nella scala che li porterà alle fasi finali.
Dietro di loro c'è la solita bagarre, con la classifica che da un weekend all'altro può portare tutte le squadre dal paradiso all'inferno e viceversa in un lampo. Se n'è accorto proprio il Verbania, ora 8° a pari merito con il Città di Baveno, che invece rialza la testa dopo un periodo complicato con una vittoria pazza ai danni del Turricola Terruggia. Un 4-3 degno delle migliori gare mozzafiato, con ben 5 reti nel primo tempo e una ripresa dove gli ospiti sono andati ad un passo dalla grande rimonta. Nota di merito per il classe 2007 Zanoia, autore di una doppietta e le cui qualità sono giustamente esaltate dal tecnico Mersini.
Chi ha risalito la china è stata anche la RG Ticino, che nel girone di ritorno, eccezion fatta per la sconfitta con il Città di Cossato, si è dimostrata imbattibile. A farne le spese l'Ivrea, squadra in piena crisi e chiamata a reagire, per non finire risucchiata nella lotta per evitare le ultime tre posizioni. La classifica è molto deficitaria, con per altro il Borgosesia che strappa un pari sul campo del Città di Cossato e si porta a -1, mentre l'Union Novara è a -5 avendo approfittato dell'incontro con la Strambinese per accorciare. Sarà chiarificatore il prossimo weekend, che intreccia i destini delle tre squadre e dell'Accademia Borgomanero, anch'essa pericolante dopo l'1-0 subito in casa di una Biellese che vuole invece puntare a ben altri lidi.
Alla 21^ quindi riflettori sulla zona calda per degli spareggi veri e propri: Borgosesia-Union Novara e Accademia Borgomanero-Ivrea.

GIRONE B

Colpo gobbo dell'Alpignano, che vendica la sconfitta casalinga dell'andata piegando il Lascaris a domicilio grazie al guizzo di Davide Carnevale. Seconda battuta stagionale per i ragazzi di Mirasola, che ora devono guardarsi le spalle avendo il Quincinetto Tavagnasco a soli tre punti. Ma i bianconeri dovranno fare occhio al trenino di inseguitrici, staccate l'una dall'altra di un solo punto, viste le vittorie proprio del Quincinetto e della Pro Eureka. La squadra di Contiero risolve la pratica Charvensod con molta difficoltà, a risolverla è Vitale nel finale di gara dopo la doppietta di Suquet, con tanto di rimonta visto il 2-1 dei valdostani. La Pro Eureka invece non ha problemi con il PDHA Evançon e si regala il secondo 5-0 consecutivo. Occhio alle compagini di Davin e Manavella, sulla carta sono quelle con il calendario più semplice da qui alla fine, anche se proprio la squadra di Manavella è chiamata ad un'altra prova del 9 il prossimo turno, visto che ad Alpignano arriva il Quincinetto.
Alle loro spalle guai a sottovalutare il Vanchiglia, staccato sempre di quattro lunghezze dal 4° posto dopo il 3-1 rifilato al Rosta a domicilio. Affermazione che taglia definitivamente fuori i bianco rossi dalla corsa alle fasi finali, mentre i granata proveranno ad arrivare alla doppia sfida con Pro Eureka e Lascaris tenendosi incollati ai tubi di scappamento avversari. Occorrerà prima però non sbagliare con Torinese e Spazio Talent Soccer.
Se da un lato la Torinese aspetta solo il verdetto della matematica per certificare la retrocessione, vista anche la pesantissima sconfitta subita per mano della Rivarolese, guidata da un sontuoso Battaglia e in piena corsa per la salvezza diretta, più complicata potrà essere la sfida allo Spazio Talent Soccer. La compagine di Mugavero è in mezzo al terzetto composto da VDA Charvensod e Rivarolese, separate le une dalle altre da un punto e pronte alla corsa finale per strappare l'ottavo posto, ora appannaggio dei valdostani. Servirebbe un po' di continuità in più che manca a tutte tre, cosa che invece ha trovato il Lucento di Pierro, sempre più padrone del proprio destino e decisamente più sereno a quota 31 dopo il 3-1 sul campo proprio del STS.
Festeggia anche il BSR Grugliasco, che non centrava la vittoria dall'ultima di andata e lo fa ai danni del Cenisia. Marroni e Cencig affondano probabilmente le residue speranze delle violette, mentre permettono ai bianco rossi di scavalcare il PDHA Evançon di due punti e riportarsi in zona playout. Prossimo weekend può decidersi tutto, a Grugliasco arrivano proprio i ponsènmartinèt.

GIRONE C

Chisola e Nichelino Hesperia proseguono la loro sfida a distanza a suon di vittorie. I vinovesi hanno la meglio di una avversario ostico come il Fossano, che con il solito Mondino trova un momentaneo pari, vanificato poi da Simonetti e Sarkis. Il Nichelino aveva sulla carta un incontro più semplice, ma come all'andata trova nella Saviglianese un avversario davvero ostico e chiude l'incontro vincendo di misura. Basta un minuto ai ragazzi di Bert per sfoderare tutto il loro potenziale, tanto intercorre tra il gol di Dell'Aquila e il raddoppio di La Monica. Berrite nella ripresa mette apprensione, ma alla fine i 3 punti vanno a Nichelino.
La Cheraschese fa un altro passo avanti verso le fasi finali, rafforzando il terzo posto grazie alla vittoria sul Bra e al concomitante pareggio del Pinerolo con la Giovanile Centallo. I giallo rossi cedono dopo un buon incontro, penalizzati dal rosso a Lorini a metà ripresa, mentre per la squadra di Scarzello è un'altra finale vinta. Impossibile rilassarsi, il calendario è tremendo da qui alla fine e i suoi ragazzi dovranno mantenere la massima concentrazione fino all'ultima giornata.
Rallenta come detto il Pinerolo, due volte avanti e due volte ripreso da una Giovanile Centallo che ha come obbiettivo finire al meglio un tranquillo campionato. Per la squadra di Primerano comunque un punto guadagnato sul Fossano, ora a -4.
Nel fondo classifica arrivano dei botti importanti, che rendono questo finale di stagione decisamente interessante.
Il Caraglio dopo otto sconfitte consecutive torna a far punti, dopo dieci giornate torna alla vittoria e lo fa probabilmente nella sfida più importante dell'anno. Perdere a Bruino avrebbe voluto dire veder scappare gli avversari diretti, ma così non è stato. Dopo un incontro tiratissimo, a deciderla è il rigore di Samuele Beltramo a due minuti dal 90', per 3 punti che valgono doppio: aggancio in classifica alla diretta concorrente e vantaggio negli scontri diretti. Ora prova del 9 per entrambe: prossime tre gare scontri diretti decisivi per la Bruinese; situazione identica per il Caraglio, dopo però il prossimo impegno con il Fossano.
Con questa vittoria anche la Saviglianese ora deve guardarsi le spalle, così come il Busca, travolto dal Beiborg per un'altra vittoria esterna delicatissima. 4-1 pesantissimo che rilancia le speranze playout dei ragazzi di Borgaretto, che alla prossima con il Nichelino non avranno nulla da perdere, ma non potranno sbagliare le seguenti con Bruinese, Caraglio e Saviglianese.

GIRONE D

Tutto facile per il Chieri, che colpito a freddo da Dedaj risponde con rabbia al Bacigalupo e finisce per stravincere. Protagonista Galvagno, che dopo al tripletta con l'Under 16 fa il bis nella categoria superiore. La bella giornata dei 2007 è completata da Stojmenovski, anch'egli in rete 6 volte tra sabato e domenica. Con i 2006 gli basta mettere la firma finale nel 4-0 del suo Asti al Beppe Viola.
Poker importante perché permette agli astigiani, guidati nel nuovo corso dal neo tecnico Raffaele Senatore, di scavalcare il Derthona, che però non fa certo drammi visto l'ottimo pareggio strappato alla terza forza Cbs. Succede tutto nel finale del primo tempo, con il botta e risposta tra Perez e Urlovas nell'arco di due minuti.
Il pari rosso nero permette all'Acqui di tornare a +4 e rafforzare il secondo posto. Nulla da fare per la Novese, in vantaggio con Benedettino, ma travolta poi da Gillardo e compagni.
Di rilievo ultime vittorie di giornata.
Il Moncalieri ruggisce contro l'Albese, espugna il campo avverso 3-1 e frena le ambizioni avversarie, ora perfettamente divise tra un occhio alle posizioni che precedono e uno a quelle che seguono: sono sempre 6 le lunghezze che separano la compagine di Marcarino da fasi finali e playout. Le prossime due gare con Novese e Bacigalupo possono indirizzare definitivamente la stagione dei ragazzi di Alba e discorso simile può fare il Moncalieri, che ha un trittico di gare sulla carta semplici, tanto per arrivare all'ultimo mese assolutamente tranquillo
Si fa sotto l'Alba Calcio, che come il Moncalieri chiude 3-1 il suo incontro sul campo del Canelli e in virtù della classifica avulsa si piazza all'ottavo posto, a pari merito con la Novese (con cui giocherà all'ultima di campionato).
Infine importantissimo tris anche per il Moderna Mirafiori, che dispone del fanalino KL Pertusa per far sua la prima vittoria del girone di ritorno e agguantare a 12 punti il Beppe Viola. Ora Canelli e poi proprio Beppe Viola, la possibilità di giocarsi gli spareggi passa tutta da queste due gare.

Registrati o fai l'accesso e commenta