Sabato, 15 Giugno 2024
Lunedì, 23 Gennaio 2023 13:37

Under 17 Regionali / Report - Il Lucento blocca la capolista. Esordio con gol in casa Volpiano Pianese, Chisola e Moncalieri

Scritto da
Alessandro Pierro - Lucento Alessandro Pierro - Lucento

IL PUNTO SULLA 14^ GIORNATA - Vittorie eccellenti per Sparta Novara, Volpiano Pianese, Alpignano, Vanchiglia, Giovanile Centallo e Alba Calcio. Girone D diviso in tre tronconi, nel C i primi 8 posti sono pressoché decisi. Grande rimonta del Borgosesia.
 


GIRONE A

Tante gare incerte e due affermazioni nette in questa prima di ritorno. Le due battistrada non hanno alcun problema, ma se non sorprende il 5-0 con cui la Biellese ha avuto la meglio del fanalino Strambinese, ben più rumoroso il 7-2 con cui il Volpiano Pianese ha sommerso un avversario non banale come l'Ivrea. La squadra di Malagrinò viene colpita a freddo da Vanotti, risponde con Lucca, ma nel primo parziale trova pane per i suoi denti. Negli spogliatoi scatta qualcosa e alla ripresa le volpi si divorano la squadra avversaria, con ciliegina sulla torta la rete all'esordio in campionato del terzino Nicolò Davin, arrivato dal Casale.
Tiene il passo anche lo Sparta Novara, dopo la grande vittoria in casa del Città di Baveno. Novaresi che indirizzano la gara tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo, ma non hanno fatto i conti con la reazione rabbiosa della squadra di Mersini, che in 10 minuti agguanta il pari grazie a Ceglia e Pingitore. La gara sembra indirizzata verso il pari, ma a 3' dalla fine Baccin piazza la zampata vincente che regala il terzo posto in solitaria. Baveno quindi staccato di 4 punti e superato dal Città di Cossato, che fatica non poco per avere la meglio dell'Union Novara. Ago illude la squadra di Lizza, ma ci pensano Puppio e Barbotti a ribaltare tutto.
Sotto il Baveno è ressa, con una ridda di squadra che fanno l'elastico tra speranze di 4° posto e un occhio dietro per non uscire dalle migliori 8. Ivrea a 22 braccata ora dall'Accademia Borgomanero a 21, dopo la vittoria di quest'ultima sul Casale, fermo a 18. Scavalcano i nero stellati i ragazzi della RG Ticino, dopo il rocambolesco 5-3 rifilato al Verbania. La squadra di Ferrari, tornato in pianta stabile nella sua categoria e subito in gran spolvero con la doppietta nel recupero e nella sconfitta di domenica, non riesce a dare seguito al bel 4-0 rifilato al Borgosesia in settimana e torna quindi al 12° posto, a causa proprio della vittoria dei granata sul Turricola Terruggia. Gara pazzesca, con gli ospiti avanti 3-1 al duplice fischio e ribaltati completamente dalla ripresa perfetta dei ragazzi del vercellese. Girone davvero incerto ed emozionante, Strambinese a parte, tutte le posizioni non hanno un vero padrone e ci sarà da divertirsi fino all'ultima giornata.

GIRONE B

Comincia bene il girone di ritorno il Lucento di Alessandro Pierro. Un ottimo pari senza reti al cospetto della capolista Pro Eureka, per una squadra che ha decisamente trovato la quadra, dopo un inizio di stagione davvero complicato. Nessuna catastrofe ovviamente per i ragazzi di Settimo, ma ora il distacco sul Lascaris è di soli 2 punti, dopo il tennistico 6-0 che i bianconeri hanno rifilato all'impotente PDHA Evançon. Stesso risultato con cui la 4^ forza Rosta si è imposta sulla Torinese, riaccendendo immediatamente il duello con l'Alpignano, anch'esso vincente e appaiato a 28 punti. Affermazione di rilievo quella dei ragazzi di Manavella, al cospetto di un Grugliasco affamato di punti e colta in piena emergenza. Tante le defezioni, che costringono il tecnico ad imbottire la panchina di ragazzi del 2007 e fare di necessità virtù nell'undici di partenza, con Gioannini nell'inedita veste di attaccante. La mossa paga eccome, con il 6 bianco azzurro (ma questa volta con il 9 sulle spalle) in rete già al 7'. Conti illude i bianco rossi, ma nella ripresa il rigore di Baschirotto li condanna e nel finale eccesso di nervosismo, con Cencig e Arva allontanati dal direttore di gara, assenza pesantissime in vista dello scontro diretto con il Lucento della prossima giornata.
Non perdono terreno per la corsa ai primi 4 posti Quincinetto Tavagnasco e Vanchiglia. I primi regolano con un convincente 4-0 il Cenisia, con una prova che soddisfa il tecnico Contiero: "I ragazzi oggi si sono divertiti e hanno divertito, segno del buon lavoro che stiamo facendo. E voglio sottolineare la grande crescita di Melis, ormai imprescindibile davanti alla difesa, e un Suquet sempre più decisivo. Tutti stanno dando il meglio a ruota". Il Vanchiglia dal canto suo ha davanti un avversario tosto come il VDA Charvensod ed è costretto agli straordinari per averne la meglio. Sotto 2-1 non si scompone e con Lanzafame e Burnescu strappa i 3 punti, con l'unico neo l'espulsione di Vitale nel recupero.
Con Cenisia e Torinese in situazione critica, cinque squadre lottano per evitare la retrocessione diretta e al contempo conquistare l'ottava piazza, attualmente occupata dal Lucento, ultima valida per la partecipazione al prossimo campionato Juniores Regionale. In questa ressa coinvolte anche Spazio Talent Soccer e Rivarolese, che però non fanno grandi passi avanti, spartendosi la posta. Rammarico per la squadra ospite, che gioca un'eccellente incontro, ma sbatte contro la concretezza degli avversari, guidati dall'ottimo Ojeake. Per la squadra di Scalone comunque due note positive: il vantaggio mantenuto negli scontri diretti (visto il 4-1 dell'andata) e un punticino che dà respiro dopo quattro sconfitte consecutive.

GIRONE C

Tante vittorie secche, ma in alcuni casi con andamenti nient'affatto scontati. Vince il Chisola, ma la prova del Caraglio è coraggiosa e soddisfa appieno il tecnico Dottore, che ha visto i suoi tenere egregiamente viva la gara fino all'ultimo e subire la rete che ha chiuso ogni discorso solo nel finale. Da sottolineare per la squadra di Vinovo proprio il 2-0, siglato dal neo arrivato Trombini.
La capolista vince con lo stesso risultato, ma che fatica contro una bellissima Cheraschese. Anche qui, l'allenatore dei padroni di casa Scarzello è fiero della prestazione offerta dai suoi, puniti oltremodo dal rosso comminato all'estremo difensore Lanzardo nella ripresa. Con l'uomo in più la compagine di Bert trova maggiori spazi e alla fine riesce a bucare l'ostinata difesa avversaria.
Insidia la 3^ piazza dei nero bianchi il Pinerolo, sempre vittorioso per 2-0 sulla Bruinese. Anche in questo caso è stato necessario il secondo tempo per perforare la retroguardia avversaria, che nonostante la pressione ha disputato una gara ordinata e di spessore ed ha finito per capitolare solo a causa di due disattenzioni, uscendo comunque tra gli applausi.
Tiene il passo delle migliori e fa un favore a Bruinese e Caraglio il Bra, che spegne le velleità del Beiborg con un rotondo 3-0. Risultato che non tragga in inganno, perché i giallo rossi di Policaro hanno faticato al cospetto di un avversario che riceve l'onore delle armi proprio dal tecnico braidese: "Sono contento della vittoria, abbiamo faticato al cospetto di un avversario davvero ostico, ci tengo a rimarcarlo più volte. Hanno appena vinto il torneo Caduti di Superga e hanno dimostrato tutto il loro valore, sono convinto abbiano le qualità per salvarsi. Per questo sono molto fiero della forza e della tenuta mentale mostrata dai miei ragazzi. Veniamo da un periodo difficile, con tante defezioni, ma dopo un primo tempo complicato sono stati bravi nella ripresa a reagire, giocando bene e portando a casa un bel 3-0".
Più secche le restanti vittorie, che sembrano delineare in maniera netta la classifica per i primi otto posti. Il Fossano non ha problemi con il Salice, pronto al nuovo corso di Aurelio Seoni, a cui spetta un compito improbo. Da incorniciare la prestazione di Mondino, autore di un bel poker.
Poker che realizza la Giovanile Centallo, un 4-1 pesantissimo ai danni della Saviglianese, visto che di fatto taglia in due la classifica, anche a seguito dell'affermazione del Cuneo Olmo sul Busca. Tra 8^ e 9^ piazza ci sono ora 9 lunghezze, sembra ci sarà da definire solo chi giocherà gli spareggi salvezza e chi retrocederà direttamente.

GIRONE D

Molto più incerta la situazione in questo raggruppamento, in tutte le zone calde. L'Acqui in vetta riparte con il piede giusto piegando il Canelli e attende ora il Chieri, impegnato nel posticipo con il Beppe Viola.
Alle sue spalle brusca frenata di tutte le inseguitrici. Soddisfazione per l'Asti, che in rimonta blocca la Cbs sull'1-1, con Paolin chiamato a rispondere al vantaggio di Celano. Un punto a testa che allontana la vetta, ma consente di mantenere inalterato il distacco sul duo Derthona e Moncalieri, dopo la scoppiettante gara che le ha viste protagoniste. Anche in questo caso risultato che sicuramente soddisfa maggiormente gli ospiti, sotto 2-0 e capaci di rimontare grazie alla doppietta di David Paolo Raoof. Esordio col botto per l'ex Sisport e Vanchiglia, che da difensore risulta subito decisivo e permette al suo Moncalieri di proseguire l'ottimo trend, portando ad otto la sfilza di risultati utili consecutivi.
Dietro c'è grande ressa, con quattro squadre per due posti. Cade il Bacigalupo, sorpreso in casa dall'Alba Calcio e nuovamente invischiato nella lotta per evitare gli spareggi, distanti ora solo un punto. Appaiato ai nero azzurri l'Albese del tecnico Marcarino. Il Pertusa vende cara la pelle e sogna il secondo punto stagionale per buona parte di gara, dopo le reti di Voghera e il pari di Moetz. Ma nell'ultimo quarto d'ora i padroni di casa trovano gli spiragli giusti e dilagano. Vittoria che tiene dietro la Novese, senza patemi contro un Moderna Mirafiori che ha cambiato guida tecnica e dovrà cercare di allontanarsi dal baratro delle ultime tre posizioni.

Registrati o fai l'accesso e commenta