Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Lunedì, 14 Novembre 2022 16:55

Under 17 Regionali / Report - Verbania, Lucento e Caraglio rialzano la testa. Chi può fermare Nichelino Hesperia e Chieri?

Scritto da
Verbania Verbania

IL PUNTO SULLA 9^ GIORNATA - Lucca sempre più leader della marcatori con la doppietta odierna. Che ressa nel girone B. Il Derthona esce sconfitto tra gli applausi, la Cheraschese strappa il pari a Vinovo. Fossano al top.
 


GIRONE A

Dopo tre vittorie consecutive si arresta la risalita del Borgosesia, ma contro la capolista Biellese c'era veramente poco da fare. Per i bianconeri ora si apre un mese di fuoco, di seguito tutte le quattro inseguitrici, prima del giro di boa. Se la squadra di Amorosi vuole puntare in alto, dovrà dimostrare tutta la sua classe in questo tour de force da brividi.
Sempre pronto ad approfittare di un passo falso il Volpiano Pianese, ma per avere la meglio del Turricola Terruggia sono serviti due calci di rigore.Il secondo poi, con conseguente espulsione di Rizzi, ha spianato la strada a Lucca e soci.
Dopo due sconfitte consecutive torna a vincere il Città di Baveno e lo fa su un campo tutt'altro che semplice come quello dell'Accademia Borgomanero, e in maniera nient'affatto banale, con un pirotecnico 4-3. Terzo posto confermato, in coppia con lo Sparta Novara, che dal canto suo ferma a tre i risultati utili del RG Ticino e conquista la quarta vittoria di fila, per altro in rimonta in questo turno.
Da segnalare la vittoria del Verbania, che schianta il fanalino Strambinese per 4-0 e cerca di risollevarsi da una situazione decisamente critica. Prestazione forse inferiore ad altre offerte dai verbanesi, ma che porta al trittico di scontri diretti con la consapevolezza di doversi giocare il tutto per tutto. Il poker messo a referto inoltre è tutto per il neo tecnico Andrea Serra, che da allenatore dei portieri si è preso in carico questi ragazzi e ora potrà dedicarsi completamente a loro.

Chiudono la giornata due pareggi. In Casale-Union Novara botta e risposta in un quarto d'ora nel pieno del secondo tempo: Cancellieri prova a lanciare i nero stellati, ma Naldi risponde e tiene quindi la classifica corta.
Primo pari invece per il Città di Cossato, che vede ancora esaltarsi il proprio estremo difensore Beskorovaynyy, capace di sventare un calcio di rigore, passa con Negm sempre dal dischetto e subisce poi il prepotente ritorno dell'Ivrea. Il 2-1 degli eporediesi, concretizzato in soli 3' nella ripresa, dura però poco tempo e Lamay fissa il definitivo 2-2, che cambia poco per entrambe.

GIRONE B

Colpaccio del Lucento, che dopo sette giornate torna a riassaporare il gusto della vittoria. A farne le spese un avversario non da poco come il Quincinetto Tavagnasco, fresco di vittoria sull'Alpignano. Lucento che passa alla mezz'ora con Kharassane e nelle ripresa avrebbe l'occasione d'oro per chiuderla dal dischetto, ma Gazzola è superlativo su Gerace. Solo all'ultimo respiro arriverà la rete della sicurezza di Toscano e la squadra di Pierro può ora preparare lo scontro diretto con il Cenisia, con il morale decisamente più alto.
Guardando le posizioni di vertice, vincono le prime tre, senza grossi patemi.
Per Alberto Piazza non ci poteva essere esordio peggiore sulla panchina della Torinese, la capolista Pro Eureka non ha infatti lasciato scampo. Sarà molto più importante preparare al meglio la prossima gara con il BSR Grugliasco.
Il Lascaris ha vinto la sfida più ostica, con un ottimo 3-0 sul campo del Rosta. I biancorossi restano quarti, ma devono guardarsi le spalle dall'Alpignano, che torna col fiato sul collo dopo il 2-0 targato Baschirotto rifilato al Cenisia.
Infine il Vanchiglia si prende la terza piazza travolgendo 5-0 lo Spazio Talent Soccer. Vitale protagonista con una tripletta, ma c'è gioia anche per Kacari e per la seconda rete consecutiva di Burnescu, per lui il modo migliore di festeggiare il compleanno.
Tra Vanchiglia 3° e 8° posto ci sono solo 3 lunghezze, quindi anche VDA Charvensod e Rivarolese in piena corsa. I primi travolgono il PDHA Evançon nel derby della Val d'Aosta, un 5-1 senza appello. La Rivarolese invece trova pane per i suoi denti contro il BSR Grugliasco, che vuol dare seguito alla vittoria allo scadere dello scorso turno e costringe gli avversari agli straordinari. Due volte avanti, i padroni di casa si inchinano solo a due tiri dal dischetto, con Fiorenza prima e Gallo poi bravi a restare freddi e regalare un punto i rimonta agli ospiti.

GIRONE C

Non si ferma l'imbattibile Nichelino Hesperia di Elio Bert e il 3-1 sul campo del Salice permette alla squadra di allungare, complice l'1-1 delle dirette inseguitrici. Gara indirizzata dal sempre decisivo Unkponmwan, prima con la rete del 1-0, poi con l'assist per il gol di Noviello. A chiudere i giochi la bella rete di Di Pasquale, che recupera palla a destra, rientra e con un bel tiro a giro insacca.
Chisola e Cheraschese quindi si spartiscono la posta, con un botta e risposta nell'arco di pochi minuti firmato Sarkis e Costamagna. Chisola che ancora non conosce sconfitta, e certo la Cheraschese può dirsi soddisfatta per essere uscita imbattuta da un campo dove fin'ora avevano perso tutti.
5 punti dietro ecco la coppia Fossano-Pinerolo. Lo scontro diretto poteva allungare la classifica, ma i ragazzi di Chiapella hanno mostrato i muscoli, passando nel finale di gara con Podio ed agguantando la diretta concorrente. Per le prime quattro posizioni, ci sarà da fare i conti con loro fino alla fine.
Manca l'occasione di accompagnare il duo il Cuneo Olmo, che va tre volte avanti con la Giovanile Centallo, ma viene ripreso tutte le volte. Reazione da grande squadra quella dei rosso blu, visto il valore dell'avversario e il periodo nero, visto che arrivavano da cinque sconfitte di fila.
E non vinceva da quattro gare (l'ultima proprio con il Centallo) anche il Bra, che si riprende schiantando il Busca 10-1. "Dopo queste sconfitte, alcune immeritate per quanto fatto vedere in campo, soprattutto contro Chisola e Cheraschese, oggi finalmente molto bene. Ripartiamo da qui e vediamo se piano piano riusciamo a risalire la china" il commento del tecnico giallo rosso Policaro. Ora però per i suoi ragazzi una trasferta durissima, si va in casa della capolista.
Il tecnico del Busca Paride Bianco, espulso nel corso della gara, ha di che lamentarsi: "Arbitraggio negativo, non mi metto a fare questioni sul 9-0, questa espulsione non sta né in cielo, né in terra".
Nelle retrovie importantissima vittoria del Caraglio, la seconda in stagione e primi punti fuori casa. Piegata 2-1 la Saviglianese, a cui non basta Ndoja su rigore. Eroe di giornata Andrea Dalmasso, che dopo il pari sempre dal dischetto di Naji Yassine, va a deciderla in pieno recupero.
Infine pari fratricida tra Bruinese e Beiborg. Entrambe ancora a 0 vittorie, se non altro rosicchiano un punticino alla Saviglianese, 11^. Si rammarica maggiormente la Bruinese, che controlla l'incontro e subisce la rete avversaria con uno sfortunato autogol.

GIRONE D

Non basta al Derthona una prestazione di altissimo spessore, alla fine il Chieri passa comunque e resta a punteggio pieno. Incontro vibrante, con la squadra di Balduzzi capace di andare due volte in vantaggio, ma ripresa in entrambe le occasioni. Sarà poi Cristina a siglare il gol della vittoria, con gli azzurri bravi a tenere duro gli ultimi minuti, giocati con l'uomo in meno.
Dopo l'inaspettata sconfitta dello scorso weekend, riprende a correre l'Acqui e lo fa con una prova maiuscola, che permette agli alessandrini di stendere 3-0 la Cbs a domicilio. Per i nerazzurri seconda sconfitta in altrettanti scontri diretti con le prime della classe e ad approfittarne è l'Asti, che espugna 2-0 Alba e sale quindi a 19 punti.
Aveva una buona chance per portarsi a -2 dal 4° posto l'Albese, ma nonostante una buona gara, cade pesantemente sotto i colpi di un solidissimo Bacigalupo. 4-1 per la squadra di Maiani, con il rigore di Franza parato da Ribero come ciliegina sulla torta.
Come i nero azzurri, 13 punti anche per il Moncalieri, che lascia inguaiato il Canelli dopo il 2-1 targato Calabrese-Correale. Bravi i ragazzi di Giorgio Torri a rispondere al momentaneo pari di Messina e a tenere il risultato nell'ultimo quarto d'ora, disputato con l'uomo in meno per il rosso comminato a Floresta.
Stacca di 5 lunghezze la terzultima posizione, la Novese, in scioltezza sul KL Pertusa, mentre Moderna Mirafiori e Beppe Viola non vanno oltre l'1-1. Partita scorbutica, come si addice ad un acceso incontro per la salvezza, ma dove soprattutto nel secondo parziale, si è giocato davvero poco. Una curiosità in casa Beppe Viola, la presenza in campo contemporaneamente di due coppie di gemelli (De Paoli e Guido), fatto più unico che raro.

Registrati o fai l'accesso e commenta