Lunedì, 27 Maggio 2024
Mercoledì, 09 Novembre 2022 14:05

Under 16 Regionali / Report - Pareggi da urlo in Alba Calcio Pinerolo e Sparta Novara-Ivrea

Scritto da
Mattia Trinchero, uno dei protagonisti dell'Alba Calcio Mattia Trinchero, uno dei protagonisti dell'Alba Calcio

IL PUNTO SULL'8^ GIORNATA - Alpignano e Beppe Viola crescono nella sconfitta.Per Strambinese, Quincinetto Tavagnasco, Salice e Pozzomaina 3 punti preziosi.
 


GIRONE A

L'incontro di cartello tra Sparta Novara ed Ivrea non ha deluso le attese ed è venuto fuori un 3-3 pirotecnico e ricco di pathos. Touti porta sul 2-0 gli eporediesi, ma Crespi e Prudnikov la riagguantano prima della ripresa. Gilardi si supera in diverse occasioni, ancora Crespi in apertura di secondo tempo dal dischetto manda i novaresi sul 3-2, e complici anche le espulsioni di Faccin e Toscano sembra potersi concretizzare il colpaccio, con tanto di prima sconfitta per la capolista. Ma guai a sottovalutare questo Ivrea, che con grinta strappa il pari a tre minuti dalla fine grazie a Dublino.
Un punto prezioso guadagnato, che però permette alla Biellese di riprendersi momentaneamente la vetta in solitaria e al Volpiano Pianese di concretizzare l'aggancio a 20 punti.
Per i bianconeri ottima prova di forza contro la Pro Eureka e nel 5-2 finale c'è spazio per il ritorno al gol di Nicolello, rientrato dopo due giornate di squalifica. Ancor più in scioltezza la squadra di Uranio, travolto l'Oleggio 7-1.
Avanti senza problemi anche il Casale (5-2 e sorpasso sull'Accademia Borgomanero) e il Città di Baveno (6-0 su un Union Novara che regge un tempo). Entrambe a 13 lunghezze, rosicchiano due punti sul 4° posto, provando a rimanere incollate il più possibile al treno per le fasi finali.
Stravince anche la Juventus Domo, travolto il Santhià 6-0 e classifica che va delineandosi, con le posizioni dalla 10^ alla 14^ che saranno verosimilmente quelle coinvolte per la lotta per non retrocedere. 
L'unica vittoria tirata è quella della Strambinese, che si porta a casa il secondo successo stagionale avendo la meglio del Romagnano per 2-1 e portandosi a 6 punti come gli avversari. Ora altro scontro diretto con l'Oleggio, per cercare di mettere altro margine sulle ultime tre posizioni.

GIRONE B

Giornata ricca di pareggi, che non stravolgono la classifica, ma raccontano partite accese e divertenti.
Vanchiglia-Cenisia quella con il finale più incredibile. I granata vanno avanti in apertura di gara con De Luca, sembrano portarla a casa, ma Dalipi agguanta il pari nel finale. Il tempo di riassestarsi che il Vanchiglia usufruisce di un calcio di rigore, Carnino tira sulla traversa e i padroni di casa lamentano che la palla ha attraversato la linea di porta, ma l'arbitro non è dello stesso avviso. Quasi sulla sirena poi espulso Botti e squadre che si dividono la posta.
Resta appaiato al Vanchiglia a 13 punti il VDA Charvensod, che prova a fare lo scherzetto al Lucento, ma dopo il vantaggio di Lahmadi il pari arriva con Mossucca già nel primo tempo e il risultato tiene fino alla fine.
Ottima reazione del Leinì, che dopo le sentenze del Giudice Sportivo della scorsa settimana, ritrovandosi senza quattro elementi più il mister, dà prova di grande carattere bloccando sul 1-1 il Paradiso Collegno, a cui non basta Grec e restando così nel terzetto a quota 11. Con loro il Pianezza, che rimonta due volte il Venaria in una sfida molto interessante. Per i cervotti un segnale di continuità dopo la vittoria nello scorso turno, ma ora la trasferta in casa del Lucento sarà durissima.
Chi approfitta di tutti questi pareggio sono Ciriè, Quincinetto Tavagnasco e Lascaris.
I ragazzi di Peluso travolgono 7-1 la Virtus Mercadante e provano ad aggiustare la differenza reti. Non prendono però margine sul terzultimo posto proprio in virtù del 2-1 con cui il Quincinetto Tavagnasco si impone sul Borgaro Nobis, affermazione importante per tenere la classifica corta.
Infine nel posticipo del lunedì il derby va al Lascaris e bianconeri che si prendono due punti di margine sul secondo posto. Il tecnico dell'Alpignano Alessandro Campasso commenta così: "Prima parte di gara dove non siamo stati in campo e loro ci hanno fatto ammattire. Nonostate questo siamo passati in vantaggio e nel resto della gara ce la siamo giocata, creando anche qualche palla gol interessante. Dobbiamo ancora crescere sotto tutti gli aspetti, dovremmo giocare più partite come questa".

GIRONE C

Impossibile non partire dalla gara di Alba, dove i padroni di casa dell'Alba Calcio e il Pinerolo hanno dato vita ad un incontro che probabilmente farebbe felice il tecnico Zeman. Difese allegre, ma certamente lo spettacolo non è mancato, per un 8-8 finale davvero clamoroso. Ospiti che partono forte mostrando subito i gradi e vista la differenza di classifica il 3-1 segnato al 15' sembra presagire esiti funesti per i padroni di casa. La reazione dell'Alba è però da grande squadra, prima con il 3 pari, poi nonostante il 3-4 non si abbatte e in un finale di parziale pirotecnico va in rete altre tre volte. 6-4 incredibile, ma impossibile non vedere una risposta del Pinerolo, che si concretizza nel secondo tempo con quattro reti nell'arco di un quarto d'ora. Una mazzata che avrebbe buttato giù tutti, ma non quest'Alba, che ha ancora la forza di recuperarla con Mattia Trinchero, uno dei suoi uomini simbolo di questa incredibile giornata, autore di tre reti. Punto preziosissimo per gli albesi, che non smuoverà la classifica, ma può dare molta fiducia in prospettiva futura, visto l'avversario con cui è stato conquistato.
Nelle zone nobili, il Chisola prosegue la sua marcia senza patemi. Con il Nichelino Hesperia basta una rete per tempo per restare a punteggio pieno e tenere il 2° posoto a 5 punti di distanza. Piazza occupata dal Caraglio, che travolge 7-2 la Roretese e approfitta del colpaccio della Saviglianese, che costringe la Giovanile Centallo al secondo stop consecutivo. Chiuso il primo posto, ci sarà da lottare per tre posizioni per la conquista delle fasi finali e nella corsa è presente anche la Cheraschese, che espugna Bra e agguanta il Pinerolo a 14 punti.
Entrambe vanno a +2 sul Cuneo Olmo, che è costretto a subire il ritorno del Salice, scatenato dopo l'arrivo del nuovo tecnico Paolo Borgna e capace in rimonta di conquistare la prima vittoria esterna stagionale, la seconda consecutiva. Uscendo così per la prima volta dalle secche delle ultime tre posizioni, scavalcando il Nichelino Hesperia e preparandosi alla sfida ad un Bra distante solo un punto.
Chiude la giornata l'unico pari di giornata, il 2-2 tra Beiborg e Area Calcio. Ospiti che possono sicuramente essere più soddisfatti, visto che dopo il 2-0 subito nel primo parziale sono stati capaci di riprenderla nella ripresa. Beiborg in ogni caso che si conferma squadra scomoda da affrontare, a cui manca forse solo un po' di cinismo in più per essere in posizioni di classifica più tranquille. Nessuno nella categoria ha più pareggi a referto della compagine di Addesi, ben 5 fino a questo momento.

GIRONE D

Vincono tutte le migliori, con andamento diverso però.
Partiamo dall'ultima gara disputata, il posticipo del lunedì tra Beppe Viola e Sisport. Gli ospiti vincono e rimangono a punteggio pieno, ma che fatica contro la 13^ in classifica. I ragazzi di Caldarella disputano un incontro mostruoso al cospetto della corazzata Sisport, vanno in vantaggio, subiscono il ritorno degli avversari e alla fine del primo tempo sono sul 1-2. Non cedono a livello mentale e al 10' della ripresa impattano, salvo poi cadere poco dopo per il definitivo 3-2. Nonostante la sconfitta una prestazione che non può che far felice il tecnico Luigi Caldarella: "La migliore partita della stagione, atteggiamento perfetto. Li abbiamo messi davvero in difficoltà, retto al loro ritorno dopo il nostro 1-0 e anche dopo il loro vantaggio. Loro sono una squadra di marziani, ma noi non abbiamo mai smesso di giocare la palla. Dopo il 2-3 ci abbiamo provato nel finale riversandoci nella loro area, ma non siamo riusciti a pareggiare. Sono in ogni caso molto soddisfatto, spero il nostro campionato cominci da qui".
Esito simile per la Cbs, che fatica eccome ad avere la meglio del KL Pertusa. Decisiva la rete di Buffon a metà ripresa, ma i rossoneri ringraziano la buona sorte, visto che poco prima El Bakri aveva calciato sulla traversa un calcio di rigore.
Anche la Novese non brilla sul campo del Cit Turin, ma anche in una delle sue versioni meno performanti riesce a portare a casa la vittoria grazie alla doppietta di Ricciu e stare quindi incollata al gruppo delle migliori. 18 punti come il Chieri, con gli azzurri che invece non hanno avuto problemi con il pur volenteroso Turricola Terruggia, travolto 5-0 tra le mura amiche. Ora per il Chieri test Acqui, che stende il fanalino Asca per 6-0 e andrà in casa della squadra di Biancardi senza nulla da perdere.
Una rete per tempo sancisce il pari tra Derthona e Asti, al padrone di casa Taverna risponde Mo. Ma il protagonista è l'estremo difensore del Derthona Bruno, capace di neutralizzare il calcio di rigore di El Bentaoui.
Torna infine a vincere il Pozzomaina, 2-0 in casa della Fortitudo per 3 punti che mancavano dalla 2^ giornata. A regalare la vittoria Pastore e Chiesa, in un incontro tutto di marca ospite, con anche il rigore calciato fuori da Canuti e il rosso nel finale per Roma.

Registrati o fai l'accesso e commenta