Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Martedì, 22 Novembre 2022 15:08

Under 16 Regionali / Report - Lascaris, Lucento, Chisola e Sisport fanno il vuoto. Che prova della Virtus Mercadante

Scritto da
Virtus Mercadante Virtus Mercadante

IL PUNTO SULLA 10^ GIORNATA - Primo punto per l'Asca. Roretese e Beppe Viola hanno carattere. Vittorie d'alta classifica per Pianezza, Pinerolo e Chieri. L'Union Novara ancora a secco, le prossime due saranno decisive.
 


GIRONE A

L'incontro di giornata è il frizzante 3-3 che ha visto protagoniste Casale e Ivrea. Primo tempo assoluto protagonista e nei primi 20' il Casale viene prima raggiunto, poi mette nuovamente la freccia. Alla corazzata eporediese però basta un minuto per ribaltare l'incontro, prima con il pari su rigore di Touti, poi con la rete el vantaggio di Paviglianti. Le squadre si compattano e il secondo parziale sembra indirizzarsi verso la vittoria ospite, ma i nero stellati non ci stanno e ad 8' dalla fine trovano il pari meritato su rigore. Bennardo è glaciale e regala un ottimo punto, mentre per l'Ivrea resta comunque l'imbattibilità, anche se vede le squadre davanti staccarsi di altri due punti.
La capolista Biellese ringrazia Siviero, che nella ripresa decide un incontro tutt'altro che semplice con l'Accademia Borgomanero. Decisamente l'opposto della gara che ha visto protagonista il Volpiano Pianese, che gonfia la differenza reti approfittando del fanalino Union Novara. Per loro, prima del giro di boa, le due prossime gare saranno decisive, prima con la Strambinese, poi con l'Oleggio, prima di chiudere contro la Pro Eureka. Urge fare punti se non si vuol perdere il treno ancor prima del girone di ritorno.
Perde l'occasione di accorciare sull'Ivrea lo Sparta Novara, bloccato sullo 0-0 da un'ottima Juventus Domo, qui al suo 5° risultato utile consecutivo. Mentre aggancia i novaresi la Pro Eureka, che si deve impegnare per avere la meglio di una Strambinese sempre combattiva.
Tiene il passo anche il Città di Baveno dopo il 5-1 all'impotente Santhià, mentre la sfida per la salvezza tra Oleggio e Romagnano termina in perfetta parità. Per l'Oleggio soprattutto un buon punto, colto in rimonta e con un sospiro di sollievo tirato per il rigore fallito dagli avversari.

GIRONE B

Lascaris e Lucento fanno il vuoto. I bianconeri schiantano il Paradiso Collegno, che regge un tempo, salvo prendere poi l'imbarcata nella ripresa. Il Lucento non fa sconti è tiene inguaiato il Borgaro Nobis, piegato 3-0 e alla ricerca di una vittoria che manca dalla 5^ giornata.
Guardando dietro arrivano risultati decisamente più incerti e per certi versi clamorosi.
Il Cenisia, in piena corsa per le prime quattro posizioni, cede di schianto alla Virtus Mercadante. Prestazione mostruosa della squadra di Sandro Morreale, che ne rifila 5 agli avversari conquistando prima vittoria e primi punti tra le mura amiche, rilanciandosi in ottica salvezza.
Rotonda e autorevole vittoria anche per il Pianezza, che in casa strapazza 4-1 i vicini dell'Alpignano, ora distanti un solo punto. Ringrazia il Vanchiglia, che nello scontro più equilibrato ha la meglio 2-1 del VDA Charvensod. La classifica resta comunque cortissima e ci sarà da divertirsi fino alla fine.
Vince anche il Ciriè, che con una rete per tempo si impone sul Venaria e prosegue il suo buon campionato, staccando la zona calda di 6 lunghezze. Zona calda in cui è sempre invischiato il Quincinetto Tavagnasco, che sogna il colpo sul Leinì dopo il 2-0 messo a referto dopo soli undici minuti. La squadra di Sponzilli però è avversario coriaceo e concretizza una bella rimonta, accorciando con Fruttarolo nel primo tempo e pareggiandola nella ripresa con Dimiceli.

GIRONE C

Il match di cartello andava in scena in casa della Giovanile Centallo, ospite l'inarrestabile Chisola. I ragazzi di Mondino disputano un incontro eccellente, contenendo i forti avversari e sfiorando l'impresa, con Zabena che a 10 minuti dal triplice fischio fa esplodere di gioia i rosso blu. E' solo la seconda rete subita dalla corazzata di Vinovo, che però non si scompone e riagguanta il pari in soli tre minuti grazie al bomber dei 2008 Giambertone. La forza della squadra di Moschini è anche quella di non accontentarsi mai e nonostante il cuore mostrato dagli avversari, all'ultimo minuto arriva la rete della vittoria di Fiore.
Con il primo posto che sembra cosa fatta, si gareggia per le altre tre posizioni valide per l'accesso alla fase finale e questo turno sorride al Pinerolo. Un Bra alla disperata ricerca di punti e continuità mette la testa avanti con Valleriani, ma prima Busico, poi Decolombi nella ripresa, regalano la vittoria agli ospiti.
Vittoria che permette l'aggancio al Caraglio, che se la vede brutta con la Cheraschese, subito in gol con Novo, ma nella ripresa arriva il definitivo 1-1 di Caramia che tiene tutto invariato. 
A queste squadre prova a stare dietro il Cuneo Olmo, che piega l'Area Calcio 2-0, concretizza il sorpasso e tiene dietro la squadra più in forma del momento, ovvero il Beiborg. I ragazzi di Addesi sono lanciatissimi, qui al loro 6° risultato utile consecutivo. Ci ha provato l'Alba Calcio, che dopo il 3-0 nel primo tempo ha avuto una reazione rabbiosa nella ripresa, che ha portato a due reti. Gli ospiti non hanno però accusato il colpo, finendo per dilagare 7-2 e portandosi a 14 lunghezze, +7 sulla 12^ piazza.
Con loro e l'Area Calcio anche la Saviglianese, che espugna il campo della Roretese per 3-2, non senza difficoltà. I ragazzi di Cherasco sono ancora alla caccia del primo successo e fermi all'ultimo posto con un solo punto sono in pessime acque. Ma non lesinano mai d'impegno e costringono gli avversari agli straordinari, riuscendo per due volte a passare in vantaggio e salvati diverse volte dalle fenomenali parate di Leonardo Casella, capace in apertura di gara di sventare persino un calcio di rigore. Alla fine però non basta e i 3 punti vanno a Savigliano.
Unico pari di giornata l'1-1 tra Nichelino Hesperia e Salice. I ragazzi di Borgna non concretizzano la possibilità di allungo, visto che subiscono il pari ad un minuto dal triplice fischio, ma la rete di Perrone, per quanto tenga gli avversari a 2 sole lunghezze, non basta comunque al Nichelino per uscire dalle secche di una classifica deficitaria.

GIRONE D

La Sisport fa 10 su 10. Anche l'Acqui costretto ad arrendersi sotto i colpi dei trascinatori Leone e Lo. Unica nota stonata, l'espulsione di Scarpellino per doppio giallo, forse esagerata, ma che costringerà il ragazzo a saltare la delicata sfida del prossimo weekend contro la Cbs.
Per i rossoneri sarà la seconda sfida consecutiva con le migliori, visto che a questo turno è toccato il Chieri, capace di imporsi sul campo avverso per 1-0 grazie a Melloni. Gara stregata per i padroni di casa, che hanno sciupato un occasione d'oro calciando fuori un rigore e perdono Mitini per proteste, espulso dopo il fischio finale.
Si conferma come quarta forza la Novese, ma che fatica in casa del Beppe Viola. Pittaluga su punizione regala i 3 punti, ma per gli ospiti è l'unica cosa da salvare, a fronte di una prestazione non all'altezza. Soddisfatti gli ospiti invece e il tecnico Caldarella commenta: "Ottimo approccio, abbiamo tenuto sin da subito il loro ritmo e lentamente siamo cresciuti, rendendoci pericolosi in più di un'occasione. Anche nel secondo abbiamo fatto bene, dando vita ad un parziale combattuto e ricco di ribaltamenti di fronte. Credo il pareggio fosse il risultato più giusto, ma non ho nulla da recriminare. Se giochiamo così prima o poi la fortuna dovrà girare anche dalla nostra parte".
Resta bloccato anche il Cit Turin, contro un Derthona davvero centrato. Nel 7-0 per i padroni di casa si esaltano un po' tutti, con menzione speciale per il classe 2008 Atzeni, entrato nella ripresa e autore di due reti. Per il clean sheet conseguito nota di merito anche per l'estremo difensore Albanese, capace di sventare un tiro dal dischetto.
Ottimo prova anche dell'Asti, che cala il poker in casa del Turricola Terruggia, ma si rammarica per il rosso al difensore Isoldi, pedina importante che mancherà il prossimo turno contro l'Acqui.
Terza vittoria di fila per il Pozzomaina, che passa sul campo del KL Pertusa e abbandona le posizioni più calde della classifica, scavalcando gli avversari odierni e la Fortitudo. La squadra di Cazzolla è l'unica a pareggiare ed il merito è dell'Asca, che si porta a casa il primo punto stagionale. Resta l'amaro in bocca di aver sciupato il doppio vantaggio, mentre gli avversari nonostante il bel recupero non possono dirsi pienamente soddisfatti.

Registrati o fai l'accesso e commenta