Giovedì, 25 Aprile 2024
Martedì, 19 Marzo 2024 20:31

Under 16 regionali / Report - Lascaris campione con sole vittorie. RG Ticino strappa il pass per le Finals. Asti vicinissimo

Scritto da
Lascaris campione Lascaris campione

IL PUNTO SULLA 23^ GIORNATA - Interessante la lotta per la migliore quarta, sono in corsa Diavoletti Vercelli, Lucento, Spazio Talent Soccer e Don Bosco Alessandria. Biellese, Rosta, Virtus Accademia e Novese centrano l'obiettivo. Che lotta per il podio nel girone D.
 


GIRONE A

Verdetto confermato per la RG Ticino, il 6-2 al Città di Cossato vale matematicamente le fasi finali. Obiettivo quasi raggiunto anche dal Città di Baveno, che conferma tutte le sue qualità imponendosi 3-0 sul difficile campo del Bulè Bellinzago giocando per altro più di un tempo con l'uomo in meno. Per la vittoria del girone i verde granata devono amministrare i 4 punti di vantaggio.
Testa a testa anche per il terzo posto, con il Verbania che risponde al successo del Diavoletti Vercelli sull'Union Novara espugnando Borgomanero. Qualche difficoltà per i verbanesi, sorpresi nel primo tempo da Lo Greco, ma capaci di ribaltare il risultato nella ripresa grazie a Posa e Marcon. In questo caso 3 i punti che separano le due compagini, con i vercellesi che hanno dalla loro gli scontri diretti e possono contare su un calendario sulla carta favorevole.

La Biellese ne fa 8 al Romagnano e con tre turni d'anticipo può dirsi sicura dei regionali la prossima stagione. Restano quindi due posti per evitare i playout, in questo momento occupati da Città di Cossato e Accademia Borgomanero a quota 30. Un punto sotto sale l'Ivrea, che in settimana ha deciso di cambiare guida tecnica affidando la squadra a Patrick Reolfi. Pur con qualche difficoltà i ragazzi hanno risposto presente, piegando grazie a Santoro l'Arquatese e pronti ora agli impegni finali. L'Arquatese dal canto suo ha bisogno di un'impresa, così come il Borgosesia, che è un solo punto sopra, ma il cui morale sarà alle stelle dopo l'esaltante 4-1 rifilato al Gozzano. Naim eroe di giornata con una tripletta che manda la squadra di Pagani a -6 dall'Union Novara. All'ultima tornata ci sarà lo scontro diretto, vedremo se potrà essere decisivo.

GIRONE B

La goleada del Lascaris in Valle d'Aosta regala il successo matematico nel girone B e i ragazzi di Meschieri potranno ora preparare al meglio il Trofeo Lascaris, per mettersi alla prova al cospetto delle professioniste e provare nuove soluzioni in vista delle fasi finali che vedranno questo fortissimo gruppo tra le ovvie favorite.
Pro Eureka e Volpiano Pianese proseguono il duello per il secondo posto. In questo turno settimesi in scioltezza con il Venaria, mentre per le foxes qualche problema in più al cospetto di un Pianezza alla caccia di punti per evitare gli spareggi. L'obiettivo per i rosso blu è comunque ad un passo, potendo contare su 5 punti di vantaggio sui cervotti e sulla gara da recuperare questo 23 nel pomeriggio contro la Strambinese. In caso di vittoria, alla ripartenza del campionato lo scontro diretto con il Venaria potrebbe sancire uno degli ultimi verdetti.

Nei primi 8 restano due posti da assegnare stabilire, ma il Gassino è ormai ad un passo dal traguardo dopo il 4-0 sulla Strambinese. Davanti ai rosso blu festeggia la Virtus Accademia, il 2-0 in casa del Vallorco costruito nel secondo tempo è la conferma della bontà di questo gruppo, autore di un ottimo campionato come per altro i colleghi delle altre annate. Davanti ai nero bianchi più nulla da chiedere se non finire al meglio per Charvensod e Quincinetto Tavagnasco, che vince 3-2 sul campo di un orgoglioso Aygreville, costretto ad alzare bandiera bianca in 9 contro 11 dopo una gara di gran cuore.
Manca incredibilmente il match point il Caselle, sconfitto dal CGC Aosta deve abbandonare i sogni di rimonta verso l'ottavo posto e non può ancora dirsi certo dei playout. Questione di matematica però, 8 punti di distacco in tre giornate sono davvero una montagna quasi impossibile da scalare per i valdostani.

GIRONE C

Il Vanchiglia espugna il campo del Cenisia ed è ad una vittoria dalla conquista delle Finals. Complice anche il pari senza reti tra Alpignano e Lucento, risultato che conviene maggiormente ai padroni di casa che mantengono così 3 lunghezze di vantaggio. Punto comunque da non buttare per gli ospiti, visto il secondo tempo giocato pressoché in toto con l'uomo in meno. Il Vanchiglia inoltre è la capolista in solitaria, visto che la Sisport viene sorpresa dallo Spazio Talent Soccer. Grandissima prova dei ragazzi di mister Cani, autori di un campionato di primissimo livello. Teoricamente sono ancora in corsa per il terzo posto, ma i 7 punti di distacco dall'Alpignano sono duri da recuperare, però grazie a quest'ultimo successo potrebbero tentare la volata per strappare il posto di migliore quarta. Qualsiasi sia il loro risultato finale però le prestazioni offerte sono state di altissimo livello.

Da seguire la lotta per playout e retrocessione diretta. Il pari del Rosta con il Mirafiori garantisce ai bianco rossi la certezza dei regionali il prossimo anno, mentre la squadra di Pancioli si riporta a - 3 dal Cenisia 11°. Dopo l'esaltante vittoria sul Pozzomaina il Cit Turin prova a sorprendere anche la Cbs e passa avanti con Sorbone, ma i rosso neri reagiscono e finiscono per dilagare per 4-1, tirando un bel sospiro di sollievo. Sospiro che tira anche il Paradiso Collegno, il 4-0 sul Bacigalupo permette di rimettere un certo margine tra se e l'arrembante KL Pertusa. I verde giallo stavano risalendo prepotentemente, ma con il Pozzomaina sono stati costretti al pari, in un incontro che non ha certo deluso in quanto a spettacolo. I ragazzi di Fasiello volevano cancellare la brutta debacle dello scorso turno è hanno lottato con le unghie e con i denti, andando anche vicino alla vittoria, ma Dehari all'ultimo ha chiuso i giochi per un pirotecnico 4-4. Nel prossimo turno occhi puntati proprio sul campo del Pertusa, lo scontro diretto con la Cbs può decidere tutto.

GIRONE D

Che giornata questa 23^, una serie di incroci pazzeschi ha reso la corsa al terzo posto ancor più entusiasmante. La capolista Chisola andava nel fortino di un Pedona chiamato all'impresa per tenere compatto il gruppo in lotta e la squadra di Garavagno non ha deluso le attese. Prova collettiva magistrale, con i gemelli Giordano e Pirotti sugli scudi a guidare i loro colori e per poco il colpaccio, con la capolista in 10, non riusciva. Ci ha pensato Mazzeo proprio all'ultimo minuto però a regalare il pari ai vinovesi, che han però pagato un po' di nervosismo, vedendosi allontanato subito dopo il gol il bomber Giambertone. Il primo pari stagionale non cambia ovviamente nulla per il Chisola, ma per il Pedona è vitale anche alla luce dei risultati delle concorrenti. Centrato infatti l'aggancio al Pinerolo, che a Bra perde una gara rocambolesca che esalta i giallo rossi, tornati grazie a questi 3 punti in piena corsa. Per ora davanti a tutti si porta il Cuneo Olmo, 5-0 ad un Giovanile Centallo che forse sta ancora metabolizzando la sconfitta dello scorso turno e offre ancora una delle sue versioni peggiori. Rosso blu che devono stare molto attenti, il 7° posto non è ancora certo, mentre i ragazzi di Bottasso si godono questa corsa al 3° posto, con il tecnico che si dice molto soddisfatto per poter vivere queste sensazioni ed essere lì a giocarsela. Alla ripartenza altro turno infuocato con la sfida Cuneo Olmo-Pedona.
Chi invece si gode tranquillo questo finale è il Fossano, che vince grazie a Moise 1-0 sul Vigone ed è così certo del secondo posto. Il tecnico Petiti ora potrà preparare al meglio i suoi ragazzi in vista delle Finals, giocando senza pressioni le ultime gare. Intanto da parte sua complimenti agli avversari odierni, che hanno dato filo da torcere e che sono in piena corsa e assolutamente capaci di agguantare i playout.

I duelli nel fondo classifica infatti non sono da meno. Il Vigone è ad un solo punto dalla Cheraschese, che cade in casa contro il Nichelino ed è colta da alcune giornate da una certa impasse. Attenzione alla 24^, in casa del Vigone ci sarà lo scontro diretto, entrambe vogliono evitare la retrocessione diretta. Difficile pensare possano recuperare sull'8° posto, posizione a cui ambisce ancora il Borgaro Nobis che contro il Saluzzo si è salvato nel pieno del recupero evitando una sconfitta che avrebbe ridotto ulteriormente le chance di salvezza diretta. Ora la squadra di Tonus osserverà con attenzione lo scontro diretto tra Nichelino Hesperia e Saluzzo (dovendo però fare risultato con il Bra). Anche in questo caso di certezze ce ne sono poche.
Tra chi era già certo del proprio destino invece si regala un mezzo sorriso la Rivarolese, un bel 4-1 al fanalino Garino per prendersi gli applausi dei propri tifosi.

GIRONE E

Derthona ad un passo dal successo del girone. L'ottimo 3-1 contro un avversario di livello come il Don Bosco Alessandria e la gara da recuperare in settimana possono essere lo sprint finale che vale ai ragazzi di Tortona la meritata prima posizione. Un grandissimo applauso va comunque al Moncalieri, che al massimo rimanderà la sfida alle fasi finali, dove parteciperanno entrambe e che vedranno i ragazzi di Pandiscia confrontarsi con il meglio della regione. Intanto una bella prova di forza contro una squadra ostica come il San Giacomo Chieri, per dimostrare che fino all'ultimo non regaleranno niente a nessuno. Terzo posto ormai certo per l'Asti, il 4-2 a Chieri (con gli azzurri che hanno giocato un tempo e mezzo in 10) avvicina i galletti alla matematica e ora dovranno prepararsi per le durissime sfide che li vedranno impegnati in futuro. Il Don Bosco Alessandria comunque non è ancora costretto ad alzare bandiera bianca, seppur attardato rispetto ad altri gironi ha la possibilità di strappare il pass come miglior quarta. Il calendario è davvero durissimo, ma il tecnico Bordini ha fiducia nei suoi ragazzi e lancia il guanto di sfida al Moncalieri, prossima avversaria.

Resta qualche incertezza per l'ultimo posto valido per mantenere la categoria senza passare dagli spareggi. La sconfitta dell'Acqui con la Novese tiene in apprensione i bianco neri, certificando altresì l'ottima verve dei padroni di casa, quinti a 41 punti. La squadra di Bobbio ha un po' di margine e la sconfitta dell'Ovadese con l'Asca la favorisce, soprattutto contando che la stessa Ovadese ha una gara da recuperare (ma con la capolista). Difficile avere grosse sorprese, ma attenzione proprio all'Asca, che ha dimostrato ad Ovada di avere sette vite. Sotto 2-0 al 25' e con l'uomo in meno dal 20', i ragazzi di Cartesegna hanno reagito da campioni, sorprendendo gli avversari con Boveri prima dell'intervallo e regalandosi poi una ripresa da autentici leoni, con il gol di Prunas in zona Cesarini che ha regalato i 3 punti. Peccato il rosso comminato allo stesso Prunas per i festeggiamenti, ma questo gruppo ha dimostrato di esserci e anche in caso di playout, gli avversari dovranno stare attenti.
Più tranquilla è l'Alba Calcio, che con il Mezzaluna ha dato vita ad un frizzante 4-2 che avvicina i regionali del prossimo anno ad una spanna. Vincere in casa dell'Acqui darebbe la certezza, ma anche un pareggio potrebbe regalare la matematica.
Infine tra le due deluse SCA Asti e Albese finisce per esultare l'Albese, capace di vincere in 10 e regalarsi un mezzo sorriso grazie ad Ujkai.

Registrati o fai l'accesso e commenta