Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Lunedì, 14 Novembre 2022 14:38

Under 16 Regionali / Report - Fuochi d'artificio per Romagnano e Oleggio. Novese e Derthona danno spettacolo

Scritto da
Novese Novese

IL PUNTO SULLA 9^ GIORNATA - Leone è il nuovo leader della marcatori, tutti fermi i migliori. Che bagarre per il quarto posto nel girone B e nel D. Momento d'oro per il Beiborg. Difesa clamorosa per il Chisola.
 


GIRONE A

Le partite più calde della giornata hanno visto protagonista le squadre protagoniste della lotta salvezza, nello specifico Romagnano, Oleggio e Strambinese.
Il Romagnano compie una vera impresa superando 4-3 il più quotato Sparta Novara, gruppo che non subiva sconfitta dalla prima giornata e costretto ad una brusca frenata nella rincorsa ai primi posti. Non basta la doppietta di Crespi, che per il 7 novarese vuol dire 10 in stagione, perché dall'altra parte c'è un Bottelli scatenato, autore di una tripletta che assieme al sigillo di Mora porta i suoi a 9 lunghezze.
Sarà interessante seguire lo scontro diretto con l'Oleggio, 3 punti dietro dopo il 4-3 casalingo rifilato alla Strambinese, affermazione importante per evitare che gli ospiti potessero prendere margine sulle ultime tre posizioni. Inizio gara di marca arancio-bianca, con due reti e due pali a sancire una netta supremazia territoriale. Il 3-0 nella ripresa sembra mettere la gara in ghiaccio, ma come riconosciuto dagli stessi avversari, la Strambinese è squadra arcigna e battagliera e non si dà per vinta rimettendosi in carreggiata. Finale arrembante, ma grazie alla doppietta di Camporelli l'Oleggio tiene duro e torna al sorriso per 3 punti che mancavano dal primo turno.
Giornata positiva anche per il Santhià, che non vince, ma strappa un buon punto al forte Casale, per altro in rimonta grazie a Sani. La classifica certo non sorride, ma almeno arriva il primo punto tra le mura amiche.

La giornata non è per nulla semplice per chi è davanti in classifica e se ne accorge anche l'Ivrea, che in 10 minuti sembra indirizzare prepotentemente la gara con la Juventus Domo grazie a Fadda e Ardissone, salvo poi subire il ritorno avversario. Per una volta bomber Touti non timbra il cartellino e i granata ne approfittano accorciando prima con Minazzi, poi cogliendo l'insperato pari in pieno recupero grazie ad uno sfortunato autogol.
Ivrea sempre imbattuto, ma staccato ora di 2 lunghezze dal Volpiano Pianese, che suda eccome in casa della Pro Eureka e ringrazia Massari per i 3 punti. 
Vittoria che tiene nel mirino la Biellese, che dispone del fanalino Union Novara nonostante l'iniziale svantaggio per l'autorete di Gaida. Troppo forti i bianconeri per l'Union, così come sarà gara proibitiva la prossima con il Volpiano Pianese. Le due successive con Strambinese e Oleggio saranno decisive per capire se ci sono margini di speranza.
Infine pari e patta anche tra Accademia Borgomanero e Città di Baveno, un 2-2 che serve a poco ad entrambe, nella giornata in cui si potevano recuperare 3 punti allo Sparta Novara, quarto in classifica. Il margine resta comunque ridotto.

GIRONE B

L'incontro più pazzo di giornata ha visto protagoniste Alpignano e Quincinetto Tavagnasco, per un 4-3 finale in favore dei padroni di casa che rintuzzano così gli attacchi al terzo posto di Vanchiglia, Cenisia e Pianezza.
I ragazzi di Campasso continuano ad essere molto incostanti e anche questo turno, dopo un primo parziale chiuso sul 2-0, sbandano nella ripresa prima con un autogol, poi subendo il pari di Giacalone. In tre minuti altro botta e risposta che sembra fissare il 3-3 definitivo, ma in pieno recupero un altro autogol, questa volta favorevole agli alpignanesi, regala la vittoria. 
Il Lascaris viaggia spedito senza intoppi e rifila un netto 5-0 al Leinì, con protagonista Samuele Dimatteo autore di una tripletta. Ma tiene il passo il Lucento, troppo forte per un pur volenteroso Venaria e impostosi 6-1.
E' dietro che però le cose si fanno interessanti, con l'Alpignano a 18 lunghezze e quattro squadre racchiuse in due punti.
Il Vanchiglia guida il gruppo di inseguitrici a 16, non lasciando scampo al Mercadante; una rete per tempo e il Cenisia tiene il passo avendo la meglio del Paradiso Collegno; il Pianezza subito dietro dopo il 4-2 sul campo del Borgaro Nobis, che dal canto suo rimane malamente invischiato nelle retrovie.
La vittoria del Pianezza permette l'aggancio al VDA Charvensod, che viene bloccato in casa da un buon Ciriè, complice anche l'espulsione di Filippone a 5' dal termine. Primo pari per i ragazzi di Peluso e altro piccolo mattoncino verso la salvezza diretta, ora sono 4 i punti che li separano dalla 12^ posizione, ma attenzione alle prossime due gare con Venaria e Borgaro Nobis.

GIRONE C

Nessuna sorpresa in questo 9° turno.
Il Chisola non fa sconti e neanche l'ottimo Caraglio riesce a perforare le difese vinovesi. Al prossimo turno ci proverà la seconda forza del campionato Giovanile Centallo, oggi scatenata con tutti i suoi bomber contro una Roretese che terminerà la gara in 8.
Nella lotta per i primi quattro posti presenti anche Pinerolo e Cheraschese, vincenti, ma con andamenti opposti.
La squadra di Berger ha la meglio dopo un incontro combattuto del Cuneo Olmo, mentre la Cheraschese dispone del Nichelino Hesperia, sempre terzultimo e salvato dalla vittoria del Bra, che impedisce al Salice di scappare.
I giallo rossi rialzano la testa in un periodo non facilissimo, al cospetto di un avversario lanciatissimo, che dimostra anche in questa gara quanto abbai svoltato. Tuttavia non basta andare due volte avanti ai ragazzi di Borgna e arriva così la prima sconfitta sotto la nuova gestione. Ma la vera gara da vincere sarà la prossima, proprio in casa del Nichelino Hesperia.
Chi invece vince e prosegue nel suo buon momento è il Beiborg, vittorioso 2-0 sul campo della Saviglianese. 3 punti che mancavano dalla prima giornata e sempre colti fuori casa, ma arrivati dopo un filotto di quattro pareggi consecutivi. Anche questo turno sembrava indirizzato verso il segno X, ma dalla panchina spunta Daniele Di Mase, che con una doppietta la decide.
Infine il derby di Alba, tutto a tinte giallo nere, con l'Area Calcio che fa valere la differenza di classifica e strapazza l'Alba Calcio per 5-1. 

GIRONE D

Nella giornata in cui la Sisport ne fa 10 al malcapitato Turricola Terruggia, mandando Leone in vetta alla classifica marcatori grazie ad un poker, le sfida di giornata si disputavano a Chieri, tra i padroni di casa e il tostissimo Acqui, e a Novi Ligure, tra la Novese e il Derthona.
Gli azzurri di Biancardi faticano ad avere la meglio degli alessandrini, ma rispondono da campioni al vantaggio di Gai andando a recuperarla prima del duplice fischio con Muscatello, per poi passare in apertura di ripresa con Melloni e tenere il risultato fino alla fine.
Tra Novese e Derthona invece andava in scena un derby caldissimo, valido oltretutto per la classifica, visto che entrambe si giocano almeno il quarto posto, valido per le fasi finali. Ne viene fuori una partita davvero piacevole, con il primo brivido di marca Derthona con Vay, ma Bailo è superlativo a mandare in angolo. Dall'altra risponde da campione anche Bruno, su Burato prima, ma soprattutto con una parata ad una mano su un tiro al volo di Donapai, davvero sensazionale. Ripresa equilibrata, con il Derthona che getta nella mischia i classe 2008 Atzeni, Perez e Cerruti bravi a creare scompiglio e i padroni di casa a sfiorare la vittoria nel finale in ripartenza con Ricciu. Alla fine un buon punto che conferma la bontà di entrambe le squadre e certifica ulteriormente la forza della difesa della Novese, capace di incassare solo 5 reti al pari del Chieri e con lui essere la seconda miglior retroguardia della categoria.
Guadagna due punti sul quarto posto e tiene dietro il Chieri, la Cbs, che senza grossi patemi dispone dell'Asca, sempre ultimo a 0 punti.
Cerca di puntare in alto anche l'Asti, che guidato dallo scatenato El Bentaoui si impone 5-1 sul Beppe Viola. Ospiti anche sfortunati, perché dopo un buon avvio, con tanto di rete del vantaggio, subiscono il ritorno degli astigiani e nella ripresa sono costretti all'uomo in meno nell'ultimo quarto d'ora complice l'infortunio di Cileone e la mancanza di ulteriori sostituzioni.
Si dividono la posta con uno 0-0 anche KL Pertusa e Fortitudo. Un pari frutto di una buona gara e che alla fine accontenta un po' entrambe, salde a braccetto ad 11 punti e a +8 sulla 12^ piazza.
Si prende un buon margine anche il Pozzomaina, salito a 10 lunghezze dopo il 9-0 con cui schianta il Cit Turin, sistemando oltretutto la differenza reti, ora a 0.

Registrati o fai l'accesso e commenta