Lunedì, 22 Aprile 2024
Lunedì, 12 Dicembre 2022 17:01

Under 16 Regionali / Report - A Sparta Novara, Alpignano e Novese le vittorie di giornata. Biellese, Lascaris e Sisport campioni d'inverno

Scritto da
Novese Novese

IL PUNTO SULLA 13^ GIORNATA - Va in archivio la prima parte di campionato. Vediamo girone per girone che sorprese ci ha riservato l'ultimo turno di andata.
 


GIRONE A

Si chiude col botto il girone di andata del gruppo A. La capolista Biellese, imbattuta e fermata sul pari solo dalla prima inseguitrice Volpiano Pianese, cade a Novara contro lo Sparta dopo un incontro molto intenso. Prima parte di gara che sorride ai padroni di casa, che al 10' della ripresa sembrano aver chiuso i giochi con il 4-1 firmato da Ferrari. La Biellese però non ci sta e sfiora la grande rimonta grazie a Nicollelo, autore di tutte e tre le reti dei suoi, ma i ragazzi di Faragò non si fanno spaventare, reggono l'urto e portano a casa la posta piena, portandosi così a due sole lunghezze dal quarto posto.
Biellese che comunque si fregerà del titolo di campione d'inverno, visto che il Volpiano Pianese fallisce il sorpasso,grazie alla solidità dell'Ivrea. Un ottimo 0-0 per gli eporediesi, che reggono l'urto al cospetto del quarto miglior attacco della categoria, non tremando pure con l'uomo in meno nell'ultimo quarto d'ora e confermando la bontà di un collettivo che ha chiuso la prima parte di stagione con solo una sconfitta, come quarta miglior difesa del raggruppamento e con Reda Touti in piena corsa per il titolo di bomber di categoria.
Nella corsa per entrare tra le migliori quattro sono in piena corsa Pro Eureka e Casale. I primi chiudono terzi dopo il netto 5-1 all'Union Novara, a cui servirà un netto cambio di rotta per evitare la retrocessione; i nero stellati invece devono impegnarsi in casa di un combattivo Romagnano.
Proveranno a rientrare in corsa per le posizioni di vertice Città di Baveno e Accademia Borgomanero, che affrontano il giro di boa con una vittoria per parte su Juventus Domo (tranquilla a metà classifica) e Oleggio, che dal canto suo dovrà evitare di fallire gli scontri diretti al ritorno per mantenere il diritto di disputare i Regionali anche la prossima stagione.
Dovrà però fare i conti con Strambinese e Santhià, che nell'ultimo turno si spartiscono la posta per un punticino che serve relativamente, ma fa sicuramente più piacere alla Strambinese. I bianco blu vanno due volte sotto e strappano il pari solo in pieno recupero, impedendo agli avversari il sorpasso e portandosi ad una sola vittoria dal duo Oleggio-Romagnano.

GIRONE B

Prosegue il botta e risposta tra Lascaris e Lucento, con i bianconeri che si portano a casa il titolo di campioni d'inverno grazie al sonoro 6-1 rifilato al Pianezza, con ancora Beggi protagonista con una tripletta. Sarà corsa a due fino alla fine per il vertice, con i ragazzi di Delli Calici che non perdono un colpo e con il quarto 3-0 consecutivo affondano il Paradiso Collegno.
La giornata è stata però ricca di risultati importanti, primo fra tutti il 2-1 con cui l'Alpignano ha piegato il Vanchiglia. Ottima prova dei ragazzi di Campasso, con l'allenatore soddisfatto della prestazione, ma cosciente che la strada è ancora lunga e bisognerà limitare le disattenzioni. Oltre ai 3 punti, i padroni di casa salutano con piacere anche l'ottima prova, condita dal gol decisivo, di Gabriele Zanon, che dopo il grave infortunio dello scorso anno sta tornando a pieno regime, grazie a tanta determinazione e forza di volontà.
Nel fondo classifica poi arrivano due pesantissime affermazioni, che regalano un inizio di girone di ritorno davvero incerto, con ben 7 squadre che verosimilmente lotteranno fino alla fine per evitare le ultime tre posizioni. La vittoria della Virtus Mercadante sul campo del Borgaro Nobis permette agli ospiti di scavalcare la diretta concorrente e issarsi momentaneamente all'undicesimo posto. Decisiva la doppietta di capitan Roberto Garofalo e la rete di Alessio Alcaro, con la classifica che risulta cortissima e tiene invischiate anche Leinì e Ciriè, che con un pari a reti bianche, condito da un espulso per parte, agganciano a 14 il Paradiso Collegno, a sole 3 lunghezze dal Borgaro Nobis.
Un Venaria strepitoso schianta il quotato VDA Charvensod e tiene accesa la speranza. 4-1 fantastico per i cervotti, a cui serve un po' di continuità per provare a ricucire lo strappo con le squadre che li precedono. Imperativo partire bene nelle prime due gare del girone di ritorno, avversari Cenisia e Borgaro Nobis, dopotutto la classifica è ancora corta e solo 4 punti separano gli arancio verdi dall'11° posto.
Una corsa a cui vorrà partecipare anche il Quincinetto Tavagnasco e a cui vorrà sottrarsi il Cenisia, con le due che chiudono la prima parte di stagione con un pari per 1-1. Quincinetto a 8 come il Venaria, Cenisia più sereno a 16, ma non certo al sicuro. Il tecnico Secci cercava risposte dai suoi ragazzi dopo un periodo non semplicissimo, il pari è soddisfacente, ma urge non perdere ulteriori colpi per non essere risucchiati nella lotta alla salvezza.

GIRONE C

Chiude un percorso perfetto il Chisola, che fa 13 su 13 avendo la meglio anche di una Cheraschese che ha davvero messo in difficoltà i vinovesi. Due volte sotto, i padroni di casa hanno trovato la forza di pareggiare, prima squadra a perforare la fenomenale difesa ospite per due volte nella stessa gara. La gioia è però durata un giro di lancette, visto che dopo il 2-2 di Giachino è arrivato l'immediato 3-2 di Murroni, con Luxardo a mettere al sicuro il risultato nel recupero.
Se la vetta sembra cosa fatta, salvo incredibili debacle, attenzione tutta concentrata sulla corsa alle posizioni dalla 2 alla 4, valide per le fasi finali e con ben 7 squadre in piena corsa. 
Con la Cheraschese fermata dalla capolista, due scontri diretti hanno infiammato la 13^ giornata. Il Pinerolo si prende il 2° posto in solitaria dopo il convincente 4-2 alla Giovanile Centallo, ferma così a 21 punti. L'Area Calcio Alba Roero sale a 23 dopo il 3-2 al Caraglio, mettendo il sale sulla coda proprio al Caraglio e alla Cheraschese, ferme a 24.
Più attardato a 20 punti il Beiborg, ma dopo la brusca frenata dello scorso weekend riprende a correre con una vittoria essenziale, 1-0 ad un Nichelino Hesperia in piena crisi, risultato che segna pesantemente anche la corsa alla salvezza. Un punto sopra troviamo il Cuneo Olmo, a cui basta Orlando per avere la meglio della Saviglianese e squadra da non sottovalutare mai.
Alle sue spalle troviamo il Bra a 18, con i giallo rossi che proveranno in tutti i modi a rientrare in corsa per le prime 4 posizioni, consci della difficoltà e concentrati prevalentemente sul percorso di crescita dei propri ragazzi. Intanto la chiusura del girone d'andata è delle migliori, con lo spettacolare 10-1 inflitto all'Alba Calcio. 
10 reti infine anche per il Salice, a farne le spese la malcapitata Roretese, mestamente ultima. I 15 punti dei ragazzi di Borgna valgono il +8 sulla 12^ piazza occupata dal Nichelino Hesperia, con l'Alba Calcio a 4 e la Roretese a 1, le ultime tre posizioni sembrano ben definite, servirebbe una vera impresa per ricucire lo strappo.

GIRONE D

Un raggruppamento che come il precedente vede il fondo classifica molto cristallizzato. Asca (2), Beppe Viola (3) e Cit Turin (5) avranno bisogno di un girone di ritorno da campioni per sperare di uscire da una situazione critica. Sono 7 i punti che separano 11^ e 12^ piazza e sebbene davanti non corrano, sarà durissima per tutte e tre. Intanto la prima parte di stagione si è chiusa nel peggiore dei modi, con l'Asca travolto dal Chieri 6-0 e Beppe Viola e Cit Turin a prenderne 5 rispettivamente da Pozzomaina e Acqui, tranquille a metà classifica e a cui basterà mantenere questa media punti per concludere un sereno campionato.
La corsa al primo posto invece è tutt'altro che scritta e si prospetta emozionante fino all'ultima giornata. Detto del Chieri, secondo a 33 punti, il titolo di campione d'inverno va meritatamente alla Sisport, che trova un buon KL Pertusa a sbarrarle la strada, ma passa nella ripresa per 2-0 e conferma come la sconfitta con la Cbs sia stata solo un incidente di percorso.
Cbs che chiude invece con un pesante 3-0 subito dalla Novese. Prestazione fenomenale quella dei ragazzi di Angelo Liberati, favoriti dal rosso comminato al rosso nero Sindila al 28' del primo tempo, ma a quel punto già sul 2-0 grazie alle reti di Bagnasco e Pittaluga. Nella ripresa ancora Bagnasco chiuderà i giochi, a conferma del grandissimo valore di questo gruppo, arrivato ad 8 risultati utili consecutivi e assolutamente in piena corsa per la prima posizione. Dopo la prima vittoria con una diretta concorrente i bianco celesti sanno che non possono più nascondersi e puntano in alto.
Come punta in alto il Derthona, vittorioso sul Turricola Terruggia e così ad un solo punto dal 4° posto. La squadra di Schiavone, capace tra le altre di battere il Chieri, convince ogni giorno di più e alla seconda di ritorno avrà subito lo scontro diretto con la Cbs, per indirizzare al meglio il prosieguo del campionato.
Chiude infine il 2-0 dell'Asti alla Fortitudo targato Mo, autore di una doppietta. Astigiani tranquilli al 6° posto con 22 punti.

Registrati o fai l'accesso e commenta