Lunedì, 06 Febbraio 2023
Lunedì, 06 Giugno 2022 21:36

Under 16 Regionali / La partita - Lascaris in finale con una grande prova di forza. Favilla, Simonetti e Kingidila lanciano la sfida all'Asti

Scritto da
Lascaris Lascaris

SEMIFINALE 2 / RITORNO - Grandissima gara dei padroni di casa, che corrono pochi pericoli e danno sempre l'impressione di poter far male. Per l'Alpignano gara stregata, al cospetto di una difesa superba.
 


LASCARIS-ALPIGNANO 3-0
RETI: pt 25' rig. Favilla, st 6' Simonetti, 46' Kingidila
LASCARIS: Allegretti, Friso, Italiano (st 18' Pozzobon), Mammolenti, Favilla (st 23' Ponzano), Maniscalco, De Luca (st 35' Malavasi), Kingidila, Ragusa (st 35' Migliore), Peinetti (st 39' Caputo), Simonetti (st 23' Sconfienza). A disp. Albano, Adamo, Rubini. All. Ricardo
ALPIGNANO: Battaglino, Decolombi (st 18' Agujaro), Algarotti (st 33' Sturiale), Gioannini, Solavagione, Centinaro, Guzman (st 36' Sciarrotta), Carnevale, Leccese (st 7' Bitto), Rotolo (st 15' Aimar), Alhijjawi (st 23' Esposito). A disp. Colucci, Lerusce, Ienopoli. All. Campasso
AMMONITI: pt 12' Friso (L), 16' Algarotti (A), st 23' Agujaro (A), 46' Colucci (A)

LA PARTITA

Non era facile per l'Alpignano scendere in campo sapendo di dover fare risultato. L'1-1 dell'andata favoriva gli avversari, ma i ragazzi di Campasso avevano la consapevolezza di essersela giocata alla pari, riuscendo a rimontare lo svantaggio iniziale. La defezione di Guidi in avanti e Baschirotto sulla fascia costringe il mister a gettare nella mischia subito Leccese, entrato molto bene in partita la scorsa gara, e ad affidarsi al classe 2007 Decolombi per la difesa. Dall'altra parte Ricardo deve fare a meno dello squalificato Naso, sostituito con Maniscalco, mentre in porta va Allegretti. Davanti spazio al ritorno di De Luca, che tanto bene ha fatto anche con il gruppo 2005, al posto di Sconfienza.
Pronti via e subito i padroni di casa si affacciano dalle parti di Battaglino con il cross di Simonetti per l'accorrente Kingidila, ma il colpo di testa termina alto. Nei primi minuti la fascia sinistra del Lascaris è molto attiva, con Ragusa che si allarga per andare a dare una mano a Simonetti, e Kingidila che come all'andata cerca l'inserimento decisivo negli spazi creati. In generale l'area di rigore dell'Alpignano si riempie con grande velocità quando i padroni di casa si proiettano in avanti e la difesa ha il suo bel da fare. A centrocampo Carnevale e Centinaro ingaggiano un bel duello con il duo Kingidila-Favilla, provando a far ripartire velocemente la squadra affidandosi al solito, guizzante Guzman, che svaria molto da una parte e dall'altra, e ad Alhijjawi, che sulla sinistra mostra subita miglior verve rispetto all'andata. Da una di queste discese nasce una punizione molto defilata che Rotolo calcia bene a giro facendo venire qualche brivido. Nell'occasione Friso si becca il primo giallo di giornata, ma il cartellino non influirà minimamente sulla grande prestazione messa in campo da lì alla fine del capitano lascarino.
L'equilibrio sembra reggere, ma dopo una bella punizione di Ragusa terminata fuori, in 2' si compie il destino dell'Alpignano. Prima Alhijjawi ha una clamorosa palla gol a centro area, ma calcia malamente a lato. Poi, nel tentativo di non buttare il pallone, Battaglino viene pressato in area e calcia male, Ragusa si avventa e viene steso dallo stesso estremo difensore. Rigore ineccepibile che Favilla trasforma con una conclusione imparabile. La rete è un bel colpo per il morale degli ospiti, che rischiano di capitolare ancora due minuti dopo quando lo scatenato De Luca si accentra da destra e dal limite dell'area fa partire un sinistro che termina di poco sul fondo.
Gli ospiti provano a reagire e Decolombi si fa vedere accentrandosi per dare man forte. Da uno di questi inserimenti arriva l'assist per Alhijjawi, che scaglia un potente sinistro che Allegretti è bravo a sventare. Pericolo scampato si scatena il sempre attivo Simonetti, che al 40' calcia forte, ma centrale e allo scoccare del secondo e ultimo minuto di recupero batte una pregevole punizione, che Battaglino sventa in presa sicura.

Nella ripresa arriva la sentenza dopo soli 6 minuti. L'Alpignano spinge e conquista un angolo, palla corta che gli ospiti provano a sviluppare per vie centrali, ma il pressing del Lascaris è rabbioso. Kingidila è un treno, ruba palla e lancia De Luca che si invola sulla destra. Cross perfetto per Ragusa che calcia, Battaglino è super, ma sulla ribattuta c'è Simonetti, che dal limite piazza un mancino forte e preciso che vale il 2-0.
Campasso corre subito ai ripari e sostituisce l'evanescente Leccese con Bitto. Difficile il compito per le prime punte alpignanesi, come all'andata su Guidi anche oggi i centrali del Lascaris sono stati sontuosi. E se quella di Mammolenti è una sinfonia che si ripete (migliore in campo nella sfida precedente), grandi applausi merita il classe 2007 Maniscalco, autore di una prestazione maiuscola. Così come i due terzini Friso e Italiano del resto, dighe invalicabili dietro, sempre pronti a proporsi davanti. Come il capitano al 13', quando favorito da una sua discesa Favilla arriva a sfiorare la doppietta. L'Alpignano non riesce a pungere e solo Carnevale arriva al tiro, ma senza creare allarmi. Serve allora ancora il miglior Battaglino per tener vive le speranze dei bianco azzurri, con un'ottima parata su Ragusa dopo l'ennesima ripartenza del 9 di casa.
La girandola di cambi da un lato e dall'altro sorride più ai padroni di casa, visto che Sconfienza, Ponzano, Malavasi e Migliore sono subito attivi e pericolosi nella trequarti avversaria, mentre Pozzobon non fa rimpiangere Italiano sulla sinistra, anche se viene messo sotto pressione.
La grinta degli ospiti cala con l'avvicinarsi del 40' e solo all'ultimo minuto del tempo regolamentare arriva una conclusione di Aimar, comunque innocua.
Il finale è tutto di marca casalinga. Al 43' Caputo innesca Sconfienza, il cui mancino ad incrociare termina fuori di un nulla. Al 46' e ultimo minuto di gioco l'ottimo Pozzobon si lancia in proiezione offensiva e serve a Kingidila la rete del 3-0, meritatissima per l'8 di casa. 
La gara termina qui, ora testa all'ultimo atto da disputare in Val d'Aosta l'11 giugno. Avversario l'Asti, già superato, ma dopo un'impegnativa partita, al torneo Lascaris.

Registrati o fai l'accesso e commenta