Domenica, 26 Giugno 2022
Venerdì, 06 Maggio 2022 12:41

Rivoli, Luigi Malvito: “Ricostruiamo Settore giovanile e Scuola calcio, se ne occuperà Vincenzo Di Gianni”

Scritto da
Da sinistra Luigi Malvito, Vincenzo Di Gianni e Fabrizio Morabito Da sinistra Luigi Malvito, Vincenzo Di Gianni e Fabrizio Morabito

SOCIETA’ - Il responsabile organizzativo spiega: “Con gli impianti sportivi di via Isonzo e via Orsiera, abbiamo gli spazi giusti per ricominciare dopo un anno di stop”


Dopo un anno di stop, dalla prossima stagione il Rivoli tornerà ad avere il Settore giovanile e la Scuola calcio: a comunicarlo è la stessa società, tramite il responsabile della segreteria e dell’organizzazione Luigi Malvito, che in passato è stato anche presidente dei Lupi, carica oggi ricoperta da Agostino Scozzaro. Per occuparsene tornerà Vincenzo Di Gianni, che ricoprirà di nuovo il ruolo di responsabile delle giovanili e della Scuola calcio. Ma prima c’è da concludere l’annata con il Cus Torino, che invece dalla prossima rinuncerà alle giovanili per concentrarsi esclusivamente sulla Scuola calcio.

“Purtroppo l’anno scorso - spiega Malvito - abbiamo dovuto rinunciare alle giovanili perché non riuscivamo a gestire la sicurezza sanitaria avendo a disposizione solo la struttura di via Isonzo, dove hanno giocato la Prima squadra di Fabio Nisticò e la Juniores regionale di Valerio Francone. Adesso finalmente abbiamo anche l’impianto sportivo di via Orsiera, ex Meroni Cascine Vica, che è stato chiuso a lungo per una serie di intoppi burocratici e anche societari su cui, questo punto, è inutile ritornare: un campo sintetico è finito, il secondo lo sarà a breve. Così gli spazi giusti per far allenare e giocare tutte le squadre, contiamo di ricostruire una filiera completa: stiamo parlando con qualche allenatore e vogliamo ricontattare i nostri ex giocatori, ripartiremo da loro”.

Il compito della ricostruzione, come detto, sarà affidato a Vincenzo Di Gianni, che torna a Rivoli per la terza volta nella sua carriera dirigenziale; con lui lavoreranno il direttore generale Fabrizio Morabito e lo stesso Luigi Malvito.

Registrati o fai l'accesso e commenta