Mercoledì, 30 Novembre 2022
Sabato, 18 Maggio 2019 10:16

Under 19 Torino - Ha sbagliato l’arbitro: Collegno Paradiso-Cenisia è da ripetere

Scritto da redazione

TITOLO PROVINCIALE - La partita si giocherà oggi pomeriggio, slitta a mercoledì alle 20.30 Cenisia-Venaria


Il Giudice sportivo ha ordinato la ripetizione della partita tra Collegno Paradiso e Cenisia, valida per la seconda giornata del triangolare che assegnerà il titolo provinciale di Torino per la categoria Under 19. La gara, che era stata sospesa al 42’ del secondo tempo con una scelta “immotivata”, sarà giocata di nuovo oggi pomeriggio, con conseguente slittamento della terza giornata tra Cenisia e Venaria a mercoledì 21 alle ore 20.30.

Ecco l’estratto del Comunicato ufficiale:

“Gara Collegno Paradiso-Cenisia. Come si è rilevato dalla lettura degli atti ufficiali, la gara in oggetto non ha avuto un regolare svolgimento, essendo stata sospesa al 42 minuto del secondo tempo dall'arbitro.

Questi nel suo referto riferisce che, a seguito di una punizione a favore della squadra Cenisia per un intervento falloso del calciatore Muzio Luca, della società Collegno Paradiso, nei confronti di un avversario, scoppiava una rissa tra alcuni giocatori di entrambe le squadre, che veniva, però, subito sedata. Alla ripresa del gioco i dirigenti della società Collegno Paradiso precisamente i Sigg. Fina Cosimo e Fusseini Abdullah lamentavano nei confronti dell'arbitro il modo in cui la società Cenisia avesse effettuato una sostituzione di un giocatore entrato con la maglia rovesciata ma presente in distinta. A questo punto l'arbitro decideva di allontanare il dirigente Fina Cosimo della società Collegno Paradiso. Ciò nonostante il gioco non veniva ripreso in quanto il dirigente Fusseini Abdullah, non soltanto continuava a protestare ma per quanto ordinava ai propri giocatori di non far riprendere il gioco, posizionandosi davanti al pallone e non facendo effettuare la punizione assegnata alla squadra del Cenisia. L'arbitro, a questo punto, decideva di sospendere la gara.

Alla luce di quanto su esposto, appare logico che la decisione sia stata affrettata ed immotivata da parte dell'arbitro in quanto, lo stesso, non ha messo in essere i propri poteri coercitivi che le norme federali gli attribuiscono. Avrebbe dovuto, quindi, espellere o allontanare i giocatori e il dirigente che ostacolavano la ripresa del gioco, anche in considerazione del fatto che lo stesso non ha subito alcuna manifestazione di ostilità fisica da parte di alcuno. Quindi, la soluzione in merito più corretta e logica sia quella di mandare a ripetere la gara a data da destinarsi.

Pertanto,  si delibera di mandare a ripetere la gara a data da destinarsi e di assumere i seguenti provvedimenti disciplinari:

- di squalificare per due gare: Iannetti Christan, Muzio Luca e Paccagnella Edoardo della società Collegno Paradiso;

- di squalificare per due gare: Maero Alessandro della società Cenisia;

- di inibire fino al 15/06/2019 il sig. Fina Cosimo della società Collegno Paradiso allontanato dal campo per comportamento gravemente scorretto nei confronti dell'arbitro;

- di inibire fino al 30/06/2019 il sig. Fusseimi Abdullah dirigenti della società Collegno Paradiso per comportamento gravemente antisportivo:

- di comminare l'ammenda di euro 25.00 alla società Cenisia perché alcuni propri tesserati partecipavano ad una rissa con gli avversari ;

- di comminare l'ammenda di euro 50.00 alla società Collegno Paradiso per aver i propri tesserati partecipato ad una rissa con gli avversarie e per comportamento gravemente antisportivo"

Letto 2168 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta