Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Lunedì, 30 Maggio 2022 17:13

Under 17 provinciali / La partita - Settebello Torinese, qualificazione ai regionali nel cassetto

Scritto da Giacomo Tonello

PLAYOFF - Vantaggio illusorio per il Castellamonte, che poi crolla sotto i colpi degli oronero di mister Mancin (doppiette di Giordano e Lanciano, reti di Ghiglieri e Iachetta, più un autogol). Domenica prossimo la partita di ritorno


​​​​​​​CASTELLAMONTE-TORINESE 1-7
RETI: pt 4’ Bertaccini (C), 16’ aut. Gigliotti (C), 22’ Lanciano A. (T), 38’ Giordano (T), st 2’ Ghiglieri (T), 11’ Giordano (T), 25’ Iachetta (T), 34’ Lanciano A. (T).
CASTELLAMONTE: Mancuso, Iacob, Benedetto, Gigliotti, Ducoli, Lato, Bertaccini, Prinetto, Shaba, De Luca, Benetti. A disp. Lugli, Ghiglietti, Natoli, Braida, Boscolo. All. Ducoli
TORINESE: Rosi, Bonfiglio, Pashja, Bracigliano, Fanolla, Calabrese, Ghiglieri, Iachetta, Giordano, Vernai, Lanciano A. A disp. Genco, Pellegrino, Corvino, Obayagbona, Salem Bilel, Botti, Lanciano S., Della Piana. All. Mancin

Finisce con un clamoroso 1-7 la semifinale di andata dei playoff di Under 17, tra le seconde classificate dei gironi provinciali di Ivrea e Torino. Era una trasferta non semplice sulla carta e così si è dimostrata nella prima parte della gara per la Torinese: il terreno di gioco irregolare e la fisicità messa in campo dal Castellamonte hanno subito messo in difficoltà gli ospiti, a tal punto la squadra di casa si porta in vantaggio dopo pochi minuti con Bertaccini, il cui tiro da fuori area si insacca sotto la traversa di un incredulo Rossi. La Torinese continua a subire la forza avversaria e viene schiacciata nella propria metà campo dagli 11 di mister Ducoli, che avrebbero anche possibilità di raddoppiare con Benedetti. Mister Mancin però conosce bene il potenziale dei suoi ragazzi e trova le contromisure giuste. La squadra comincia pian piano a far valere la sua superiorità tecnica e i padroni di casa gli danno un aiutino con un autogol, su un calcio d’angolo calciato teso da Vernai, che rimette in pari il numero delle reti.

Passa una manciata di minuti e con un veloce contropiede Ghiglieri pesca con una precisione millimetrica Lanciano, che supera sulla corsa l'avversario e mette in rete il gol del vantaggio, che fa tirare un sospiro di sollievo ai numerosi sostenitori ospiti presenti sugli spalti. Prima della fine del primo tempo arriva anche il tris per merito di Giordano, che su assist dalla destra di Bonfiglio ha la meglio in area sul difensore avversario e a pochi metri dalla porta mette alle spalle di Mancuso.

Ad inizio ripresa la Torinese schiera tra i pali Genco, ma è ormai una partita senza storia, dove i padroni di casa si affidano esclusivamente ai lanci lunghi nel tentativo di sfruttare la fisicità delle loro punte, magistralmente domati dai due centrali Calabrese e Bracigliano, sostenuti anche da un impeccabile Pashja, che ha concesso molto poco agli avversari che si aggiravano sulla fascia sinistra. La superiorità tecnica del centrocampo a strisce oro nero, orchestrato da Fanolla e Vernai, ha poi fatto la differenza, assieme alla velocità e alla forza fisica di Ghiglieri nel sbarazzarsi dei difensori avversari. Proprio da un suo slalom in area al 2' della ripresa arriva il 4-1 per la Torinese e, prima di lasciare il campo tra gli applausi, Giordano ruba palla in area e festeggia con una doppietta il suo compleanno. Al suo posto il combattivo Botti va a rafforzare il centrocampo degli ospiti.

Mister Mancin comincia a far rifiatare la squadra e poco dopo anche Bonfiglio lascia il posto tra gli applausi, dopo che aveva spinto tanto sulla fascia destra, a Corvino, che subito si inserisce nei ranghi della difesa. Il 6-1 per gli ospiti arriva a metà del secondo tempo ad opera di Iachetta, che dopo aver stordito in area gli avversari, culmina con un gol la sua generosa prova. Nel finale la Torinese dà spazio a tutta la panchina, ma c'è ancora tempo per Ghiglieri, che per l’ennesima volta sorprende sulla tre quarti gli avversari, si invola verso la porta e calcia; sul suo tiro ribattuto da Mancuso si precipita Lanciano che chiude in questo modo le danze, dopo che per ben due volte aveva fatto tremare la traversa avversaria.

Per la Torinese ormai è solo una formalità conquistare la promozione al campionato regionale per la categoria Under 17, sicuramente un ottimo risultato per la giovane società del presidente Squillace. Per il Castellamonte ci sarà comunque ancora un’opportunità, nella gara secca del 19 giugno, contro la perdente della sfida dell’abbinamento A tra Sanmartinese e San Francesco.

Letto 777 volte Ultima modifica il Lunedì, 30 Maggio 2022 17:16

Registrati o fai l'accesso e commenta