Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Martedì, 19 Luglio 2022 10:20

Maurizio Tonus riparte dall’Under 17 del Borgaro: “Regionali o provinciali poco cambia, abbiamo tanti obiettivi da conseguire”

Scritto da Samira Ben Zitoun

INTERVISTA - L’allenatore: “Rispettiamo le regole, giocheremo nei provinciali con l’obiettivo di far bene e far crescere i ragazzi in ottica della Prima squadra. E poi c’è il Maggioni. I ragazzi sono rimasti tutti, dimostrando attaccamento alla maglia, sono un grande gruppo”


Maurizio Tonus, per te è un ritorno a Borgaro, qui sei stato come giocatore prima e come allenatore dopo.

“Ho allenato per due anni la Juniores Nazionale, poi sono andato via. Quando sono stato richiamato dalla società per allenare gli Allievi, ci siamo accordati sin da subito. Loro volevano che io tornassi e io al tempo stesso volevo tornare a Borgaro, è stato facile. È una società in cui ci sono sani principi, una delle migliori in ambito torinese e piemontese, si sta bene e si lavora bene”.

L’Under 17 è retrocessa ai provinciali a causa di una lunga squalifica subita da un dirigente. Cosa ne pensi? 

“Sono cose successe prima del mio arrivo. Comunque, il regolamento prevede questa sanzione e noi accettiamo le regole della Federazione. Faremo i provinciali”.

Come si vive nello spogliatoio questa esclusione? 

“I ragazzi hanno dimostrato, come me e la società, che non hanno risentito per nulla di questa cosa. Per quanto riguarda il gruppo che andrò ad allenare sono rimasti praticamente tutti, tranne due che sono andati via. Abbiamo preso altri 4/5 giocatori, perciò direi che i ragazzi hanno reagito alla grande”.

Nonostante i provinciali, il gruppo rimane unito: attaccamento alla maglia o siete stati bravi a convincerli?

“Questo non te lo so dire. Io li ho conosciuti, li ho visti giocare nell’ultimo torneo che hanno fatto, ho parlato con i ragazzi, con il direttore sportivo, con la società. Se si sono fermati praticamente tutti, penso che ci siano tanti motivi: attaccamento alla maglia, certo, visto che tanti sono lì da molti anni, e sicuramente anche un buon lavoro svolto dal direttore sportivo”. 

Hai fiducia in questo gruppo, confidi che possa fare bene?

“Assolutamente sì, sono sempre fiducioso e questo è un bel gruppo. Lavorare con i ragazzi è il mio mestiere, oltre al calcio sono professore di ginnastica a scuola, per cui per me è sempre bello lavorare con loro, essere seguito e trasmettere qualcosa, spero, di importante”.

Quali sono gli obbiettivi della stagione?

“Sicuramente fare un buon campionato, che sia regionale o provinciale non cambia molto, e fare crescere i ragazzi in prospettiva di Juniores e Prima squadra. Poi abbiamo sempre il Torneo Maggioni-Righi da fare, che è sempre stato un obiettivo importante per la categoria Allievi a Borgaro, per cui abbiamo tanti obiettivi da conseguire durante l’arco della stagione”. 

Letto 1039 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta