Sabato, 15 Giugno 2024
Daniele Pallante

Daniele Pallante

PANCHINE - Tante novità: Davide Bellotto , oltre alla direzione tecnica, diventa vice del nuovo allenatore Massimo Morgia. Definito l’organigramma tecnico delle giovanili, Marco Pecorari confermato in Juniores nazionale. Ciliegina sulla torta, arrivano due preparatori dei portieri: Dario Urban e Gabriele Frasca


Maurizio Cocino ed Enrico Marzullo in, Fabio Isaia e (come già annunciato) Edoardo Zaccarelli out. Ultima tra le grandi, anche il Chieri è arrivato alla definizione dell’organigramma tecnico del Settore giovanile, orchestrato dal direttore tecnico Davide Bellotto insieme al direttore generale Pino Perfetti. Ma andiamo con ordine.

MASSIMO MORGIA ALLENATORE DELLA SERIE D

Stamattina in conferenza stampa è stato presentato il nuovo allenatore del Chieri, che affronterà la serie D con rinnovate ambizioni.

“Abbiamo ricercato un profilo che potesse portare un significativo valore aggiunto al nostro progetto - spiega il presidente azzurro Luca Gandini sul sito ufficiale www.calciochieri1955.it - Per noi Prima squadra e Settore giovanile non sono due asset del Club separati. Il pensiero della società e la filosofia che da sempre accompagna Morgia durante la sua carriera si sono rivelati i medesimi. Vogliamo crescere sotto ogni aspetto e vogliamo farlo continuando a costruire e a valorizzare i nostri ragazzi”.

A riprova del forte legame tra i settori della società, Davide Bellotto sarà il vice allenatore di Morgia e il direttore tecnico della società, in modo da trasferire l’idea di calcio del tecnico toscano (basata sui moduli 4-3-3 o 3-4-3, quindi iperoffensivo) alle squadre delle giovanili.

MARCO PECORARI ANCORA ALLA JUNIORES NAZIONALE

Tra le “conseguenze” della scelta di Massimo Morgia c’è la permanenza sulla panchina della Juniores nazionale di Marco Pecorari, che era tra i candidati al salto in serie D. L’obiettivo, visto il secondo posto di quest’anno, è lo Scudetto di categoria, oltre naturalmente alla valorizzazione dei giovani.

LE PANCHINE DELLE GIOVANILI

Due tasselli erano già sicuri, ovvero la conferma di Christian Viola alla guida del gruppo 2003 nella categoria Under 17 e la scelta concentrata con Andrea Mercuri, che riparte dall’Under 15 con i 2005.

Visto l’addio di Enrico Migliore (passato alla Prima squadra del San Giacomo Chieri) e il nuovo ruolo di Davide Bellotto, servivano due nuovi allenatori. Per la squadra Under 16 arriva Maurizio Cocino, allenatore giovane ma di grande esperienza, che al Lascaris ha allenato anche la Prima squadra. Soluzione interna invece per l‘Under 14, affidata a Enrico Marzullo, quest’anno vice proprio di Migliore.

Rimangono fuori - tra i quattro allenatori che si contendevano i due posti - Edoardo Zaccarelli, che però si consolerà alla grande al Torino, probabilmente con i 2006 o i 2007, e soprattutto Fabio Isaia, ancora senza panchina.

FOCUS SU MAURIZIO COCINO

Se Enrico Marzullo è cresciuto in seno al Chieri e rappresenta uno “stimolo” per tutti gli allenatori collinari, interessante la scelta di puntare su Maurizio Cocino, allenatore di carattere che ama far giocare a calcio le sue squadre e con i giovani ci ha sempre saputo fare. La sua carriera inizia al Lucento, con il maestro Guido Mattei, ma la società più significativa nella sua carriera è il Lascaris, dove Cocino ha allenato per 10 anni: tre stagioni alla Juniores, con un titolo regionale vinto e una finale persa; poi il ritorno in Scuola calcio con i 2004, con una serie incredibile di vittorie e soprattutto ben 9 giocatori mandati nel professionismo nel corso di tre anni; quindi due stagioni in Promozione, con un quinto e un terzo posto ottenuti con la linea verde; e ancora Scuola calcio insieme a Dennis Sanseverino, alla guida del gruppo 2007, per ricaricare le pile ed essere pronto a una nuova avventura, in quel di Chieri.

COLPACCIO DARIO URBAN COME PREPARATORE DEI PORTIERI

Ciliegina sulla torta, a Chieri arrivano due nuovi preparatori dei portieri per il Settore giovanile e la Scuola calcio: si tratta di Dario Urban, autentica istituzione nel ruolo che negli ultimi tempi ha fatto le fortune dei numeri 1 del Chisola, e Gabriele Frasca, in arrivo dal Lucento.

PANCHINE - A Chieri rimangono in tre (Maurizio Cocino, Fabio Isaia ed Enrico Marzullo) in lizza per le due panchine ancora vacanti. Assegnate invece tutte le squadre granata: Massimo Ricardo in Under 17, Alessandro Malagrinò in Under 16, Alessio Rapisarda in Under 15 e Davide Vitelli in Under 14


Non si sa dove andrà - anche se si fanno sempre più insistenti i rumors che lo portano verso il Torino - ma la notizia certa è che le strade di Edoardo Zaccarelli e del Vanchiglia si separano qui. L’offerta del Chieri è allettante, ma scala in secondo piano di fronte alla possibilità di approdare su una panchina granata, la maglia con cui suo padre Renato ha collezionato 317 presenze e vinto il mitico Scudetto del ’76.

Se Zaccarelli andrà al Toro (per i 2006 o i 2007, dicono i ben informati), a Chieri rimarrebbero tre nomi per due squadre, Under 16 e Under 14: uno tra Maurizio Cocino, Fabio Isaia ed Enrico Marzullo rimarrà senza panchina.

Tornando al granata del Vanchiglia, se con Zaccarelli c’era un allenatore “di troppo” rispetto alle squadre disponibili, ora tutto si assesta: Massimo Ricardo in Under 17, Alessandro Malagrinò in Under 16, Alessio Rapisarda in Under 15 e Davide Vitelli in Under 14.

PANCHINE - Il responsabile del Settore giovanile Maurizio Fontana ha definito gli allenatori: Claudio Anselmi ricomincia dall’Under 15, Salvatore Quattrocchi tiene i 2006 in Under 14


È Rosario “Saro” Terrano l’unico ingresso nell’organigramma tecnico del Collegno Paradiso: l’esperto allenatore l’anno scorso a Rivoli, in precedenza al Bsr Grugliasco e alla Pro Collegno, è il nuovo allenatore dell’Under 16 neroazzurra.

Per le altre panchine il responsabile del Settore giovanile Maurizio Fontana ha puntato su tecnici già a Collegno quest’anno, tra conferme e soluzioni interne. Abdullah Fusseini continua con l’Under 19, che ha riportato nei regionali vincendo il campionato provinciale; confermato anche Matteo Vagli nella categoria Under 17, che ha salvato nei regionali con una stagione da protagonista.

Detto di Rosario Terrano in Under 16, per l’Under 15 fiducia a Claudio Anselmi, che passa così dalla gestione del gruppo 2003 ai 2005. Infine rimane al suo posto Salvatore Quattrocchi, che accompagna i 2006 nel difficile passaggio dagli Esordienti all’Under 14.

PULCINI 2009 - Grande spettacolo in campo e profonda commozione nella manifestazione in ricorso dell’indimenticato dirigente


Dopo un mese di gare, è calato il sipario sulla seconda edizione del Memorial in ricordo di Francesco Ledda, una manifestazione che per il Vanchiglia è l'occasione per tenere vivo il ricordo di una persona che ha lasciato un grande vuoto dentro e fuori dal campo.

Alla fine, è stata una grande festa, con il Vanchiglia che ha trionfato con i suoi gruppi sia nel girone Argento (percorso netto davanti a Cbs, Gassinosanraffaele e Pianezza) che nel girone Oro (a pari merito con il Chieri, davanti a Sisport e Pro Eureka), al termine di un percorso a tratti entusiasmante, con partite combattute ed equilibrate che hanno assicurato emozioni e spettacolo.

FASE FINALE GIRONE ARGENTO
CBS-PIANEZZA 2-4
VANCHIGLIA B-GASSINO SR 2-1
GASSINO SR-CBS 0-7
PIANEZZA-VANCHIGLIA B 2-3
GASSINO SR-PIANEZZA 2-4
CBS-VANCHIGLIA B 0-5

FASE FINALE GIRONE ORO
PRO EUREKA-CHIERI 2-4
VANCHIGLIA A-SISPORT 5-3
CHIERI-VANCHIGLIA A 3-3
SISPORT-PRO EUREKA 3-5
CHIERI-SISPORT 1-0
VANCHIGLIA A-PRO EUREKA 4-3

VANCHIGLIA / UNDER 14 - Sabato entrano in scena i bianconeri, domenica pomeriggio le due finali


Uno straordinario La Chivasso vince a punteggio pieno la seconda fase a gironi del 14° Memorial Marco Mercurio, torneo organizzato dal Vanchiglia per la categoria Under 14: tre vittorie su tre confermano la qualità della squadra biancorossa, che accede alle semifinali con il ruolo di possibile outsider della manifestazione. Ma i granata padroni di casa, che sfideranno proprio i chivassesi nella sfida “dentro o fuori” in programma sabato prossimo, faranno di tutto per “vendicare” la sconfitta per 1-0 e accedere alla finalissima del torneo di casa. Nell’altra semifinale entra in scena la Juventus, che si presenta ovviamente come la favorita alla vittoria finale; il primo ostacolo per i bianconeri sarà rappresentato dalla Cbs, terza classificata (per differenza reti negativa rispetto al Vanchiglia) del secondo girone eliminatorio.

Domenica pomeriggio in programma le due finali: comunque vada, sarà un successo.

14° MEMORIAL MARCO MERCURIO / UNDER 14

SECONDA FASE A GIRONI

GIRONE E: LA CHIVASSO 9, VANCHIGLIA 4, CBS 4, ATLETICO TORINO 0

LA CHIVASSO-VANCHIGLIA 1-0
ATLETICO TORINO-CBS 0-1
VANCHIGLIA-ATLETICO TORINO 4-0
CBS-LA CHIVASSO 2-3
LA CHIVASSO-ATLETICO TORINO 3-0
CBS-VANCHIGLIA 1-1

SEMIFINALI E FINALI

Sabato 22 giugno
17:00 LA CHIVASSO-VANCHIGLIA (X)
18:30 CBS-JUVENTUS (Y)

Domenica 23 giugno
17:00 PERDENTE X-PERDENTE Y (3° POSTO)
18:30 VINCENTE X-VINCENTE Y (1° POSTO)

MERCATO - Ufficiale il passaggio in Grigio del difensore classe 2002, che ritrova l’ex compagno di squadra Simone Gaetano


Dopo Simone Gaetano, che già in questa stagione ha giocato con la mitica maglia dei Grigi, un altro giocatore del Venaria è pronto al grande salto verso il professionismo: si tratta di Francesco Minosse, che è stato ceduto ufficialmente all’Alessandria (dove aveva provato già lo scorso dicembre insieme al compagno di squadra Gabriele Di Carlo).

Ieri il presidente Domenico Mallardo ha chiuso cl’accordo con Nereo Omero, responsabile del Settore giovanile alessandrino, per il trasferimento a titolo definitivo del difensore classe 2002, che giocherà in Berretti.

“Sono davvero soddisfatto - commenta Mallardo - perché anche quest’anno il Venaria è riuscita a mandare un suo giocatore nel professionismo, e non è detto che sia l’unico. Il successo è di tutti, in primis di Francesco, che si è impegnato tanto e avrà la sua occasione di emergere nel mondo del calcio. Poi un grazie va ai suoi compagni di squadra e al mister Petrucci, che è stato capace di valorizzarlo al meglio. Infine permettetemi di estendere l’elogio alla società tutta, tra i punti cardini della nostra filosofia sportiva c’è quello di formare uomini e giocatori per il professionismo: tutte le volte che ci riusciamo, è una conferma che siamo sulla strada giusta”.

PANCHINE - Sicure le conferme di Ignazio Sferrazza all’Under 17 e di Lorenzo Capasso all’Under 15, il dg Pippo Giuffrida lavora per altri colpi prestigiosi


Sergio Silivestro, allenatore di grande esperienza che vanta – tra l’altro – Pozzomaina, Collegno Paradiso e Kl Pertusa tra le sue più recenti società, è il nome nuovo dell’organigramma tecnico del San Giorgio Torino. Il direttore generale Pippo Giuffrida, che da quest’anno è affiancato da Giuseppe Frallicciardi nel ruolo di direttore sportivo del settore dilettanti, sta lavorando per completare le panchine in vista della prossima stagione sportiva, con altri nomi importanti nel mirino.

Le certezze per ora riguardano le conferme di Ignazio Sferrazza all’Under 17 e di Lorenzo Capasso all’Under 15, oltre all’arrivo di Sergio Silivestro per il gruppo 2006, nella categoria Under 14. Per la Juniores è in fase avanzata la trattativa con Yuri Bragato, che ha iniziato (ma non finito) la scora stagione con l’Atletico Torino, mentre per la panchina dell’Under 16 è stata proposta a Franco Callà, ex Volpiano e, anche lui, Atletico Torino.

SOCIETA’ - L’ex numero 1 della PiscineseRiva ufficializza la nascita di un nuovo sodalizio, che avrà Prima squadra e Settore giovanile, collegato a due Scuole calcio


Lo abbiamo anticipato in esclusiva, ora è ufficiale (o meglio, lo sarà dal 1 luglio, con la nuova stagione sportiva): Michele Marano, di fatto ex presidente della PiscineseRiva, è il protagonista di un nuovo, grande progetto che sta nascendo a Orbassano.

La nuova società, che sarà il nucleo di un progetto territoriale molto ampio, si chiama A.S.D. Orbassano Aspa, acronico che racchiude le quattro anime dell’Aurora Orbassano (che porta in eredità la Prima categoria), dello Sporting Orbassano, di Piscina (da cui arrivano alcuni dirigenti insieme a Marano) e dell’Airaschese.

“L’Orbassano Aspa - spiega Marano, che ne sarà presidente - avrà la Prima squadra e le categorie agonistiche del Settore giovanile: siamo già molto avanti nella scelta degli allenatori e nella formazione delle rose, ma ufficializzeremo i nomi dalla prossima settimana. Il direttore sportivo è Francesco Marinaccio, che farà anche un lavoro di coordinamento tra le società coinvolte. Alla base ci saranno due Scuole calcio, quella dello Sporting Orbassano, dove Pino Bonasia continuerà nel suo ruolo di responsabile, e dell’Airaschese, che forse cambierà il nome in Airasca e comunque avrà come presidente Giuseppe Basano. Il campo base delle giovanili sarà ad Orbassano, ma probabilmente un paio di squadre avranno casa proprio ad Airasca, che porta in eredità le squadre 2003 e 2005. Di sicuro, vista l’ampiezza e la densità del territorio coinvolto, non avremo difficoltà ad essere competitivi con tutte le annate”.

SOCIETA’ - L’ex numero 1 della PiscineseRiva ufficializza la nascita di un nuovo sodalizio, che avrà Prima squadra e Settore giovanile, collegato a due Scuole calcio


Lo abbiamo anticipato in esclusiva, ora è ufficiale (o meglio, lo sarà dal 1 luglio, con la nuova stagione sportiva): Michele Marano, di fatto ex presidente della PiscineseRiva, è il protagonista di un nuovo, grande progetto che sta nascendo a Orbassano.

La nuova società, che sarà il nucleo di un progetto territoriale molto ampio, si chiama A.S.D. Orbassano Aspa, acronico che racchiude le quattro anime dell’Aurora Orbassano (che porta in eredità la Prima categoria), dello Sporting Orbassano, di Piscina (da cui arrivano alcuni dirigenti insieme a Marano) e dell’Airaschese.

“L’Orbassano Aspa - spiega Marano, che ne sarà presidente - avrà la Prima squadra e le categorie agonistiche del Settore giovanile: siamo già molto avanti nella scelta degli allenatori e nella formazione delle rose, ma ufficializzeremo i nomi dalla prossima settimana. Il direttore sportivo è Francesco Marinaccio, che farà anche un lavoro di coordinamento tra le società coinvolte. Alla base ci saranno due Scuole calcio, quella dello Sporting Orbassano, dove Pino Bonasia continuerà nel suo ruolo di responsabile, e dell’Airaschese, che forse cambierà il nome in Airasca e comunque avrà come presidente Giuseppe Basano. Il campo base delle giovanili sarà ad Orbassano, ma probabilmente un paio di squadre avranno casa proprio ad Airasca, che porta in eredità le squadre 2003 e 2005. Di sicuro, vista l’ampiezza e la densità del territorio coinvolto, non avremo difficoltà ad essere competitivi con tutte le annate”.

SOCIETA’ - Il mitico direttore in visita in occasione del secondo open day della Scuola calcio. Tante le novità: confermato il direttore sportivo Mario Santomauro, rimane anche l’allenatore Augusto Palazzesi. E quattro giocatori del 2005 (Bonizio, Di Francisca, Laureana e Osadaye) provano alla Pro Vercelli


“Primo consiglio, creare un bell’ambiente, qui mi sembra che le potenzialità ci siano. Secondo, se parliamo di Scuola calcio, scegliere degli istruttori capaci, che sappiano formare i ragazzi dal punto di vista umano prima che sportivo. Giocatore lo diventi solo se prima sei un uomo, bisogna creare un presupposto educativo e aiutare i ragazzi ad acquisire una mentalità da professionisti, anche in una realtà dilettantica. Terzo, parlando di categorie agonistiche e Prima squadra, la società si deve far rispettare, deve avere una voce più forte di quella degli allenatori e dei giocatori. È faticoso partire, poi tutto viene da solo, con questi presupposti”.

Sono questi, semplici ma efficaci, i consigli che Luciano Moggi - uno che di calcio se ne intende di sicuro - dà all’Atletico Torino e al suo presidente Marco Palmiere. Il mitico “direttore” ha fatto visita alla società di via Palatucci in occasione del secondo appuntamento di open day, in cui una cinquantina di bambini si sono allenati e divertiti sotto le direttive di Elia Fanelli, che con la sua “Smart gol” sta dando una mano, e di Andrea D’Andrea, fresco di nomina a responsabile della Scuola calcio.

Sono tante e quotidiane le novità all’Atletico Torino, da quando è stato ufficializzato il passaggio di proprietà da Mimmo Arcella a Marco Palmiere. Importante in questo senso l’accordo stretto con l’Adidas, che fornirà il materiale sportivo. Anche la società sta prendendo forma: dopo il direttore generale Luca Fiore e il responsabile del Settore giovanile Mino Giuliani, è fresca di giornata la conferma di Mario Santomauro come direttore sportivo di Prima squadra (dove la rosa a disposizione di Luca Macrì è in via di formazione) e Juniores. In mezzo a tanti volti nuovi, Santomauro rappresenta la continuità: “Il nuovo presidente ha le idee chiare e tanta voglia di fare, ci rimettiamo tutti in discussione all’intero di un progetto interessante, sarà il tempo a dire se la strada intrapresa è quella giusta”.

Tra gli allenatori delle giovanili, dopo Filippo Bisecco (Under 14) è ufficiale anche la conferma di Augusto Palazzesi, che ha vinto il campionato provinciale con i 2005: “Nel cambio di proprietà - dichiara l’allenatore - vedo un progetto interessante, che parte dalla Scuola calcio e dal Settore giovanile per creare in casa i giocatori della Prima squadra. Ci sono tutti i presupposti per fare calcio in modo serio”. Quattro talenti del 2005 hanno provato alla Pro Vercelli: il centrocampista Lorenzo Bonizio, il trequartista Matteo Di Francisca, l’attaccate Federico Laureana e l’esterno sinistro Jeremy Osadaye. Sperano di seguire la strada verso il professionismo già imboccata dal 2006 Ngana Valdes, passato a gennaio alla Juventus.

La chiusura spetta ancora a Moggi: “Mandare giocatori nel professionismo è la pubblicità migliore per una società come l’Atletico Torino. Io sono a disposizione per dare una mano”.