Venerdì, 24 Maggio 2024

SECONDA FASE - È entrata nel vivo ormai la seconda fase del Pulcino di Pasqua 2019, giunto ormai alla 37esima edizione. La prima fase, disputata dal 6 gennaio al 3 febbraio, nei Gironi di Torino ha visto qualificarsi le prime 24 squadre negli Esordienti 2007, 32 formazioni nei Pulcini 2008 e altrettante nei Pulcini 2009. La seconda fase è cominciata il 9 febbraio e terminerà il 3 marzo. Le finali si disputeranno come sempre sul campo del Barcanova e si giocheranno il 20, 21 e 22 aprile.


ESORDIENTI 2007 - I Cambi base sono Barcanova, Cenisia, Atletico Torino, Caselle, Torrazza e Rivarolese. I gironi A e B, dei campi basi rispettivamente di Barcanova e Cenisia, saranno certamente i più infuocati, con Chieri, Sisport, Barcanova e Orizzonti United il primo e Barcanova, Lascaris, Cbs e Caselle il secondo.

PULCINI 2008 - Nei 2008 i campi base da tenere d'occhio con vista finale sono Cbs, Lascaris e Cit Turin, ma occhio alle sorprese, soprattutto alle squadre da fuori Torino. Nel girone della Cbs ci sono River Mosso, Chieri, Cenisia e Psg, in quello del Lascaris figurano Cbs, Rosta, Alpignano e Santena, mentre in quello del Cit Turin si contendono il girone Lascaris, Sisport Nero, Mirafiori Blu e Collegno Paradiso.

PULCINI 2009 - Si conclude in bellezza con i Pulcini primo anno. Il campo base del Carrara sarà sicuramente spumeggiante, con i due Chisola (bianco e blu), il Cit Turin e il San mauro, ma occhi puntati anche sul campo base del Chisola, dove giocheranno Sisport nero, Lascaris nero, Pianezza e Atletico Torino. Come al solito l'attenzione su questa storica manifestazione è massima e se ne vedranno delle belle fino alle giornate finali.

GALLERIA FOTOGRAFICA - Sul campo base del Caselle Calcio, ultima partita della prima fase della categoria Esordienti fascia B 2007, girone D, del torneo Pulcino di Pasqua: la gara è finita con un pareggio a reti inviolate. Pozzomaina, Sisport e Caselle passano alla fase successiva. Sotto alcune foto della partita.


 

Moretta, 8 gennaio 2017

 

Nello scontro valido per la prima fase del torneo “Pulcino di Pasqua” una Vicus straripante ha la meglio sull'Olimpic Saluzzo. Il risultato finale è di 7-0. Da parte dei saluzzesi tanto impegno ed entusiasmo ma, dopo un’iniziale resistenza, lo scoramento per il passivo via via in crescita, ha determinato un calo verticale che ha reso il passivo decisamente pesante.

 

Vicus che ha invece giocato una partita di qualità, mettendo in evidenza alcuni giocatori già un passo avanti alla media per tecnica e senso del gioco. In particolare Incandelo si guadagna il ruolo da protagonista con una bella tripletta, intervallata dalle reti di Grasso, Patero, De Salvo e Bonina. Complimenti quindi a Pairetto, allenatore del Vicus, condottiero di un gruppo che ambisce con diritto al passaggio al turno successivo di questo importante torneo giovanile.

 

 

 

Un plauso anche all’Olimpic Saluzzo che ha onorato l’impegno pur di fronte a un avversario che non gli ha lasciato scampo, con l’allenatore Palumbo che, molto sportivamente, si è complimentato con gli avversari per la bella prestazione.

 

Olimpic Saluzzo - Vicus 0 – 7

 

I marcatori della Vicus: Incandelo (3), Grasso, Patero, De Salvo, Bonina.

 

La formazione dell'Olimpic Saluzzo: Oggiano, Pagano, Rosso, Fiorato, Quattrocchio, Dalmasso, Olivero, Palumbo, Cetera. All.: Palumbo

 

 

La formazione della Vicus: Pautasso, Grasso, Gamba, Rotondo, Incandelo, Patero, De Salvo, Ippolito, Bonina, Fillia, Di Dio. All.: Pairetto

 

La Redazione           

Torino, 6 marzo

 

Non sono mancate le emozioni al termine di questo fine settimana nevoso nel Pulcino di Pasqua. Sisport e GiavenoCoazze si danno battaglia a tutto campo, ma al termine di una gara tiratissima i bianconeri piazzano la zampata che vale la vittoria finale. Un 2-1 pieno di occasioni e difficile da buttar giù per il GiavenoCoazze, che ha giocato una ottima partita e avrebbe meritato almeno il pareggio. Risultato felicemente sbugiardato quindi per i ragazzi di Cipullo, che si sono dimostrati più precisi sottoporta, avendo avuto anche loro, come gli avversari, parecchie occasioni per rimpinguare il risultato. La gara è stata molto complicata per le due squadre, entrambe hanno giocato molto corte e compatte, rendendo difficile lo scorrimento della palla. La Sisport ha sofferto molto il pressing alto degli avversari nella loro ricerca del fraseggio, viceversa quando i bianconeri riuscivano a mettere l’acceleratore sule fasce è il GiavenoCoazze a soffrire la velocità degli avversari.

 

 

La Sisport si fa vedere subito in avanti: bel lancio in profondità di Aducato per Alfinito che ruba il tempo e anticipa il portiere in uscita e prova a infilarlo con lo scavino, che però centra la traversa. La risposta del Giaveno, corner di Stradotto che pesca Dell’Uomo in area, ma la sua conclusione viene sporcata da una selva di gambe che addomesticano il pallone per la presa di Colucci. Al 7’ la Sisport trova il vantaggio: ottima triangolazione sulla corsia di sinistra tra Alfinito e Macri, con quest’ultimo che la mette alle spalle di Tonda. Ma il vantaggio ha breve vita: passano appena due minuti e Carbone va a recuperare il pallone al limite dell’area avversaria e mette da solo contro il portiere Dell’Uomo che questa volta non sbaglia. Nel finale di tempo la Sisport ha una occasione clamorosa tra i piedi di Alfinito, ma la sua conclusione viene murata sulla linea di porta da Baldo.

 

Il secondo tempo è molto combattuto, entrambe le squadre non si risparmiano su nessun pallone, ma per assurdo che sia, i gol in questo tempo sono 0. Merito dell’abilità di Colucci, che si rende protagonista di una splendida doppia parata su Carbone, che prima ruba palla a Greco e poi solo contro il portiere si fa ipnotizzare e la sua conclusione viene respinta, così come la seconda chance sulla ribattuta. Dall’altra parte Tine è sfortunato nel centrare l’incrocio dei pali dopo essersi liberato benissimo del marcatore. A chiudere la ripresa la clamorosa occasione del Giaveno: triangolo tra Becchio e Andreello che mette fuori causa il portiere avversario, ma da posizione defilata, Andreello manca lo specchio della rete sguarnito. Nel terzo tempo la Sisport trova ancora una volta i legni a fermare la conclusione di Alfinito. Ma al 10’ è proprio Alfinito a ripartire sulla sinistra e mettere al centro un pallone che Tine trasforma in gol con un colpo di biliardo nell’angolino lontano.

 

SISPORT-GIAVENOCOAZZE 2-1

 

I marcatori: pt 7’ Macri; 9’ Dell’Uomo; tt 10’ Tine

 

La formazione della Sisport: Colucci; Benso, Barna, Gamboa, Greco, Macri, Aducato. A disp. Romano, Alfinito, Tine. All. Cipullo.

 

La formazione del Giavenocoazze: Tonda; Baldo, Iiriti, Trapani, Andreello, Mancuso. A disp. Becchio, Carbone, Dell’Uomo, Stradotto. All. Germano.

 

Glocal Press

 

 

Torino, 6 marzo

 

Reduce dalla super vittoria di ieri a Settimo contro i padroni di casa, il Volpiano vuole ribadire il suo ottimo momento di forma contro il Moncalieri di Minevrino, squadra che, però, dimostra già nei primi minuti la sua intraprendenza e voglia di lottare su ogni pallone, fattori che effettivamente consente loro di creare qualche spavento alla difesa volpianese. Dopo 7’, tuttavia, è il Volpiano a portarsi in vantaggio: l’autore del gol è Vivirito, abile nel capitalizzare al meglio un’azione di contropiede: lo stesso Vivirito, tre minuti più tardi, trova la via del raddoppio con una conclusione da posizione defilata su cui nulla può Verlezza.

 

 

Nella ripresa, il Moncalieri cerca di rientrare in campo con uno spirito diverso al fine di mutare le sorti dell’incontro, ma sono le volpi a triplicare il proprio vantaggio al 5’, minuto in cui Bettas, con un sinistro potente e preciso, infila la sfera sotto l’incrocio dei pali. Passano soli 60 secondi e i biancoblu calano il poker: al 6’, infatti, è Esposito ad iscriversi al tabellino dei marcatori, approfittando di un assist preciso di uno scatenato Bettas. Proprio quando la gara sembra finita, però, i ragazzi di Minevrino, colti da un moto di orgoglio, cercano di alzare il proprio baricentro e di creare maggiori opportunità da gol: una di queste, ad un minuto dallo scadere della seconda frazione, si rivela vincente ed ha come protagonista Montagna che realizza il più classico dei gol di rapina, in quanto approfitta di uno spiovente all’interno dell’area di rigore avversaria ed è il più lesto di tutti a trovare l’impatto decisivo con la sfera.

 

Il terzo ed ultimo tempo, invece, inizia nel peggiore dei modi per i ragazzi di Bosco: dopo aver subito la rete del 4-1, infatti, i volpianesi incassano quella ancor più preoccupante del 4-2 al 1’; a riaprire la partita è Geraci, il quale sorprende Dianati con una conclusione dalla distanza. Per Bosco e compagni, tuttavia, avrebbe del clamoroso gettare alle ortiche il consistente vantaggio accumulato fino a quel momento e, quindi, rialzano subito la china, trovando la rete che chiude definitivamente la gara al 3’: il realizzatore è nuovamente Bettas che, con una conclusione angolata, non lascia scampo all’incolpevole Verlezza. Dopo qualche minuto di stand-by, i biancoblu trovano addirittura la sesta marcatura con Esposito (autore anch’egli di una doppietta al pari di Bettas e Vivirito), grazie ad una traiettoria velenosa, sulla quale Verlezza si oppone ma senza successo. In occasione dell’ultima azione della gara, infine, il Moncalieri trova il gol della bandiera grazie a Geraci, il quale sigla la doppietta personale in scivolata, sfruttando un’indecisione tra Torresan e Dianati che risulta comunque essere ininfluente ai fini del risultato finale.

 

VOLPIANO – MONCALIERI            6-3

 

I marcatori: pt 7’, 10’ Vivirito; st 5’ Bettas, 6’ Esposito, 11’ Montagna; tt 1’, 12’ Geraci, 3’ Bettas, 10’ Esposito.

 

La formazione del Volpiano: Dianati, Torresan, Bosco, Mantelli, Vivirito, Bettas, Esposito, Sciacca, Marcone. All. Bosco.

 

La formazione del Moncalieri: Verlezza, Perrone, Sbarra, Montagna, Rotariu, Milano, Zago, Geraci. All. Minevrino.

 

Glocal Press