Sabato, 13 Aprile 2024
Mercoledì, 21 Febbraio 2024 17:25

Coppa Italia Primavera - Torino in finale col brivido, decisivo Magui nel recupero dei supplementari

Scritto da
Festa al triplice fischio (foto TorinoFc) Festa al triplice fischio (foto TorinoFc)

SEMIFINALE DI RITORNO - Epilogo positivo di un incontro da montagne russe per i Torelli. Sembrava tutto fatto prima del triplice fischio, ma son bastati dieci minuti di sbandamento per rimettere in carreggiata gli aquilotti. E quando tutto lasciava presagire i rigori ecco il guizzo del neo entrato che risolve la sfida mandando i granata in finale.


Quanta paura per i Torelli, ma al termine di una gara mozzafiato la finale è realtà. L'incontro parte male con la rete lampo di Sulejmani e la Lazio pare approcciare decisamente meglio la gara, giocando aggressiva in cerca della rimonta. Al 22' però Dell'Aquila pesca Gabellini in area con la palla che vale l'1-1 e da questo momento l'inerzia va tutta dalla parte dei padroni di casa, che mettono alle corde gli avversari pur mancando di precisione al momento della giocata finale. Si arriva senza grossi squilli all'intervallo e nel secondo tempo lo spartito non cambia, con i granata a tenere senza patemi il pallino del gioco. Gli ospiti provano a modificare qualcosa con gli innesti di Bigotti e Cuzzarella, ma nonostante aumentino la spinta, rischiano maggiormente quando il Toro riparte in velocità. Tuttavia nessuno dei due portieri si sporca i guanti e l'unico vero campanello d'allarme per la squadra di Scurto arriva su una disattenzione, quando la difesa perde palla in area, ma gli avanti bianco celesti non ne approfittano. Si va verso i dieci minuti finali senza sorprese, ma proprio all'80' ancora Sulejmani trova il raddoppio con un gran sinistro al volo. La rete manda in tilt i Torelli che vengono poco dopo salvati dal palo, ma alla fine concedono il tris al bomber laziale che forza la gara ai supplementari.
Mister Scurto catechizza a dovere i suoi e l'incontro riparte con la squadra più centrata, a dimostrarlo l'immediata conclusione di Gabellini sventata dal grande intervento di Renzetti. La stanchezza si fa sentire per entrambe, le giocate son meno lucide e a pagare pegno è Silva, che deve alzare bandiera bianca a sei minuti dal termine. Il cambio sarà decisivo però, perché proprio il neo entrato Magui su cross da corner trova lo spazio giusto per insaccare la rete che vale la finale. Le emozioni però non finiscono qui, perché prima di poter finalmente esultare serve un miracolo difensivo di Njie, che libera al momento giusto una palla non trattenuta da Abati e che Di Gianni stava per scaricare in rete. Alla fine arriva il fischio dell'arbitro e può partire la festa, ora resta solo da scoprire chi tra Roma e Fiorentina contenderà il trofeo ai granata.

TORINO-LAZIO 2-3
RETI: pt 3', st 35' e 41' Sulejmani (L), pt 22' Gabellini (T), sts 14' Magui (T)
TORINO (4-1-4-1): Abati, Dell’Aquila (st 40' Casali), Desole, Ciammaglichella (st 40' Perciun), Silva (sts 9' Magui), Dellavalle, Gabellini (sts 7' Franzoni), Njie, Dalla Vecchia, Muntu, Marchioro (pts 10' Longoni). A disp. Cabella, Bellocci, Bianay Balcot, Mahari, Acar, Franzoni, Rasheed, Magui. All. Scurto
LAZIO (4-3-3): Renzetti, Bordon, Milani (sts 2' Bordoni), Sardo, Bedini (sts 14' Cappelli), Di Tommaso (sts 14' Gelli), Napolitano (st 22' Bigotti), Kone (st 22' Cuzzarella), Dutu (st 32' Di Gianni), Sulejmani, Zazza. A disp. Magro,Tredicine, Ferrari, Nazzaro, Ilas. All.: Sanderra
AMMONITI: pt 33' Di Tommaso (L), st 41' Sulejmani (L)

Letto 843 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta