Lunedì, 04 Marzo 2024
Giovedì, 11 Gennaio 2024 19:11

International Europe Garino Cup - Tutto pronto per la presentazione, svelati i nomi delle 29 partecipanti

Scritto da

UNDER 12 FEMMINILE - Il presidente del Garino Gianni Matacchione dà appuntamento al 22 gennaio alle ore 19 al centro sportivo Garino in via Europa 25 a Vinovo, per la presentazione ufficiale dei calendari e dei regolamenti del torneo che si disputerà nel weekend di Pasqua. 29 squadre ai nastri di partenza, oltre alle big nostrane il nome di prestigio è quello del Paris Saint Germain.
 


Continua a crescere il torneo organizzato dalla Polisportiva Garino, che così come anticipato ai primi di novembre è pronto a scoprire le sue carte nella presentazione del 22 gennaio. Una novità rispetto a quanto detto due mesi fa, saranno infatti 4 i giorni in cui si svolgerà la manifestazione rispetto ai 3 preventivati. Una cornice di tempo più larga che permetterà uno svolgimento ancora migliore di quello della passata stagione. Partenza il 29 e 30 marzo con la fase eliminatoria a cui parteciperanno le dilettanti, che divise in quattro gironi da 4 squadre l'uno porteranno sette rappresentanti (le prime classificate e le tre migliori seconde) alla fase finale in programma l'1 e 2 aprile, dove entreranno in gioco le professioniste. Una delle dilettanti, la peggio classificata, sarà eliminata, le altre disputeranno i gironi di consolazione. Come detto anche questa stagione tante presenze di rilievo: per le dilettanti in campo le piemontesi Accademia Torino, Asti, Biellese, Borgo Vittoria Cit Turin, Cit Turin, Freedom, Independiente Ivrea, Pinerolo e SCA Asti, mentre dalla Lombardia arriveranno Gavirate, Macallesi, Rhodense e Sarnico e dalla Francia il Mougins.
Il torneo si sta imponendo all'attenzione di tante squadre professioniste anche dall'estero e il presidente del Garino Matacchione conferma come anche il Barcellona si sia mostrato interessato alla partecipazione il prossimo anno, non potendo in questa occasione dovendo disputare un'altra manifestazione. I nomi importanti però non mancano di certo tra le professioniste e oltre a Juventus e Torino il parterre di società presenti comprende il meglio del calcio italiano: saranno presenti infatti Atalanta, Bologna, Como, Genoa, Inter, Lecco, Milan, Modena, Parma, Roma e Sampdoria; dalla Francia poi il Nizza, presente anche la scorsa stagione, e il Paris Saint Germain, società che anche a livello femminile è in netta crescita, lottando negli ultimi anni sempre per il titolo e laureatasi campione della Division 1 Féminine per la prima volta nella sua storia nella stagione 2020-2021, con tanto di semifinale Champions raggiunta l'anno dopo.

Come la scorsa edizione quindi un impegno notevole, ma sempre molto sentito per la Polisportiva Garino, che con pazienza mira alla creazione di un suo settore femminile e continua ad accumulare esperienza con questa manifestazione e con la proficua collaborazione con la Juventus. Il tutto senza dimenticare il settore giovanile maschile in corsa per gli obiettivi stagionali e alla ricerca di una stabilità che permetta di disputare i campionati regionali al meglio. Con una Juniores a caccia della prima posizione nel girone B di Torino, il presidente Gianni Matacchione fa il punto sulle quattro squadre divise tra Regionali e Provinciali: "Il rendimento di Under 15 e Under 14 è molto positivo e confidiamo di poterci giocare l'accesso alla categoria superiore con entrambi i gruppi, se non direttamente, centrando i playoff. Under 17 e Under 16 sono in una situazione più complicata e abbiamo provato a dare una scossa ad entrambe le squadre cambiando la guida tecnica. La più in difficoltà è sicuramente l'Under 16, che si sta scontrando con tutte le criticità del campionato regionale. Siamo più fiduciosi verso l'Under 17, che ho seguito io per la prima parte di stagione e so che è un gruppo in crescita, unito e determinato. Gli manca forse una punta che faccia molti gol, ma compensa certe carenze con un notevole spirito di squadra. Sono stati anche sfortunati, perché con le nuove regole in Under 17 le retrocessioni dirette sono quattro ed è molto complicato anche raggiungere la zona playout, ma sono sicuro potranno dire la loro fino alla fine. Anche nel girone di andata hanno disputato diverse gare da sfavoriti dove la sconfitta è arrivata per questione di dettagli, con un girone di ritorno dove disputeranno la maggior parte degli scontri diretti in casa possono risalire. Le difficoltà erano messe in conto, come sottolineato la scorsa volta vogliamo stabilizzarci a certi livelli, ma senza fretta e anche queste ardue esperienze sono allenanti per i nostri ragazzi, un percorso attraverso cui crescere".

Letto 1222 volte Ultima modifica il Giovedì, 11 Gennaio 2024 19:12

Registrati o fai l'accesso e commenta