Sabato, 25 Giugno 2022
Martedì, 21 Giugno 2022 16:48

Regionali sì, regionali no, esclusioni e ripescaggi: ecco cosa dice il regolamento

Scritto da

CRITERI DI AMMISSIONE - Il Comunicato ufficiale numero 6 della FIGC/SGS detta le regole. L’esclusione è dettata dalla mancanza “più di una categoria giovanile compresa tra Allievi, Giovanissimi, Esordienti, Pulcini” (quindi non ne basta più solo una) e da squalifiche ai dirigenti “di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi”, come nel caso del Borgaro


Regionali sì, regionali no, esclusioni e ripescaggi: in questi giorni in cui impazza il calciomercato, l’argomento “regionali” - giusto o sbagliato che sia - è centrale nelle scelte dei giocatori e delle loro famiglie. È quindi importante conoscere le regole, che sono quelle dettate dai Comunicati ufficiali. In particolare, il CU numero 6 della FIGC/SGS definisce i “criteri di ammissione ai campionati regionali 2022/2023”, sulla cui base i Comitati regionali hanno definito le loro regole di permanenza o promozione nei regionali, ovvero di retrocessione nei provinciali.

Comunicato ufficiale n. 6 FIGC/SGS - Criteri di ammissione ai campionati regionali 2022-2023.pdf

Una premessa importante è che le categorie sono due, Under 17 e Under 15, che comprendono i bienni, infatti quelli Under 16 e Under 14 sono definiti tornei. La preclusione alla partecipazione ai campionati regionali in entrambe le categorie (che, di fatto, ha finora comportato l’esclusione da campionati e tornei) è dovuta a due motivi. 

Primo, la “mancata partecipazione, nella precedente stagione sportiva (2021/2022) a campionati o tornei organizzati dalla FIGC in più di una categoria giovanile compresa tra Allievi, Giovanissimi, Esordienti, Pulcini”. È il discorso della cosiddetta filiera: non è considerata completa, con la conseguente esclusione dai regionali, se manca più di una delle quattro categorie sopra citate. Attenzione, fino alla stagione precedente ne bastava una, ma le regole sono cambiate. Un esempio tra i tanti possibili: il Cumiana Real, che non ha squadre nel biennio Allievi, può giocare nell’Under 14 regionale (conquistata tramite i playoff provinciali) perché ha squadre anche negli Esordienti e nei Pulcini.

Secondo, “provvedimenti di cui all’art. 9 del Codice di Giustizia Sportiva che determinano, per il singolo soggetto, una sanzione tra squalifica ed inibizione di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi, inflitti al presidente o a qualsiasi altri dirigente e collaboratore tesserato per la società”. Questo è, per esempio, il caso del Borgaro (che, sia detto per inciso, non ha fatto ricorso contro i tre anni di squalifica subiti da un suo dirigente). La lettura di questa normativa fin qui applicata ha comportato l’esclusione da tutte e quattro le categorie regionali, vedi la Rivarolese nel 2019. La speranza del Borgaro è che una lettura più “letterale” comporti l’esclusione solo dalle categorie Under 17 e Under 15, e salvi i regionali nei “tornei” Under 16 e Under 14. Si saprà a inizio luglio, con la comunicazione delle squadre ammesse ai regionali.
 

Ultima modifica il Martedì, 21 Giugno 2022 16:52

Registrati o fai l'accesso e commenta