Sabato, 20 Luglio 2024
Giovedì, 29 Febbraio 2024 18:39

Giudice Sportivo - Due anni di squalifica per un giocatore del Vallorco U16. Quattro ad un dirigente della Pro Collegno U16

Scritto da redazione

COMUNICATI UFFICIALI - Ancora un weekend contrassegnato dalle pesantissime sanzioni emesse dal Giudice Sportivo a seguito di incresciosi incidenti che hanno visto, loro malgrado, protagonisti gli arbitri.
 


UNDER 16 REGIONALI

Ancora una pesantissima squalifica nei campionati regionali, questa volta in Under 16. A pagarne le spese Gabriele Gola del Vallorco, che come recita il comunicato: "Espulso per somma di ammonizioni, alla notifica del provvedimento disciplinare volgeva al Direttore di Gara epiteti offensivi e avviandosi verso gli spogliatoi, gli sputava addosso attingendolo sui pantaloncini e sulla casacca. Ritardava inoltre l'uscita dal terreno di gioco continuando ad insultare l'arbitro. Sanzione comminata tenendo conto delle condotte complessive e della precisione dell'art 35, comma 1 CGS che qualifica lo sputo al Direttore di Gara come condotta violenta. Ai sensi dell'art 3, comma 7 si precisa che le sanzioni inflitte per condotta violenta vanno considerate ai fini delle misure amministrative a carico della società deliberata dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare tali episodi".

Mano pesante anche per Tomas Forte del Nichelino Hesperia, otto giornate per: "Espulso per somma di ammonizioni, al termine della partita spintonava l'arbitro, durante il rientro negli spogliatoi. Sanzione comminata ex art. 36, comma 1, lett. b) C.G.S".

PROVINCIALI

Bruttissimi episodi anche nei Provinciali di Torino. Nel girone B di Under 19 0-3 a tavolino ad entrambe le squadre nell'incontro tra Resistenza Granata e San Giorgio Torino: "Come si è rilevato dalla lettura degli atti ufficiali, la gara in oggetto non ha avuto un regolare svolgimento, essendo stata sospesa al 26° esimo minuto del secondo tempo dall'arbitro, causa rissa formatasi in campo e che ha coinvolto la maggior parte dei giocatori, dirigenti di entrambe le società".

L'episodio più grave in Under 16 girone A, nella sfida tra Pro Collegno Collegnese e Rapid Torino. Riportiamo di seguito il comunicato integrale, che decreta lo 0-3 a tavolino ad entrambe le squadre per rissa in campo e i 4 anni di squalifica al dirigente dei padroni di casa Davide Mario Gilberti.

"La gara in oggetto, come si è rilevato dalla lettura degli atti ufficiali, non ha avuto un regolare svolgi-mento, essendo stata sospesa dall'arbitro al 43 minuto del secondo tempo causa una rissa scoppiata in campo.
Questi, nel suo referto, riferisce che al 41 minuto del secondo tempo a seguito di un ammonizione al sig. Mazzarella Luca della società Rapid Torino, lo stesso veniva a contatto fisico con il giocatore Zerbini Cristian della società Pro Collegno Collegnese, intervenivo prontamente e notificavo il provvedi-mento di espulsione al giocatore Zerbini Cristian della società Pro Collegno Collegnese, mentre verificavo l'uscita del giocatore sanzionato, sentivo delle urla provenire dalla panchina e vedevo che il Sig. Gilberti Davide Mario gridava ad alta voce offendendo pesantemente L'arbitro.
A questo punto mi sono recato verso la panchina e il Sig. Gilberti a gran voce manifestava il suo disappunto proferendo gravi offese ed insulti sulla mia persona. Procedevo, quindi, notificando il provvedimento di espulsione al Sig. Gilberti. Il Dirigente sebbene espulso continuava nel suo atteggiamento e non lasciava il terreno di gioco, negando di fatto la ripresa del gioco.
L'episodio descritto dava luogo ad un assembramento tra i presenti in campo, i quali passavano dalle parole ai fatti, generando una rissa che coinvolgeva entrambe le squadre. A questo punto, non essendoci più le condizioni per portare a termine la gara, l'arbitro decretava la fine della stessa. Mentre lo stesso si dirigeva verso gli spogliatoi veniva seguito dal Sig. Gilberti Davide Mario, che una volta raggiuntolo continuava a protestare ed a offenderlo. Improvvisamente lo stesso, senza apparente ragione, colpiva violentemente con una testata sulla fronte. A seguito del colpo ricevuto, l'arbitro, accusava un forte dolore al capo, uno stato confusionale con appannamento della vista. A questo punto, un altro Dirigente della Po Collegno Collegnese, bloccava il Sig. Gilberti Davide, permettendo all'arbitro di raggiungere lo spogliatoio. Una volta negli spogliatoi il direttore di gara faceva intervenire le forze dell'ordine che giungevano prontamente presso l'impianto. Dopo aver verbalizzato quanto accaduto dalle forze dell'ordine, veniva scortato presso la propria auto. Successivamente, in compagnia del padre, si recava presso il pronto soccorso dell'ospedale Maria Vittoria, dove dopo gli accertamenti del caso veniva dimesso con una prognosi di gg.5 s.c. per trauma cranico frontale.

A fronte di quanto sopra, si delibera:

- di assegnare gara persa ad entrambe le società, con il risultato di 0-3 /3 -0 a proprio sfavore; PRO COLLEGNO COLLEGNESE - RAPID TORINO 3-0 /0-3
- di squalificare il Sig. GILBERTI Davide della società Pro Collegno fino al 29/02/2028 per comportamento violento nei confronti dell'arbitro, Sanzione comminata tenendo conto della condotta complessiva del dirigente e di quanto previsto dall'art 35, comma 1 ,2 e 7 CGS nella nuova formulazione;
- Di comminare l'ammenda di 100,00 alla società Pro Collegno Collegnese, oggettivamente responsabile dell'accaduto;
- di comminare l'ammenda di 100,00 alla società Rapid Torino, oggettivamente responsabile dell'accaduto;
- di rendere noto che gli altri relativi provvedimenti disciplinari sono stati assunti ed inseriti negli appositi paragrafi"
.

Ultima modifica il Giovedì, 29 Febbraio 2024 19:00

Registrati o fai l'accesso e commenta