Mercoledì, 24 Luglio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 798

Martedì, 03 Febbraio 2015 11:23

Giovanissimi regionali - La Top 11 della ottava giornata

Scritto da

Giordana schiera la formazione migliore dell'ottavo turno proponendo un 3-4-3: Muner, Galietta e Martingano sono la spina dorsale della squadra, a difendere i pali Del Prato della Virtus Villadossola. Scopriamo gli altri migliori dell'ultimo weekend

 

ALLENATORE

Giordana (Cuneo): come può questo allenatore non meritarsi il premio della nona giornata? Ma non è solo per il 6-0 al Pinerolo, perché sarebbe riduttivo. Dopo sette partite i cuneesi ne avevano vinte solo 4, perdendo le altre 3. Tutti si chiedevano dove fosse la vera squadra che ad inizio stagione si dava come favorita e se effettivamente fosse la squadra da battere. È arrivata anche qualche critica ma Giordana non è mai scomposto: a Pinerolo ha dimostrato che la sua squadra fa paura. 

 

PORTIERE

Del Prato (Virtus Villadossola): il numero 1 della squadra di Riva difende la sua porta con le unghie e con i denti per conquistare la prima importantissima vittoria dei suoi in questo campionato regionale. Il gol partita porta la firma di Viroletti, ma sul successo c’è timbrato anche il suo nome. Saracinesca. 

 

DIFENSORI

Muner (Castellazzo): marca per tutta la gara Illario e lo fa benissimo tanto da non permettere alla punta del Casale di rendersi mai pericoloso. Comanda come al solito la linea difensiva e salva due situazioni pericolosissime: la prima spazzando su un’avanzata ospite, la seconda entrando in tackle pulito sul pallone al momento del tiro di un avversario che ormai aveva preso la mira. 

Lanucara (Bacigalupo): in fase difensiva concede poco, aggressivo al punto giusto da farsi rispettare ma da non essere falloso. Sblocca la partita di testa – sugli sviluppi di un corner – con uno stacco imperioso che anticipa il suo diretto marcatore. Marca e non si fa marcare, meglio di così.

Barbieri (Città di Baveno): questo difensore centrale è in assoluto il migliore in campo nella vittoria interna del Baveno sul Caltignaga. Fa un’ottima partita in copertura, mette il piede in tutti i contrasti dai quali spesso ne esce vincente e non sbaglia mai decisione quando ha la palla tra i piedi.  

 

CENTROCAMPISTI

Lerta (Derthona): il centrocampista centrale di Lo Piccolo contro la Novese mostra tutto il suo repertorio e il perché la Juve gli aveva messo gli occhi addosso. L’ex bianconero – arrivato in prestito via Alessandria – è alla sua seconda partita con i nuovi compagni e sembra già essersi ambientato benissimo. Prestazione sopra la media.

Di Napoli (Castagnole Pancalieri): il trequartista di Cetrangolo trascina la squadra alla prima vittoria in stagione partendo dalla panchina. Entra nel secondo tempo sull’1-1 e si posiziona tra le linee offensive: cambia volto alla partita. A 10’ dal termine sugli sviluppi di un contropiede riceve palla dalla fascia e la piazza in porta dal limite dell’area, gran gol.  

Galietta (Pro Settimo): con il Lucento di riposo la Pro Settimo è obbligata a vincere contro l’Ivrea per accorciare la classifica. La squadra di Angeli è tosta e concede pochi spazi, ma la vittoria arriva con gol di Cappetta e Colombo. A fare la differenza però è Galietta, mezz’ala di tantissima sostanza che mantiene l’equilibrio in tutta la squadra. Fa sempre le giocate giuste, che spesso non sono le più facili.

Della Rocca (Atletico Torino): partita pulita e di sostanza dell’esterno di Ligato. Va sul fondo, crossa in mezzo all’area e torna quando c’è da difendere. Fa tutto quel che gli viene chiesto dall’allenatore. Di fronte aveva un avversario di tutto rispetto, se continua così si toglierà soddisfazioni importanti.

 

ATTACCANTI

Lavelli (Suno): con una tripletta all’Orizzonti regala la settima vittoria alla sua squadra nonché – a livello personale – sale al comando della marcatori. Un gol di testa, uno di piattone destro e il terzo di tacco: palla di Gariddi dalla tre quarti campo, lui la fa scorrere sotto le gambe e con il tacco fa 4-1.

Martingano (Banchette): contribuisce con due gol alla partita più emozionante della giornata. Si scatena sul risultato di 1-1 segnando prima il sorpasso con una gran botta da fuori area e poi pareggia il 3-2 dell’Ivest con un pregevole pallonetto . Fa reparto da solo, si prende la squadra sulle spalle. Per sua sfortuna tra le file avversarie Milliano  non intende lasciarsi il palcoscenico.

Cavallo (Cuneo): nell’incredibile 6-0 a Pinerolo ha il grandissimo merito di spezzare gli equilibrio a favore dei suoi dopo appena 45 secondi. Da qual momento il Cuneo ha la partita in pugno e al 10’ Cavallo raddoppia di fatto chiudendo la gara. Due tiri da fuori, dopo aver saltato l’avversario. Bei gol. 

 

Registrati o fai l'accesso e commenta