Mercoledì, 24 Luglio 2024

Antonio Marchio in pole position per l'operazione rilancio della Sisport

STRATEGIE - La Juventus vuole rinforzare la sua società satellite e ricostruire un Settore giovanile competitivo: l’attuale responsabile scouting del Piemonte, che gode di enorme fiducia in società e su tutti i campi della regione, potrebbe essere la nuova figura di riferimento. Ma non mancano le alternative…


E se ci fosse la figura di Antonio Marchio dietro il rilancio della Sisport, fortemente voluto dalla casa madre Juventus nel piano industriale 2021-2014? Il responsabile scouting del Piemonte, uomo di grande carisma e profonda conoscenza calcistica, stimato in tutta la regione per il lavoro svolto in questi anni sempre con il sorriso sulle labbra, da quasi 40 anni in bianconero, potrebbe essere la figura chiave nel progetto di rinforzamento dell’attività di base e di rilancio del Settore giovanile (in stile J Stars) della società satellite.

Il condizionale sul nome di Antonio Marchio è d’obbligo perché, per ora, si tratta solo di idee e indiscrezioni, e le alternative non mancano. Ma è certa la volontà della Juventus di rinforzare la Sisport, a livello tecnico e sportivo.

Due i capisaldi di questo progetto. Da un lato, aggiungere qualità ai già importanti numeri dell’attività di base: da settembre 2021 infatti alcuni gruppi della Juventus (Primi Calci, Pulcini e anche Esordienti) potrebbero giocare in maglia Sisport, in modo da allargare ulteriormente la platea dei giocatori tra cui scegliere in ottica giovanili. Dall’altro lato, rilanciare proprio il Settore giovanile per “rifare” la J Stars, capace di vincere il titolo nazionale Allievi nel 2014, un anno prima della definitiva chiusura. Anche in questo caso il discorso è a lungo termine, perché prima di tutto bisogna ricostruire la filiera, poi conquistare le categorie regionali: il primo passo potrebbe essere una squadra di 2006 da iscrivere sottoleva al campionato Under 16 provinciale, in modo da risolvere subito (insieme ai 2007 in una delle categorie di Giovanissimi) il discorso della filiera.

Per un progetto di questo spessore, serve una figura di riferimento particolarmente importante, capace di tenere i rapporti con il territorio ma anche con la stessa Juventus. Ecco allora la candidatura di Antonio Marchio, che in Juventus è stato giocatore, allenatore, coordinatore tecnico dell’attività di base e ora responsabile scouting del Piemonte. La figura di Marchio porterebbe un messaggio chiaro per tutti: la Juventus crede fortemente nel progetto di rilancio della Sisport.

Ma la prossima stagione non sarà semplice e porterà con sé tutte le incognite dovute all’emergenza Covid-19, che di fatto ha interrotto questa stagione sul più bello. Logico quindi che la società bianconera valuti anche delle alternative. Un’idea potrebbe essere Davide Bellotto, che in passato ha allenato sia alla Juventus che alla J Stars, fino a pochi giorni fa responsabile del Settore giovanile del Chieri e quindi profondo conoscitore del calcio regionale; il suo ingresso nella Juventus è molto probabile, ma dovrebbe rientrare nel settore scouting. La classica “soluzione interna” potrebbe essere invece rappresentata da Mauro Spalazzi, che alla Sisport è responsabile tecnico dell’impianto di Grugliasco.

Registrati o fai l'accesso e commenta