Giovedì, 13 Giugno 2024

TORNEO / UNDER 14 - Tutta concentrata nella giornata di oggi la fase nazionale del torneo 11giovani Kup, organizzato da BeKings. Giocati in mattinata i quarti di finale, le semifinali (a partire dalle 14 sul campo dello Spazio Talent Soccer) Pro Vercelli-Chisola e Lascaris-STS


Giocati questa mattina i quarti di finale della fase nazionale della 11giovani Kup, torneo organizzato da BeKings per la categoria Under 14. Il Lascaris, già campione della prima fase regionale, si sbarazza senza problemi del Bsr Grugliasco (rientrato in gioco a causa dell'assenza della Pro Patria), 5-0 con tripletta di di Hrincu e doppietta di Paolillo. Sarà tutta bianconera la semifinale con lo Spazio Talent Soccer che, trascinato dal solito Roberto Tucci, batte il Novara con un bel 3-1 Fa rumore anche la sconfitta della Juventus, che si arrende a un grande Chisola, a segno con Bennati, Ferrato e Boaron. La squadra di Andrea Mandes in semifinale sfiderà la Pro Vercelli, che ha eliminato la combattiva Cbs ai calci di rigore, dopo il 2-2 dei tempi regolamentari.

 

11 GIOVANI KUP / FASE NAZIONALE

QUARTI DI FINALE

PRO VERCELLI FC-CBS 2-2 (5-3 dcr)
RETI: 2 Gennarino (P), st 12' Belmonte (C), st 30' Tealdo (C) 
CBS: Bonato, Pasquale, Canino, Fea, Zanfilo, Oliva, De Stasio, Malfatti, Belmonte, Libraro, La Fata. A disp. Bianchetto, Pavarino, Basile, Giagnoni, Tealdo, Giordano, Matinata. All. Venere 
PRO VERCELLI: Pieralisi, Padovan, Bordonaro, De Pascali, Zanini, Kolaj, Cozza, Mosca, Ciliberto, Albertini, Graneris. A disp. Tondella, Nardone, Dall'Olio, Zucca, Gennarino. All. Ricardo 

SPAZIO TALENT SOCCER-NOVARA FC 3-1
RETI: 2 Tucci, Concia (S), Leshchynskyi (N)
SPAZIO TALENT SOCCER: Froio, Ben sallam, Marabisso, Doumbia, Iacovo, Khonchap, Petar, Barbera, Moscarella, Tucci, Ciancio. A disp. Dilillo, El raqibi, Freda, Oliveri, Moio. All. Froio 
NOVARA: Prendi, Ferro, Modenesi, Grechi, Scordamaglia, De Stasio, Marcioni, Provenzano, Leshchynskyi, Collia, Ferraris. A disp. Cherchier, Cometti, Guardigli, Pileri, Coggiola, Elia, Chiarani, Fedrigo. All. Vecchio 

BSR GRUGLIASCO-LASCARIS 0-5
RETI: 3 Hrincu, 2 Paolillo 
LASCARIS: Benevento, Magopat, Abrate (Piovano), Dimasi, Schiavone (Petrozzi), Allegri, Nastasi (Spada), Gemisto, Paolillo, Corbosiero (Spatolisano), Hrincu. A disp. Cordero. All. Grungo
BSR GRUGLIASCO: Sciascia, Tafuro, Vair, Incrivaglia, Vitolo, Principi, Capatti, Stilo, Andreotti, Settembre, Veronese. A disp. Pestrichella, Simonotti, Masucci, Bruttomesso, Cortese, Marostica. All. Zaccone 

JUVENSTUS-CHISOLA 0-3
RETI: pt 6' Bennati, pt 20' Ferrato, 35' Boaron 
JUVENTUS: Assom, Iuorio, Cento, Abebainera, Bonetti, Garofoli, Cotrone, Pioli, Ejokpaezi, Bannati, Zamirato. A disp. Brostic, Scelfo, Fassino, Fornero, Pal Eduard. All. Di Benedetto 
CHISOLA: Celli, Brun, Atzori, Bianchi, Pistone, D'Apice, Musso, D'Angelo, Ferrato, Treves, Bennatia A disp. Sciulli, Landolfi, Giannone, Stratoti, Ben Tahar, Senatore, Boaron, Prons. All. Mandes 

 

SEMIFINALI

14.00 Pro Vercelli-Chisola 
15.00 Lascaris-Spazio Talent Soccer 

FINALI

16.30 Finale 3°/4° posto - Perdente SA-Perdente SB
17.30 Finale 1°/2° posto - Vincente SA-Vincente SB

TORNEO / UNDER 14 - A giocarsi le semifinali del torneo 11giovani Kup sono Lascaris, Chisola, CBS e Spazio Talent Soccer. Il Lascaris trionfa contro il Cenisia segnando tanto, sono Freguglia con la sua tripletta, Nastasi in raddoppio e Hrincu a trovare la porta avversaria. A doversi scontrare con i bianco neri nella giornata di domani è lo Spazio Talent che tiene duro dopo la rimonta del Pinerolo e vince ai calci di rigore. A spuntarla tra Chisola e Pro Eureka sono i bianco celesti che con un tris volano in semifinale, dove si scontreranno con la CBS, reduce dalla vittoria sul Grugliasco, resa possibile grazie al gol di Oliva e alla doppietta di Malfatti. 


QUARTI DI FINALE

SPAZIO TALENT SOCCER-PINEROLO 2-2 (6-5 d.c.r.)
RETI: pt 17' Tucci (S), 25' Iacovo (S), st 5' Panizzolo (P), 15' Fonti (P) 
SPAZIO TALENT SOCCER: Froio, Doumbia, Marabisso, Adam, Iacovo, Prati, Ben sallam, Lollo, Moscarella, Tucci, Ciancio. A disp. Georgev, Freda, Oliveri, Moio, Sassoli. All. Froio
PINEROLO: Bunino, Panizzolo, Viola, Caggese, Fonti, Iaccarino, Rao, Margaria, Burgarella, Chiericato, DiMartino. A disp. Calì, Sferrazza, Guri, Gai, Signoretta. All. Iaccarino 

CENISIA-LASCARIS 0-6
RETI: 3 Freguglia, 2 Nastasi, Hrincu 
CENISIA: Murineddu, Specchia, Salvatore, Storti, Nunnari, Vilella, Cappelletti, Torre, Dalipi, Santovito, Puccioni. A disp. Fontana, Doro, Terio, Braghiroli, Ferroni, Serio, Cristoforachis. All. Orifici 
LASCARIS: Benevento (Cordero), Magopat (Piovano), Abrate, Dimasi, Schiavone, Petrozzi (Allegri), Nastasi, Corbosiero, Freguglia, Gemisto, Paolillo (Hrincu). A disp. Spada. All. Grungo 

CHISOLA-PRO EUREKA 3-0
RETI: 2 Boaron, Treves 
CHISOLA: Mihalescu, Bianchi, Senatore, Ben Tahar, Pistone, D'Apice, Musso, Piarulli, Boaron, Treves, D'Angelo. A disp. Celli, Stratoti, Atzori, Landolfi, Ferrato, Bennati, Brun. All. Mandes
PRO EUREKA: Casale, Guidabelli, Di Maio, Racchetto, Calorio, Damean, Sonego, Mastrapasqua, Caltabellotta, Di Vita, Merlo. A disp. Russo, Rua, Schiavello, Cammarota, Boukhris, Ferrantino. All. Coduti

BSR GRUGLIASCO-CBS 1-3 
RETI: pt 12' Oliva (C), st 16' e 18' Malfatti (C) 
BSR GRUGLIASCO: Pestrichella, Tafuro, Guida, Incrivaglia, Vitolo, Principi, Andreotti, Stilo, Masucci, Cortese, Capatti. A disp. Sciascia, Simonotti, Bruttomesso, Settembre, Marostica, D'Elia. All. Zaccone 
CBS: La Fata, Bianchetto, Pavarino, Canino, Pasquale, De Stasio, Oliva, Giagnoni, Malfatti, Belmonte, Tealdo. A disp. Bonato, Capello, Basile, Giordano, Ponte, Granvillano, Libraro. All. Venere 

 

SEMIFINALI / Mercoledì 20 dicembre

18.30 Spazio Talent Soccer-Lascaris 
19.30 Chisola-CBS 

FINALI / Giovedì 21 dicembre

18.30 Finale 3°/4° posto - Perdente SA-Perdente SB
19.30 Finale 1°/2° posto - Vincente SA-Vincente SB

 

SUPERTROFEO 11GIOVANI KUP / Sabato 23 dicembre

QUARTI DI FINALE

10.00 Pro Vercelli-1ª 11giovani Kup (A)
10.00 Juventus-4ª 11giovani Kup (B) *
11.00 Lombardiauno-2ª 11giovani Kup (C)
11.00 Novara-3ª 11giovani Kup (D) *

SEMIFINALI

14.00 Vincente A-Vincente B
15.00 Vincente C-Vincente D

FINALI

16.30 Finale 3°/4° posto - Perdente SA-Perdente SB
17.30 Finale 1°/2° posto - Vincente SA-Vincente SB

UNDER 14 / 1ª GIORNATA - per i giovanissimi dell’Under 14 si chiude la prima giornata del torneo 11 giovani Kup, a spuntarla nel primo incontro di questo ottavo di finale a eliminazione diretta è lo Spazio Talent che mostra le sua qualità contro la Pro Collegno. A fargli compagnia ai quarti di finale saranno il Pinerolo, che la vince contro il solido Borgaro Nobis ai calci di rigore e il Cenisia che di corto muso ha la meglio sulla Rivarolese. 


SPAZIO TALENT SOCCER-PRO COLLEGNO COLLEGNESE 10-0
RETI: pt 1’, 21’, 23’ e st 2’ Tucci, pt 3’ Prati, 10’ e st 3' Toro, 13’ Ben sallam, st 17’ Ciancio, 21’ Freda
SPAZIO TALENT SOCCER: Dililio, Georgiev, Marabisso, Doumbiua, Errquaibi, Kontchap (Freda), Bensallam (Moio), Prati, Toro Moscarella (Froio), Tucci, Ciancio. A disp. Barbera. All. Regina 
PRO COLLEGNO COLLEGNESE: Orlando, Tormena, Verna, Carbone, Origlia, La Paglia, Di Stefano, Massaro, Capomolla, Basile, Grieco. A disp. Mariconda, Botta, Bertolini, Gottero, Bruna, Di Nardo, Doria, Franco. All. De Chirico 

 

PINEROLO-BORGARO NOBIS 1-1 (Pinerolo d.c.r.) 
RETI: st 10' Berna (P), 16' Amendola (B) 
PINEROLO: Calì (st Bunino), Panizzolo, Fonti, Caggese, Sferrazza (st Gai), Barna, Rao, Burgarella, Margaria, Di Martino. A disp. Guri. All. Iaccarino
BORGARO NOBIS: Romeo, Modica, Griglie, Merlo, Scinica, Sacchetti, Teodoro, Bencivenga, Cannavò, Amendola, Serra. A disp. Ferrero, C. Latella, Greco, Lupo, T. Latella, Delle Cave, Riassetto, Devincentis. All. Barile

 

RIVAROLESE-CENISIA 1-2 
RETI: pt 19' Tappari (R), st 10' Ferroni (C), 20' Cristoforachis (C) 
RIVAROLESE: Bonino, Tappari, Stan, Pavese, Ruotolo, Della Sala, Borello, Canali, Marras, Vianini, Frandina. A disp. Mazza, Bono, Brennan, Giacoma, Pasta, Simone, Oufkir. 
CENISIA: Fontana, Specchia, Caprì (C), Artigiani, Nunnari, Salvatore, Doro (V.C.), Torre, Puccioni, Serio, Cappelletti. A disp. Murineddu, Vilella, Santovito, Terio, Ferroni, Cristoforachis, Beaghiroli, Dalipi. All. Orifici 

INTERVISTA - Festeggia il successo dei suoi ragazzi il Mister Alessandro Iaccarino che con il suo talentuoso Pinerolo si aggiudica la vittoria del Torneo Turin Football Winter Cup contro il Lascaris. Partita decisa ai rigori dopo un pareggio concretizzatosi nei minuti regolamentari dove alla rete bianconera di Spina al 23' risponde subito il Pinerolo con Calizia. A deciderla sul finale dal dischetto Gaiotto che para il primo rigore del Lascaris e infine Buraci segna quello decisivo. 


Complimenti per il trionfo al Torneo Turin Football Winter Cup, che sapore ha questa vittoria?

“Ha un sapore importante, tre anni fa quando siamo partiti eravamo lontanissimi da queste squadre, è stato un lavoro lungo, la ciliegina sulla torta di quello che abbiamo fatto in questi tre anni. Una partita la puoi vincere o perdere dipende molto dai dettagli e dagli episodi però il fatto che siamo arrivati a giocarci questo tipo di partite è gratificante. Una volta ti presentavi e sapevi che poteva essere una carneficina, adesso siamo arrivati vicino a queste squadre. Il Lascaris è secondo me una delle più forti per l’annata 2009, sono forti fisicamente, bravi tecnicamente, hanno una Società importante alle spalle, il Mister è molto bravo li fa sempre provare a creare mai a improvvisare. Perciò noi abbiamo fatto una prestazione con la P maiuscola, non era così banale arrivare alla fine in parità dopo essere andati in svantaggio, loro hanno spinto forte e li poteva esserci quello shock e invece a differenza di altre situazioni come contro il Chisola dove ci siamo spenti, qui ci siamo ripresi a abbiamo trovato il pari. Devo dire che il secondo tempo è stata una partita davvero bella, vissuta da entrambi le parti, forse era giusto arrivare ai rigori per giocarsela. Qualcuno da dischetto deve vincere, ci vuole bravura e anche un po' di fortuna, abbiamo battuto bene i rigori con freddezza e il portiere Gaiotto è stato bravissimo a parare subito il primo rigore.

Tutti e trenta i ragazzi che hanno partecipato sia dei nostri che dei loro ci hanno regalato un gran bello spettacolo, di alto agonismo, senza polemiche, senza nervosismi particolari, alla fine loro si sono complimentati con i nostri ragazzi, un gesto che non sempre capita e fatto da società come il Lascaris da ancora più valore a ciò che abbiamo fatto. Sono contentissimo per loro perché se lo meritavano. Una bella vittoria, in casa della Juve con i vari responsabili a guardare. Il fatto che anche loro conoscessero anche molti dei nostri ragazzi per nome è un segno anche di valore di quello che stanno facendo.”

 

Ad oggi la realtà Pinerolo è competitiva?

“È cresciuta, stà ritornando ad essere il Pinerolo che è sempre stato ed è giusto che sia. I 2009 per ora sono quelli che stanno risaltando di più anche perché c’è il fattore continuità dalla loro parte. Il fatto di aver fatto il salto con lo stesso istruttore con cui hanno lavorato negli anni precedenti li ha aiutati. È stato forse più semplice per loro questo passaggio, però come in tutte le cose non c’è nulla di scontato, quindi merito ai ragazzi. Sono contento perché stanno raccogliendo tutto il lavoro fatto in questi anni, diciotto ragazzi sono scuola Pinerolo, arrivano tutti dagli esordienti, quest’anno dall’esterno ne sono arrivati tre, tra cui Esposito, che si è integrato subito nel gruppo grazie ai ragazzi che mi dimostrano di   essere un gruppo partendo dallo spogliatoio.”

 

Da dove e come si riparte per la seconda parte della stagione?

“La parte più bella deve ancora arrivare. Alla fine conta arrivare alle fasi finali di fine stagione e provare a dare fastidio a quelle che sono accreditate. Noi da buoni outsider vogliamo andare avanti e dare fastidio a tutti, se saremo bravi ci toglieremo qualche soddisfazione se lo saranno gli altri gli stringeremo la mano per poi tornare a lavorare tanto. Credo che ad oggi abbiamo sbaragliato un po’ le carte.”

 

Il Chisola ad oggi è battibile?

“È una squadra molto forte, lo hanno dimostrato anche contro di noi. All’andata è stata una partita in equilibrio fino ad un quarto d’ora dalla fine e poi loro l’hanno totalmente smontata dalla loro parte e questo fa capire la loro forza, in quel caso merito loro ma anche demerito nostro. Questo è anche un nostro limite, se si spegne la testa nel calcio le partite si complicano. Il fatto che noi abbiamo spento quella lampadina sul finale ha fatto si che poi loro l’hanno stravinta. Quella partita li è finita in malo modo quello che invece non è successo contro il Lascaris al Torneo, anche se siamo andati sotto siamo stati bravi a riaccenderla, questo è il passaggio che sta arrivando. Per me il Chisola è comunque la squadra da battere le ha vinte tutte, noi dobbiamo essere bravi a stare li e cercare di fare di più, aspettare anche che loro sbaglino, se succede e poi vedere cosa accadrà nella partita di ritorno. É sempre il signore verde che parla, decide sempre lui. Nel girone di ritorno dobbiamo essere bravi stare li cosa che non è affatto semplice e banale, in alto fa freddo.”

 

Quali sono gli elementi della tua rosa che fanno la differenza?

“Faccio fatica a dirti uno in particolare, secondo me come rosa siamo un gruppo competitivo. Davanti abbiamo Penno, Calonico, Calizia, Pucci, Sabau che sono giocatori che in ogni momento possono fare la giocata, lavorano per la squadra e fanno si che il gruppo si evolva e passi in vantaggio. Sono quelli che finalizzano, ma tutto nasce da quelli che lavorano alle spalle, nella fase di non possesso. È importantissimo il lavoro che stanno facendo i portieri Gaiotto e Favano che sono molto bravi, i difensori centrali Valè, Esposito, Buraci. Dirtene uno in particolare per me è difficile perché tutto il gruppo sta lavorando benissimo.”

 

Un parere su Davide Calizia?

“Davide la porta la vede, quando ha l’occasione è bravo non solo a finalizzare quando viene aiutato dai compagni, ma a volte i gol se li inventa, come quello di domenica. Tanto di cappello, quando hanno delle qualità a volte il duello dell’uno contro uno li premia. Lui finalizza, sta facendo un' ottimo lavoro e secondo me è la cosa più importante per lui dopo quello che è successo questa estate, perché uscire dal Toro per tornare nel dilettantismo non è facile. Lui non si è demoralizzato, anziché spegnersi lui l’ha vista come una rivincita ed oggi sta dimostrando di essere in quel ruolo di punta, punta esterna, seconda punta, perchè con le sue particolari caratteristiche lui può fare diverse cose, il migliore di tutta l’annata. Tanto di cappello a lui per il lavoro che sta facendo e anche ai suoi compagni che lo mettono in quelle condizioni. Ha fatto 17 gol in tredici giornate e altri quattro nel Torneo quindi vuol dire che la sua parte l’ha fatta più che bene, merito a lui perché non si è spento nonostante le cose non andassero come avrebbe voluto e ha continuato a lavorare per arrivare, lui lo sta facendo e anche molto bene.”

 

Cosa dobbiamo aspettarci da questo Pinerolo nelle prossime giornate?

“Lo dicevo ai ragazzi in allenamento, non abbiamo fatto nulla, il più bello deve ancora arrivare. Dalla prima giornata di ritorno sarà ancora più difficile e stimolante per le altre squadre, quindi il nostro compito sarà quello di fare ancora di più e sarà più difficile ripetere quello che è stato fatto all'andata. Si parte bene i ragazzi hanno dimostrato domenica che hanno capito, e stanno facendo tutto bene. Domenica sono entrato in spogliatoio e mi sono tolto simbolicamente il cappello con tanto di complimenti, quello che hanno fatto se lo sono meritati. Vincere aiuta a vincere, quella dopo è ancora più bella, vedremo come sarà, noi stiamo lavorando, i ragazzi sono tutti presenti, l'impegno è massimo e questo è lo spirito giusto ed è ciò che ti porta avanti negli anni per chi avrà la fortuna di poter continuare, mai sentirsi arrivati e aver sempre fame sportiva.”

 

 

 

 

Torino, 31.01.2016

 
Quarti di finale del torneo G. RIVERA al VANCHIGLIA
 
L'Alpignano come consuetudine inizia molto bene la partita, i biancoblù fraseggiano bene e portano il baricentro abbondantemente nella metà campo dei padroni di casa. Al 4° però si intuisce che non sarà una buona giornata, Tucci si butta su una corta respinta del portiere , ma il suo tocco all'apparenza facile facile si ferma contro il palo. In campo c'è una sola squadra che propone calcio triangoleggiando a centro campo e inserendosi sulle fasce. Al 8° però accade quello che non ti aspetti, cross dalla sinistra dei granata, stop fortunoso in mezzo all'aria, e ulteriore tocco svirgolato in porta che inganna Mattiello. 1-0 Vanchiglia. Non passa nemmeno un minuto e Tucci con un bel diagonale coglie il secondo palo, a portiere battuto, sulla palla calciata lontano, dalla parte opposta Mattiello in uscita centra l'attaccante del Vanchiglia che si ritrova la palla tra i piedi e a porta vuota insacca. 2-0 da non credere.
Mister Barile tranquillizza i suoi ragazzi e li incoraggia a continuare a giocare come stanno facendo. Al 12° L'Alpignano accorcia le distanze, Grisi controlla la palla al limite dell'area, dribbling secco e tiro imprendibile  dell'inarrestabile 7 biancoceleste. 2-1. Adesso l'Alpignano ci crede di nuovo e continua a creare occasioni e a sprecarle. Bisogna aspettare il 19°  quando Antoniazzi riceve palla poco oltre la metà campo avanza indisturbato per qualche metro e poi lascia partire un forte tiro che si va ad infilare a mezza altezza alla destra del portiere. 2-2.
 

 
Nel secondo tempo il Vanchiglia teme il ritorno dell'Alpignano e si schiera con tre difensori in linea, la partita diventa più fisica e spezzettata. Tucci si divora una buona occasione ben servito centralmente da Liso, ma al' 8° si fa perdonare mettendo a terra direttamente un rinvio di Mattiello, saltando il proprio avversario e battendo il portiere locale in uscita per il 2-3. 
Purtroppo per i biancocelesti il vantaggio dura poco, al 10°  il n° 8 locale pareggia direttamente su punizione, 3-3.  Al 12° il Vanchiglia si porta nuovamente in vantaggio, su un bel diagonale dalla sinistra l'esterno destro, tutto solo,  non deve fare altro che appoggiare in porta da pochi centimetri. 4-3. 
L'Alpignano ci prova ancora ma ormai le idee sono confuse e la stanchezza si fa sentire, in semifinale ci va la squadra di casa.
 
 
Mister Barile non può che fare i complimenti ai suoi ragazzi, per il gioco espresso e perchè sotto di 2 reti sono stati bravi a non demoralizzarsi e a rimontare seppur temporaneamente. All'uscita dal campo fragorosi applausi del pubblico biancoceleste ma anche dei sostenitori locali che hanno riconosciuto il valore degli avversari.
 
 
Antoniazzi Sandro (Alpignano)              
 
 
VANCHIGLIA - ALPIGNANO - 4-3 (2-2; 2-1)
 
 
FORMAZIONE ALPIGNANO :
1)Mattiello 2)Sperduto 3) Nelli 4)Natale 5)Crivat  6)Liso 7)Grisi 8)Antoniazzi 9)Tucci 10)Spina 11)Gribaldo. Mister Barile.
 
RETI ALPIGNANO :pt. Grisi, Antoniazzi. st. Tucci.

Borgaro, Sabato 23-01-15

 

Nel primo pomeriggio a Borgaro, si disputa la partita tra Juventus e Alpignano.

 

Ci aspettavamo una Juve padrona del gioco già nei primi minuti, invece scorre il cronometro e dopo quattro giri senza un tiro in porta, con due squadre che lottano a tutto campo senza riuscire a tirare in porta, al 5' minuto il primo tiro è della Juve con parata di Martino. Ci prova Laureana, che conclude ma il portiere della Juve para senza difficoltà un tiro centrale. La partita è bella, la Juve prova ad impostare ma i giocatori dell' Alpignano fanno un pressing a tutto campo che gli impedisce di costruire gioco, con il passare dei minuti, l' Alpignano cresce e attacca in velocità, creando prima una mischia nell'area della Juve: batti e ribatti davanti al portiere bianconero, ma alla fine i giovani bianconeri riescono ad uscire da una situazione pericolosa. Subito dopo ci prova con un tiro di Cireddu parato, e la Juve risponde con un' azione in velocità e Martino si esibisce facendo una super parata da tiro ravvicinato. La partita è sempre più bella, i ragazzi dell' Alpignano non pensano a difendersi, ma con grinta cercano il gol. A 2' minuti dalla fine del primo tempo l' Alpignano passa in vantaggio con una bellissima azione in velocità che conclude Laureana, portando il risultato su 1-0 per l' Alpignano e finisce il primo tempo. L' Alpignano chiude la frazione in vantaggio contro la Juventus, meritando con gioco e grinta dando sempre il massimo.

 

 

 

Nel secondo tempo l' Alpignano sostituisce due giocatori, contro la sostituzione completa della rosa della Juve. Inizia subito la compagine bianconera con un tiro pericoloso che finisce fuori, ma non lontano dal palo destro difeso da Martino, e dopo due minuti i ragazzi dell' Alpignano sfiorano il secondo gol dimostrando di non mollare e la partita diventa bella, piena di recuperi a centrocampo, con tutte e due le squadre che ripartono in velocità per cercare di segnare. Passano i minuti con un sostanziale equilibrio, poi la Juve dopo aver provato a segnare contro un super Martino che con sicurezza proteggeva il risultato, riesce a pareggiare con il n. 9 che a tu per tu con il portiere segna e porta il risultato in parità, 1-1. Gli ultimi 4' del secondo tempo i ragazzi dell' Alpignano iniziano ad accusare stanchezza e i ragazzi della Juventus diventano sempre più pericolosi:ci provano un paio di volte a passare in vantaggio, ma Martino è in forma, parando tutto, fino a quando un giocatore della Juve sotto misura riesce a segnare dopo l'ennesima parata, quindi il risultato cambia sul 2-1 per la Juventus e finisce il secondo tempo.

 

Nel terzo tempo i ragazzi della Juve, hanno con il passare dei minuti, più forza fisica, corrono e vincono la maggior parte dei contrasti, i ragazzi dell' Alpignano cercano di giocare con i ritmi dei due tempi già giocati ma si nota un calo fisico.  La Juve attacca di più e nel giro di 4 minuti segna due volte portando il risultato sul 4-1 e purtroppo, nonostante la squadra dell' Alpignano voglia reagire, non ne ha più. L' arbitro fischia il time out sul risultato di 4-1 per la Juve. Alla ripresa del time out la partita assume un ritmo più lento, ma con un sostanziale equilibrio, finisce la partita con una Juventus vittoriosa contro un Alpignano forte che fino alla fine del secondo tempo ha tenuto testa a una squadra come la Juve, poi nel terzo tempo i ragazzi dell' Alpignano non ne avevano più!!  

 

Bellissima partita, due squadre che si sono affrontate a viso aperto cercando a ogni pallone recuperato di attaccare per fare gol, alla fine nonostante la sconfitta bisogna dire bravi ai ragazzi dell' Alpignano che pur perdendo sono usciti dal campo a testa alta, bravi tutti, migliore in campo Martino.

 

Costa Mauro (Alpignano)        

 

 

 
Alpignano, Domenica 14/06/2015 ore 16,30 
 

 

Questa la formazione dell'Alpignano: Bove, D'Introno, Bonfiglio, Palumbo, Bonello, Ciccarelli, D'Urso e Pisola.

Mister: Ciro Di Matteo.

 

 

 

 

 

 
 
 
 
Alpignano, Domenica 14/06/2015 ore 16,00 
 

 

Questa la formazione dell'Alpignano: Bove, D'Introno, Bonfiglio, Palumbo, Bonello, Ciccarelli, D'Urso e Pisola.

Mister: Ciro Di Matteo.

 

Questi i Marcatori dell'Alpignano: Bonello.

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
Alpignano, Domenica 14/06/2015 ore 15,00 
 

 

Questa la formazione dell'Alpignano: Bove, D'Introno, Bonfiglio, Palumbo, Bonello, Ciccarelli, D'Urso e Pisola.

Mister: Ciro Di Matteo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
Alpignano, Domenica 14/06/2015 ore 17,00
 

 

Questa la formazione dell'Alpignano: Martino, Martinetto, Mangione, Costa, Antoniazzi, Crivat, Sperduto, Tucci, Liso e Nave.

Mister: Marco Barile.

 

Questi i marcatori dell'Alpignano: Tucci.