Domenica, 21 Aprile 2024

Inizia bene il Lombardore, in questa prima di campionato che all'inizio ricorda i brividi invernali. Al Comunale scendono in campo due squadre che vogliono ben figurare in questo campionato del Girone B Zona d'Ivrea. In maglia verde il Torrazza, in maglia azzurra il Lombardore. Buon pubblico sugli spalti, che ha seguito l'incontro con grande tifo e partecipazione ora per l'una, ora per l'altra squadra.


Primo tempo giocato subito con grande intensità, parte bene il Torrazza che spinge in difesa i padroni di casa, ma è un fuoco di paglia; appena la difesa e i centrocampisti azzurri prendono le misure, il gioco si rovescia nell'area avversaria e al 4' Ariano concretizza in gol un bellissimo passaggio filtrante. Reagisce il Torrazza, che cerca il gol con una bella punizione, che esalta le doti del numero 1 del Lombardore Samuela Mellano, che vola sulla sua destra respingendo l'insidia in angolo. Ancora il numero 9 Ariano realizza al 14', sfruttando un contropiede partito dall'ottimo centrocampo del Lombardore. Reazione del Torrazza bloccata dall'attenta difesa azzurra, ed ecco il terzo gol, questa volta per merito del centrocampista numero 4 Oddone, che con il suo mancino gonfia il retino laterale della porta. Primo tempo che si chiude sul 3 a 0 per i padroni di casa.

Secondo tempo sulla falsariga del primo, con diverse sostituzioni, segna subito ancora Ariano al 2' e al 4', portando il suo bottino di reti a un livello invidiabile. Il Torrazza cerca il gol con tutte le sue forze e lo trova al 12' con il numero 2 Pani, bravo a sfruttare una corta respinta del numero 12 del Lombardore De Franceschi. Ancora lotta dura a centrocampo, con diverse occasioni da gol del Lombardone non concretizzate, per le ottime parate del portiere, salvataggi sul filo di lana, o legni della porta. Il tempo termina 2 a 1. Per gli azzurri il terzo tempo è stata l'apoteosi di Ariano, che al 3' tira in porta un bolide deviato da un difensore, e 2' dopo  realizza ancora una bellissima rete, portando a 6 il suo bottino personale.

La partita termina7 a 1 , ottimi i ragazzi di Marengo, bravi a giocare con belle azioni veloci, con una difesa granitica sempre attenta, buon lavoro dei centrocampisti, che hanno macinato molti metri di campo e una menzione particolare a Samuele Mellano, il numero 1 della gara, autore di bellissime parate e di tempestive uscite. Complimenti anche ai verdi del Torrazza, squadra caparbia, ben impostata, con ottime individualità, che ha dato l'impressione di non essere mai doma. Bella partita, che meritava di essere vista e giocata.

Luigi Oddone Lombardore Calcio

Inizia bene il campionato del Mercadante che regola con un netto quattro a uno gli avversari del Bacigalupo. Squadre che si equivalgono, con la squadra di casa che però crea più gioco ed è più cinica sotto porta.


Dopo l'esecuzione degli shootout vinti dal Mercadante è subito partita. Ad aprire le marcature è Coscino che, rientrato dopo una lunga assenza, al 6' porta in vantaggio i suoi. Mercadante ordinato, Bacigalupo che non sta a guardare e gioca di rimessa. Si va al primo intervallo sull'uno a zero, ma partita in equilibrio.

Nel secondo tempo il Mercadante si fa più intraprendente e al 24' è Catana con un bolide calciato dalla trequarti a metterla nel sette. Palla imparabile e granata che si portano sul due a zero, risultato che non cambierà fino alla fine della seconda frazione.

Terzo tempo più incerto, con il Bacigalupo che non ci sta a perdere. Purtroppo però la doccia gelata arriva subito. Galluzzo lascia partire un tiro da fuori area che si insacca alla destra della porta difesa dal numero uno ospite. Il Bacigalupo non demorde e il prestante Okoro si invola sulla fascia destra del suo fronte d'attacco. Poco contrastato riesce ad entrare in area e, incrociando di destro, la mette dalla parte opposta. Tre a uno, ma non è finita. A tre minuti dal termine è Ibrahim a calare il poker e a ristabilire le distanze.

Finisce quattro a uno per i granata del Mercadante. Squadre non così dissimili nonostante il risultato finale dica diversamente. Mercadante più quadrato a centrocampo e incisivo sotto porta, ma con qualche individualismo di troppo che forse ha impedito al risultato di essere ben più rotondo. Il bicchiere è sicuramente mezzo pieno. Bacigalupo che esce sconfitto ma che potrebbe comunque avere un ruolo da protagonista nell'arco del campionato.

Paolo Grillone (Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.)                 

 

Virtus Mercadante-Bacigalupo 4 -1 (1-0, 1-0, 2-1)
Reti
: pt 6' Coscino (VM), st 24' Catana (VM), tt 41' Galluzzo (VM), 50' Okoro (B), 57' Ibrahim (VM).
Virtus Mercadante: Alcaro e Grillone (portieri), Catana, Carota, Landi, Galluzzo, Di Tanno, Strat, Ibrahim, Vessichelli, Monchieri, Di Gioia, Coscino, Lopez, Siclari. Allenatore: Maurizio Loria, coadiuvato dai Dirigenti Giuseppe Alcaro e Silvano Di Tanno.
Bacigalupo: D'Italia, Raviola, Lausari, Serra, Costa, Rosato, Pavalesu, Okoro, Zizzo, Chcutiofi, Riina, D'Alessandro. Allenatore: Gianluca Lanzoni. Dirigenti: Maryem Bouchackha e signor Fabio Raviola.

LA PARTITE / GIRONE F - Netta vittoria per 0-5 sul campo del Bsr Grugliasco, l'incontenibile Francesco Thea realizza i primi quattro gol, poi Giuglardo completa lo score nel terzo tempo


Nella mattinata di domenica 2 dicembre , nel complesso sportivo del BSR Grugliasco, si sono affrontate nell’ultima giornata del campionato autunnale Esordienti 2006 del girone F, la squadra di casa e la Polisportiva Oulx. L’andamento del match, pressoché a senso unico, ha visto la compagine altovalsusina prendere saldamente le redini del gioco fin dalle prime battute e vincere, alla fine, con ben 5 gol di scarto.

Dopo i primi minuti di studio, sono gli ospiti a rendersi pericolosi, la prima palla-gol capita sui piedi di Giuglardo, tiro fuori di poco; la seconda con Rey che sfugge con bello slalom al suo marcatore e conclude debolmente in porta, ma Ferrante para con sicurezza. Nel frattempo i locali ripartono in contropiede ma la difesa ulcense non lascia grandi spazi agli attaccanti di casa: retroguardia impeccabile con Tomaselli e Chiamberlando, diretta dal solito baluardo capitano Blanc. Ci pensa Thea in pochi minuti a fissare il punteggio sullo 0-2, prima su assist di Rey, poi servito splendidamente da Ambrosiani.

Nel secondo tempo si assiste alla  girandola di cambi da entrambe le squadre. L’inerzia della partita gira ancora a favore dell’Oulx che va vicino alla rete con Barneaud, che da buona posizione calcia fuori. Poco dopo è ancora  Francesco Thea, oggi incontenibile sulla fascia, a replicare con un’altra splendida doppietta che di fatto chiude la partite.

Nel terzo e ultimo tempo, giocato con grande determinazione e correttezza da entrambe le squadre, ad arrotondare il risultato è Lollo Giuglardo. Triplice fischio finale , saluti di Fair Play  tra i giocatori e le panchine. I ragazzi ulcensi tornano a casa con 3 punti ed una prestazione convincente, ma anche la squadra di casa esce dal campo a testa alta.

BSR GRUGLIASCO-OULX 0-5 (0-2, 0-2, 0-1)
RETI: pt Thea, Thea; st Thea , Thea; tt Giuglardo
BSR GRUGLIASCO: Ferrante, Marcello, Tripodi, Carbonaro, Adamo, Nigro, Romeo, Tancredi, Viro, Giustini, Scanferla, Sella, Mangiameli, Martoccia. All. Pilotto
OULX: Nicolo, Tomaselli, Chiamberlando, Blanc, Spinelli, Ambrosiani, A.Rey, E. Rey, Giuglardo, Burgay, Thea. All. Pereno e Bracconi

 

 

 

LA PARTITA / GIRONE C - Nell'ultima giornata, la squadra di Loria batte 14-0 il Dorina e si aggiudica il titolo


Ultima giornata del campionato d'autunno. Il lungo testa a testa con la Pro Eureka oggi ha visto la sua conclusione e il campo ha decretato il verdetto finale: Virtus Mercadante campione d'autunno.

Il Mercadante inizia l'incontro con il Dorina contratto, la partita è una di quelle importanti e sembra che i nove in campo lo sentano. Trame confuse e incertezze a centrocampo caratterizzano i primissimi minuti, ma il tutto dura poco. Il Mercadante di capitan Landi si scrolla il freddo di dosso e sale in cattedra senza scenderci più fino al 60°. Il nove di mister Loria comincia a macinare gioco e al 7° va in vantaggio. Di Gioia serve Vessichelli che da fuori area rasoia in rete. Due minuti dopo è il solido Coscino che riceve palla a centro area e insacca. Al 14° Di Gioia prende palla, salta il suo marcatore e insacca di destro. Si va al primo break sul tre a zero con il Mercadante che può giocare più tranquillo.

Al rientro in campo, chi si aspettava i granata con i remi in barca, sbagliava di grosso. Vessichelli, ora assist-man, serve l'appena entrato Ibrahim che non si fa pregare e segna. Al 31° è Galluzzo che galoppa per quaranta metri sull'out di sinistra e, ai limiti dell'area piccola, fa partire un diagonale contro il quale il pur bravo Lahrech non può nulla. Due minuti dopo l'ala sinistra la mette in mezzo e Monchieri realizza: sei a zero. Al 38°, dopo una serie di rimpalli, Ibrahim calcia a rete. Il portiere dà l'impressione di aver parato ma l'arbitro dice che la palla ha superato la linea di porta. Si va al riposo sul sette a zero per la squadra di casa.

Nell'ultima frazione il Dorina si arrende. Al 44° Chafik mette dentro con una spettacolare rovesciata la sua rete personale che strappa gli applausi del pubblico. Tre minuti dopo Strat si beve d'un fiato la fascia destra e, appena entrato in area, secca il numero uno ospite con un preciso diagonale. Al 49° gran gol di Landi su azione personale. Ormai il Mercadante è inarrestabile e trova spazio anche Catana, difensore, che insacca dopo avere saltato due avversari. Al 52° Monchieri crossa in mezzo e Di Gioia ne approfitta per mettere il suo secondo sigillo sulla storia di questa esaltante partita. Al 54° siparietto di follia: il portiere granata, Grillone, non nuovo a questi exploit, esce dai pali e raggiunge la metà campo avversaria dopo aver dribblato tre avversari. Nell'azione che ne segue è ancora Monchieri a timbrare, segnando direttamente su calcio di punizione. C'è ancora tempo per vedere una traversa di Di Gioia e un rigore a favore del Mercadante. Sul dischetto ci va il portiere. Grillone prende una breve rincorsa e segna al suo collega il quattordicesimo gol della partita. L'arbitro fischia la fine dell'incontro subito dopo, pur mancando ancora un paio di minuti al termine. Giusto così. Qualsiasi cosa fosse successa non avrebbe aggiunto nulla all'esito già segnato della partita.

Risultato scontato: Mercadante troppo motivato e Dorina che non poteva più chiedere nulla al torneo. Tra i verdi un plauso al portiere Lahrech che ha tolto dal fondo del sacco molte altre possibili reti. Malumore sulla panchina del Dorina che ha letto, nella scelta di far battere il rigore al portiere granata, l'intenzione di voler umiliare la propria compagine. Sicuramente non era nelle intenzioni della società ospitante. Grillone non solo si è già reso protagonista di azioni simili in passato, ma soprattutto lotta da anni una sua battaglia personale contro una malattia cronica e i suoi compagni hanno voluto in qualche modo regalargli una piccola gioia.
Finisce qui il campionato d'autunno. Giusto trionfo per il Mercadante che ha meritato il primato. 

VIRTUS MERCADANTE-DORINA 14-0 (3-0, 4-0, 7-0)
RETI: pt 7' Vessichelli, 9' Coscino, 14' Di Gioia, 22' Ibrahim, 31' Galluzzo, 33' Monchieri, 38' Ibrahim, 44' Joine, 47' Strat, 49' Landi, 51' Catana, 52' Di Gioia, 55' Monchieri, 57' Grillone (rig.)
VIRTUS MERCADANTE: Alcaro e Grillone (portieri), Carota, Catana, Coscino, Di Gioia, Di Tanno, Galluzzo, Ibrahim, Joine, Landi, Monchieri, Strat, Vessichelli. All. Loria. Dir Alcaro e Di Tanno
DORINA:  Lahrech, Macchioni,Caputo, Gonella, Ardissone, Porcedda, Bijno, Ojeake, Rondella, Sanseviero, Solano, Marella.

 

 

LA PARTITA / GIRONE C - Primo tempo a reti bianche, nella ripresa doppietta formata Di Gioia, nella terza frazione sigillo Monchieri: la squadra di Loria batte il Vanchiglia


Cielo finalmente sereno ma temperatura che si è abbassata notevolmente. In questa cornice climatica si è giocata sabato la partita tra Virtus Mercadante e Vanchiglia. La squadra di casa ha ceduto i colori granata agli ospiti scendendo in campo indossando la divisa bianca. Si è ripetuta l'iniziativa bella e socializzante, caldeggiata dalla Federazione, di far accompagnare a centrocampo i bambini da parte di tutti i genitori tenendo per mano uno degli atleti della squadra avversaria. 

Entrambe le compagini occupano le prime posizioni del girone e il primo tempo è trascorso a studiarsi reciprocamente anche se è il Mercadante ad averci provato con maggiore intensità ed insistenza. Al 5' minuto è Strat a calciare appena entrato in area, ma l'ottimo numero uno dei granata, Ceraj, para. Due minuti dopo Ibrahim la mette in mezzo ed è ancora Strat a colpire a rete ma l'estremo difensore del Vanchiglia para ancora. Al 14' altre due occasioni per la squadra di casa. Prima Galluzzo, oggi instancabile sull'out di sinistra, e poi Di Gioia tirano da fuori area ma Ceraj continua a negare la soddisfazione del gol con due belle parate in tuffo. Primo tempo che si chiude sul parziale di zero a zero con l'impressione che i casalinghi possano fare di più, considerando anche la scarsa pericolosità in avanti degli ospiti.

Le squadre riprendono posizione dopo i cambi di rito. Mercadante in vantaggio al 23' su azione di calcio d'angolo. Cioccolatino servito da Vessichelli per Di Gioia che puntuale lo scarta e segna. Al 37' è capitan Joine a sganciare uno dei suoi destri micidiali ma è la traversa a negargli l'esultanza. Gol che arriva allo scadere della frazione. Ibrahim dal vertice sinistro dell'area scarica sul portiere che non trattiene. Il più veloce ad arrivare sul pallone è ancora Di Gioia che insacca. Due a zero e si va tutti a bere.

Ultima frazione giocata a ritmi blandi e soprattutto a centrocampo con un Vanchiglia appena più propositivo. Al 44' arriva l'ultima rete dell'incontro. Monchieri viene servito da Di Gioia in area e segna il gol del finale tre a zero per i locali. Il Vanchiglia di mister Olivieri riesce a creare qualcosa di più rispetto ai primi due tempi, sfruttando le iniziative di Liuni e Quichimbo, ma senza creare pericoli per la porta avversaria.

Partita mai in dubbio per l'attuale capolista vista la poca consistenza del gioco avversario in fase di costruzione e finalizzazione del gioco. Basti il dato dei calci d'angolo: tredici a zero per la squadra agli ordini del signor Maurizio Loria. Entrambi i portieri del Mercadante, Grillone e Alcaro, non hanno effettuato una sola parata. Migliore in campo sicuramente il numero uno granata, Eris Ceraj, senza il quale il Vanchiglia avrebbe subito un passivo ben più pesante. Shoot-out entrambi appannaggio del Mercadante.

Paolo Grillone(Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.)                

 

VIRTUS MERCADANTE-VANCHIGLIA 3-0 (0-0, 2-0, 1-0)
RETI: st. 3' e 20' Di Gioia, tt 4' Monchieri.
VIRTUS MERCADANTE: Alcaro, Grillone (portieri), Carota, Catana, Coscino, Di Gioia, Galluzzo, Ibrahim, Joine, Landi, Monchieri, Strat, Vessichelli. All. Maurizio Loria. Dir. Giuseppe Alcaro, Silvano Di Tanno, Massimiliano Landi.
VANCHIGLIA: ​​​​​​​Ceraj (portiere), Falcone, Battaglio, Andronic, Taormina, Guglielmi, Dadone, Liuni, Quichimbo, Pansini, Recchia. All. Marco Olivieri. Dir. Enzo Taormina, Umberto Olivieri, Giuliano Liuni.

 

LA PARTITA / GIRONE L - Nel primo tempo doppietta di Fioranti e gol di Chiecchio, ma nella terza frazione la formazione ospite ribalta il risultato fino al 3-4 finale


Si recupera la sesta giornata di campionato, del girone L,  in serale al campo "Poligru" a Grugliasco, fra l’Accademia Calcio Torino e il Centrocampo: la partita era stata sportivamente rinviata, in quanto diversi bambini di una delle due formazioni non stavano bene. Per quanto riguarda la classifica, pochi punti a favore della Accademia Calcio Torino separano le due squadre e quindi l’incontro si preannuncia piuttosto bilanciato.

Fischio d'inizio e partono subito forte i pulcini dell'Accademia che, con un bel gioco e azioni veloci, vanno in vantaggio per 3-0, con una doppietta di Fioranti ed una rete di Chiecchio: la squadra del Centrocampo non riesce a rendersi pericolosa ed appare in difficoltà.

La partita sembrerebbe incanalata verso una larga vittoria per i piccoli atleti granata dell'Accademia Torino, ma la squadra ospite ha un motto di orgoglio e riesce, nel terzo tempo, a ribaltare il risultato, segnando quattro reti e vincendo quindi per 4-3, risultato finale.

I Pulcini dell'Accademia Torino escono comunque fra gli applausi del pubblico di casa. Questa la formazione dell'Accamia Torino: Traversi, Caradonna, Fiorino, El Aceb, Giuffrè, Marson, Malandrino, Toce, Fioranti, Deregibus, Chiecchio, De Simone. All. Corsucci. Dir. Marson e Toce.

LA PARTITA / GIRONE C – Partita molto combattuta e poco spettacolare tra le prime della classe: Galluzzo illude i torinesi, l’autogol di Landi ristabilisce l’equilibrio, Lamanna decide nel secondo tempo


La Pro Eureka ha vinto per 1-2 la sfida tra le prime della classe del girone C di Esordienti fascia B 2007, giocata sul campo di un Mercadante voglioso di mantenere il primato solitario, mentre gli ospiti speravano nel colpaccio. Una partita molto nervosa, con squadre contratte e gioco che si è sviluppato principalmente nella zona centrale del campo.

LA CRONACA

Sotto un cielo grigio carico di pioggia l'arbitro ha dato il via all'incontro. La squadra di casa, sotto la guida del signor Maurizio Loria, illude: poco meno di novanta secondi ed è già in vantaggio. Bella triangolazione Ibrahim-Galluzzo con conclusione a rete di quest'ultimo. Nulla da fare per Noutchang. Uno a zero. Molto gioco a centrocampo ma poche vere azioni da gol. Al 17’ la Pro Eureka guadagna una buona punizione sulla trequarti. Sul tiro di Rabi è il difensore Landi a colpirla di testa e a metterla sotto la traversa della porta difesa dall'incolpevole Alcaro, oggi capitano. Si va al riposo con le squadre in parità. 

La pioggia, soltanto promessa nei primi venti minuti, comincia a cadere dalla seconda frazione. È la Pro Eureka a crederci un po' di più e ad avanzare di qualche metro il proprio baricentro. Attorno al 29’ Grillone, con due belle parate a terra consecutive, toglie ai blu-cerchiati la gioia del gol, che però è nell'aria. Al 33’ Surace mette in area un bel traversone teso, Grillone intuisce e, in uscita, la devia sull'attaccante Lamanna che, liberissimo, insacca indisturbato. Pro in vantaggio.

Nell'ultimo terzo dell'incontro si vede poco gioco e molto, troppo, agonismo. Mercadante che cerca di raddrizzare la partita e Pro Eureka che riparte pericolosa in contropiede.

Finisce due a uno per gli ospiti. Partita non bella, avara di emozioni e punteggiata da qualche intemperanza di troppo sottolineata anche dall'arbitro che si è visto costretto a sventolare un cartellino giallo all'indirizzo di uno dei giocatori blucerchiati. Tutti a casa con un solo punto che separa l'attuale capolista dalla seconda e girone che si fa ancora più interessante.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)        

 

VIRTUS MERCADANTE-PRO EUREKA 1-2 (1-1, 0-1, 0-0)
RETI: pt 1' Galluzzo, 17' Landi aut., st 33' Lamanna.
VIRTUS MERCADANTE: Alcaro, Carota, Catana, Coscino, Di Gioia, Galluzzo, Grillone, Ibrahim, Joine, Landi, Monchieri, Strat, Vessichelli. All. Maurizio Loria. Dirigenti Giuseppe Alcaro, Silvano Di Tanno e Massimiliano Landi.
PRO EUREKA: Noutchang, Rabi, Diamante, Mattiello, Masi, Galotta, Ferrario, Piazza, Grillo, Surace, Bertoli, Barone, Lamanna. All. Gianni Davin. Dirigenti Rosa Lombardi, Ugo Diamante e Nicola Cascioingurgio.

Torino, 27/10/2018

 

Quarta di campionato ma prima giornata veramente autunnale. Dopo un'estate infinita si sono addensate le prime nubi sui campi di calcio piemontesi. La pioggia - seppur discontinua e non particolarmente intensa - ha accolto sul rettangolo verde gli Esordienti 2007 di River Mosso e Virtus Mercadante. Veloce scambio di saluti prima dell'inizio tra i giocatori del Mercadante che hanno ritrovato gli "ex" Manuel Alessi e Amine Eloqayly.

 

Il fischio di inizio ha dato il via ad un incontro che è durato veramente poco.
I granata, sotto la guida dell'allenatore Maurizio Loria, sono partiti subito molto forte agevolati anche dalla quasi impalpabile resistenza opposta dalla squadra ospitante.
La prima marcatura arriva già al secondo minuto della prima frazione. Calcio d'angolo dalla destra del fronte d'attacco granata, la palla giunge a Strat che, pur non avendo un controllo felice, in qualche modo la fa arrivare sui piedi di Di Gioia che non ci pensa due volte e batte a rete. Nulla da fare per il portiere: uno a zero. Al sesto è Galluzzo ad essere servito di precisione sul vertice sinistro dell'area e a realizzare il due a zero. Un minuto più tardi è nuovamente il vivace Di Gioia a impossessarsi del pallone e a lasciare andare un destro potente dai 15 metri. Il portiere compie il miracolo raggiungendo il bolide indirizzato nel sette e lo devia sulla traversa con pallone che termina poi in angolo. Al 16° Ibrahim prende palla appena fuori dall'area e con un sinistro a giro insacca con l'aiuto del palo interno. Il tempo di ritornare a centrocampo e nell'azione che si sviluppa, è ancora Ibrahim a trovarsi di fronte al portiere. La sua conclusione viene deviata dallo sfortunato numero otto alle spalle del suo estremo difensore per il gol del quattro a zero. Finisce così il primo tempo.

 

Al rientro, dopo le sostituzioni di rito, il canovaccio della partita non cambia. Mercadante a tamburo battente e River Mosso ad incassare. Già al 21° capitan Coscino riceve palla nell'area piccola e la mette alla sinistra del portiere. Solo due minuti dopo è il lungo Landi che infila un siluro teso sotto la traversa per la rete del sei a zero. Al 29° è il subentrato Joine a mettere la sua firma sulla partita con un tiro imparabile. Al 33° bella azione Monchieri-Ibrahim. Il biondo numero 11 serve il compagno che perde palla. La sfera però torna sui suoi piedi, ma questa volta decide di fare da solo e calcia a rete di prima portando gli ospiti sul risultato di otto a zero. Altri due minuti e dopo l'abituale sgroppata sulla fascia, Strat la mette al centro, Coscino si fa nuovamente trovare nell'area piccola e si ripete: nove a zero. Un minuto dopo è Ibrahim a prendere palla sulla lunetta e ad insaccare il decimo gol della partita. C'è ancora tempo e al 39° ancora Coscino, questa volta servito da Landi, mette a segno la sua tripletta personale. Si va al secondo break sull'11 a 0.

 

Le squadre rientrano in campo per il terzo ed ultimo tempo con stati d'animo ben diversi ed è forse questo a limitare un po' l'interesse per la gara. Il Mercadante ormai pago continua a giocare ma senza troppo agonismo e il River Mosso non sembra in grado di potere raddrizzare la partita. Nonostante i ritmi decisamente più bassi al 53° il Mercadante passa ancora una volta grazie al secondo gol personale di Di Gioia, che con un pallonetto mette in rete un buon suggerimento ricevuto da capitan Coscino.
 

Finisce dodici a zero una partita mai iniziata. Sicuramente in campo sono scese due squadre apparentemente di categorie diverse e quindi non bisogna cadere nell'errore di esaltare troppo i vincitori o biasimare eccessivamente gli sconfitti. Il Mercadante, al netto di tutto, ha giocato comunque un buon calcio, ordinato, propositivo e mandando al tiro quasi tutti i suoi elementi. I due portieri Alcaro-Grillone non hanno toccato un solo pallone cosa che, con gli undici corner a zero battuti dai granata, la dice lunga sull'andamento della partita.
Sarebbe un errore per la capolista illudersi troppo dopo la facile vittoria ottenuta oggi e, anziché star troppo a rimirarsi allo specchio, sarà opportuno che scaldi fin da subito i motori perché sabato prossimo ricevera' la visita del Pro Settimo che di certo non verrà a Torino a farsi impallinare.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.)                 

 

 

Pol. River Mosso vs Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.: 0-12 (0 a 4) (0-7) (0-1)
Shoot-out vinti dal Mercadante

 

MARCATORI: 2' Di Gioia, 8' Galluzzo, 16' e 18' Ibrahim, 21' Coscino, 23' Landi, 29' Joine, 33' Monchieri, 35' Coscino, 36' Ibrahim, 39' Coscino, 53' Di Gioia.
Calci d'angolo 0-11

 

FORMAZIONE Pol. River Mosso: Lombardo, Bouchia Ayoub, Tazari, Dragomir, AìEloqayly, Alessi, Gonzalez, Quaranta, Lo, Wilfred, Bouchia Amine,Trisorio.

Dirigenti signori Alessi e Daniele.

 

FORMAZIONE Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.: Alcaro (portiere), Carota, Coscino, Di Gioia, Vessichelli, Galluzzo, Grillone (poritere), Ibrahim, Joine, Landi, Monchieri, Strat.

Allenatore: signor Maurizio Loria coadiuvato dai dirigenti Di Tanno e Landi.

 

 

GIRONE B / 4° GIORNATA - Vittoria per 10-0 della capolista, le parate del portiere Mellano riducono il numero dei gol segnati 


Partita giocata con un tempo veramente autunnale, su un campo in sintetico molto allentato, quella tra La Chivasso e Lombardore, che hanno dato vita ad un incontro dominato dalla squadra locale, che ha vinto 10-0 e mantenuto l'imbattibilità nel girone B, con un bottino di reti totale di ben 36 segnate e nessuna subita.

La Chivasso entra in campo con tanta voglia di vincere e inizia subito bene con un gran tiro dalla destra che si infila all'incrocio, imparabile per il portiere ospite Samuele Merrano. Seguono altri gol che gonfiano la rete del Lombardore, alcuni su belle azioni, altre propiziate da svarioni difensivi dei giocatori in divisa blu.

La partita segue questo copione, con il Lombardore che alza la testa solo nel terzo tempo e sfiora il gol  in un paio di occasioni: la più eclatante, a pochi minuti dalla fine , si svolge a partire da un bellissimo passaggio del centrocampista del Lombardore, che mette la punta Ariano tu per tu con il portiere avversario, ma il tiro colpisce il portiere, togliendo al Lombardore la soddisfazione del gol della bandiera.

Ottima prova per la squadra di Chivasso che ha messo in mostra un gioco veloce, preciso e determinato, al Lombardore invece è mancata la determinazione, la foga agonistica e la voglia di vincere. La squadra allenata da Mister Marengo, che ha già dato molte soddisfazioni, deve senza dubbio credere di più in sè stessa, specie negli appuntamenti più difficili. Menzione d'onore per il portiere Mellano, autore di buone parate come sempre, e che nonostante i gol subiti è risultato il migliore dei suoi.

Girone molto difficile, con alcune squadre che paiono molto più avanti nella preparazione, e altre che pur mettendo in risalto bel gioco in alcune partite, soffrono avversari più titolati: per ora la classifica premia La Chivasso, con  il Lombardore che nonostante la sconfitta si trova ancora in ottima posizione.

 

 

 

Torino, 6/10/2018

 

Prima di campionato in trasferta per i  bianconeri della Sisport ospiti della Polisportiva team nel grande impianto polivalente di via trecate 46. Clima ideale, Cielo coperto e temperatura mite  per dare il via alla stagione sportiva 2018-2019 nel girone G per i pulcini 2008 che si apprestano ad affrontare il loro secondo anno nella categoria. 

 

Subito con il piede sull´acceleratore la Sisport dopo il fischio d´inizio, al 3' minuto impegna il valoroso portiere di casa Nicoló Varolo classe 2009 che respinge sulla linea il tentativo di Lo Re. Al 5 minuto De lorenzis anticipa il suo marcatore e nell´avanzare verso la porta elude, con un taglio d´interno destro, il secondo difensore avversario lanciato in corsa liberando lo specchio della porta per il tiro di sinistro, é l´uno a zero ed il rintocco che apre ufficialmente le marcature di questo campionato. Al 10' la polisportiva riporta il risultato sul pareggio e riapre la partita con una bella punizione del suo numero 11. La reazione dei bianconeri non si fa attendere e imbastisce una rapida azione corale che impiega tutti i reparti, il diagonale lungo di Lucan trova De Lorenzis per l'appoggio al volo su Lo Re, da lui lo scarico su Todisco che scocca un tiro dalla mezzaluna e riporta in vantaggio la Sisport. Allo scoccare del minuto 14 arriva il terzo gol per gli ospiti, frutto di un recupero palla a centrocampo di Tagliareni il cui tentativo di conclusione viene respinto dal portiere della polisportiva ma trova nuovamente un rapace Todisco pronto ad una fredda conclusione.

 

Squadre a riposo e ogni team si raggruppa intorno al proprio allenatore per le disposizioni utili ad affrontare il secondo tempo. Alla ripartenza é ancora la Sisport a prendere l´iniziativa, al 17.mo minuto un rapido scambio a centrocampo favorisce il tiro da fuori area di De lorenzis al quale si oppone la traversa. La polisportiva non demorde e tenta il colpo con un pregevole tiro che al 19mo impegna Barbero in una plastica parata in tuffo e palla respinta oltre il palo.  Giusto il tempo di realizzare lo scampato pericolo e Tagliareni  decide di porre la sua firma sul libro dei marcatori con un tiro dalla gran distanza marcando l'allungo sul 1-4. Non é sufficiente la respinta in volo di Barbero al ventunesimo per impedire alla palla di oltrepassare delicatamente la linea di porta sul tiro del numero 7 del team trecate che accorcia le distanze sul 2-4.  Ci sono ancora grandi energie da spendere sul campo, Il bianconero Pinna con un lungo pallonetto colpisce la traversa per ben due volte: sul tiro e poi ancora sul rimbalzo, al 24" l'azione d'attacco della Sisport viene interrotta da un fallo al limite dell'area su De Lorenzis, lo stesso incaricato dell'esecuzione firma la doppietta che vale il 2-5.

 

Squadre a raccolta per i ragguagli del terzo tempo, la polisportiva rientra piu´ determinata  dei tempi precedenti, sfiora il gol in un paio d´occasioni sino al sigillo finale di un agguerrito Lo Re che segna il definitivo 2-6.

 

Buona la prima per la Sisport di mister Landi in casa della polisportiva team trecate in una partita che ha offerto spunti interessanti, ma sopratutto tanto divertimento ai ragazzi di entrambe le societá.

 

IDL(Sisport)                 

 

Polisport Team Trecate46 vs Sisport Spa: 2 a 6 (1 a 3) (1 a 2) (0 a 1)

 

MARCATORI: 1T: De Lorenzis (SJ), Marrone (PTT),Todisco (SJ), Todisco (SJ);  2T: Tagliareni (SJ), Santoro (PTT), De Lorenzis (SJ); 3T: Lo Re (SJ)

 

FORMAZIONE Polisport Team Trecate46: 

 

FORMAZIONE Sisport Spa: 1) Barbero, 2) Todisco, 3) Algozzini 4) Tagliareni, 6) Lucan (C), 7) De Lorenzis, 8) Catania 9) Lo Re, 10) Cagnina

Allenatore: Simone Landi