Giovedì, 28 Settembre 2023
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 472

Nella prima fase del Super Oscar, per le due categorie degli Esordienti, tutte e sedici le squadre hanno disputato la loro prima partita e ora sono pronte per contendersi il titolo. Tre società sono riuscite ad andare a punteggio pieno in tutte e due le categorie: il Chieri, il Chisola e infine il Lascaris. Nella giornata di venerdi 07 Settembre sono state realizzate un totale di 23 reti12 nella categoria degli Esordienti 2006 e 11 nella categoria Esordienti 2007. Nessuna partita, tra prima e seconda giornata, si è conclusa in pareggio. 

 

 

 

 

 

Esordienti 2006

 

Nel campo base del Chisola Calcio, la prima gara della seconda giornata ha visto protagonista il Cenisia allenato da Massimo Riccetti che ha battuto per 1-0 il Lucento del tecnico Giuseppe Mugavero. Per il Cenisia si tratta dei primi tre punti ottenuti nel torneo in tutte le categorie della Scuola calcio. 

Successivamente il Chisola ha battuto per 3-2 il Venaria in una gara ricca di emozioni, permettendo alla società di aggiungere un importante tassello, in quanto hanno vinto tutte e quattro le partite della Scuola Calcio disputate nella seconda giornata. Il Chieri ha poi battuto per 5-1 l'Orizzonti United allenato dal tecnico Scala

Infine la Pro Eureka è riuscita di misura a battere il Miriafiori allenato dal tecnico Gabriele Basile.

 


 


 

Dopo queste prime due giornate la classifica vede a pieni punti: Cbs, Alpignano, Lascaris, Vanchiglia, Cenisia, Chisola, Chieri e Pro Eureka.

 

Esordienti 2007

 

Nel campo base del SanMauro si sono invece disputate le ultime 4 partite della prima giornata del Super Oscar.

Ad aprire le danze è stato il Chisola allenato dal tecnico Piero Ciletta che ha battuto per 4-0 il Cenisia allenato da Jacopo Terranova. Tutti i e due gli allenatori si trovavano alla prima esperienza con gli Esordienti avendo allenato negli anni precedenti nella categoria dei Pulcini.

E' stato un bel banco di prova- racconta Piero Ciletta- la prima gara è andata molto bene, dobbiamo ancora conoscerci meglio ma i presupposti sono buoni. Il primo tempo è finito in pareggio e abbiamo avuto subito la possibilità di sbloccare la gara su calcio di rigore che non siamo riusciti a tramutare in rete. 

Le reti sono state realizzate da Irrera, Lazzeri, Busio e infine da Tragno.

La seconda partita ha visto gli Orizzonti United battere per 2-1 l'ostico gruppo della Pro Eureka. 

Alla prima il Lucento del tecnico Domenico Delli Calici ha battuto per 1-0 il Mirafiori guidato dall'istruttore Molinelli.

Infine il Chieri è riuscito a portare a casa tre punti fondamentali battendo per 2-1 il Venaria

Ora a punteggio pieno troviamo: Volpiano, Lascaris, Rivarolese, Alpignano, Chisola, Orizzonti United, Lucento e Chieri

 

Nella giornata di Sabato 08 Settembre si disputeranno le gare della seconda giornata a partire dalle ore 14:30 rimanete sintonizzati sul nostro portale per tutti gli aggiornamenti sulle differenti partite. 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                        Riccardo Bianco

 

La prima giornata del Super Oscar della Scuola Calcio ha messo in mostra tante realtà pronte a contendersi il titolo. In una giornata caratterizzata dalla pioggia, tante sono state le conferme, tanti gol e tanto bel calcio, in una cornice, che da sempre denota un livello di organizzazione degna della grande Kermesse che da 38 anni caratterizza questo fondamentale torneo. 

 A stupire in tutte le categorie è il Lascaris che ha vinto tutte le partite nei differenti campi base, una partenza perfetta. Bene anche Vanchiglia, Alpignano, Chieri, Volpiano e Cbs; a zero punti Cenisia e San Mauro.

 

 

 

Esordienti 2006

 

Nel campo base del Chisola la prima partita delle 18:00 è stata vinta dalla Cbs del tecnico Antonino Campagna per 2-0 superando l’ostico gruppo del Volpiano allenato dal tecnico Alessandro Nurchis.

Finisce invece in goleada la seconda partita della giornata con la vittoria dell’Alpignano per 7-0 contro il San Mauro.

 

 

 

Il Lascaris come nelle altre categorie è partito al meglio. I bianconeri, guidati dall’istruttore Lorenzo Caputo, hanno battuto per 3-0 la Rivarolese del tecnico Marco Moro.

Sono soddisfatto delle nostre buone trame di gioco, i ragazzi si sono comportati bene - ci racconta il tecnico Caputo - abbiamo giocato ad una porta, noi lavoriamo molto sulla tecnica cercando di portare avanti il nostro gruppo in vista del futuro. Siamo una squadra molto competitiva  e ho notato che il livello della categoria 2006 è abbastanza alto.

Prestazione perfetta con le reti di Lorenzo Lasana e la doppietta di Tommaso Galliani.

Infine alle 21:00 il Vanchiglia di Alessandro Cucinotto ha battuto di misura per 1-0 il Borgaro.

 

Esordienti 2007

 

Sul bagnato, nel campo del San Mauro, si sono disputate le prime gare della categoria 2007, una giornata caratterizzata da tanti gol e tante belle giocate, per un totale di 14 reti segnate.

 

Alla prima uscita ufficiale il Volpiano guidato dal tecnico Gabriele Falzone ha calato il poker nei confronti del Borgaro.

La tanto attesa gara tra il Vanchiglia e il Lascaris, ha visto vincente i bianconeri guidati da tecnico Giuseppe Fiume, recentemente passato dalla categoria dei Pulcini 2009 alla nuova categoria degli Esordienti.

Queste le parole del tecnico:

Sono soddisfatto della squadra; il Vanchiglia nel primo tempo si è difeso bene, il mio portiere ha toccato per tre volte la palla. Poi nel secondo tempo è entrato Di Matteo che ha fatto la differenza insieme a Tonello.

 

Le reti sono state realizzate da Vulchio e Tonello che ha timbrato per due volte il cartellino. Il Lascaris ora attende sabato 8 Settembre, alle ore 15:20, l’ostico gruppo degli Orizzonti United.

Queste invece le parole del tecnico granata Marco Capra:

 Abbiamo contenuto il primo tempo tenendo il risultato per 0-0, poi con i cambi abbiamo perso la partita, dispiace per il risultato troppo tondo.

Per la giornata di Sabato 08 Settembre sfideranno la Pro Eureka.

La Rivarolese chiude di misura la prima uscita stagionale battendo per 2-0 il San Mauro attualmente privo di punti in tutte le categorie.

Infine alle 21:00 si sono sfidati Alpignano e Cbs, con la prima vincente per 3-1.

 

 

 

Pulcini 2008

 

Nel campo dell’Atletico Torino di via Palatucci parte alla grande il Vanchiglia di Enzo De Lorenzo che in goleada vince per 11-0 contro il San Mauro

Queste le parole del tecnico Enzo De Lorenzo:

Purtroppo non c’è stata storia a livello di qualità il San Mauro ha perso tanti giocatori rispetto all’annata precedente. Anche se la partita è stata a senso unico non abbiamo giocato benissimo, con la pioggia e il campo sintetico e non è facile sopratutto quando la palla diventa troppo veloce. Abbiamo fatto delle buone giocate, buone reti compreso un tiro da fuori nel sette segnato da Lapo Ledda.

Rivarolese Cbs termina invece per 2-4 per i diavoli rossi guidati dal tecnico Gianò.

La Pro Eureka chiude con un pokerissimo la sfida contro il Venaria, gara conclusa per 5-1.

L’ultima gara della giornata quella tra Chieri e Orizzonti, ha visto la vittoria di misura per il Chieri per 2-1.

Nel secondo Campo il Borgaro supera per 7-0 il Volpiano, identico risultato per Lascaris - Alpignano che premia la compagine bianconera, mentre il Mirafiori batte per 3-1 il Lucento. Infine alle 21:00 il Chisola supera il Cenisia per 3-1.

 

 

 

 

Pulcini 2009

 

I Pulcini 2009 si sono sfidati invece nel campo base della Prosettimo Eureka.

La prima gara ricca di pioggia e di emozioni ha visto la vittoria del Lascaris del tecnico Antonio De Simone che per 4-1 ha battuto la Rivarolese.

Noi abbiamo giocato bene e siamo riusciti a fare due bei gol su triangolazione - racconta il tecnico-. La Rivarolese l'ho vista molto combattiva è sempre un piacere vedere i bambini grintosi. La prima impressione sul Super Oscar è ottima, peccato che il tempo non ci ha aiutato. L'organizzazione impeccabile, come ogni anno. E' bello iniziare la stagione e vedere tutte queste squadre coinvolte.

Per il Lascaris ha segnato Christian Fiume per due volte , Willam ManginoDino Tommaso.

Successivamente, si è disputata una delle gare più emozionanti della categoria quella del Vanchiglia di Federico Calò contro la Cbs di Marco Canta. La gara si è fatti conclusa per 2-2.

Queste le parole del tecnico Federico Calò:

Abbiamo creato tanto eravamo sotto di due gol nel primo tempo e con una prova di carattere abbiamo pareggiato il risultato, per come è andata non ci meritavamo di perdere. La loro è una squadra molto più fisica la nostra è molto più tecnica. 

 

 Nel primo tempo in vantaggio la Cbs per 2-0 il Vanchiglia è riuscito ad raggiungere il pareggio grazie alle reti di Davide Lupo e Giovanni Costa.

Tra Lucento e Mirafiori la spunta il Lucento siglando un 3-0 perfetto.

Il gruppo del Borgaro parte invece alla grande battendo per 7-0 il gruppo del Volpiano.

In casa la Pro Eureka entusiasma il suo pubblico vincendo per 4-0 contro il Venaria, mentre Alpignano batte il San Mauro per 3-1, Chieri in goleada contro il Cenisia travolto per 11-1. Chiude la giornata l’ottima prestazione del Chisola che per 5-0 batte l’Orizzonti United.

 

Ulteriori aggiornamenti:

Continueremo a parlare del prestigioso Torneo e visitando il nostro portale  rimarrete sempre aggiornati in tempo reale sui risultati delle partite della Scuola Calcio.

                                                                                                                                                                                                                                                        

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Riccardo Bianco

Torino, 24/12/2017

 

Ultima giornata della fase a gironi. Il gelo concede una tregua, il sole scalda questo pomeriggio pre-Natalizio ed il calendario mette di fronte le due squadre appaiate in testa alla classifica del girone A. Entrambe provengono da due vittorie, entrambe sono qualificate per le semifinali, ma chi vince ha possibilità di affrontare la seconda classificata del girone B. La partita è stata molto avvincente ed equilibrata nel primo tempo. Nel secondo tempo invece il Lucento, più determinato, porta a casa il risultato.

 

Sin dai primi minuti si vede che la partita non sarebbe stata facile per nessuna delle due squadre. Più abile nel palleggio il Lucento, oggi in divisa bianca, più individualista e veloce il gioco dell'Alpignano, diretto oggi eccezionalmente dal Mister Antoniazzi. Capitan Tucci si mette subito in evidenza, ed è proprio lui che al 5', raccogliendo un suggerimento dal fondo di Martinetto, porta in vantaggio l'Alpignano. Neanche il tempo di gioire del vantaggio appena ottenuto, che Hattaki, dagli sviluppi di un calcio d'angolo scaturito subito dopo la ripresa del gioco, sfruttando la sua altezza, con un colpo di testa riporta in parità le sorti dell'incontro (vedi video). La partita prosegue a due velocità, il Lucento che tiene palla e l'Alpignano che cerca di colpire con veloci contropiedi. Le occasioni non mancano da entrambe le parti. Per primo è Il Lucendo ad affondare pericolosamente due volte. Prima Mattiello blocca in uscita Durante e De Bilio raccoglie sulla linea di porta la palla che nel frattempo era finita sui piedi Hattaki (vedi video). Poi è Bonfiglio a stoppare davanti la porta il tentativo di tiro di Palermo, che aveva ricevuto palla da un affondo del suo Capitano Buffone (vedi video). Successivamente è l'Alpignano ad essere pericoloso. Prima Tucci restituisce il favore a Martinetto, ma il suo tiro è debole (vedi video). Poi è ancora Tucci che si libera sulla tre quarti del suo diretto avversario ed a tu per tu con Bellettieri, dopo averlo spiazzato, non ha la freddezza per mettere in rete, tirando proprio sul portiere a terra (vedi video). Si chiude sull'1 a 1 un primo tempo sostanzialmente equilibrato. 

 

 

Nel secondo tempo però la partenza del Lucento è fulminea. Sale in cattedra il numero 10 Cirillo e prima ancora che l'Alpignano riesca a registrare la nuova difesa a tre, viene trafitto 2 volte. Prima è Tarsitano, che dopo una veloce triangolazione in area con Cirillo, lascia partire un tiro angolato che, dopo aver colpito il palo opposto, si infila in porta (vedi video). Subito dopo l'Alpignano perde palla nella propria metà campo, la stessa giunge lateralmente a Mainardi che mette in mezzo, ma la difesa dell'Alpigano, nel tentativo di mettere la palla in angolo, la devia sfortunatamente in rete con il più classico degli autogol. Il Lucento, con il suo Tiki Taka, i continui capovolgimenti di fronte e gli improvvisi affondi stordisce l'Alpignano. Il Mister Antoniazzi chiama allora il time out, cerca di riordinare le idee dei suoi ragazzi e ritorna in campo con la difesa a due rinforzando il centrocampo. Adesso le cose vanno un pò meglio anche se gli azzurri alpignanesi non riescono mai più ad esseri pericolosi. Dal canto suo il Mister Rapisarda ha dalla sua parte un Cirillo strepitoso che continua, sia dalla sinistra che dalla destra, a mettere in difficoltà gli avversari. Come ad esempio intorno alla metà del tempo, quando riceve palla nella propria tre quarti e si invola velocemente versa la porta difesa da Cuniberti, tirando un diagonale che lambisce il palo (vedi video). Ormai la partita non ha più niente da dire e si avvia verso la conclusione con il risultato finale di 3 a 1 per i padroni di casa.

 

Dopo aver tenuto banco per tutto il primo tempo agli avversari, l'Alpignano, oggi in formazione rimaneggiata, crolla nel secondo tempo compromettendo il risultato finale. Costanti per tutta la partita invece i ragazzi del Mister Rapisarda, abili nel palleggio e nel trovarsi quasi a memoria. Al loro allenatore va il merito di averli incitati e guidati per tutta partita ed a fine gara li ha raccolti tutti intorno a se per andare tutti insieme a festeggiare sotto la tribuna, segno di un gruppo molto unito. Nelle semifinali adesso l'Alpignano se la vedrà con la Sisport, mentre il Lucento dovrà affrontare il Vanchiglia con la probabilità di una possibile rivincita in finale.

 

(Sotto tutti i video e le foto dei protagonisti. QUI ampia galleria fotografica sulla partita)

 

Salvatore Bonfiglio (Alpignano)                 

 

LUCENTO vs ALPIGNANO:. 3 a 1 (1 a 1) (2 a 0)

 

MARCATORI: p.t.: Tucci (A) e Hattaki (L). s.t.: Tarsitano (L) e Autogol Alpignano.

 

FORMAZIONE LUCENTO:  1) Bellettieri, 2) Irimia, 3) Crisafulli, 5) Borracino, 6) Buffone, 7) Tarsitano, 8) Corban, 9) Mainardi, 10) Cirillo, 11) Durante, 12) Perrone, 13) Borgotallo. 14) Novello, 15) Lala, 16) Palermo, 17) Hattaki, 18) Virelli

Allenatore: Alessio Rapisarda.

 

FORMAZIONE ALPIGNANO: 1) Mattiello, 2) De Bilio, 3) Martinetto, 4) D'Introno, 5) Bonfiglio, 6) Chiappinelli, 7) Seminerio, 8) Taurisano, 9) Tucci, 10) Ciliberti, 11) Aiello, 12) Cuniberti, 13) Liso, 14) Cireddu, 15) Cimino

Allenatore: Sandro Antoniazzi

 

 

 

 

TORINO  17.09.2017

 

Nella prima uscita ufficiale al torneo Palio di Torino, l’Alpignano 2008 di mister Ponte affronta il Lucento di mister Dossena. Entrambe le formazioni si schierano con uno speculare 2-3-1.

 

Nel primo tempo l’Alpignano parte forte e al 4° passa in vantaggio. Azione caparbia di Cardone sulla destra, finta e cross sul quale si avventa l’esterno opposto Miceli che in splendida girata coglie il palo interno 1-0.

Dopo solo un minuto Cardone ha la possibilità di raddoppiare ma calcia alto  in mischia da buona posizione.

Al 10° Demichelis parte da dietro con una interessante azione personale, apertura per Miceli che in diagonale impegna l’ottimo n° 1 rossoblù Reggio.

 

Nel secondo tempo il tema della gara non cambia, è sempre l’Alpignano a fare la partita, il Lucento non riesce ad creare pericoli alla porta difesa da Baschirotto. Non passa nemmeno un minuto e Demichelis ci prova da lontano sfiorando la traversa. Al 7° ci prova Amorosi dalla sinistra ma Reggio è attento. Al 14° su bolide incrociato di Antoniazzi ancora Reggio sventa in angolo tenendo aperta la gara.

 

 

Nel terzo tempo ancora Reggio protagonista fin dall’inizio, Pittella intercetta palla e serve Miceli, l’ala sinistra biancoceleste salta l’uomo e calcia basso all’angolino, dove Reggio ci arriva con il piede. Al 5° primo intervento per l’altro n° 1 Baschirotto, che è attento e bravissimo in uscita a terra su Scarfone lanciato a rete. Un minuto dopo ancora il Lucento con Raffa su punizione, ma Baschirotto devia in angolo. Al 10° inizia il personale duello tra il portierone del Lucento e Antoniazzi dell’Alpignano che, dopo essersi visto respingere miracolosamente almeno tre conclusioni a botta sicura, chiude la partita allo scadere controllando un corner sottoporta di sinistro  e calciando al volo in rete di destro. 2-0.

 

Sicuramente un buon esordio per i ragazzi di mister Ponte, che hanno sempre tenuto in mano il gioco, partendo da dietro, grazie ai piedi educati di Demichelis e alla forza fisica di Crudu e Pittella. In mezzo al campo gli ottimi Cinquepalmi e Mallamace hanno fatto girare la squadra sfruttando bene gli esterni Amorosi, Cardone e soprattutto l’ottimo Miceli. Davanti la vivacità di Istoc e l’ottima giornata in fase conclusiva di Antoniazzi hanno raccolto meno di quanto creato, solamente per la bravura del portiere avversario Reggio, sicuramente il migliore del Lucento nel quale mister Dossena ha ottime individualità su cui poter lavorare.

 

                                                                                                           SANDRO ANTONIAZZI (Alpignano)                       

 

ALPIGNANO – LUCENTO: 2-0 (1-0, 0-0, 1-0)

 

 MARCATORI:  5’ Miceli (A)  44’ Antoniazzi (A).

 

FORMAZIONE ALPIGNANO: 1)Baschirotto  2) Pittella 3)Miceli 4) Crudu  5)Cardone 6)Demichelis 7)Istoc 8)Mallamace 9) Amorosi   10)Cinquepalmi 11) Antoniazzi.

All. Ponte

 

FORMAZIONE LUCENTO: 1)Reggio  2)Borraccino  3)Scarfone  4)Maranesi 5)Salgau  6)Raffa  7)Amato 8)Gjergji  9)Sollazzo  10)DeMarco.  

All. Dossena.

 

 

 

 

Torino, 7 settembre 2017

 

Il Venaria riesce a centrare la vittoria anche con il Lucento e sempre per 2-0. E si piazza così davanti a Cbs, Lucento e Barcanova.

 

La gara per i verdearancio inizia subito ad alti ritmi, ma non riescono ad essere da subito precisi nei passaggi e nelle azioni e questo fa infuriare mister Desimone. Nei primi minuti infatti assistiamo a un Lucento più coraggioso e gagliardo in campo, che ha i mezzi per poter colpire la retroguardia avversaria, ma tutti i tentativi si spengono inesorabilmente sul fondo o non vanno molto oltre la tre quarti di gioco del Venaria. Venaria che invece, prese le misure al Lucento inizia a premere, ma deve fare i conti con una gran bella retroguardia avversaria che non lascia spazi al gioco. Il primo tempo, avaro di emozioni e di occasioni, termina e si resta fermi sullo 0-0.

 

 

La ripresa del gioco fa pensare fin da subito che sarà una semplice fotocopia del primo, infatti i primi minuti sono di nuovo privi di reti e di occasioni. Alla distanza il Lucento inizia a cedere sulle gambe, e il Venaria alza il baricentro e il possesso palla rimane una cosa loro, infatti, oltre la metà di gioco del primo tempo, arriva la rete del vantaggio siglata da Procida, dopo un bello scambio sulla fascia destra, il pallone messo in mezzo da Cottone arriva sui piedi del numero due che deve solo spingerla in rete. Passa non molto tempo e il Venaria la chiude, con Marcone che ruba palla al difensore e mette nell’angolino il gol del 2-0 definitivo. Lampi di Lucento nel finale che però non riesce a riaprire la partita.

 

VENARIA – LUCENTO 2 – 0

 

I marcatori: st 12’ Procida, 16’ Marcone.

 

La formazione del Venaria: Cugnetto, Procida, Capogna, Maculan, Somma, Marcone, Darie, Cottone, Altomari, Garzaniti, Dimatteo, Scardigno, Chetouani. All. Desimone

 

 

La formazione del Lucento: Barbero, Gregnanin, Deda, Barranca, Zucolella, Galotta, Rosso, Palladino, Bizau, Melano. All. Santoro

Torino, 3 settembre 2017

 

Quello che si è potuto apprezzare nell’impianto di Corso Sicilia, a Torino, è un Lucento d’assalto, indomito e mai deconcentrato, che fin dai primi minuti si è imposto con piglio autoritario su un San Mauro piuttosto arrendevole e forse sceso in campo già “scarico”.

 

Dopo pochi secondi il Lucento si mette già in luce con un tiro di Sogos (che si rivelerà uno dei migliori in campo) con un tiro che finisce a pochi metri dalla porta presidiata da Gjondedaj. Al 3’ arriva il gol del vantaggio: “legnata” di Orlando che scheggia il palo, palla che torna in campo e arriva sui piedi di Attademo, che realizza il gol da pochi passi. La squadra di Ghirelli è coriacea e velocissima nelle ripartenze, grazie alla velocità del trio Sogos-Cirri-Attademo: al 6’ arriva il 2-0 con una bella palombella di Cirri che si insacca alle spalle di Gjondedaj. Due minuti dopo arriva il tris: azione straordinaria sulla fascia di Cirri, che serve un assist al bacio per Attademo, che fa partire un diagonale imparabile. Il San Mauro è sulle gambe: sbaglia i disimpegni con troppa facilità e non riesce davvero a uscire dal guscio. Nel finale di primo tempo il Lucento dilaga prima con Farisco (4-0) e poi con Sogos (5-0): entrambe le reti hanno una dinamica comune, vale a dire nascono da palle perse dal San Mauro nella propria trequarti, che vengono efficacemente sfruttate dai fantasisti del Lucento.

 

 

 

Nel secondo tempo i ragazzi di Ghirelli, come si suole dire, “tirano i remi in barca” e la partita risulta un po’ più equilibrata, tanto che il San Mauro riesce a trovare il gol della bandiera con Capobianco al sesto minuto. Due minuti dopo, sugli sviluppi di un’azione piuttosto confusa, Soleti irrompe in area con decisione e firma il gol che stabilisce il punteggio finale.

 

 

LUCENTOSANMAURO 6-1

 

I marcatori: pt 3’ e 8’ Attademo, 6’ Cirri, 10’ Farisco, 13’ Sogos; st 6’ Capobianco (S), 8’ Soleti

 

La formazione del Lucento: Sinchetto, Di Franza, Attademo, Farisco, Sgroi, Orlando, Soleti, Sogos, Cirri, Volpato. All. Ghirelli

 

La formazione del SanMauro: Gjondedaj, Agostinelli, Leanza, Enrico, Ruta, Di Gregorio, Capobianco, Beltino, Meduri, Dodaro. All. Goteri

 

 

Torino, 11/06/2017

 

In uno dei luoghi simbolo del calcio Torinese, dove da sempre il calcio è stato considerato uno sport per soli maschi, si è svolto un torneo dedicato ai più piccoli in assoluto, a quei ragazzini che durante questa stagione, per la prima volta, hanno iniziato a dare i primi calci ad una palla. Spesse volte nei loro calzoncini ci starebbero due di loro e le loro maglie sembrano delle vesti  che spesso sono da impaccio. Stiamo parlando dell'annata 2011, bambini di 5 e 6 anni, che quest'anno hanno militato nella categoria Primi Calci. La società del Lucento ha voluto onorare questa categoria con una festa proprio a loro dedicata, e questa volta non solo maschietti ma anche le più giovani calciatrici del calcio Torinese, la squadra del S. Bernardo Luserna, realtà del territorio Torinese che tra i suoi tesserati ha solo calciatrici e che partecipa a quasi tutte le categorie del calcio femminile e non, con la prima squadra che milita nella Serie B Femminile.

 

 

Oltre a loro ed oltre ai padroni di casa del Lucento, erano anche presenti le compagini del Collegno Paradiso, il Real Leinì, il Ragers Savonera, il Bacigalupo ed il Torino. Ebbene, con lo stupore di tutti i presenti, sia degli addetti ai lavori, che del pubblico sugli spalti, le giovani calciatrici del Luserna si sono date battaglia alla pari dei più titolati compagni maschili, mostrando sia una tecnica che una grinta che non hanno nulla da invidiare rispetto a quelle dei coetanei maschietti. Alla fine applausi e complimenti per tutti, ma soprattutto per quelle piccole calciatrici in erba per le quali adesso il calcio è solo un gioco, un modo magari per imitare i fratelli più grandi, ma che forse sognano un giorno di poter avere il loro spazio e la propria gloria in un mondo dove è molto difficile affermarsi e dove solo alcune grandi del passato sono riuscite nell'impresa.

 

La redazione                 

 

 

 

 

 

TORINO – Sabato 3 e Domenica 4 giugno 2017.

 

Già orfani di Mister Fornasieri, che ha salutato il gruppo in settimana, ma ottimamente guidati ad interim da Ciro Di Matteo, che li conosce e li carica meglio di chiunque altro, gli Esordienti dell’Alpignano hanno colto nel week end l’ennesimo trionfo, questa volta sul campo del Cit-Turin, mettendo le mani sul terzo trofeo della stagione, dopo aver già vinto il campionato primaverile.

Pur privi di alcuni elementi di rilievo come Amorosi, Zanella, Antoniazzi, e Costa, i biancoazzurri non hanno avuto molte difficoltà a conquistare la posta finale grazie ad un giro palla fluido e ad una proprietà realizzativa non comune.

Nel pomeriggio di sabato si sono tenute le gare del girone eliminatorio e domenica le finali di questa edizione del memorial “Alessio Forever” organizzato dalla Società di corso Ferrucci per ricordare la prematura scomparsa del quindicenne atleta di casa.

 

ALPIGNANO – LUCENTO

 

La prima partita del sabato, al cospetto del Lucento, si è presentata subito sulla carta come la finale anticipata e per come si è sviluppata, per le occasioni avute da una parte e dall’altra e per il risultato finale non ha di certo tradito le attese.

Un Petrillo particolarmente ispirato ha aperto le ostilità con un tiro dalla distanza che ha costretto Zota a rifugiarsi in angolo con l’aiuto della traversa. Poco dopo è Tucci a liberarsi bene ma il piatto è troppo centrale. Sul lato opposto ci prova Virelli ma il suo tiro è troppo esterno. Il Lucento preme e Onisiedu, libero in area sulla sinistra, coglie in pieno la traversa (vedi video). I torinesi sembrano avere in pugno la partita e sul finire del tempo è Casalegno a doversi superare per fermare in due tempi Pedron lanciato solo a rete.

 

Nella ripresa i biancoazzurri si scuotono e dopo soli due minuti è Tucci a provarci dalla lunga distanza: il tiro non sembra irresistibile ma passa sotto la pancia di Notario. I rossoblù non ci stanno e colgono immediatamente il meritato pareggio grazie a Lanciana lesto ad approfittare di un’indecisione della difesa avversaria. Ma l’Alpignano, come dimostrato per tutta la stagione, ha parecchie frecce al proprio arco e le sfodera intorno alla metà della ripresa quando prima Petrillo si rende protagonista di un grandissimo gol controllando una palla al limite e scagliandola imprendibilmente all’incrocio (vedi video) e poi Grisi infila al volo a fil di palo un angolo ottimamente calciato lungo da Ferrigni. E’ il classico uno-due che stordisce gli avversari che hanno ancora un giusto sussulto di orgoglio nell’azione finale che porta ancora Lanciana a bruciare Mattiello in contropiede per il 3 a 2 finale di una bella gara che ha avuto in Petrillo e Crivat da una parte e Virelli e Lanciana dall’altra i protagonisti assoluti.

 

 

LUCENTO - CIT TURIN

 

Il Lucento sconfitto dopo la prima sfida con l'Alpignano deve subito dopo affrontare i padroni di casa del Cit Turin. La partita è molto equilibrata. I primi a passare in vantaggio sono i Blu del Cit Turin. Il Lucento però non ci sta a perdere una seconda volta e con una brusca reazione riesce a portarsi sul 2 a 1. Solo nel finale di partita il Cit Turin riesce, su punizione, ad agguantare il pareggio finale. Finisce 2 a 2. Tra i video allegati sono disponibili il gol di Virelli (L) e quello del due a due finale di Dapavo (C).

 

 

ALPIGNANO – CIT TURIN

 

Dopo il combattuto pareggio tra Lucento e Cit Turin, Grisi e compagni hanno chiuso la giornata contro i padroni di casa, dilagando nella ripresa dopo un primo tempo  pregevole ed equilibrato.

 

Alla prima azione i ragazzi di Di Matteo sono già in vantaggio: Gribaldo dalla destra centra un rasoterra invitante, Tucci non ci arriva ma dietro di lui Petrillo, ancora in stato di grazia, non perdona (vedi video). I padroni di casa non si scoraggiano e Mattiello deve superarsi per sventare ottimamente in angolo un insidioso tentativo di Dessì (vedi video). Al 9’ Tucci libera bene Di Matteo che tira a lato ma è Ino, poco più tardi, ad avere sul sinistro la palla più invitante alzando troppo la mira (vedi video). Mira molto più precisa invece da parte di Monte che proprio sul finire del tempo calcia magistralmente all’incrocio una punizione dal limite non lasciando scampo all’incolpevole Mattiello e cogliendo per i blu un meritato pareggio (vedi video).

 

Nella ripresa però i padroni di casa, forse stanchi per la precedente battaglia con il Lucento, mollano gli ormeggi e Bonfiglio e compagni ne approfittano per imporre la propria superiorità, per dilagare e per conquistare una meritata finale. Ci pensa il bomber Tucci prima con una punizione da quasi centrocampo (vedi video) e poi con un rasoterra potentissimo a portare decisamente avanti i suoi e poi Di Matteo, siamo sul finire della gara, ben servito da Grisi, chiude il conto in contropiede facendo passare la palla sotto le gambe dell’incolpevole De Stermich.

 

 

ALPIGNANO – CARRARA 90

 

La finale, contro un Carrara 90 già travolto in campionato, non ha quasi avuto storia e ha visto Liso e compagni già in vantaggio di 2 lunghezze dopo il primo dei 3 tempi previsti. Protagonista di questa prima frazione la mezzapunta Gribaldo autore di una doppietta d’autore (piatto destro rasoterra diagonale su bell’invito in area di Di Matteo - vedi video- e sinistro all’incrocio dopo controllo e rientro di destro dal limite dell’area) inframmezzata dal momentaneo pareggio di Pashja in contropiede e dal potente collopiede ad incrociare di Ferrigni su ottimo centro di Liso (vedi video). Nelle ulteriori frazioni Ciliberti e compagni ratificano la loro superiorità e la vittoria del Trofeo ancora con un Petrillo vero protagonista del torneo (gran rasoterra dal limite - vedi video) e con Crivat che sigilla il risultato finale con un bel tiro dal limite (vedi video). In mezzo il gol del momentaneo 4 a 2 di Grimaldi del Carrara 90 (vedi video).

 

Mario Gribaldo (Alpignano)                

 

ALPIGNANO – LUCENTO:  3 - 2     (0-0) (3-2)

 

MARCATORI: 2’ st Tucci (A), 4’ st Lanciana (L), 8’ st Petrillo (A), 10’ st Grisi (A), 14’ st Lanciana (L)

 

FORMAZIONE ALPIGNANO – 1) Casalegno, 2) Crivat, 3) Liso (C), 4) Bonfiglio, 5) Gribaldo, 6) Ciliberti, 7) Di Matteo, 8) Petrillo, 9) Tucci, 10) Grisi, 11) Ferrigni, 12) Mattiello.

All. Ciro Di Matteo.

 

FORMAZIONE LUCENTO – 1)  Zota, 2) Garruto, 3) Podariu, 4) Botti, 5) Secrieru, 6) Capola, 7) Piombino, 8) Ikbinakenzua, 9) Onisiedu, 10) Virelli, 11) Lanciano, 12) Notario, 13) Petron, 14) dacca,  All. Mario 5) Azazi, 16) Lanciana.

All. Angelo Cavadore.

 

 

ALPIGNANO – CIT TURIN:  4 – 1     (1-1) (4-1)

 

MARCATORI: 2’ pt Petrillo (A), 15’ pt Monte (CT), 2’ st Tucci (A), 10’ st Tucci (A), 14’ st Di Matteo (A)

 

FORMAZIONE ALPIGNANO – 1) Casalegno, 2) Crivat, 3) Liso, 4) Bonfiglio, 5) Gribaldo, 6) Ciliberti, 7) Di Matteo, 8) Petrillo, 9) Tucci, 10) Grisi, 11) Ferrigni, 12) Mattiello (C).

All. Ciro Di Matteo.

 

FORMAZIONE CIT TURIN – 1) De Stermich, 3) Franceschini, 4) Picerno, 5) Sahaoune, 6) Piovan, 7) Monte, 8) Dessì, 9) Er Zarhate, 10) Cricelli, 11) Drapanti, 13) Anastasia, 15) Dapavo, 16) Ino.

All. Luca Piccareta.  

 

 

FINALE 1°\2° POSTO

 

ALPIGNANO – CARRARA 90:  5 - 2    (3-1) (4-1) (5-2)

 

MARCATORI: 5’ pt Gribaldo (A), 6’ pt Pashja (C), 7’ pt Ferrigni (A), 11’ pt Gribaldo (A), 7’ st Petrillo (A), 4’ tt Grimaldi (C), 10’ tt Crivat (A)

 

FORMAZIONE ALPIGNANO – 1) Mattiello, 2) Crivat, 3) Liso, 4) Bonfiglio, 5) Gribaldo, 6) Ciliberti, 7) Di Matteo (C), 8) Petrillo, 9) Tucci, 10) Grisi, 11) Ferrigni, 12) Casalegno.

All. Ciro Di Matteo.

 

FORMAZIONE CARRARA 90 – 2) Ponzo, 3) Bellaudouz, 5) Mulè, 6) Fanolla, 7) Fathalla, 8) Bruscella, 10) Colucci, 11) Foassa, 12) Soccavo, 15) Otthmani, 16) Pashja, 17) Grimaldi, 18) Federico.

All. Loris Pace.  

 

 

FINALE 3°\4° POSTO

 

LUCENTO – S.IGNAZIO                                   6 – 3

 

 

CLASSIFICA FINALE

 

1)     ALPIGNANO

2)     CARRARA 90

3)     LUCENTO

4)     S.IGNAZIO 

ROSTA – Domenica 2 ottobre 2016.

 

Un Lucento bravo e fortunato supera un Alpignano un po’ confusionario nella partita decisiva del girone D eliminatorio dell’8° Trofeo Città di Rosta. Scesi in campo con un’inedita divisa verde, i ragazzi di Fornasieri non hanno brillato sul lato del gioco ed hanno dovuto cedere di fronte ai rossoblu torinesi che hanno saputo sfruttare al meglio ogni occasione loro presentatasi, al di là del risultato fin troppo rotondo e penalizzante per gli avversari.

 

Pronti-via e il Lucento è già in vantaggio. Passano solo due minuti e Lanciano coglie liberissimo Di Cesare su punizione, l’ala torinese ha tutto il tempo per controllare il pallone e scaraventarlo alle spalle dell’incolpevole Mattiello. L’Alpignano prova a reagire ma su bel centro di Tucci capitan Ferrigni alza sulla traversa colpendo al volo non col suo piede naturale (il destro). Sull’azione successiva, questa volta con un pizzico di fortuna, i torinesi raddoppiano: è ancora l’ottimo Lanciano che sfrutta di prima  un rinvio di Bonfiglio che gli arriva proprio sui piedi, il tiro è rapido quanto improvviso e l’estremo dei verdi ancora una volta è impotente (vedi video). Uno-due da brividi e l’Alpignano sembra accusare il colpo. Il centrale difensivo Crivat però non ci sta e suona la carica: il primo tentativo da fuori trova Bellettieri pronto alla deviazione in angolo ma poco più tardi (10’) ancora Crivat tenta un lungo lancio che questa volta inganna il portiere con un rimbalzo troppo alto e riporta i suoi in partita.

 

 

All’inizio della seconda frazione, Tucci ha la palla buona per il pareggio: calcia a botta sicura in corsa ma Stracuzza, subentrato a Bellettieri, compie una prodezza deviando in angolo il missile destinato sotto la traversa (vedi video). Il Lucento torna a macinare gioco facendo girare la palla decisamente meglio degli avversari in particolare con Albertini e Lanciano e coglie i frutti al nono minuto quando Tarsitano (ottima la sua prova per rapidità e forza fisica) approfitta dell’ennesimo svarione difensivo dei verdi per superare in pallonetto Casalegno e allungare (1-3).

L’Alpignano è frastornato e non riesce a reagire fino al 13’ quando Gribaldo riesce finalmente a liberare Petrillo al tiro: l’ala è sola ma il suo tentativo si spegne a lato in diagonale (vedi video).

 

Nel terzo tempo ci si aspetterebbe una reazione di capitan Ferrigni e compagni ma per Mister Fornasieri ci sarà ancora molto da lavorare soprattutto sul lato del giro palla in vista dell’inizio del campionato previsto per la prossima settimana.

Il Lucento non subisce reazioni particolari ed anzi chiude il conto all’11’ quando ancora Tarsitano sfrutta un preciso calcio d’angolo di Albertini per realizzare la doppietta personale e rendere ancora più rotonda la vittoria dei suoi.

 

I torinesi volano così direttamente alla fase nazionale dove incontreranno tra due settimane Bologna e Juventus mentre all’Alpignano toccherà ancora il girone infernale con le seconde classificate che li impegnerà per tutto il prossimo fine settimana, in contemporanea con il debutto in campionato.

 

Mario Gribaldo (Alpignano)               

 

ALPIGNANO – LUCENTO                     1 – 4

 

MARCATORI; 2’ pt Di Cesare (L); 7’ pt Lanciano (L); 10’ pt Crivat (A); 9’ st Tarsitano (L); 11’ tt Tarsitano (L)

 

ALPIGNANO: 1) Mattiello, 2) Grisi, 3) Ferrigni (cap.), 4) Crivat, 5) Bonfiglio, 6) Ciliberti, 7) Di Matteo, 8) Antoniazzi, 9) Tucci, 10) Gribaldo, 11) Costa, 12) Casalegno, 13) Amorosi, 14) Petrillo.

All. Fornasieri.

 

LUCENTO: 1) Bellettieri, 2) Poli, 3) Crisafulli, 4) Rigatto, 5) Borracino, 6) Buffone (cap.), 7) Di Cesare, 8) Albertini, 9) Cirillo, 10) Lanciano, 11) Durante, 12) Stracuzza, 13) Borgotallo, 14) Novello, 15) Lala, 16) Palermo, 17) Tarsitano.

All. Rapisarda.

 

AMMONITI: Cirillo (L)

 

Vinovo, 07/02/2016

 

Iniziata oggi la seconda e ultima fase del torneo per il Lucento e L'Alpignano. Purtroppo il girone è quello di Bronzo, dove sono confluite tutte le squadre quarte classificate nella prima fase. L'Alpignano è chiamato a riscattare quindi una prima fase deludente, ma soprattutto sfortunata, a cui sta molto stretto il quarto posto ottenuto e lo stesso cerca fare il Lucento.

 

Il primo tempo è sostanzialmente equilibrato. Le due squadre cercano di affondare ma il gioco non risulta fluido. Nasce allora da un calcio d'angolo la prima rete della partita ad opera dell'Alpignano. Siamo al quarto minuto di gioco, l'angolo viene battuto da Nave e di rapina D'Introno gira in rete. Passa però poco che sul fronte opposto il Lucento pareggia: uscita avventata del portiere dell'Alpignano Casalegno, la porta rimane scoperta, e a seguito di uno sfortunato rimpallo la palla finisce in rete. Il gioco continua ad essere sempre frammentato e solo al 13° minuto si vede una bella azione, sempre con la coppia dell'Alpignano Nave D'Introno. Questa volta è D'introno che apre una bella palla sulla destra per nave che con un secco diagonale mette in rete. Il tempo finisce 2 a 1 per l'Alpignano.

 

 

 

Nel secondo tempo l'equilibrio continua a farla da padrone ed il Lucento risponde ad ogni colpo dell'Alpignano. Così al goal di Di Matteo, che al terzo minuto è lesto a scaraventarsi su una corta ribattuta del portiere avversario su un diagonale di Laureana, risponde subito dopo ancora il Lucento ed ancora in seguito ad una mischia in area. All'ottavo questa volta è Amorosi, con un goal in diagonale, con il suo potente sinistro, a cercare di far allungare la sua squadra. Il Lucento reagisce ancora, pressa l'Alpignano nella sua area, e questa volta con un goal di pregevole fattura, con un tiro a pallonetto da fuori area, al 13° il Lucento accorcia ancora una volta le distanze, L'Alpignano chiude ancora in vantaggio il secondo tempo, ma il Lucento non molla: la seconda frazione si chiude sul 4 a 3 per l'Alpignano.


E' però nel terzo tempo che si decide la partita ed è Laureana a risultare decisivo con un 1 2 nei primi due minuti di gioco. Al primo, dopo un veloce contropiede, si presenta a tu per tu con il portiere del Lucento e con una finta mette in rete con il suo piede sinistro. Subito dopo, questa volta con un bel diagonale, sempre di sinistro, colpisce ancora. In questa occasione si fa anche male alla testa lo sfortunato portiere del Lucento che è costretto poco dopo,  a lasciare il campo. La squadra dei rosso blu accusa il colpo, dei compagni si devono improvvisare portiere ed è così che su un rinvio che colpisce il proprio compagno ne approfitta ancora una volta Laureana che al 6° minuto mette a segno la sua tripletta. Passano 4 minuti ed al decimo è ancora Di Matteo ad andare in rete. La difesa dell'Alpignano con l'arcigno Bonfiglio prima e l'elegante De Gioanni poi, tiene a bada gli attaccanti del Lucento, ed anche il volenteroso Ciccarelli non lesina il suo impegno sulla fascia destra. Sul finale infine c'è ancora spazio per un palo del sempre generoso Petrillo, per un diagonale del Lucento, respinto in angolo dall'ottimo Casalegno, ma niente di più. Finisce 8 a 3 per l'Alpignano.

 

Le condizioni atmosferiche non sono state certo di aiuto alle due compagini, il campo è appesantito dalla pioggia, anche se regge bene, e così la partita è stata caratterizzata, soprattutto nei primi due tempi da alcuni episodi. Solo nel finale l'Alpignano riesce ad allungare e ad ottenere la sua prima vittoria in questo torneo, dove aveva ottenuto sino ad ora solo un pareggio e due immeritate sconfitte di misura. Sul campo non si è visto tanto Fair Play e spesso l'arbitro è stato costretto ad intervenire per decidere le sorti del gioco. Un in bocca al lupo va infine al coraggioso, ma sfortunato, portiere del Lucento.

 

Questa volta il Mister dell'Alpignno Di Matteo si è dichiarato soddisfatto dei propri ragazzi, anche se avrebbe preferito vedere girare un po di più la palla da parte dei propri giocatori.

 

Salvatore Bonfiglio       

(Alpignano)                  

 

LUCENTO vs ALPIGNANO: 3 a 8.

 

Marcatori Alpignano: 1°tp: D'Introno e Nave (2 a 1); 2° tp: Di Matteo ed Amorosi (2 a 2); 3° tp: Laureana, Laureana, Laureana e Di Matteo (4 a 0).

 

Formazione dell'Alpignano:; Casalegno, Bonfiglio, De Gioanni, Amorosi, Nave, Ciccarelli, D'introno, Petrillo, Di Matteo e Laureana.
All. Di Matteo